Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

deadcities

Piccoli gesti per salvare il mondo

Post raccomandati

- bevo acqua di rubinetto (e non capisco gli autolesionisti che spendono soldi per comprare acqua meno controllata);

"giù" a casa siamo obbligati a comprarla, purtroppo quella dell'acquedotto ha praticamente il sapore di quella di una piscina ed è bella pesante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
- bevo acqua di rubinetto (e non capisco gli autolesionisti che spendono soldi per comprare acqua meno controllata);

"giù" a casa siamo obbligati a comprarla, purtroppo quella dell'acquedotto ha praticamente il sapore di quella di una piscina ed è bella pesante

Nei casi limite non so, ma le brocche con i filtri (tipo Brita) funzionano benissimo per rendere migliore l'acqua di rubinetto.

Anche se ammetto che non so quale sia l'impatto ambientale dei filtri, che durano uno-due mesi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
- bevo acqua di rubinetto (e non capisco gli autolesionisti che spendono soldi per comprare acqua meno controllata);

"giù" a casa siamo obbligati a comprarla, purtroppo quella dell'acquedotto ha praticamente il sapore di quella di una piscina ed è bella pesante

Nei casi limite non so, ma le brocche con i filtri (tipo Brita) funzionano benissimo per rendere migliore l'acqua di rubinetto.

Anche se ammetto che non so quale sia l'impatto ambientale dei filtri, che durano uno-due mesi...

io quella la uso a Roma, però l'acqua lì di partenza ha un sapore normale, è solo pesante.

Poi nella casa giù le tubature sono anche belle vecchie e spesso emettono acqua color brodino, i miei non si fidano molto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

L'acqua dei nostri rubinetti è pessima. Per quanto sia potabile, spesso esce rugginosa, e soprattutto d'estate ha a volte un vago odore di pesce icon_eek.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non tutti hanno la fortuna di poter bere acqua del rubinetto, e non c'è bisogno di andare troppo lontano. Ai castelli romani, 20 km dal centro di Roma, le case che hanno l'acqua corrente si contano sulla punta delle dita...

Per quanto riguarda le brocche e i filtri da applicare per purificare l'acqua, vi invito a leggere QUESTO articolo di Altroconsumo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io non ho una caraffa filtrante, ho proprio un apparecchio (me la rinfresca pure). L'ho preso soprattutto perché l'acqua di questo paese (ai confini dei Castelli) fa proprio schifo come sapore. 0o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
L'acqua dei nostri rubinetti è pessima. Per quanto sia potabile, spesso esce rugginosa, e soprattutto d'estate ha a volte un vago odore di pesce icon_eek.gif

Forse l'acqua viene dal lago... anche una parte dell'acqua di Roma viene dalle profondità del lago di Bracciano, però è limpida e insapore.

Per quanto riguarda le brocche e i filtri da applicare per purificare l'acqua, vi invito a leggere QUESTO articolo di Altroconsumo.
vero, lo avevo detto anche io a inizio topic. I filtri, da brocca e a osmosi inversa, si limitano a rimuovere la componente salina dall'acqua. In sostanza, sarebbe uguale (e più economico) bere l'acqua che si mette nel ferro da stiro o quella condensata dal condizionatore (non prendetemi in parola, eh!). Inoltre, con la sola filtrazione non è certa la sterilizzazione dell'acqua (sicura solo tramite ebollizione o uso di disinfettanti).

Il denaro speso per i filtri è probabilmente non speso bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non tutti hanno la fortuna di poter bere acqua del rubinetto, e non c'è bisogno di andare troppo lontano. Ai castelli romani, 20 km dal centro di Roma, le case che hanno l'acqua corrente si contano sulla punta delle dita...

Per quanto riguarda le brocche e i filtri da applicare per purificare l'acqua, vi invito a leggere QUESTO articolo di Altroconsumo.

che non servissero a granchè lo immaginavo, infatti non la volevo comprare, è mia sorella che s'è fissata. Io sono troppo pigra per usare spontaneamente i filtri icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
L'acqua dei nostri rubinetti è pessima. Per quanto sia potabile, spesso esce rugginosa, e soprattutto d'estate ha a volte un vago odore di pesce icon_eek.gif

Forse l'acqua viene dal lago... anche una parte dell'acqua di Roma viene dalle profondità del lago di Bracciano, però è limpida e insapore.

