Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ospite ire70

Una poesia in regalo (in quanti modi si può regalare una poesia?)

Post raccomandati

Ospite ire70

POST EDITATO DALLO STAFF

dona_poesia.JPG

 

Elenco aggiornato poesie

(cliccka sulle icone per accedere alle poesie)

 

Cattura1.JPGCattura2.JPGCattura3.JPGCattura.JPGCattura.JPGCattura.JPGImmagine.png

_________

 

Premessa: per quanto la poesia sia bistrattata, mai sottovalutare il potere e la dolcezza di una poesia regalata. Però no :nono:, non si tratta di scegliere una poesia e regalarla così, tutta intera e in un solo momento… così sono capaci tutti!

 

Propongo due modalità di poesia-regalo che personalmente ho utilizzato spesso e spero possano stuzzicare la fantasia di qualcuno  (ora c’è Natale, ma i compleanni o gli anniversari sono date che si prestano per questo tipo di regalo che, volendo, potrebbe sostituire oggetti che saranno di sicuro meno ‘personalizzati’). Chi avesse altre idee per regalare una poesia lo scriva sotto. Buon lavoro, se vi va.

 

I° idea: la Blackout Poetry.

É una tecnica di scrittura creativa (ora spesso utilizzata nelle scuole per avvicinare i ragazzi alla poesia come "creatori" e non solo come lettori). Tecnicamente consiste nel creare pensieri/poesie mediante l'annerimento con la matita di tutte le parole che NON ci interessano in una pagina presa a caso da un libro. Rimarranno solo le parole che ci hanno attirato, colpito, interessato... e che, nella sequenza in cui le trovate, e senza nessuna aggiunta di altre parole, dovrebbero formare la nostra poesia-pensiero a cui poi possiamo anche dare un titolo. Ci si può lasciare andare completamente all'ispirazione o partire cercando parole per un determinato tema o una persona. Inoltre non ha importanza quale libro si scelga, potenzialmente va bene tutto, anche un articolo di giornale.Vi faccio un piccolo esempio con un "pensieropoesia" scritto per mia figlia e tratto da una pagina de "La prima sorsata di birra" di P. Delerm, di cui per comodità ricopio solo la parte che contiene le parole che ho scelto e che trascrivo in maiuscolo, le altre immaginatele annerite dalla matita: ..."Ma un maglione nuovo: scegliere il NUOVO FUOCO che comincia a spegnersi. Sul VERDE? Un verde irlanda, pisello secco, nebbioso, whisky ruvido selvatico e solitario come i campi di torba, l'ERBA falciata. Sul rossiccio? Ce ne sono tante gradazioni, chiome da ofeli, DESIDERIO DI merenda come prima, pane burro e marmellata, BOSCHI soprattutto, rossiccio del suolo, DEL CIELO, inafferrabili odori di sagre paesane e di legno, di funghi e d'acqua. E perché non sul grezzo? Un maglione a grosse trecce come se qualcuno avesse ancora IL TEMPO di sferruzzare PER TE. un maglione ampio: il corpo SPARIRA', diventeremo la stagione"... che diventa: ("Marta") - Nuovo fuoco/verde erba/desiderio di boschi/del cielo./ Il tempo per te sparirà.

É una tecnica entusiasmante, provare per credere, e chi riceverà il pensiero (insieme alla fotocopia della pagina originale) sentirà che gli avete donato un pensiero fatto apposta per lui/lei.

 

II° idea: poesia regalata a rate (per esempio chi volesse fare un calendario dell’Avvento diverso dal solito, potrebbe sfruttare questa idea, ma in generale va bene in qualsiasi momento per creare attesa, incuriosire): si prende il testo di una poesia che abbia il giusto significato per noi in una determinata situazione e si spezzetta, letteralmente: si ritagliano le parole del  testo fotocopiato  (parole singole o a gruppi di due/tre/quattro a seconda  della lunghezza della poesia e di quanti giorni si vuol fare durare questa “donazione a rate” -per un calendario dell’avvento saranno 24, ovviamente), ogni parola o gruppo di parola può essere incartata o messa in una scatolina (io una volta ho usato le bustine vuote del te), ma anche no, e quindi consegnata  (una ogni giorno o una ogni settimana… come si vuole), seguendo l’ordine del testo o anche no (così è più difficile per chi riceve risalire alla poesia prima di avere tutte le parole).

