Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Federico72

[MI 119] Carlo e Pompeo

Post raccomandati

 

Traccia di mezzanotte: il rompiscatole

Boa: Io, robot di I. Asimov

Caratteri: 7933

 

*Cancellato su richiesta dell'autore*

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Spoiler

A parte quello portato da Pompeo, i libri citati esistono veramente:

 

Le memorie di Roksteg - Il risveglio di Lephisto (è il mio... si può fare pubblicità?) :lol:

 

Danzando con Gesù

 

Come fare la cacca al lavoro

 

Come vivere con un pene enorme

 

L'antologia di racconti di Asimov penso la conosciate tutti...

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, Federico72 ha detto:

«Carlino sei a casa?» La voce stridula aggiunse stizza alla disperazione.

 

:D :D 

 

24 minuti fa, Federico72 ha detto:

Nel pomeriggio Carlo infilò in doccia.

 

Si infilò

28 minuti fa, Federico72 ha detto:

Becchino Edizioni

 

:D :D 

 

29 minuti fa, Federico72 ha detto:

A te piacerebbe se ti chiamassi… se ti chiamassi…»

 

PompEino? :D 

 

25 minuti fa, Federico72 ha detto:

 

Di questi tre ne ho già ordinato uno. E' un problema che mi affligge. A spregio non dirò quale, lascerò tutti col dubbio.

 

Racconto davvero divertente, mi ha fatto ridere in tantissimi punti. Non trovo nessuna nota negativa (poteva guardare il numero del telefono prima di rispondere, ma sono sicuro che Pompeo chiamava da linea privata che nasconde il numero), solo tanto puro e sano divertimento, che è quello che cercavo quando ho formulato questa traccia. Bravo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Ghigo ha detto:

Di questi tre ne ho già ordinato uno. E' un problema che mi affligge. A spregio non dirò quale, lascerò tutti col dubbio.

Hai bellamente ignorato il quarto... ;(

 

Comunque grazie per il passaggio, commento e apprezzamento!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Federico72 ha detto:
3 minuti fa, Ghigo ha detto:

Di questi tre ne ho già ordinato uno. E' un problema che mi affligge. A spregio non dirò quale, lascerò tutti col dubbio.

Hai bellamente ignorato il quarto... ;(

 

In realtà non l'ho ignorato. Ho messo i tre titoli che sembravano, a parer mio, ridicoli. E proprio per questo non ho voluto inserire il tuo :) deve restare il dubbio in particolare fra il secondo e il terzo :D danzare con Gesù son capaci tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
45 minuti fa, Federico72 ha detto:

“Danzare con Gesù”, “Come fare la cacca al lavoro”, e il capolavoro per eccellenza: “Come vivere con un pene enorme”.

oh santo cielo...

 

Racconto divertente: hai mostrato un tipico rompiscatole. Almeno non lo fa apposta, ci mette le buone intenzioni, altrimenti sarebbe un bastardo di prima categoria. Bella prova.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, Ghigo ha detto:

 

deve restare il dubbio in particolare fra il secondo e il terzo :D danzare con Gesù son capaci tutti

 

Quindi hai comprato "come fare la cacca al lavoro"...

Immagino che a riguardo le restrizioni di Putin & C per usare il bagno durante l'orario lavorativo siano severissime e dovrai essere sempre aggiornato per evitare di essere beccato!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Federico72 ha detto:

Quindi hai comprato "come fare la cacca al lavoro"...

 

:D:D era un dilemma che mi stava a cuore

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho riso nel leggere il racconto e anche nell'apprendere che quei libri, esistono davvero, non il tuo, quegli altri assurdi. 

Io Pompeo lo avrei ucciso, quindi pensavo a una virata sullo splatter. Davvero un bel racconto, con un rompipalle da manuale che, per altro, sceglie il peggiore dei diminutivi di Carlo, ovviamente. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Federico72, mi chiedo come mai tutti e due abbiamo usato il vicino per la traccia del rompiscatole, sarà che abbiamo entrambi avuto brutte esperienze con i dirimpettai? Direi che anche Pompeo avrebbe potuto regalare I Fratelli Karamazov a Carlino xD (per capire questa citazione devi leggere il mio racconto;)).

A parte questo, la tua storia è veramente divertente, scritta in maniera impeccabile e ricca di colpi di scena, tranne uno: non avrei mai fatto mettere le mani sulla batteria della mia auto a Pompeo, li avrei messi da sola, è stato proprio un gesto azzardato:huhu:. Con risultato prevedibile.

Hai descritto benissimo i caratteri dei due protagonisti, in fondo due buoni uno un po' sfortunato e l'altro molto goffo, ma due anime pure.

Mi è piaciuto davvero, bravo(y)

 

Talia

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Federico72 Ben scritto e divertente. Mi è piaciuto anche il finale benevolo che, contrariamente a quel che accade in altre circostanze, arriva anche un po' inaspettato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Federico72

 

Ciao! Un buon racconto che mi ha divertito. L'ho trovato ben scritto.