Sì, viene dal lago.

La conosco bene l'acqua di Roma, siete fortunati da questo punto di vista

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vero, lo avevo detto anche io a inizio topic. I filtri, da brocca e a osmosi inversa, si limitano a rimuovere la componente salina dall'acqua. In sostanza, sarebbe uguale (e più economico) bere l'acqua che si mette nel ferro da stiro o quella condensata dal condizionatore (non prendetemi in parola, eh!). Inoltre, con la sola filtrazione non è certa la sterilizzazione dell'acqua (sicura solo tramite ebollizione o uso di disinfettanti).

Il denaro speso per i filtri è probabilmente non speso bene.

Non solo inutile, a volte è persino dannoso, perché oltre a togliere importanti proprietà minerali, alcuni filtri (non tutte le brocche, solo alcune e solo nei casi in cui l'acqua venga lasciata per diversi giorni al loro interno) aggiungono sostanze pericolose per l'organismo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io faccio molti di questi gesti da voi elencati, vi aggiungo altri: solo frutta e ortaggi di stagione, e una cosa che sfugge a molti sono i bagnoschiuma, shampoo, dentifrici eccetera, guardate i componenti, se c'è un Peg20, 100, 200, desistete sono idrocarburi e inquinano fiumi e mari poiché è lì che finiscono, ma non solo, uccidono anche la pelle e se vi esponete al sole, possono essere 'azzi amari. Un ultimo consiglio alle donne che usano i deodoranti per le ascelle, se nei componenti leggete alluminio, alluminiun, è stato accertato che penetra e attraverso la pelle arrivano al seno e può procurare il cancro. niente allarmismi, per carità, sono informazioni che leggo su riviste scientifiche e ci sono in commercio prodotti senza questi componenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La prima cosa da fare è... passare al veg. Vegetarianesimo, possibilmente veganesimo (o almeno, mangiare meno prodotti animali possibili).

Tra l'altro la carne fa male, è piena di ormoni e antibiotici... I vegetariani sono più sani e quindi più belli!^^ E per quanto riguarda i maschietti: con tutti gli estrogeni che ci sono nella carne, non sto neanche a dirvi PERCHE' smettere di mangiarla sailor.gif

Poi ovviamente la raccolta differenziata; comprare solo cibi biologici (nei supermercati NaturaSì ne trovate a migliaia, oltre a una vastissima scelta di prodotti vegetariani); prendere la macchina il meno possibile e muoversi coi mezzi pubblici (e camminare fa bene!).

Per le femminucce: passare a... ehm... prodotti igienici femminili lavabili e riciclabili (quelli inquinano da morire).

Per le mamme: solo pannolini lavabili (è anche un risparmio!)

Le cose sono piccole solo finché le fanno in pochi... Ma se milioni di persone si convertissero al veg, smettessero di guidare se non quando è indispensabile, smettessero di comprare assorbenti usa e getta ecc, la differenza la farebbero! :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salvare il mondo?

Ci penseranno gli uomini, distruggendolo.

E' già successo innumerevoli volte nella storia della terra. Si ricomincerà a vivere e a costruirsi la vita con le proprie mani, a zappare e arare la terra se si vuole mangiare. Certo, ci saranno anche guerre, si combatterà con lancia e spada. Questo per qualche migliaio di anni. Fino a quando, qualche genio del cavolo non inventerà la rivoluzione industriale, una new rivoluzione francese con uguaglianza per tutti i peggiori mostri dell'umanità, invenzione dell'energia elettrica (o reinvenzione, la usavano anche i babilonesi, e non c'entrano una cippa gli alieni) e via di invenzione in invenzione, fino ai grattacieli e al buco dell'ozono.

Allora saremo di nuovo punto e a capo. Per fortuna poi, con una mentalità simile, non rimarrà che aspettare il prossimo, imminente botto E ricominciare. Per qualche migliaia di anni dopo ogni botto potremo vivere tranquilli.