 

E allora dai: scrivete, ritagliate, regalate!:sù:

 

 

 

NOTA DELLO STAFF:

 

La poesia è un linguaggio, il linguaggio dell'anima. 

Ogni utente è invitato a condividere e regalare la propria agli altri o al mondo, aprendo il cuore e liberando i versi nella sezione Poesia.

Come funziona? Pubblicando una poesia nella sezione Poesia (seguendo le stesse regole del forum per quella sezione) e dichiarando nell'incipit a chi è dedicata o quale metodo è stato utilizzato fra quelli suggeriti (blackout, rate ecc...). Nella poesia pubblicata è possibile inserire ANCHE il link a questo topic, di modo da facilitare la lettura delle altre poesie di "Una poesia in regalo". 

Dopo aver effettuato la pubblicazione, l'utente pubblica il link alla poesia in questo topic, dove alla fine tutte le creazioni prodotte all'interno di questa iniziativa saranno raccolte

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, IreneM ha detto:

° idea: la Blackout Poetry

Hai ragione: una modalità molto interessante con straordinari effetti grafici, esteticamente di grande impatto. La userò senz'altro!

 

1 ora fa, IreneM ha detto:

II° idea: poesia regalata a rate

Un'idea molto carina che ricorda la caccia al tesoro.

Io ne regalai alcune di Antonia Pozzi scrivendone ogni verso su piccoli pezzi di legno piatti e levigati e poi riuniti da un nastro; oppure su ciottoli raccolti sulla riva del mare, da collocare uno accanto all'altro. 

 

Sarebbe da copiare anche il metodo usato dalle curatrici dell'antologia fotografica proprio della Pozzi, Nelle immagini l'anima: foto (intense, bellissime) scattate dalla poetessa, appassionata di fotografia, corredate di alcuni suoi versi. 

Ti riporto i seguenti, collocati sotto l'immagine di una giovane donna, poverissima, e il suo figliolino:

 

Se qualcuna delle mie povere parole

ti piace

e tu me lo dici

sia pur solo con gli occhi

io mi spalanco

in un riso beato

ma tremo

come una mamma piccola giovane

che perfino arrossisce

se un passante le dice

che il suo bambino è bello. 

 

Grazie @IreneM!

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@IreneM  Un gioco dallo spirito dadaista, e in parte surrealista. Eppure nasconde qualcosa di molto profondo, perché l'arte deve scoprire il senso e non assecondarlo. Una scrittura che ha il suo messaggio già precostituito è didascalica.

Io uso un sistema simile nella prosa. Credo che spezzare lo schema narrativo, che naturalmente siamo portati a seguire scrivendo, conferisca autenticità alla scrittura.

Comunque è un bel gioco e se riesco provo a dare un contributo creativo. (y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite ire70

Grazie @Ippolita2018 e grazie @Anglares! :)

 

8 ore fa, Ippolita2018 ha detto:

Io ne regalai alcune di Antonia Pozzi scrivendone ogni verso su piccoli pezzi di legno piatti e levigati e poi riuniti da un nastro; oppure su ciottoli raccolti sulla riva del mare, da collocare uno accanto all'altro.  

bellissima questa idea! e grazie, Ippolita, per la poesia della Pozzi, (che  in questi versi

 

8 ore fa, Ippolita2018 ha detto:

Se qualcuna delle mie povere parole

ti piace

e tu me lo dici

sia pur solo con gli occhi

io mi spalanco

in un riso beato

ma tremo

esprime il bisogno di non essere ignorata, lei e le sue parole - poi vabbè, qua c'è tutta la sua difficoltà personale che purtroppo sappiamo dove l'ha portata- che stanno proprio bene qui  nel contesto di "regalare una poesia"... in qualche modo!);

 

@Anglares, sì è vero, c'è molto dello spirito Dadaista nella Blackout Poetry, anche se nella poesia per cancellazione  viene un po' meno il fattore del caso.  Lascio qui, per chi fosse interessato, un'intervista ad Emilio Isgrò, poeta della cancellatura contemporaneo: http://www.italianfactory.info/portale/index.php/2017/07/emilio-isgro-la-cancellatura-e-una-forma-di-distruzione-creativa/;

ciao!:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@IreneM grazie!

