Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

McInerney

Trentin Agency

Post raccomandati

Mi è appena giunta la loro valutazione che ahimè purtroppo è un no (come mi è accaduto già in passato anche con altri agenti ed è così e bisogna farci il callo ed è uno scotto che va pagato). Ma ciò che mi ha lasciato l'amaro in bocca è il tono poco costruttivo. E dire che loro sono dei professionisti ben pagati. E' chiaro che io sono un nessuno, sono solo uno dei tanti autori "emergenti", ma era un romanzo che avevo già sottoposto all'attenzione di diversi beta reader (tra cui anche un editor di professione) e non mi sembrava fosse tutta sta gran "ciofeca". Che dire?... Capita e ci sta, comunque per me è stata un'esperienza decisamente negativa.

  • Mi piace 2
  • Confuso 3
  • Non mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Ratalos ciao puoi spiegarti meglio? in che senso poco costruttivo? nel senso che ti hanno fatto solo critiche senza darti suggerimenti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, Loryzo ha scritto:

@Ratalos ciao puoi spiegarti meglio? in che senso poco costruttivo? nel senso che ti hanno fatto solo critiche senza darti suggerimenti?

 Beh sì, il giudizio che mi hanno hanno dato è privato e non divulgabile, io posso solo riportare le mie personali impressioni, che logicamente non potranno essere così spassionate e obiettive. Diciamo che a mio avviso sono stati molto severi e su diversi punti vista che ritenevo invece i punti forti del romanzo. Le critiche vanno accettate ci mancherebbe, ci sta che non gli sia piaciuto, ma a rigore di logica secondo me si poteva essere un po' più diplomatici. Ne prendo atto, ma sono critiche così decise e diverse dal mio modo di sentire che alla fine, mi dispiace, non riesco a condividere. Poi magari hanno ragione loro...

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, Ratalos ha scritto:

Le critiche vanno accettate ci mancherebbe, ci sta che non gli sia piaciuto, ma a rigore di logica secondo me si poteva essere un po' più diplomatici. Ne prendo atto, ma sono critiche così decise e diverse dal mio modo di sentire che alla fine, mi dispiace, non riesco a condividere

Scusa, stai dicendo che cerchi o speri di trovare una CE/Agente o qualcuno che abbia il tuo stesso "modo di sentire"? La diplomazia che stai qui dimostrando verso te stesso non ti fa "tesorizzare" le critiche poco diplomatiche ricevute. Perdona l'intervento a gamba tesa, ma queste reazioni da parte degli Autori -e sia detto con tutto rispetto per il testo sottoposto a giudizio (e non a una chiacchierata tra amici)- mi fanno spesso ritenere che le critiche dal tono poco diplomatico siano fondatissime  e che da parte degli Autori ci sia una esagerata e immotivata autodifesa che sta solo a significare: "Io sul mio testo giudicato negativamente non ci rimetto le mani". Come a preservare una purezza ispiratrice e un genuinità narrativa a prova di qualsiasi critica letteraria costruttiva o distruttiva che sia. Chi sottopone il proprio testo al giudizio altrui ha l'obbligo, secondo me, di andare alla sostanza e non alla forma... che sempre è poco amica della nostra sensibilità e suscettibilità.

 

Un cordiale saluto.  

  • Mi piace 9

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, non è un intervento a gamba tesa. Io sono ancora un po' scosso e poi lo sai non posso dire molto, perché tutto è coperto se non dal segreto, quantomeno dal riserbo e se mi espongo rischio poi di beccarmi delle altre freccette capovolte da parte di qualche cecchino che evidentemente ha una fede incrollabile nel mondo editoriale. No, le critiche dell'editor non riguardavano soltanto i contenuti ma anche altri aspetti su cui mi sentivo più tranquillo. L'essere rifiutati ci sta e non voglio stare qui a girare ancora il coltello nella piaga. Però sì, scrivere è una gran bella cosa ma l'editoria pur essendo affascinante è anche una gran brutta bestia, difficilmente domabile, tanto che a volte mi viene il dubbio se ne valga ancora la pena provarci.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
39 minuti fa, Ratalos ha scritto:

tanto che a volte mi viene il dubbio se ne valga ancora la pena provarci.

Bisogna provarci, sicuri però di avere tra le mani un lavoro davvero valido. 

