Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Naif1988

Come evitare una violenza di gruppo.

Post raccomandati

attenzione che il problema principale era il ricatto del video osè. Può picchiarli, insultarli ma se non li uccide loro pubblicheranno il video. A meno che non risulti morta lei e non solo non avrebbe più senso ma si auto incriminerebbero

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esatto @leopard. Anche se a loro della diffusione del video importa il giusto: vogliono averla, quindi è solo una minaccia per intimorirla e farla cedere. La mia domanda è: ma basta un ricatto per uccidere delle persone? E' vero che è una storia che va avanti da tanto tempo, ed è vero che lei sa che vogliono violentarla, però la logica a mio avviso dovrebbe essere questa: se io me ne voglio andare e sto progettando una fuga insieme alla mia amica la prima cosa da fare, a logica, sarebbe quella o di recuperare in qualche modo il video oppure di cogliere la palla al balzo per fuggire stavolta per un motivo ben più serio. Solo che... sarebbe un bel finale quello in cui due amiche uccidono o fanno uccidere  tre ragazzi e poi scappano? O anche solo uno? Sento che manca qualcosa. Mi era venuto in mente che, dopo un ripensamento sulla fuga da parte della ragazza, ci fosse uno scontro tra lei e l'amica. E quest'ultima moriva. Così la protagonista per non essere coinvolta faceva ricadere la responsabilità del delitto su uno dei tre ragazzi. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io farei così: la ragazza, in un video strappalacrime, decide di suicidarsi annegando nel fiume, accusando i tre tizi. Il video, diventato virale, crea rancore nella gente verso i tre ragazzi che, decidono in maniera diversa, chi di scappare, chi di uccidersi. Intanto viene ripescato il corpo martoriato e senza testa della ragazza. Alla fine lo stalker, che ha deciso di scappare, ha un faccia a faccia con la protagonista. Dopo avergli lasciato un messaggio col cellulare della complice (l'amica della protagonista) che non sentiva da parecchio tempo, all'appuntamento, lei lo tramortisce alle spalle, e dopo averlo legato a un albero nel bosco, gli spiega come ha fatto a inscenare il finto suicidio e l'omicido dell'amica. Il tizio cerca di chiedere aiuto e allora lei lo finisce a sprangate. Non contenta gli da fuoco e scappa via facendo perdere le sue tracce.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@meryj Quindi in pratica la ragazza uccide l'amica e getta il corpo nel fiume facendo credere che si tratti di lei? Okay, ci sta. Unico dubbio: come si comporta l'amica tenendo conto del fatto che nel video c'è anche lei? Per arrivare a ucciderla le opzioni sono due: o l'abbandona, oppure la protagonista ha un ripensamento in merito alla loro fuga dal momento che ha un problema più importante da risolvere. E che, forse,  è ben più importante che scappare per motivi più futili. Così facendo ci sarebbe un colpo di scena interessante: l'amica, sentendosi tradita, passa dall'altra parte: per non finire sul web decide di aiutare lo stalker non sapendo che la ragazza però ha già in mente il suo piano diabolico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/12/2019 alle 13:00, Naif1988 ha scritto:

Così facendo ci sarebbe un colpo di scena interessante: l'amica, sentendosi tradita, passa dall'altra parte: per non finire sul web decide di aiutare lo stalker non sapendo che la ragazza però ha già in mente il suo piano diabolico.

Già, io avevo pensato che l'amica della protagonista avesse deciso di aiutare lo stalker in cambio dell'oscuramento della parte di video in cui c'è lei. La protagonista lo viene a sapere e, sentendosi tradita, decide di vendicarsi come ti ho scritto. Però tutto questo, secondo me, sarebbe interessante rivelarlo alla fine, quando confessa allo stalker tutto quello che ha fatto. Penso che sarebbe un bel colpo di scena far passare la vittima per il carnefice. Che ne dici?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dico che è molto interessante. Per l'appunto mi è venuto in mente il film "Passion" di Brian De Palma, in cui la protagonista uccide la rivale ma lo scopriamo solo alla fine tramite flashback e dettagli. Prima, quando è indagata, niente fa o quasi fa pensare che sia proprio lei l'assassino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/12/2019 alle 09:53, Naif1988 ha scritto:

Esatto @leopard. Anche se a loro della diffusione del video importa il giusto: vogliono averla, quindi è solo una minaccia per intimorirla e farla cedere. La mia domanda è: ma basta un ricatto per uccidere delle persone? E' vero che è una storia che va avanti da tanto tempo, ed è vero che lei sa che vogliono violentarla, però la logica a mio avviso dovrebbe essere questa: se io me ne voglio andare e sto progettando una fuga insieme alla mia amica la prima cosa da fare, a logica, sarebbe quella o di recuperare in qualche modo il video oppure di cogliere la palla al balzo per fuggire stavolta per un motivo ben più serio. Solo che... sarebbe un bel finale quello in cui due amiche uccidono o fanno uccidere  tre ragazzi e poi scappano? O anche solo uno? Sento che manca qualcosa. Mi era venuto in mente che, dopo un ripensamento sulla fuga da parte della ragazza, ci fosse uno scontro tra lei e l'amica. E quest'ultima moriva. Così la protagonista per non essere coinvolta faceva ricadere la responsabilità del delitto su uno dei tre ragazzi. 

lo credo che sia difficile recuperare un video, possono averne fatte mille copie. Se invce  si trovano paura perchè lei è morta e la polizia indaga allora potrebbero cancellarlo loro stessi. Mi piace l'dea che l'amica muoia e vengano incolpati anche di questo.

