Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Sjø

eBook il futuro?

Post raccomandati

Buongiorno a tutti,

 

una domanda che ho fatto a molti amici e colleghi: secondo voi l'ebook sostituirà la carta in un futuro, lontano si intende?

Nessuno è veggente, certo, ma è per capire come la pensate.

Per quanto mi riguarda penso che siano due strade alternative con lo stesso traguardo: lettura e scrittura, ma entrambe praticabili anche dalle nuove generazioni.

Grazie al Kindle trovo titoli difficili da reperire, una scelta sconfinata, che mi sazia mentre la libreria sfama il bisogno fisico di toccare, comprare e possedere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In un futuro dove ci saranno solo ebook, spero di essere gia morto da decenni.

Ma io sono troppo affezionato alla tangibilità del libro, del bisogno fisico di sfogliare, risfogliare, soffermarmi, mettere il segnalibro, una foglia, una foto.
Avere gli autori l'uno accanto all'altro, con un ordine logico o anche illogico. E non file anonimi in ordine alfabetico.

Per rispondere alla tua domanda, penso che in futuro i lettori saranno sempre meno.

E le librerie saranno musei impolverati dove si nascondono gli ultimi nostalgici.

In un mondo sempre peggiore e ignorante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gli ebook non sono libri digitali, ma licenze d'uso: un libro vero lo puoi regalare, lo puoi vendere, lo puoi sottolineare permanentemente (se l'e-reader si rompe, perdi tutto) e non soffre di obsolescenza programmata. E dico questo pur simpatizzando per il mio Kindle.

Il grosso problema poi degli ebook è l'appiattimento che comportano, una sorta di abolizione delle diversità a favore del tutto e subito: le copertine non esistono (sono in bianco e nero); i mattoni, i tascabili, i sottili, i gialli, i testo a fronte, ecc vengo mischiati in una generica percentuale (sei al 60%); i paragrafi perdono la loro forza e coesione per venire compressi in una pagina della pagina.

 

Quindi, rispondendo alla domanda iniziale, direi di no.

Spero.

 

 

Modificato da Rewind
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so quanti anni tu abbia Iamthedoctor ma penso che la mia generazione 30-40 continuerà a leggere in cartaceo senza rinunciare all'ebook: è quello che sto facendo io, che adoro il cartaceo e vedo anche che, molti di quelli che frequentano le librerie della mia zona, sono della mia generazione. Calcolando che la vita media di un uomo è di 80 anni, in media abbiamo ancora altri 50 anni di editoria cartacea garantita ;). A parte le battute comunque vedo che il cartaceo non è disdegnato dalle nuove generazioni. Non avrei mai pensato di dirlo ma penso che gli ebook abbiano fatto bene anche all'editoria tradizionale, avvicinando alla lettura i nativi digitali che poi, in alcuni casi, posso confluire anche nel libro cartaceo.

 

@Rewind Condivido. A volte mi è capitato di ricomprare in cartaceo titoli che avevo precedentemente acquistato in ebook. Credo tu abbia fatto centro con "appiattimento", che, a mio parere, non riguarda solo la forma, ma anche i contenuti.

 

@Mister Frank non sapevo che Sibilla Cooman era un personaggio di Harry Potter, lo confesso sono andato a vedere.

 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse in un futuro relativamente lontano, non so, ma spero di no. Pur usando il Kindle per motivi pratici (se continuassi solo col cartaceo mi ci vorrebbe un'altra libreria) il libro ha un fascino intramontabile e le librerie pure. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una letteratura, un mondo editoriale di soli eBook.

Provo a immaginarlo e vedo il caos: quasi tutti autori autopubblicati, non più casa editrici ma editor, grafici e traduttori. Scrittori tanti quanti manoscritti saturano oggi le case editrici. Non più librerie ma siti traboccanti di titoli, brulicanti di autori.

Una letteratura, un mondo editoriale di sola carta.

Vedo un limite e una torta spartita fra pochi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Sjø andrebbe trovata, se mai, una via di mezzo, perché di autori auto pubblicati che pubblicano robaccia é pieno. In tutto questo non butto dalla finestra l'auto pubblicazione, anzi, ma deve essere fatta con criterio. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×