 

L'unica cosa che non mi torna bene è l'ubicazione degli appartamenti nella parte iniziale e i vari "campanelli'.

Tutto mi sembra indicare che il vicino suoni al citofono dal basso... la casa di Carlo, da quel che dici in seguito è almeno al primo piano (scenderà per aprire la porta).

Cosa dunque non mi torna?

Che Pompeo intuisce chiaramente che il rumore del vaso Ming che si frantuma giunga dall'appartamento di Carlo e che poco dopo gli chieda se è in casa, come se invece si trovasse dietro l'uscio dell'appartamento e non al citofono...

Ma questo è davvero un puntiglio.

 

Per il resto e in generale: ben scritto e molto bello il finale.

Bello anche il gioco sulla casa editrice (mi ricorda qualcosa...).

Ottimo il gioco sul diminutivo di Pompeo! xD

 

Il 18/11/2018 alle 23:56, Federico72 ha detto:

iggio Carlo infilò in doccia

Ti risegnalo anche io il refuso "si infilò".

 

L'equivoco sull'errore della via, sarò sincero, un po' si intuisce, ma ciò non sminuisce il leggerlo.

Il 18/11/2018 alle 23:56, Federico72 ha detto:

cartello all’inizio della strada confermò i timori di Carlo: Via Pellegrino Rossi. Mettendo solo Via Rossi, Pompeo aveva impostato la strada sbagliata

Eliminerei però quella che può risultare come una "spiegazione al lettore".

Bastano i nomi differenti delle vie e tutto si chiarisce da sè.

 

Complimenti e alla prossima.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@AnnaL. Grazie per passaggio, commento e apprezzamento! Anch'io non credevo ai miei occhi quando ho visto che i libri sono davvero su Amazon...

 

@Talia Grazie anche a te! Inizialmente avevo pensato a un vicino odiosissimo e super negativo. Poi Pompeo si è rivelato un vero tontolone, ma in buona fede...

Lo spunto l'ho preso da un mio amico dell'adolescenza. Stava a poche centinaia di metri da casa mia e col fatto che entrambi eravamo appassionati di videogiochi veniva sempre a trovarmi senza avvisare. Io che ho sempre apprezzato certe forme di cortesia, pur apprezzando la sua compagnia, quando me lo vedevo piombare a casa senza preavviso, svalvolavo... Forse è per quello che comunque Pompeo non ha preso la piega negativa che volevo dargli all'inizio.

 

@Edu Grazie anche a te per passaggio, commento e apprezzamento!

 

1 ora fa, AndC ha detto:

Cosa dunque non mi torna?

Che Pompeo intuisce chiaramente che il rumore del vaso Ming che si frantuma giunga dall'appartamento di Carlo e che poco dopo gli chieda se è in casa, come se invece si trovasse dietro l'uscio dell'appartamento e non al citofono...

Ma questo è davvero un puntiglio.

Dubbio giusto!

Ti spiego come l'ho immaginata io: Carlo va al citofono e passa davanti alla finestra aperta che dà sul portone dove ci sono i campanelli.

Pompeo, che sta arrivando da fuori, quindi suona effettivamente il campanello esterno, sente il rumore del Ming che si frantuma, identificando l'origine del rumore nella finestra di Carlo. A quel punto Carlo è costretto ad aprirgli (in fondo in fondo gli vuol bene... anche se non lo ammetterà mai...)

 

1 ora fa, AndC ha detto:

Ottimo il gioco sul diminutivo di Pompeo!

A onor del vero è preso da una barzelletta...

 

1 ora fa, AndC ha detto:
Il 18/11/2018 alle 23:56, Federico72 ha detto:

iggio Carlo infilò in doccia

Ti risegnalo anche io il refuso "si infilò"

ehhh... i miei toscanismi ogni tanto si infilano anche loro... (non in doccia...)

 

Grazie anche a te per passaggio, commento e apprezzamento!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Federico72 ma che ridere Carlino! Ma poveretto, davvero, un vicino come Pompeo è da denunciare o da buttare giù per le scale.

 

Il 19/11/2018 alle 00:56, Federico72 ha detto:

Carlino sei a casa?

ti propongo: Carlino, sei in casa?

Il 19/11/2018 alle 00:56, Federico72 ha detto:

Esclamò l’uomo.

toglierei l'uomo, mi suona strano, si capisce chi esclama

Che bravo che la butta sul ridere, io non so mica se ci sarei riuscita! Mi è piaciuto molto, mi hai fatto ridere e sorridere, grazie mille :sss:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un siparietto divertente. :D Mi ero chiesto, all'inizio, il perché di un nome tanto desueto... poi vabbè, sono tardo io perché gli indizi c'erano. xD

Carine anche l'auto citazione e il riferimento alle Edizioni il Becchino (e posso confermarti quanto siano loschi come figuri).

Dal punto di vista stilistico, il taglio da commedia dell'arte che hai usato calza a dovere.

