Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Esterella

Lascerò i miei capelli sciolti al vento

Post raccomandati

 

 

 

Velo, che la mia libertà offendi

imprigionando le giovani membra,

da sguardi arroganti mi difendi

calando fino agli occhi color ambra. 

 

Offro i miei capelli sciolti al vento

su questa spiaggia, che sto per lasciare.

Profumo di spezie e di menta sento

dentro il cuore un paese da amare.

 

Signore che tutto sai di questa vita

sciogli ogni nodo di cattivo auspicio.

Se con dolore la storia mia sarà finita

fa che ne sia valso almeno il sacrificio. 

 

La voce del muezzin i fedeli chiama

una preghiera nell’aria s’effonde.

È questa la terra che il cuore mio ama

un giorno tornerò su queste sponde.

 

Pericoli domani dovrò affrontare

ogni pensiero diventa tormento.

La volontà del Signore è questo mare.

Lascio i miei capelli sciolti al vento.

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Esterella

molto bello e delicato il tuo componimento.

Emerge benissimo il sentimento di attrazione/repulsione di chi è costretto a lasciare la propria terra, in questo caso nel contesto della difficile condizione femminile nei paesi arabi più integralisti.

 

Funziona l'immagine ripetuta nell'ultimo verso, con cui la ragazza si affida al futuro, per quanto incerto e rischioso.

21 ore fa, Esterella ha detto:

Lascio i miei capelli sciolti al vento.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho voluto rappresentare una donna del nostro mondo in bilico tra l'oriente e l'occidente, una donna costretta a lasciare il paese natio per cercare altrove un mondo diverso e anche la sua libertà di donna. Inevitabile che si sia la nostalgia e quell'affidarsi a una volontà superiore, che poi si potrà chiamare Signore o Allah, ma la fede è una. La contraddizione del velo fa parte un poco del mondo delle donne, secondo la mia visione personale. Quante volte una donna bella, giovane non ha desiderato essere coperta per non attirare sguardi indesiderati. il gesto di rinunciare al velo è l'espressione della libertà che vuole raggiungere, seppure tra mille timori.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, @Esterella.

 

Il lessico del tuo componimento è organizzato in modo interessante intorno a molte aree tutte seducenti: la libertà, il pudore, la speranza, la patria, la fede, il futuro.

Questa molteplicità non genera confusione, al contrario: ogni elemento è ben rappresentato e immerso nella luce e i colori.

I due versi

Offro i miei capelli sciolti al vento/Lascio i miei capelli sciolti al vento

sono le pinze che tengono il tutto ben serrato, affinché nulla esca e si sparpagli: il curatissimo aspetto formale contribuisce a ciò. 

Bella e molto significativa la variatio offro/lascio: i capelli, dapprima lasciati timidamente liberi come offerta sacrificale, vengono infine sciolti con consapevolezza in un gesto di profonda natura erotica.

 

Ti ringrazio per la piacevolissima lettura.

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Wonderball! @Esterella

La tua poesia è qualcosa di sublime, racchiude in se tutti i sentimenti che una persona sensibile può acquisire "Lascio i miei capelli sciolti al vento"questa tua frase mi fatto ricorrdare di mia madre che adorava tanto avere i capelli lunghissimi  fino a toccare terra di color nerocorvino. All'epoca abitavamo molto vicino al mare e lei li asciugava con il vento proveniente dal mare . Grazie della bella lettura, ti auguro una buona serata e tanta fortuna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×