Mi mancava questa cosa della poesia per cancellazione. 

Poi l'autore che citi è pubblicato da uno dei più illustri mentori del Surrealismo. Quindi il cerchio si chiude. :)

L'importante è che permanga un elemento di indeterminazione. Qualcosa di dato, fuori dalla coscienza del poeta che condizioni l'opera è costringa il fruitore, autore compreso come primo fruitore, a ripensare il baricentro dell'opera. 

Se riesco torno per contribuire a questa bella discussione.

Grazie di nuovo! :rosa:

 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite ire70

Un esempio pro WD (ovviamente non è una poesia, solo un pensiero da parte mia;)) (spero si veda l'immagine); (grazie a te @Anglares! sono contenta che l'intervista indicata sia stata un po' utile)

blackout-Poetry.jpg

Modificato da ire70

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite ire70

@Floriana, siccome ho saputo che compi gli anni oggi (e mi hai detto tu quanti sono), voglio farti gli auguri a modo mio <3 sfruttando proprio la Blackuot Poetry.

Il testo che ho ricavato è il seguente:

 

"33"                   (il titolo l'ho aggiunto io)

 

Anni?

Sono piccole cose che brillano,

piccole cose dorate.

Tempo di stelle:

tu possiedi le stelle!"

 

(buon compleanno FLo!:flower:)

33.jpg

Modificato da ire70

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite ire70
33 minuti fa, Anglares ha detto:

@IreneM  la trovo meravigliosa

 ti ringrazio @Anglares, :flower: ma è davvero divertente provare a estrapolare un pensiero per qualcuno o qualcosa da una pagina scritta.  Sarebbe poi altrettanto divertente vedre quanti pensieri diversi potrebbero uscire da una stessa pagina (ci sono infatti anche le gare di Blackout Poetry).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@IreneM  di giochi simili ai tempi dell'università ne ho fatti tanti... Se inizio non finisco più. Pensa solo alla possibilità di stravolgere un messaggio facendo emergere tutto il non detto che può contenere.

 

Ma a questo punto perché non facciamo un gioco? Prendiamo un testo e ognuno ci tira fuori la sua poesia. Magari ne esce anche una raccolta... :yahoo:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite ire70
42 minuti fa, Anglares ha detto:

Ma a questo punto perché non facciamo un gioco? Prendiamo un testo e ognuno ci tira fuori la sua poesia.

Uhm... vediamo che succede...

provo a postare questo testo (sempre dal Piccolo Principe, perché per cominciare è ottimo come libro): se qualcuno che passa di qua vuole provare a estrapolare qualcosa lo scrive via via... e poi vediamo, ma non so se avrà molto seguito... però provo(y):ciaociao:

piccolo-principe.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, IreneM ha detto:

Uhm... vediamo che succede...

provo a postare questo testo (sempre dal Piccolo Principe, perché per cominciare è ottimo come libro): se qualcuno che passa di qua vuole provare a estrapolare qualcosa lo scrive via via... e poi vediamo, ma non so se avrà molto seguito... però provo(y):ciaociao:

@IreneM io sono fiducioso sullo spirito poetico degli utenti del WD.

 

Solo che dato che lo staff ha già chiuso questa discussione:

https://www.writersdream.org/forum/forums/topic/40790-bravi-a-essere-brevi-un-microracconto-una-grande-emozione/

Forse i testi andranno presentati in Officina secondo le regole di sessione, magari mettendo un link a questa discussione per spiegare agli altri malcapitati (:asd:) utenti cosa stiamo facendo.

Inoltre visto che il testo base è lo stesso decidere anche come intitolarlo.

