Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Lukespacewalker

MBTI e Scrittura

MBTI e Scrittura  

21 voti

  1. 1. Qual è il vostro archetipo?

    • ISTJ
    • ISTP
      0
    • ESTP
      0
    • ESTJ
      0
    • ISFJ
    • ISFP
    • ESFP
      0
    • ESFJ
      0
    • INFJ
    • INFP
    • ENFP
      0
    • ENFJ
      0
    • INTJ
    • INTP
      0
    • ENTP
    • ENTJ
      0


Post raccomandati

Salve a tutti! Questo è il primo sondaggio che pubblico e spero che da ciò  possa scaturirne una discussione interessante. Qualche tempo fa lessi che esiste una stretta correlazione tra i risultati del test MBTI (Myers-Briggs Type Indicator) e la predisposizione alla scrittura, appartenendo molti scrittori famosi a ben specifici archetipi di Jung. Ovviamente questo non vuol dire che gli altri tipi non possano essere degli ottimi scrittori, ma come detto poco prima, pare che alcuni di essi siano particolarmente predisposti per natura. Conoscete il vostro archetipo junghiano? Se sì, a quale dei 16 appartenete? Qui di seguito pubblico un collegamento a un sito per effettuare il test:http://www.lastessamedaglia.it/2011/04/test/

  • Mi piace 2
  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Ippolita2018 ha detto:

Molto interessante, @Lukespacewalker, ma non ho capito cosa bisogna fare. Il test sul sito che indichi rivela a quale archetipo si appartiene? Grazie, e scusa se non mi è chiaro :)

Sì, esatto. Il test ti darà come risultato uno di quei sedici "codici"... Sempre sul sito poi c'è una sezione in cui poter leggere le descrizioni dettagliate di ciascun archetipo. :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Ippolita2018 ha detto:

Bene. Poi si riporta qui il codice, giusto? E cosa appare dopo? Grazie, @Lukespacewalker

Devi cliccare sul codice del sondaggio corrispondente al risultato del tuo test. 

E' un sondaggio per capire effettivamente se sia vero o meno che determinati archetipi abbiano una predisposizione naturale verso la scrittura come forma di espressione.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Discussione interessante. Un paio d'anni fa ero molto presa dall'argomento e ho fatto tutti i test possibili. Risulto quasi sempre infj, anche se sono infp(è molto facile che i test sbaglino questo fattore, specie se sono molto generici). Da quando ho iniziato a scrivere ho notato che le categorie psicologiche sono molto utili anche per dare coerenza ai personaggi. Io "faccio il test" anche ai miei personaggi :D di solito però solo dopo averli creati, per vedere in quale tipo rientrano. In generale ho notato anch'io che molti scrittori rientrano nelle stesse categorie

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, Silverwillow ha detto:

Discussione interessante. Un paio d'anni fa ero molto presa dall'argomento e ho fatto tutti i test possibili. Risulto quasi sempre infj, anche se sono infp(è molto facile che i test sbaglino questo fattore, specie se sono molto generici). Da quando ho iniziato a scrivere ho notato che le categorie psicologiche sono molto utili anche per dare coerenza ai personaggi. Io "faccio il test" anche ai miei personaggi :D di solito però solo dopo averli creati, per vedere in quale tipo rientrano. In generale ho notato anch'io che molti scrittori rientrano nelle stesse categorie

Sì, so che alcune volte può capitare di essere mal tipizzato, ma questo accade se non si interpretano a dovere le domande (e non è così semplice rispondere come potrebbe sembrare a prima vista). Comunque sia, nel caso in cui tu non abbia ancora capito con certezza a quale archetipo tu appartenga, puoi sempre ricorrere alle dettagliatissime schede presenti sul sito. Io ad esempio sono sempre risultato Infj, ma è stato solo leggendo la descrizione che ho avuto piena conferma di esserlo davvero. Al di là di questo, per tornare in tema, navigando qua e là ho notato che ci sono molti siti che si occupano di tipizzare scrittori del presente e del passato. Moltissimi di loro sono per l'appunto infj, infp o intj. Da qui è nata la curiosità che mi ha spinto a sottoporvi questo piccolo sondaggio. Ovviamente, come ho già specificato sopra, non è detto che un Esfp, tanto per fare un esempio, non possa essere in grado di scrivere un romanzo valido. Sono semplicemente meno presenti come categoria di persone perché occupati in attività diverse dalla scrittura. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"INFP", il secondo gruppo non me lo ricordo, ma diciamo che rispondere a domande così generiche è molto difficile. Siamo più complessi di così, per fortuna. :D 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Kuno ha detto:

