Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Grazie. Volevo aggiungere che nella pagina f.book l'editore comunica che i romanzi meritevoli ma non in linea con Emersioni verranno proposti a Il Seme bianco. Per ogni romanzo arrivato prevedono una risposta entro 30 giorni. A me, che l'ho inviato un mese e mezzo fa, ancora non è arrivata. Da qualche parte ho letto che non chiedono soldi agli autori.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hanno risposto e riassumo:


Accettano manoscritti di autori esordienti e non è previsto alcun contributo e in nessuna forma.
Viene effettuato editing gratuito su tutti i testi, in collaborazione con gli autori.
Sono distribuiti da Messaggerie Libri e promuovono tutti i titoli sia nella fase della pre-uscita sia in quella successiva, attraverso i promotori letterari e l'ufficio stampa interno.

 

Sposto in Free, chi dovesse avere esperienze dirette è invitato a condividerle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sul crowfounding evidentemente vi confondevo con un altro editore e chiedo venia. Per quanto riguardo la clausola delle 100 copie, almeno leggendo la discussione a voi dedicata, è (a questo punto, era) una vostra pratica lì segnalata da diversi utenti. La chiudo comunque qui, considerato che questo spazio è dedicato a un altro editore seppur anch'esso legato a Castelvecchi. Buon proseguimento. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, SAMUEL16 ha detto:

Ciao @Gianfranco66, avevi inviato loro il tuo manoscritto tramite email? Dopo quanto tempo sei stato contattato? grazie!

Ciao, Samuel16. Ho inviato il romanzo tramite mail a metà novembre e la risposta è arrivata ad aprile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sul loro sito si legge che garantiscono una risposta entro trenta giorni dall'invio del manoscritto, con te hanno sforato coi tempi.

comunque congratulazioni!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
41 minuti fa, SAMUEL16 ha detto:

Sul loro sito si legge che garantiscono una risposta entro trenta giorni dall'invio del manoscritto, con te hanno sforato coi tempi.

comunque congratulazioni!

Grazie. Probabilmente le loro intenzioni sono quelle, ma è chiaro che, data la la quantità di manoscritti ricevuti, non è possibile essere di parola. Aggiungo che sono molto soddisfatto della copertina, indubbiamente suggestiva.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 27/12/2018 alle 12:22, Gianfranco66 ha detto:

Grazie. Volevo aggiungere che nella pagina f.book l'editore comunica che i romanzi meritevoli ma non in linea con Emersioni verranno proposti a Il Seme bianco. .

 

Ciao. 

qualcuno per favore sa dirmi qual'è la differenza fra le due case editrici?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Maria Regina ha detto:

Ciao. 

qualcuno per favore sa dirmi qual'è la differenza fra le due case editrici?

Credo che Emersioni abbia più visibilità dell'altra o che, in ogni caso, l'editore abbia deciso di concentrare maggiormente su quella le sue risorse.

 

  • Confuso 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono stata rifiutata da questa CE però nello stesso tempo mi hanno slittata sull'altra. Non ho ancora ricevuto una mail con la proposta editoriale però vorrei capire la differenza tra le due CE. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho lasciato perdere. Mi hanno proposto la pubblicazione ai primi di agosto: mezza pagina di editing come modello per rivedere il manoscritto e niente contratto. Su mia richiesta, prima di intervenire sul testo, mi hanno inviato un contratto senza dati specifici, non modificabile, con diritti al 5% dopo la 500esima copia, da firmare in attesa di controfirma loro a dopo le ferie (e a mio editing ultimato). Non ho avuto una buona impressione nel contatto col direttore editoriale: non mi è parso motivato come necessiterebbe una simile proposta, già di per sé sconfortante. Pace. 

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pressoché identica esperienza, è medesima impressione finale. Dichiarazione d'interesse, se così si può dire, quindi qualche pagina di editing, ancor prima di scendere in dettagli contrattuali (un modus operandi piuttosto singolare).

A seguito di una mia richiesta di maggiori specifiche, il silenzio assoluto.

Non ho ritenuto opportuno chiedere ulteriori chiarimenti. 