Non mi sembra tanto un motivo futile, sai,  se io fossi ricattata a scopo di violenza sessuale d gruppo credo che mi piacerebbe molto finirli a sprangate come dice  @meryj , se poi sia fattibile, non so certo, ci vorrebbe un po' di allenamento, ma  è un romanzo 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@leopardmi dispiace un sacco sciogliere la coppia protagonista-amica perché poteva diventare, a differenza degli altre ragazzi, un rapporto che si consolidava proprio in funzione di questo fatto. Ma è anche vero che da sola diventerebbe davvero difficile sbarazzarsi dei tre solo facendoli condannare. Almeno un delitto ci vuole. E quello dell'amica mi sembra perfetto. Solo che ragionandoci e, considerando il realismo del romanzo, forse devo trovare un altro modus: la testa mozzata per una storia sugli adolescenti credo sia troppo "hardcore". Sarebbe bello se da questo evento i destini dei tre ragazzi si dividessero per sempre e ognuno prendesse la propria strada. Chi in meglio, chi in peggio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Naif1988 ha scritto:

@leopardmi dispiace un sacco sciogliere la coppia protagonista-amica perché poteva diventare, a differenza degli altre ragazzi, un rapporto che si consolidava proprio in funzione di questo fatto. Ma è anche vero che da sola diventerebbe davvero difficile sbarazzarsi dei tre solo facendoli condannare. Almeno un delitto ci vuole. E quello dell'amica mi sembra perfetto. Solo che ragionandoci e, considerando il realismo del romanzo, forse devo trovare un altro modus: la testa mozzata per una storia sugli adolescenti credo sia troppo "hardcore". Sarebbe bello se da questo evento i destini dei tre ragazzi si dividessero per sempre e ognuno prendesse la propria strada. Chi in meglio, chi in peggio.

l'amica l'ha tradita, potrebbe essere quella che odia di più, in fondo. Potresti fare che uno del gruppo è stato trascinato suo malgrado dal branco, si sente in colpa e magari la aiuta. La testa mozzata non è consueta, è vero, però mi è venuto in mente quella tecnica del filo teso dove passa un motociclista.  Non è male per un adolescente, tra sassi dai cavalcavia e cose varie. Creerebbe un bello shock nel branco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi ero dimenticato un elemento fondamentale: l'amica è stata violentata in passato. E infatti mette in guardia la protagonista affinché non le capiti la stessa cosa. Per cui nel momento in cui viene ricattata non è verosimile che la tradisca. La mia idea era che insieme cercassero una soluzione avvalendosi dell'aiuto di qualcuno ma che questo all'ultimo si tirasse indietro costringendole a sbrigarsela da sole. E qui poi si arriva alla rottura tra le due ragazze quando la protagonista si rende conto che stava scappando solo per l'amore nei suoi confronti e non per una reale necessità o desiderio. Che lei ha altri progetti per la sua vita. Il leader del branco rimane solo, abbandonato per vari motivi dai suoi gregari, e si ritrova faccia a faccia con lei che a questo punto deciderà come far finire la storia rivelandosi per quella che è realmente senza magari il bisogno di scappare e diventando finalmente libera.

Tipo... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/1/2020 alle 15:00, Naif1988 ha scritto:

Grazie a tutti, ho trovato il finale. Quando uscirà il libro vi inserirò tutti nei Ringraziamenti ;):D(y)

:)(y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alla fine non sono ancora riuscito a finirlo. I dubbi erano troppi e lo sono tuttora. La soluzione che ho adottato è la seguente: uno dei tre ragazzi scopre il suicidio della madre e viene prelevato dai Carabinieri per essere affidato agli assistenti sociali. Un altro, rimasto solo, capisce che non ha altre alternative e decide così di consegnarsi alla polizia raccontando tutto, facendo i nomi dei suoi amici e portandoli sul luogo dove si sta consumando la violenza. Aurora però insieme alla sua amica e a un conoscente di questa, ha messo in atto il suo piano per vendicarsi dello stalker che la tormenta da sempre e che dovrebbe, insieme agli altri, violentarla. In realtà non è proprio una vendetta. E' più una resa dei conti senza spargimenti di sangue. Una volta tramortito Tommaso, così si chiama il ragazzo, e portato in un fienile abbandonato, Aurora e l'amica (presente anche lei nel video del ricatto) lo costringono a consegnarsi da solo alle autorità e in cambio loro lo lasciano andare (o non lo denunciano). Lui fa finta di accettare e quando Aurora non se lo aspetta lui l'attacca, la insegue nel bosco e cerca di violentarla. L'arrivo però della polizia evita la tragedia. Il dubbio è: pur ammettendo che il piano ideato da Aurora e l'amica funzioni, sia cioè plausibile, non verrebbe comunque incriminata avendo legato e imbavagliato Tommaso? Senza contare che prima l'ha fatto tramortire? A.A.A. cercasi delucidazioni in merito.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi viene da fare alcune osservazioni.