Ci sono mille teste pensanti nel mondo editoriale e tra capitani di lungo corso e pirati incartapecoriti è difficile districarsi. Noi sbagliamo quando diciamo "mondo editoriale" italiano, dovremmo fare nome e cognomi, collocarli nello spazio e nel tempo gli editori, dargli un volto ben preciso. Idem per gli autori e gli scrittori e le scrittrici. Quello che io posso dirti, tenendo conto delle mie conversazioni di fiera con vari editori, è che in genere oggi sento più l'anima dell'imprenditore che quella dell'intellettuale con le mani in pasta nell'editoria. Stanno venendo meno  -dentro e fuori le case editrici-  figure culturali un tempo fondamentali e coraggiose, anche innovative, sostituite logicamente da uomini e donne con mentalità meno forgiate umanisticamente e più plasmate con criteri meno da vocazione e più, giustamente, da pareggio di bilancio. Va bene, quello che mi sorprende è il cambio di sensibilità e di tolleranza. La casa torinese famosa che pubblica Don Delillo mai accetterebbe da un autore italiano certi sbrodolamenti al solo scopo di dilatare e dilatare insignificanti momenti di stasi narrativa. Eppure....questo scrittore americano influenzerà schiere di altri autori, inediti e meno.  Poi, come tu ben sai, e concludo, i lettori italiani sono ammalati di esterofilia e questo rende la vita più difficile, molto più difficile a chiunque voglia cocciutamente scrivere e pubblicare in lingua italiana.  Quella che noi chiamiamo l'editoria non solo è una brutta bestia, come tu scrivi, ma risente anche dei difetti (e di alcuni pregi) che caratterizzano gli italiani nel mondo. E fa' tu l'elenco, tracciando una linea verticale su un foglio bianco: a sinistra virtù, a destra difetti. Ecco, siamo noi! 

Grazie per la tua attenzione.          

  • Mi piace 6
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 6/8/2020 alle 20:44, Ratalos ha scritto:

No, non è un intervento a gamba tesa. Io sono ancora un po' scosso e poi lo sai non posso dire molto, perché tutto è coperto se non dal segreto, quantomeno dal riserbo e se mi espongo rischio poi di beccarmi delle altre freccette capovolte da parte di qualche cecchino che evidentemente ha una fede incrollabile nel mondo editoriale. No, le critiche dell'editor non riguardavano soltanto i contenuti ma anche altri aspetti su cui mi sentivo più tranquillo. L'essere rifiutati ci sta e non voglio stare qui a girare ancora il coltello nella piaga. Però sì, scrivere è una gran bella cosa ma l'editoria pur essendo affascinante è anche una gran brutta bestia, difficilmente domabile, tanto che a volte mi viene il dubbio se ne valga ancora la pena provarci.

 

 

 

Ciao Ratalos,

 

ho avuto più o meno la stessa esperienza, mandai il romanzo pagando 250 euro dato che qui sul forum se ne parlava bene, e più che una critica ho ricevuto una recensione che grondava antipatia per me e per le questioni trattate. In effetti è un romanzo piuttosto offensivo e politicamente scorretto, quindi anche fra gli editori a cui l'ho proposto c'è chi lo ha odiato e chi se n'è innamorato. In ogni caso il romanzo in questione ha ricevuto circa 17 proposte da case editrici no EAP,  di cui anche una medio-big(da circa 70 titoli l'anno).

Alla fine non ho firmato per la medio-big perchè mi richiedeva tempi di editing e stampa troppo lunghi, e poi mi sono fatto affascinare dal catalogo e dal progetto di una medio-piccola(medio-piccola ma cazzuta). Il romanzo esce in ottobre per la casa editrice in questione, non so se venderà ma in ogni caso se ha ricevuto 17 proposte fra cui quella di una big non penso proprio si trattasse della merda che diceva il tizio in questione.

Concludendo, penso che sia ora di smetterla di dare soldi a questa gente per fungere da sfogatoio alle loro frustrazioni, ascoltalo sì, ma come il parere di un qualunqe lettore e niente di più.

  • Mi piace 2
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho ricevuto anche io un rifiuto da questo agente, e va bene. La nota di lettura mi è sembrata però molto generica, vaga, senza alcun riferimento preciso a personaggi e vicende del romanzo: a voler pensare male, lungi da me, sarebbe stata sufficiente la sola lettura della sinossi per compilarla. Una scheda negativa è utile quando mette in luce i punti deboli del manoscritto, spiegando nello specifico quali, rovistando fra caratterizzazione di personaggi o quanto altro. La cosa curiosa è che uno dei punti deboli generici attaccati, lo stile, è lo stesso che invece è stato molto apprezzato da un'altra agenzia (molto nota e con la quale non ci sono testimonianze di proposte di rappresentanza nel forum) che poi mi ha proposto il contratto di rappresentanza (che dovrei firmare a breve, e quindi a tempo debito ne parlerò nel forum). Rimango dell'idea che sia un ottimo agente: tornassi indietro però non spenderei nemmeno dieci euro per una nota di lettura così.