Meglio così (visto ciò che hanno proposto ad @Antonio Sofia).

Ho già "trovato casa" altrove... 😉

Modificato da dfense
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Antonio Sofia ha scritto:

Mi hanno proposto la pubblicazione ai primi di agosto: mezza pagina di editing come modello per rivedere il manoscritto 

 

Non mi è chiaro. Ti avrebbero mostrato come farti l'editing da solo? E in che modo?

O forse, più semplicemente, ti hanno fatto un esempio di come adattare il testo alle loro linee editoriali?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Horselover Fat ha scritto:

 

Non mi è chiaro. Ti avrebbero mostrato come farti l'editing da solo? E in che modo?

O forse, più semplicemente, ti hanno fatto un esempio di come adattare il testo alle loro linee editoriali?


 Era un esempio, tra l'altro secondo me pure condivisibile, di cosa c'era da fare sul testo per migliorarlo (non pertinente quindi norme redazionali, ma stile e sostanza).  Poteva essere l'inizio di una collaborazione, tant'è che mi sono impegnato a sviluppare quell'intervento sull'intero primo capitolo lavorandoci per tutto il weekend successivo. Erano i primi d'agosto e le ferie del direttore editoriale erano prossime ma, prima di impegnarmi a consegnare tutto il romanzo finito per il 20 Agosto come mi veniva richiesto (quindi lavorando durante le mie ferie, per inteso), volevo esser sicuro che fossimo della stessa idea sul da farsi. Probabilmente ho equivocato qualcosa perché il primo capitolo non è stato guardato e mi è stato ripetuto di risentirci al 20, quando avrei terminato l'editing su tutto il romanzo. Così come per il contratto, potevo inviarlo indietro compilato da me e firmato, senza margine di trattativa, e per la controfirma se ne riparlava a fine mese. 
Intendiamoci. Non è che io non mi sia sentito tentato, lo devo ammettere: si tratta di una marchio del gruppo LIT, distribuito da Messaggerie e che nasce da una collana di Castelvecchi: per uno come me che si propone da solo da anni, sembra un'opportunità nonostante il capestro. Il ragionamento potrebbe essere: io quante copie vendo senza un distributore nazionale? 200? 300? L'editore potrebbe dire: ci piace molto il tuo libro, noi ci puntiamo molto e contiamo di arrivare almeno a 800 copie. A quel punto, per quanto la cessione di diritti gratuiti per 500 copie resti sbagliata, uno avrebbe comunque davanti una maggiore possibilità di diffusione del libro, che poi è quello che conta, che il libro venga letto. Ma se l'editore mi dice: queste sono le condizioni, se ti piacciono bene, se no pace... Se non ti parla del libro neanche per un minuto, se non c'è una prospettiva di promozione né tanto meno un periodo definito per l'uscita... Non interviene neanche la motivazione a rendere accettabile l'assurdo compromesso di cedere i diritti a niente per 500 copie.
In ogni caso ho realizzato comunque gli interventi sul testo entro la data del 20 agosto per mia autodisciplina: avevo messo in conto di farli e quel primo feedback su una paginetta mi confermava l'idea che mi ero fatto per migliorarlo. Ma non ho inviato più niente, né l'editore mi ha richiamato. Per cui pace, nessun rancore, un po' di delusione. A qualcuno quelle condizioni contrattuali sembrano accettabili, è nei fatti. Per me non lo sono. Ma la condizione fondamentale per qualsiasi mia valutazione è che nel direttore editoriale ci sia interesse autentico per il romanzo: da lì si parte per una relazione che sia di contaminazione e crescita, per me e per lui.
A.
 