A voler andare di cacciavite, ti segnalo qualcosina nell'incipit: usi aggettivi quali soddisfatto, compiaciuto, seccato per situazioni già rese palesi dal comportamento o dai pensieri. Chiaramente non dico di non farne uso, solo di dosare bene il dove e il quando. Tutto qui.

Mi sono divertito, bravo. :D 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Federico72

Il tuo racconto mi ha fatto ridere, carino, nonostante alcune scene non fossero proprio originali ma sei stato pienamente perdonato dal diminutivo di Pompeo! 

Altra cosa divertente...asp ora te la quoto eh... pronto?

Il 18/11/2018 alle 23:56, Federico72 ha detto:

Attendeva la chiamata di una casa editrice, uscì dalla doccia e prese il telefono: «P

Legata a questa eh!? Aspetta...

 

Il 18/11/2018 alle 23:56, Federico72 ha detto:

 

Due giorni dopo Carlo uscì di buon mattino. Una grossa casa editrice l’aveva contattato

Ahahah. Solo nei racconti queste cose! Faccio ironia non volermene,ma 

è il tuo testo che si presta.

Ciao :P

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, Lauram ha detto:

Faccio ironia non volermene,ma 

è il tuo testo che si presta.

:o Ma che dici Lauretta mia?

Qui stiamo parlando nientepopodimenoche della Edizioni del Becchino... o vorresti forse sminuire una CE top come quella dello stregone?

 

@AdStr @Kikki Grazie a tutti per passaggio, commenti e apprezzamento!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 18/11/2018 alle 23:56, Federico72 ha detto:

rappresentava una catastrofe epocale, dietro solo a terremoti, atti terroristici e inondazioni.

direi "seconda solo" a .....

 

Il 18/11/2018 alle 23:56, Federico72 ha detto:

chiudendo la video ripresa e ignorandolo, sarebbe stato salvo.

direi "la comunicazione (video)", non credo ci siano riprese video a un videocitofono

 

Il 18/11/2018 alle 23:56, Federico72 ha detto:

Sarebbe passato inosservato perfino in un coro gospel tradizionale. Questo finché non apriva bocca. Perché a quel punto per l’interlocutore diventava impossibile dimenticarlo: gli argomenti delle sue discussioni erano pesantissimi e il più delle volte combinava guai a raffica.

meglio "ignorarlo"

 

Molto, molto carino, un bel racconto che si lascia leggere di un fiato. Già Pompeo è un nome adatto a un rompicoglioni, ma il mancato vezzeggiativo finale è una chicca, come dire due al prezzo di uno.

La figura del rompiballe è perfetta. Il perdono finale è inaspettato, dato che avrebbe potuto finire nel sangue, e mi ha  anche lasciato sereno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, Macleo ha detto:

Molto, molto carino, un bel racconto che si lascia leggere di un fiato. Già Pompeo è un nome adatto a un rompicoglioni, ma il mancato vezzeggiativo finale è una chicca, come dire due al prezzo di uno.

La figura del rompiballe è perfetta. Il perdono finale è inaspettato, dato che avrebbe potuto finire nel sangue, e mi ha  anche lasciato sereno.

Il tuo commento mi rende davvero felicissimo poiché, come ben sai, stimo molto il tuo modo di scrivere... e in questa tipologia di racconti penso davvero tu sia il non plus ultra del WD... grazie! :rosa:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me la cosa più originale del racconto è il « lieto fine »a sorpresa: ti immagini che sbotti e lo mandi come minimo a quel paese e invece si conclude con affetto e bonomia per questo rompiscatole che in fondo è in buona fede e di buone intenzioni. Un finale a sorpresa e tenero, alla don Camillo e peppone :)

Il resto è meno sorprendente, ma divertente e piacevole e il tuo lavoro bibliografico per deliziarci con capolavori insoliti dell’editoria, che dire... grazie per averci culturalmente arricchito ;) tra l’altro sembrano anche essere opere di pubblica utilità, se qualcuno volesse o sentisse il bisogno... :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bravo e centrato in pieno @Federico72 . Già l'idea che qualcuno mi chiamasse ...ino mi farebbe girare i cabasisi. Bel personagio, odioso e rompiscatole in modo quasi supremo. Insomma fn troppo buono il tuo Carlo. Io avrei preso Pompeo e gà alla rottura del vaso lo avrei volato giù dalla finestra. Grande e bravo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pompeo è un vero rompiballe, ma Carlino è una suorina.

Via Aldo Rossi numero?... domani ci faccio un salto, ho un buon manoscritto per lo Stregone.

Divertentissimo davvero @Federico72 Il diminutivo di Pompeo io lo avrei detto per esteso, immagina la sua faccia incatramata dalla parolaccia!:aka:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Federico72 ,

ecco perchè si chiama Pompeo…

Un racconto veramente, ma veramente ganzo!

Ci sta bene proprio tutto: le citazioni dei libri (ma cosa leggi!?), il vezzeggiativo, le edizioni del Becchino, e quel finale inatteso.

Per me ok!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×