Tagghiamo gli staff che seguono la sezione per conferma: @Nerio @queffe

 

Mentre qualcuno che potrebbe essere interessato:

@Roberto Ballardini @Vincenzo Iennaco @Rica @Ippolita2018 @Eleftheria @Johnny P @Emy @Kotobi @EmperorOfDisaster ... e mi fermo senno:

STATISTICHE UTENTI

Utenti totali 23.838       :aka:

 

E vediamo che succede...  ^^

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ottima iniziativa @IreneM! Ringrazio l'amico @Anglares per avermi tirato in ballo. Sono alle prese con la revisione del romanzo (quasi arrivata alla fine del tunnel). Vi seguirò con piacere e conto di attivarmi dalla prossima settimana. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Anglares ha detto:

Se inizio non finisco più. Pensa solo alla possibilità di stravolgere un messaggio facendo emergere tutto il non detto che può contenere.

                                 :)

 

E se rimanessimo qui, senza coinvolgere lo staff, sostituendo la pagina di prosa una volta che ha esaurito il potenziale?

 

Irene, ieri ho provato su una pagina di Rilke ed è venuta fuori una cosa bella sull'arte, ma non so perché non riesco a postarla: mannaggia, ero contentissima di fartela vedere!

 

Provo ora con il Piccolo Principe senza riportare però l'intero testo: si può fare?

 

Grazie per la fiducia, cari @Anglares e @IreneM.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite ire70

certo Ippolita,

14 minuti fa, Ippolita2018 ha detto:

Provo ora con il Piccolo Principe senza riportare però l'intero testo: si può fare?

  riporta solo le parole che hai scelto dal  testo che ho messo; anche io direi di rimanere qui senza dare lavoro allo staff, che ne dici @Anglares? per postare immagini dal tuo pc devi prima fare un passaggio che viene suggerito qui https://www.writersdream.org/forum/faq/ (la domanda sulle immagini da inserire). :)

ti spiegherei meglio io ma sto per uscire..(y). a dopo! grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse è più agevole da fare citare scritta così:

 

Stralcio da Il piccolo principe di  Antoine de Saint-Exupéry,

Capitolo IX

 

Io credo che egli approfitto', per venirsene via, di una migrazione di uccelli selvatici. 
Il mattino della partenza mise bene in ordine il suo pianeta. 
Spazzo' accuratamente il camino dei suoi vulcani in attività. 
Possedeva due vulcani in attività. 
Ed era molto comodo per far scaldare la colazione del mattino. 
E possedeva anche un vulcano spento. 
Ma, come lui diceva, "non si sa mai" e cosi' spazzo' anche il camino del vulcano spento.

Se i camini sono ben puliti, bruciano piano piano, regolarmente, senza eruzioni. Le eruzioni vulcaniche sono come gli scoppi nei caminetti. 
E' evidente che sulla nostra terra noi siamo troppo piccoli per poter spazzare il camino dei nostri vulcani ed e' per questo che ci danno tanti guai. 
Il piccolo principe strappo' anche con una certa malinconia gli ultimi germogli dei baobab. Credeva di non ritornare piu'. 
Ma tutti quei lavori consueti gli sembravano, quel mattino, estremamente dolci. 
E quando innaffio' per l'ultima volta il suo fiore, e si preparo' a metterlo al riparo sotto la campana di vetro, scopri' che aveva una gran voglia di piangere. 
"Addio", disse al fiore. 
Ma il fiore non rispose. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@IreneM grazie degli spunti che hai suggerito. Interessante l'intervista e la tecnica, non la conoscevo.

 

@Anglares il cerchio che si chiude sul surrealismo è tutto tuo. Non puoi più tirarti indietro. Dadaista. :) 

 

Grazie per avermi taggato e permesso di leggere la discussione.

@Ippolita2018 sarai contentissima, immagino.

 

Bene, personalmente potrebbe essere un ottimo spunto creativo. Visto che non scrivo e che a cancellare sono abbastanza addestrata. :pirata2:

Manco di energia, però... Vediamo.

:) 

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco la mia prova, @IreneM:

 

Via. Ordine comodo?

Bruciano

senza malinconia

germogli

di addio.

 

Grazie mille, @Poeta Zaza, preferisco così: poi provo a inserire la pagina lavorata!