"INFP", il secondo gruppo non me lo ricordo, ma diciamo che rispondere a domande così generiche è molto difficile. Siamo più complessi di così, per fortuna. :D 

Tieni presente che l'Mbti tiene in considerazione unicamente la parte genetica del nostro carattere. Ovvero le nostre predisposizioni naturali e innate. A formare il carattere di una persona contribuiscono poi vari fattori tra i quali l'educazione ricevuta, l'ambiente in cui si vive, il background culturale... In questo senso, sì. Siamo più complessi rispetto alle descrizioni fornite dagli archetipi. :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Lukespacewalker ha detto:

Sì, so che alcune volte può capitare di essere mal tipizzato, ma questo accade se non si interpretano a dovere le domande (e non è così semplice rispondere come potrebbe sembrare a prima vista)

Succede soprattutto quando fanno domande insulse del tipo: "tieni in ordine casa tua"? e poi contano il numero di risposte J e P.  I test migliori sono quelli che esaminano le singole funzioni dominanti, come quello che hai indicato tu, che è molto buono (y) Infatti quelli mi hanno sempre dato il risultato giusto

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Torno sull'argomento a quasi un anno di distanza dalla pubblicazione del sondaggio. Nonostante la scarsità dei partecipanti, al momento pare che il gruppo più rappresentativo tra i 16 dell'MBTI sia quello degli INTJ (assieme agli INTP, i cosiddetti "cervelloni" dell'MBTI). Mi piacerebbe a questo punto sapere da questi ultimi (ma anche da tutti gli altri) che tipo di letteratura amino creare (anche se una vaga idea potrei essermela fatta) e in che modo impostino il processo creativo delle loro opere. 

Colgo anche l'occasione per rinnovare l'invito a tutti coloro i quali siano curiosi di conoscere le proprie predisposizioni naturali, a cimentarsi con il sondaggio che troverete in fondo al primo messaggio da me pubblicato.

Buon fine settimana a tutti.

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo il test, il mio archetipo sarebbe ENTP, ma potrebbe essere anche ESTP o ESFP. 
Devo dire che mi lusinga ritrovare nel mio tipo Bertrand Russell e Voltaire, mi sorprende che ad esso appartenga anche Socrate (come avranno fatto a somministrargli il test?).
Mi preoccupa invece, per la validità del test, il fatto che io condivida il giudizio negativo di Bertand Russell su Socrate, vedi la Storia della Filosofia Occidentale.

Rispondendo alla domanda di @Lukespacewalker, i progetti letterari in cui mi sto cimentando riguardano il romanzo storico e la favola, ma sto anche pensando di scrivere storie che hanno per protagonisti idee più che personaggi e, chissà, potrei anche impegnarmi nella fantascienza, un genere che amo moltissimo.
 

 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Quota

Secondo il test, il mio archetipo sarebbe ENTP, ma potrebbe essere anche ESTP o ESFP. 
Devo dire che mi lusinga ritrovare nel mio tipo Bertrand Russell e Voltaire, mi sorprende che ad esso appartenga anche Socrate (come avranno fatto a somministrargli il test?).
Mi preoccupa invece, per la validità del test, il fatto che io condivida il giudizio negativo di Bertand Russell su Socrate, vedi la Storia della Filosofia Occidentale.

Rispondendo alla domanda di @Lukespacewalker, i progetti letterari in cui mi sto cimentando riguardano il romanzo storico e la favola, ma sto anche pensando di scrivere storie che hanno per protagonisti idee più che personaggi e, chissà, potrei anche impegnarmi nella fantascienza, un genere che amo moltissimo.

Ciao Ezio, se sei in dubbio su quale archetipo ti si addica maggiormente ti consiglio di leggerti le schede relative ai risultati che hai ottenuto. Solitamente sono schede molto dettagliate tramite le quali è facile evincere se ci siano o meno corrispondenze con il proprio temperamento di base (specifico che per l'appunto stiamo trattando di temperamento e non di personalità, che è variabile molto più sfaccettata e che dipende da numerosissimi fattori, soprattutto ambientali). Per quanto riguarda invece la tipizzazione di figure storiche come Socrate, di solito gli esperti in materia si basano sui loro scritti. Dalle loro opere infatti è possibile evincere quali fossero le funzioni cognitive che li caratterizzavano in vita. Per farti un esempio pratico, un "NI" dominante creerà una letteratura molto diversa da un "SI" dominante o da un "NE" dominante (queste sigle rappresentano alcune tra le funzioni cognitive). Spero di averti chiarito un po' le idee su questa affascinante materia, qui da noi ancora molto sottovalutata. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Lukespacewalker ha scritto:

 Per quanto riguarda invece la tipizzazione di figure storiche come Socrate, di solito gli esperti in materia si basano sui loro scritti. Dalle loro opere infatti è possibile evincere quali fossero le funzioni cognitive che li caratterizzavano in vita.