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ringrazio sia @qwertyuiop che @Sjø , mi fate coraggio. E' un romanzo su cui ho lavorato tanto e in cui credo e il loro è stato il primo ritorno e mi ha quasi spento. La sensazione è stata identica a quella che ha avuto@Sjø , tanto che mi sono posto gli stessi dubbi e cioè se l'avessero veramente letto. Per quanto sia stata una sparata, il giudizio è stringato e non fa riferimento a nessun personaggio e a nulla di specifico. Oggi mi è arrivato il verdetto di un'altra agenzia e neppure loro mi danno la rappresentanza ma riconoscono che il romanzo ha comunque diversi punti di forza, tra l'altro ho speso molto meno. Sì, spendere i soldi in questo modo è folle. Per quanto sia assurdo ci vorrebbe una sorta di tutela del consumatore. E' solo una battuta! Poi è chiaro che non devi pagare per farti dire che il tuo romanzo è bello e per trastullarti l'ego, questo no. Però certi giudizi mi suonano quasi di presa in giro. Spero di avere la stessa sorte di @qwertyuiop ma non sarà facile! 

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, Ratalos ha scritto:

Sì, spendere i soldi in questo modo è folle.

Sottoscrivo. Se credi in quello che hai scritto, continua a proporlo, ma non alle agenzie (tra parentesi, quelle che effettivamente puntano a una rappresentanza sono pochissime, la maggior parte vuole solo venderti servizi di cui non è detto che tu abbia bisogno), direttamente alle CE no EAP. Se è fondamentalmente valido, riceverai proposte, prima o poi e l'editing lo farà la CE a sue spese. Se non è valido, almeno ti sarai risparmiato inutili e onerosi esborsi. 

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Sjø ha scritto:

Ho ricevuto anche io un rifiuto da questo agente, e va bene. La nota di lettura mi è sembrata però molto generica, vaga, senza alcun riferimento preciso a personaggi e vicende del romanzo: a voler pensare male, lungi da me, sarebbe stata sufficiente la sola lettura della sinossi per compilarla. Una scheda negativa è utile quando mette in luce i punti deboli del manoscritto, spiegando nello specifico quali, rovistando fra caratterizzazione di personaggi o quanto altro. La cosa curiosa è che uno dei punti deboli generici attaccati, lo stile, è lo stesso che invece è stato molto apprezzato da un'altra agenzia (molto nota e con la quale non ci sono testimonianze di proposte di rappresentanza nel forum) che poi mi ha proposto il contratto di rappresentanza (che dovrei firmare a breve, e quindi a tempo debito ne parlerò nel forum). Rimango dell'idea che sia un ottimo agente: tornassi indietro però non spenderei nemmeno dieci euro per una nota di lettura così.

Posso chiederti con quale agenzia hai firmato? Puoi scrivermelo anche in privato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque nel mio caso il romanzo lo avevano letto(o almeno qualche sua assistente l'aveva letto), è la "nota critica" di manco 5 righe che sa di truffa se non di presa in giro. Il consiglio di andare direttamente su case NO EAP è giustissimo(anche lì stando attenti alla promozione, alla distribuzione e al fatto che siano vere NO EAP).

Che poi vorrei vedere nel loro bilancio qual è la quantità di soldi che fanno davvero sulle percentuali di vendite dei loro rappresentati e qual è la quantità che fanno perculando la gente come hanno fatto con noi.

 

 

  • Mi piace 3
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@qwertyuiop dovrei firmare a breve, come specificato, in settimana o al massimo la prossima. No appena avrò firmato lo scriverò senza problemi, questione di scaramanzia.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Sjø ha scritto:

@qwertyuiop dovrei firmare a breve, come specificato, in settimana o al massimo la prossima. No appena avrò firmato lo scriverò senza problemi, questione di scaramanzia.

 

Allora in bocca al lupo, dimmi pure il titolo del libro che te lo compro, cerchiamo di farlo diventare un best seller così a Trentin lo facciamo rosicare.

  • Confuso 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Ratalos non ti spegnere: è solo un no, e nemmeno tanto motivato. Ce ne sono di agenzie valide.

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@qwertyuiop crepi il lupo! Beh speriamo diventi un libro. Comunque spero la mia esperienza possa essere utile a tutti coloro che si fanno scoraggiare da un no.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×