Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Darvax2

Diritti e doveri di un agente letterario

Post raccomandati

Salve ragazzi, ho cercato fra altri thread e non ho trovato le risposte che cercavo per cui ne apro uno nuovo: sentitevi liberi di indirizzarmi altrove se già esiste qualcosa di simile.

 

Ho da qualche mese firmato con una buona (a mio avviso) agenzia letteraria e attualmente, dopo essermi rimesso a scrivere, ho inviato un altro testo e sono in attesa di un giudizio.

Il mio dubbio riguarda le modalità operative di un'agenzia: al di là di quanto riportato nel contratto, vorrei capire di preciso quali sono i doveri dell'agente letterario. Nello specifico:

- il rappresentato ha diritto di sapere a quali case editrice l'agente ha presentato o intende presentare l'opera?

- è possibile chiedere informazioni sulle modalità operative? Come cioè l'agente sta presentando l'opera, con quali tempistiche, che tipo di contratto sta eventualmente discutendo eccetera.

- nel caso l'agente non stia operando nel modo giusto, ossia non stia portando avanti gli interessi del rappresentato, quali sono gli estremi per rescindere il contratto se non specificato nel contratto stesso? Come faccio, in altre parole, a dimostrare che l'agente non sta svolgendo il proprio lavoro? Ad esempio, se dopo cinque o sei mesi scopro che ha inviato il manoscritto a due sole case editrici, questo è eventualmente un fattore discriminante?

 

Vorrei capire insomma come tutelare me e la mia opera, considerando oltretutto l'investimento economico (al di là delle big, quasi irraggiungibili, come sapete, molti agenti si fanno pagare per leggere e/o rappresentare, anche se in un mondo perfetto dovrebbero campare solo con le royalties).

 

Grazie in anticipo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Darvax2, io sono rappresentata da un'agenzia da un anno circa e so a quali CE  l'agente ha inviato il mio romanzo, so chi lo ha rifiutato e perché, so chi invece non ha ancora risposto o ha richiesto più tempo per la valutazione. Mi sembra il minimo. Il romanzo è nostro, l'agente è un tramite che ci promuove e ci tutela allo stesso tempo. 

Se hai questi dubbi o pensi addirittura di doverti "difendere" dal tuo agente, temo ci sia qualcosa che non va. Non gli hai fatto queste domande prima di firmare il contratto?

In bocca al lupo!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie della risposta @cris82. Sono tutte domande, le mie, di cui già immaginavo la risposta anche perché se n'era parlato con l'agente. Fra l'ideale e il reale però c'è sempre qualche differenza, per questo ho chiesto qui, per valutare le esperienze delle altre persone.

Per esempio, se posso chiedere: ogni quanto vi sentite? Chi prende l'iniziativa per dare/ricevere informazioni? Dopo quanto l'agente ha cominciato a farti sapere a chi aveva spedito e chi avesse rifiutato?

Io sono in agenzia da dicembre e quando a gennaio ho richiesto info mi è stato detto che era presto per qualsiasi aggiornamento. Ho pensato che ci potesse stare, e che 2-4 mesi non siano dopo tutto molti. Però c'è questo tarlo che mi rode e fa scattare campanelli d'allarme.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×