@LukeSkywriter Il problema è che  Socrate, per scelta, non scrisse mai nulla, preferiva la forma del dialogo orale. Quello che sappiamo di lui ci è giunto attraverso gli scritti di Platone e di Senofonte, che furono sì suoi discepoli, ma che probabilmente avevano ragioni per deformarne il pensiero. 
Grazie comunque per i chiarimenti.

Posso chiederti se hai trovato, anche fuori da WD, correlazioni tra tipi junghiani e generi/stili di scrittura?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Ezio Bruno ha scritto:

Il problema è che  Socrate, per scelta, non scrisse mai nulla, preferiva la forma del dialogo orale. Quello che sappiamo di lui ci è giunto attraverso gli scritti di Platone e di Senofonte, che furono sì suoi discepoli, ma che probabilmente avevano ragioni per deformarne il pensiero. 
Grazie comunque per i chiarimenti.

Posso chiederti se hai trovato, anche fuori da WD, correlazioni tra tipi junghiani e generi/stili di scrittura?

Non è importante che abbia lasciato o meno scritti tangibili. Quello che interessa è la sua forma mentis, anche se ci è stata tramandata solo oralmente. Comunque sia, ovviamente, nel caso in cui il pensiero sia stato solo riportato da altri, la tipizzazione va presa con le pinze, dal momento che non possiamo avere la certezza matematica che quello che ci è pervenuto sia stato effettivamente il suo pensiero così come lui l'aveva ideato.

Per quanto concerne la tua domanda invece, beh, sì. Generalmente i più portati per la scrittura sono gli INFJ e gli INFP,  ma ovviamente si tratta solo di dati statistici, quindi tra gli scrittori più o meno importanti si trovano un po' tutti gli altri archetipi. Più nello specifico, gli INFJ e gli INFP sono molto portati per il genere fantasy o psicologico-introspettivo. I "T" (tipi razionali)  hanno invece interessi più scientifici. Galileo Galilei ad esempio pare fosse un ENTP e quindi scrissi trattati sui movimenti degli astri e via discorrendo. Anche Leonardo da Vinci era uno T (o INTP o ENTP). Fa eccezione Jane Austin, che nonostante sia stata tipizzata come presunta INTJ, scrisse romanzi di genere sentimentale. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho fatto il test. INTJ. Cavoli sono in buona compagnia... O_O fior fiore di scienziati e pensatori. Ma siamo sicuri che funziona oppure serve solo per tirare su di morale? 

 

Talia 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Quota

Ho fatto il test. INTJ. Cavoli sono in buona compagnia...  fior fiore di scienziati e pensatori. Ma siamo sicuri che funziona oppure serve solo per tirare su di morale? 

 

Talia 

@Talia I test sono piuttosto affidabili. Certo, molto dipende dalle risposte che si danno. Nel senso che è necessario svolgere il test tenendo in considerazione ciò che sei veramente, e non ciò che vorresti essere. Per questo motivo, per far sì che il risultato sia effettivamente veritiero, bisogna essere totalmente sinceri con se stessi. Se hai risposto alle domande con sincerità, allora non dovrebbero esserci dubbi in merito alla natura del tuo archetipo. Comunque sia, se vuoi avere un'ulteriore conferma, puoi leggerti la scheda illustrativa dell'INTJ. Se trovi riscontro tra il tuo modo di fare e ciò che ti viene descritto, avrai conferma di essere INTJ al 100%.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Lukespacewalker ha scritto:

Nel senso che è necessario svolgere il test tenendo in considerazione ciò che sei veramente, e non ciò che vorresti essere.

Se ti fidi del risultato, puoi star certo che non ho "barato". (nel senso che non sono il tipo;)). 

 

Ora ti faccio una domanda.

Ho visto che non ha risposto un alto numero di utenti (alto in senso statistico), per cui trovo difficile che tu possa trovare una conferma alla tua supposizione, cioè che certi archetipi sono più predisposti alla scrittura. 

Però vista la Maggioranza di un dato profilo, non ti viene il dubbio che quel certo profilo sia più attratto di altri a questo tipo di indagine? Cioè siccome il test non è imposto a un campione omogeneo, ma risponde solo chi ha voglia, forse quelli più incuriositi sono gli archetipi in maggioranza. Non trovi si possa interpretare così? 