per una ragazzina inesperta credo sia più facile uccidere che tramortire, legare, rapire, trasportare un ragazzo semi svenuto in mezzo alla campagna. Dovrebbe anche colpirlo il giusto, in modo che svenga senza morire e senza  danni collaterali. Basterebbe una telefonata registrata che lo fa parlare della violenza e del video, o persino dei messaggi. Del resto, dovranno minacciarla ma non di persona, non credo che lei vorrebbe incontrarli.

il ragazzo che, alla fine la insegue nel bosco, credo che ormai mirerebbe solo a ucciderla. Sia perchè senza il branco non sarebbe probabilmente in grado, sia perchè lo scopo era quello di umiliarla ma ora deve solo salvarsi dal carcere.

Legare e rapire  qualcuno e pensare che una volta slegato si auto consegni alla polizia, così, semplicemente,  mi pare anche una mossa molto ingenua. 

La polizia che arriva sul finale è un po' un colpo di fortuna.

Se posso permettermi, fossi in te, cercherei di indagare di più sulle motivazioni e la personalità di tutti i personaggi per capire perchè si comportano così poi sarà più facile capire come possano interagire. La vittima, per esempio, è così matura e pacifista? Non prova odio quando ce l'ha per le mani? Perchè l'amica non è vittima allo stesso modo? Il secondo ragazzo, quello che che cede,perchè si sente solo senza il primo e fa la spia? Sono in tre, giusto?  Il primo perchè con i problemi che ha in famiglia diventa uno stupratore? E poi smette solo perchè viene portato via o rinuncia perchè ha un'evoluzione dopo la tragedia famigliare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intervengo solo per dirvi che, se decidete di fare la camgirl o il camboy, è possibile bloccare la visione dello show per alcuni paesi (Per esempio: visibile in tutto il mondo, tranne Italia).

Come faccio a saperlo? Boh. :ninja:

 

Comunque eviterei che fosse la polizia a evitare la tragedia. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@NgannafoddiMa La polizia non interviene come un Deus ex machina che salva la vittima e tutti vissero felici e contenti. Interviene perché interpellata da un membro del branco che, essendo sempre stato restio al piano, nel momento in cui si ritrova da solo, ha in mano l'opportunità di salvare se stesso dal carcere (al momento del ricatto lui non era presente) e al contempo anche di salvare la ragazza. E' un'opportunità per lui di tirare fuori le pa... una volta per tutte e dimostrare di avere più cervello degli altri. Poi avevo anche pensato che uccidere il capobranco non ne valesse la pena. Per certa gente la morte è addirittura un regalo. Meglio sbatterlo in carcere dove avrà tutto il tempo per pensare a tutto quello che ha fatto e a cosa lo ha portato. 

Queste, ovviamente, sono tutte ipotesi. Se lo uccidono che succede? Lei e l'amica scappano? Senza un becco di quattrino, dove vanno? E per quanto tempo potranno continuare a scappare? Oppure nascondono il cadavere e se ne vanno lo stesso come se nulla fosse? Senza contare che uccidendolo una delle due, la protagonista, sarebbe costretta a rinunciare ai suoi sogni. Mica poco considerando che ha solo diciassette anni. Sicuramente però, il delitto renderebbe il tutto molto più intrigante. Senza dubbio.

@leopardComunque Tommaso, il capobranco, viene tramortito dall'amico di Aurora e portato al fienile. Lei e l'amica ovviamente non si sporcano le mani. Avevo deciso di fare così perché ritrovandosi per l'ultima volta faccia a faccia con lui, Aurora capisce che non è uccidendolo che si vendicherà di lui. E in realtà non è più la vendetta che le interessa. Il suo scopo è solo liberarsi di lui senza venire incriminata e vivere finalmente libera. L'idea di Tommaso che si autoconsegna ovviamente è stata cestinata subito :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 24/11/2020 alle 02:58, Naif1988 ha scritto:

Comunque Tommaso, il capobranco, viene tramortito dall'amico di Aurora e portato al fienile. Lei e l'amica ovviamente non si sporcano le mani. Avevo deciso di fare così perché ritrovandosi per l'ultima volta faccia a faccia con lui, Aurora capisce che non è uccidendolo che si vendicherà di lui. E in realtà non è più la vendetta che le interessa. Il suo scopo è solo liberarsi di lui senza venire incriminata e vivere finalmente libera. L'idea di Tommaso che si autoconsegna ovviamente è stata cestinata subito :-)

mi piace molto di più!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×