Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Stilla Maris

Distribuzione Messaggerie

Post raccomandati

La mia domanda è la seguente: se si decide di farsi pubblicare da una Casa Editrice che ha come distributore Messaggerie, quanto in effetti venderà il libro? È vero che, nonostante Messaggerie sia tra i più grandi distributori, non è detto che il libro abbia grandi vendite? Sopattutto poi se l'autore non ha mai pubblicato alcun libro ed è quindi un, come si suol dire, "emergente".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
57 minuti fa, Stilla Maris ha detto:

È vero che, nonostante Messaggerie sia tra i più grandi distributori, non è detto che il libro abbia grandi vendite?

Sì, è vero. Ed è anche vero che non è detto che il libro cartaceo sia fisicamente presente nelle librerie. Però è ordinabile ovunque. Lo dico perché ho pubblicato due libri con un editore distribuito da Messaggerie. Ciao.

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/11/2018 alle 20:09, Caty ha detto:

Ed è anche vero che non è detto che il libro cartaceo sia fisicamente presente nelle librerie. Però è ordinabile ovunque.

Ammettiamo che io pubblichi con la pincopallino edizioni distribuita dalla provoloni e salami distribuzione: forse venderò 100 copie dando fondo ad amici e parentado.

Mettiamo che pubblico con un editore piccolino che si serve di un grande distributore.

Il mio libro sarà pure ordinabile da tutte le librerie d'italia e dell' iperspazio, ma difficilmente sarà presente fisicamente e ancor di meno sarà disponibile a scaffale, ergo, chi non mi conosce non potrà acquistarmi semplicemente perchè per lui io neanche esisto.

Quindi che faccio? Ricorro ad amici e parenti.

Alla fine dei conti, se non ti conosce nessuno e il tuo editore non ha le potenzialità per metterti a scaffale, cambia poco essere distribuiti da messaggerie o dalla qualunque.

  • Mi piace 6
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎25‎/‎11‎/‎2018 alle 20:22, Stilla Maris ha detto:

Fortunati quelli che hanno tanti amici e parenti, allora 😅

Come no? Fortunati perché, anziché  30 o 50 copie, riusciranno a venderne ben 100 o 150. Certo che la differenza cambierà loro la vita!

  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il bello è che i libri a scaffale di uno sconosciuto, eccezioni a parte, si vendono solo se il libraio li spinge. In caso contrario non li compra nessuno. In ogni caso Messaggerie è solo un distributore, non c'entra nulla con lo scaffale, il quale è determinato da: 1) Scelta del libraio. 2) Disposizioni degli editori maggiori ai commessi (es. Feltrinelli, Mondadori ecc.) 3) Pubblicità. 4) Qualche felice accordo dei piccoli editori con il libraio indipendente.

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 18/3/2019 alle 18:36, delon ha detto:

) Scelta del libraio. 2) Disposizioni degli editori maggiori ai commessi (es. Feltrinelli, Mondadori ecc.) 3) Pubblicità. 4) Qualche felice accordo dei piccoli editori con il libraio indipendente.

Completamente d'accordo su tutto. Aggiungo il fattore "C" che non guasta mai xD.

A buon intenditor poche parole.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎18‎/‎03‎/‎2019 alle 18:36, delon ha detto:

Il bello è che i libri a scaffale di uno sconosciuto, eccezioni a parte, si vendono solo se il libraio li spinge. In caso contrario non li compra nessuno. In ogni caso Messaggerie è solo un distributore, non c'entra nulla con lo scaffale, il quale è determinato da: 1) Scelta del libraio. 2) Disposizioni degli editori maggiori ai commessi (es. Feltrinelli, Mondadori ecc.) 3) Pubblicità. 4) Qualche felice accordo dei piccoli editori con il libraio indipendente.

Concordo. Ho pubblicato con una CE che si dichiara distribuita da Messaggerie, ma che per andare in libreria inseriva in contratto il paletto delle 100 copie vendute on line. L'acquisto on line, come da sito della CE, poteva essere effettuato ordinando presso tre piattaforme del gruppo Messaggerie e presso Amazon. Dopo la cosiddetta pubblicazione (in realtà, solo on demand), le tre distributrici del gruppo messaggerie, che pure inserivano il libro tra quelli ordinabili, annullavano gli ordini con la dicitura "titolo non disponibile", mentre gli ordini effettuati su Amazon venivano puntualmente evasi. Quindi, nessuno più di me è convinto che la distribuzione tramite Messaggerie sia tutt'altro che una garanzia di successo nelle vendite.   

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, cheguevara ha detto:

@cheguevara . Quindi, nessuno più di me è convinto che la distribuzione tramite Messaggerie sia tutt'altro che una garanzia di successo nelle vendite.   

 

Aggiungo: se il tuo editore è distribuito da Libri Co: (cito solo per esempio) e qualche spasimante ordina il tuo libro tramite Messaggerie, per esempio in una Feltrinelli fisica,  spunta di nuovo fuori la dicitura "titolo non disponibile", che tradotto in parole povere, significa che tra i distributori non scorre buon sangue.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×