 

28 minuti fa, Rica ha detto:

sarai contentissima, immagino

Come un fantolino ;)

 

3 ore fa, Anglares ha detto:

Pensa solo alla possibilità di stravolgere un messaggio facendo emergere tutto il non detto che può contenere.

Strepitoso.

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ippolita2018 ha detto:

Provo ora con il Piccolo Principe senza riportare però l'intero testo: si può fare?

 

Però in realtà, me ne accorgo solo ora, senza la pagina del Piccolo Principe sembra una poesia a tutti gli effetti e in questa sezione non ci dovrebbe stare.

 

Pertanto, cara @IreneM, forse il consiglio di @Anglares era oculato.

A più tardi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Ippolita2018 @IreneM  lo staff deve solo confermarci che possiamo postare dei testi qui, non deve organizzare nulla.

 

58 minuti fa, Rica ha detto:

@Anglares il cerchio che si chiude sul surrealismo è tutto tuo. Non puoi più tirarti indietro. Dadaista. :) 

Non mi tiro indietro tranquilla, poi io ho gli occhiali surrealisti...  :P

Spoiler

breton_man_ray.jpeg

 

1 ora fa, Rica ha detto:

Manco di energia, però...

Qui aspettiamo tutti il tuo contributo, per cui...  :forzuto:

 

1 ora fa, Rica ha detto:

che a cancellare sono abbastanza addestrata

mi fai venire in mente che mi è sfuggito qualcuno... :umh:

Spoiler

@Rewind questo è lavoro per te!

 

Anche io ho poco tempo, ma questo è un gioco creativo e non richiede di creare qualcosa da zero.

 

Per quanto riguarda il testo, più che una foto sarebbe utile metterlo in forma digitale, in modo che tutti possono fare copia-incolla e cancellare così.

 

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Anglares

 

Stralcio da Il piccolo principe di  Antoine de Saint-Exupéry,

Capitolo IX

 

Io credo che egli approfitto', per venirsene via, di una migrazione di uccelli selvatici. 
Il mattino della partenza mise bene in ordine il suo pianeta. 
Spazzo' accuratamente il camino dei suoi vulcani in attività. 
Possedeva due vulcani in attività. 
Ed era molto comodo per far scaldare la colazione del mattino. 
E possedeva anche un vulcano spento. 
Ma, come lui diceva, "non si sa mai" e cosi' spazzo' anche il camino del vulcano spento.

Se i camini sono ben puliti, bruciano piano piano, regolarmente, senza eruzioni. Le eruzioni vulcaniche sono come gli scoppi nei caminetti. 
E' evidente che sulla nostra terra noi siamo troppo piccoli per poter spazzare il camino dei nostri vulcani ed e' per questo che ci danno tanti guai. 
Il piccolo principe strappo' anche con una certa malinconia gli ultimi germogli dei baobab. Credeva di non ritornare piu'. 
Ma tutti quei lavori consueti gli sembravano, quel mattino, estremamente dolci. 
E quando innaffio' per l'ultima volta il suo fiore, e si preparo' a metterlo al riparo sotto la campana di vetro, scopri' che aveva una gran voglia di piangere. 
"Addio", disse al fiore. 
Ma il fiore non rispose. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Poeta Zaza

 

Sì è un'interpretazione. Prima di riempire la discussione di nostri testi sarebbe auspicabile una conferma dello staff su come stiamo gestendo questa cosa e su quale sezione del forum è più idonea.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Anglares grazie del pensiero. E grazie @IreneM per avermi fatto conoscere una tecnica creativa nuova. Mi sembra un esercizio alquanto sfruculiante, o quantomeno un interessante modo di leggere il "diverso sentire" partendo da uno stralcio prestabilito. Per il momento mi limito a seguire l'evolversi della discussione e le direttive su come muoversi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite ire70
1 ora fa, Ippolita2018 ha detto:

Ecco la mia prova, @IreneM:

 

Via. Ordine comodo?