  • Mi piace 14

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho ricevuto una mail dopo due mesi dall'invio, davvero laconica, in cui la segreteria editoriale mi comunicava che il mio romanzo era stato scelto per la pubblicazione; a distanza di qualche giorno una telefonata in cui, visto che abito a Roma, venivo invitata in casa editrice per conoscermi e parlare del contratto. Ma dopo quanto letto qui sono davvero perplessa. C'è qualcun altro che ha avuto esperienze meno "traumatiche" con questa casa editrice?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, Damocle ha scritto:

Ho ricevuto una mail dopo due mesi dall'invio, davvero laconica, in cui la segreteria editoriale mi comunicava che il mio romanzo era stato scelto per la pubblicazione; a distanza di qualche giorno una telefonata in cui, visto che abito a Roma, venivo invitata in casa editrice per conoscermi e parlare del contratto. Ma dopo quanto letto qui sono davvero perplessa. C'è qualcun altro che ha avuto esperienze meno "traumatiche" con questa casa editrice?

Beh, parrebbe comunque un progresso nella qualità della relazione, mi farei anticipare il contratto via email. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Antonio Sofia ha scritto:

Beh, parrebbe comunque un progresso nella qualità della relazione, mi farei anticipare il contratto via email. 

Sì, certo, la qualità delle relazioni conta e vivendo a Roma mi costa poco andare al colloquio. Vedrò  se sarà cambiata anche la qualità della proposta editoriale, perché 500 copie in assenza di alcuna royalty è veramente eccessivo. Ho già pubblicato con una piccola casa editrice e ho raggiunto questa cifra in tre anni :D

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A me fu detto essere il contratto standard del gruppo LIT su cui non c'era alcun margine di trattativa. Non mi sono addentrato, ma poche volte ho visto un contratto così sbilanciato tra oneri dell'editore e oneri dell'autore, anche su altri aspetti. Comunque questa è la mia prospettiva, tanto vale. In bocca al lupo. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Antonio Sofia ha scritto:

A me fu detto essere il contratto standard del gruppo LIT su cui non c'era alcun margine di trattativa. Non mi sono addentrato, ma poche volte ho visto un contratto così sbilanciato tra oneri dell'editore e oneri dell'autore, anche su altri aspetti. Comunque questa è la mia prospettiva, tanto vale. In bocca al lupo. 

Grazie, almeno vado preparata, e sicuramente sarà un rifiuto. Viva il lupo!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, Damocle ha scritto:

Grazie, almeno vado preparata, e sicuramente sarà un rifiuto. Viva il lupo!

Ti consiglierei di investire il tuo tempo in altro e lasciar perdere l'appuntamento in casa editrice. Ho pubblicato con un'altra casa editrice del gruppo LIT, e me ne sono pentito amaramente. Molte chiacchiere (e se andrai in casa editrice ne sentirai delle belle) poi nessun fatto. Anzi, mi è stato rinfacciato di non aver venduto abbastanza. Mi rivolgerei altrove, se fossi in te. Un saluto

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 8/10/2019 alle 11:59, ebreovenutodallanebbia ha scritto:

Ti consiglierei di investire il tuo tempo in altro e lasciar perdere l'appuntamento in casa editrice. Ho pubblicato con un'altra casa editrice del gruppo LIT, e me ne sono pentito amaramente. Molte chiacchiere (e se andrai in casa editrice ne sentirai delle belle) poi nessun fatto. Anzi, mi è stato rinfacciato di non aver venduto abbastanza. Mi rivolgerei altrove, se fossi in te. Un saluto

Grazie del suggerimento, non sono andata all'incontro e nel frattempo ho ricevuto altre proposte, piccoli editori ma sicuramente seri. Per la prima volta posso scegliere :)

 

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il mio romanzo, uscito all'inizio di questo mese, sta acquistando una certa visibilità in questi ultimissimi tempi. Nel senso che è presente su Amazon, La Feltrinelli e altre librerie virtuali, oltre che in un certo numero di librerie fisiche della mia regione. Ho capito che nei primi tempi ci sono problemi di distribuzione (pur essendo affidata Messaggerie), ma gradualmente si risolvono. Non ho nulla da eccepire invece riguardo alla grafica e alla copertina, ma sono perplesso sul prezzo di copertina, decisamente alto.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 24/10/2019 alle 16:42, Damocle ha scritto:

Grazie del suggerimento, non sono andata all'incontro e nel frattempo ho ricevuto altre proposte, piccoli editori ma sicuramente seri. Per la prima volta posso scegliere :)

 

secondo me hai fatto bene. Basta saper attendere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×