 

Talia 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Talia Tieni presente che questo test non nasce per scoprire nello specifico nuovi scrittori in erba. È un test che fu sviluppato basandosi sulle ricerche di Myer-Briggs, che a loro volta si basarono sugli studi di Karl Jung. Questo tipo di test viene frequentemente somministrato negli USA principalmente per individuare le predisposizioni naturali di ciascun individuo. Stando a ciò, sembrerebbe che gli INFJ e gli INFP siano, tra le altre cose, molto predisposti per la scrittura. In generale un po' tutti i tipi introversi lo sono, ma questi ultimi avrebbero "una marcia in più" rispetto agli altri (per la loro capacità innata di riuscire a scandagliare l'animo umano). Se fai una ricerca su internet ti renderai conto che moltissimi scrittori, poeti o artisti in generale, appartengono a questi due archetipi (Manzoni, Dante, Leopardi, R.R. Martin, le sorelle Brontë, Tolkien, ecc ecc). Moltissimi scienziati sono invece INTP, INTJ o ENTP. Ribadisco che si tratta di predisposizioni che possono ovviamente presentare delle eccezioni alla regola. Qualche post più su ho per l'appunto citato il caso di Jane Austen, considerata da molti per l'appunto INTJ, che invece di darsi alla scienza ha preferito comporre romanzi sentimentali. Per quanto riguarda invece la mia indagine, ovviamente ha risentito di una scarsità di partecipazione tale da non poter essere considerata affidabile. Comunque sia, qualche piccolo risultato lo si può già evincere: la quasi totale assenza di archetipi estroversi (con la sola eccezione degli ENTP). Gli estroversi generalmente sono infatti attratti da attività che li portino ad avere un contatto più diretto con il resto del mondo. Piuttosto che creare personaggi o mondi immaginari, preferiscono restare in contatto con la realtà tangibile delle cose.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Molto interessante @Lukespacewalker. Però, anche se non così bene come me lo hai spiegato nel post sopra, avevo capito lo scopo della tua indagine.

La mia domanda girava la questione. Cioè se la maggior parte delle risposte viene dagli intj, che non sono, sulla carta, così predisposti alla narrativa (sono gran parte scienziati e filosofi, pure io di formazione sono uno scienziato guarda caso) si potrebbe supporre che gli intj sono interessati a questi test di carattere psicologico più di altri tipi (che dovrebbero essere in maggioranza nella piattaforma). Visto che ti attendevi altri archetipi, sulla base di studi psicologici, e visto che il test non è imposto a tutta l'utenza, ma risponde solo chi ha voglia, ecco mi viene da dire che, con questi numeri, gli intj sono incuriositi da queste indagini più dei tipi introversi. Unica conclusione logica che mi viene da non-psicologa. 

 

Talia 

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Talia In realtà non è vero che gli INTJ non siano portati per la scrittura. Essendo tra i tipi con il Q.I. più alto in assoluto (I risultati delle statistiche sono i seguenti: INTP, INTJ, INFP e INFJ a pari merito e tutti gli altri a seguire) in realtà sono molto affascinati dalla scrittura, essendo tra le altre cose degli introversi (quindi persone che passano molto tempo dentro se stessi), ed essendo particolarmente interessati a tutto ciò che sia intellettualmente stimolante. E infatti ci sono parecchi casi di scrittori tipizzati come INTJ. Per lo più credo siano autori di romanzi di genere fantascientifico: il genere che forse meglio permette il connubio tra l'espressione artistica della scrittura e la scienza (mi viene in mente Asimov su tutti). 

Per il resto, come giustamente hai intuito tu, alcuni archetipi introversi (tra cui indubbiamente gli INTJ) sono particolarmente curiosi/intelligenti per natura e quindi più predisposti a sottoporsi a questo tipo di test. Generalmente anche gli INFJ sono molto interessanti a questo genere di cose, ma a quanto pare o in questo forum ve ne è penuria oppure non saprei che altra spiegazione addurre per la loro scarsa partecipazione.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Quota

fatto il test anch'io, sono ISFJ, profilo psicologico azzeccato (mi sa che non c'entri nulla con la scrittura, ma sono davvero così) 

@Adelaide J. Pellitteri Come ho già specificato, gli introversi in generale sono particolarmente portati per la scrittura (ovviamente ogni archetipo ha poi un particolare genere narrativo prediletto). Tra gli scrittori di successo mondiale che appartengono al tuo stesso archetipo, ti potrei citare Banana Yoshimoto, che personalmente amo molto. Ma sicuramente ce ne saranno anche molti altri! Continua dunque a portare avanti la tua passione per la scrittura! C'è posto per tutti! :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×