Bruciano

senza malinconia

germogli

di addio.

bellissima, @Ippolita2018, una poesia per un commiato (ti confesso che io ho cominciato a scrivere poesie proprio "giocando" con le cancellature: cancellavo, "trovavo" le parole e mi alleggerivo... così poi ho pensato che potevo alleggerirmi di più usando anche parole mie)! e questa è una estrapol-interpretazione, chissà quante ce ne potrebbero essere (ancora io non ho analizzato bene il testo ma di sicuro mi ha colpito la parola mattino per cui andrò in quella direzione, ma non si sa mai);

grazie @Poeta Zaza per il testo!

1 ora fa, Anglares ha detto:

Per quanto riguarda il testo, più che una foto sarebbe utile metterlo in forma digitale, in modo che tutti possono fare copia-incolla e cancellare così.

 

grazie @Anglares, sì forse è meglio, anche perché la foto non è postabile in modo immediato, dal proprio pc, quindi è un po' laboriosa; comunque sì, vediamo se si possono mettere testi, anche se considerandolo un gioco penso non dovrebbero creare problemi, ma non so bene queste cose... perciò mi attengo al parere dello staff(y);

 

grazie a voi per il passaggio @Rica e @Vincenzo Iennaco e @Roberto Ballardini (quindi senza tirare ciabatte, mi raccomando:) )! (spero di non aver dimenticato di rispondere a qualcuno:hm:). Grazie per l'entusiasmo!:rosa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite ire70
2 ore fa, IreneM ha detto:

(spero di non aver dimenticato di rispondere a qualcuno

... e infatti mi sono persa per strada @Emy: grazie del passaggio!

inoltre ho letto solo ora la discussione dei racconti brevi, poi chiusa dallo staff, quindi in effetti penso non si possa fare nemmeno questa produzione di "pensieri-poesie", mi sa che hai ragione @Ippolita2018 (e @Anglares). In ogni caso ognuno può farlo in separata sede e poi postare la sua "poesia" nella sezione "poesia" e...colpo si scena, alla fine salta fuori che era una Bleckout Poetry! (in fondo la poesia di Ippolita, se non ce l'avesse detto lei, poteva sembrare una normale poesia).

Questa tecnica di scrittura di cui ho parlato è chiamata anche Found Poetry e può prevedere anche la decorazione al posto del semplice annerimento, qui un brevissimo video https://www.youtube.com/watch?v=B3wjLsEfFFo

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cara @IreneM complimenti per la stupenda idea :D

Credo che tu abbia proposto un modo davvero delicato e profondo di condividere (e far condividere) la poesia :love:

 

Non puoi trovarmi più d'accordo con te: la poesia è sempre più relegata al livello di nicchia e non ha più la diffusione, ma anche il senso che aveva in epoche passate.

Per questo voglio cogliere la palla al balzo e proporti la seguente iniziativa:

 

dona_poesia.JPG

 

UNA POESIA IN REGALO

un modo per raccontare e donare una parte di te all'altro

 

 

La poesia è un linguaggio, il linguaggio dell'anima. 

Ogni utente è invitato a condividere e regalare la propria agli altri o al mondo, aprendo il cuore e liberando i versi nella sezione Poesia.

Come funziona? Pubblicando una poesia nella sezione Poesia (seguendo le stesse regole del forum per quella sezione) e dichiarando nell'incipit a chi è dedicata o quale metodo è stato utilizzato fra quelli suggeriti (blackout, rate ecc...). Nella poesia pubblicata è possibile inserire ANCHE il link a questo topic, di modo da facilitare la lettura delle altre poesie di "Una poesia in regalo". 

Dopo aver effettuato la pubblicazione, l'utente pubblica il link alla poesia in questo topic, dove alla fine tutte le creazioni prodotte all'interno di questa iniziativa saranno raccolte (mi prendo la briga di creare un indice in testa al topic, un po' come ho fatto per il premio WTF).

 

Non so se una cosa così può piacere :)

Ad ogni buon conto ci provo io...

 

PS. l'idea del back out è fantastica :o

 

 

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, Nerio ha detto:

(mi prendo la briga di creare un indice in testa al topic, un po' come ho fatto per il premio WTF).

 

Per questo e per la proposta da te avanzata a @IreneM: sei molto attento, Nerio. E geniale. 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×