Siamo stati sfortunati a vivere in questo scarto di tempo, creato da scarti di uomini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
non so se salverò il mondo, ma questo è quello che faccio abitualmente io:

comprare prodotti non testati sugli animali ed evitare l'uso di cosmetici miracolosi, supercreme e menate varie che non servono a na mazza se non a riempire i laboratori di cavie;

usare detersivi e saponi ecologici possibilmente alla spina (li vendo pure ._.);

comprare uova di galline allevate all'aperto o a terra (identificarle è facilissimo, sotto la confezione sono indicate con 0 oppure 1. MAI acquistare uova identificate dal 3 che sono di galline in batteria);

evitare gli sprechi in generale: acqua, luce, gas;

evitare di prendere l'automobile per fare 500 mt;

raccolta differenziata per plastica e carta (quella sull'umido e non riciclabile qui non c'è ancora);

bere acqua del rubinetto (adoro l'acqua di Roma, la trovo infinitamente più buona di tante acque minerali);

fare terrorismo psicologico e non solo a tutti quelli che indossano pellicce o peggio prodotti importati dalla Cina.

condivido appieno ed aggiungo

a Natale invece di girare per i negozi in cerca dei regaloni aprite gli shop dei siti web delle associazioni, fate regali solidali che servano davvero a qualcuno. se è un amante degli animali regalategli un'adozione a distanza di un randagio, ad una persona differente fate conoscere la gioia di regalare qualcosa del genere:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
La prima cosa da fare è... passare al veg. Vegetarianesimo, possibilmente veganesimo (o almeno, mangiare meno prodotti animali possibili).

Tra l'altro la carne fa male, è piena di ormoni e antibiotici... I vegetariani sono più sani e quindi più belli!^^ E per quanto riguarda i maschietti: con tutti gli estrogeni che ci sono nella carne, non sto neanche a dirvi PERCHE' smettere di mangiarla sailor.gif

Poi ovviamente la raccolta differenziata; comprare solo cibi biologici (nei supermercati NaturaSì ne trovate a migliaia, oltre a una vastissima scelta di prodotti vegetariani); prendere la macchina il meno possibile e muoversi coi mezzi pubblici (e camminare fa bene!).

Per le femminucce: passare a... ehm... prodotti igienici femminili lavabili e riciclabili (quelli inquinano da morire).

Per le mamme: solo pannolini lavabili (è anche un risparmio!)

Le cose sono piccole solo finché le fanno in pochi... Ma se milioni di persone si convertissero al veg, smettessero di guidare se non quando è indispensabile, smettessero di comprare assorbenti usa e getta ecc, la differenza la farebbero! :)

Perdonami ma non sono assolutamente d'accordo. Il veganesimo e il vegetarianesimo sono esattamente come l'opposto ovvero l'abuso spropositato di carne.

Un apporto normale di carni (preferibilmente bianche) é essenziale per la dieta, ok che bisogna mangiare più frutta e verdura ma mi spiegate esattamente come viene salvato il mondo mangiando solo gambi di sedano, tofu e melenzane?

Prendere la macchina è altrettanto essenziale, non tutti vanno a lavoro a 30m da casa e i mezzi pubblici ritardano e creano spesso disagi. Aggiungo anche che é bellissimo camminare, ma se devi farti 1km sotto la pioggia forse non é poi così un dramma prendere la macchina.

sinceramente non comprendo il bisogno di gettarsi agli estremi per "salvare il mondo" ci sono cose più immediate e molto più fattibili... ad esempio, io per primo, smettere di fumare, smettere di usare spray... son solo idee.

Nell'alimentazione basterebbe eliminare alimenti con conservanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perdonami ma non sono assolutamente d'accordo. Il veganesimo e il vegetarianesimo sono esattamente come l'opposto ovvero l'abuso spropositato di carne.

Un apporto normale di carni (preferibilmente bianche) é essenziale per la dieta, ok che bisogna mangiare più frutta e verdura ma mi spiegate esattamente come viene salvato il mondo mangiando solo gambi di sedano, tofu e melenzane?

Non è assolutamente vero che l'apporto di carni sia essenziale, né bianche né rosse. Le proteine della carne sono facilmente rimpiazzabili attraverso l'introduzione di altri alimenti come legumi e cereali, non scendo nel dettaglio perché non credo sia questa la sede, ma se non vuoi consultare un nutrizionista ti basta fare un giro in internet per saperne di più.

Per quanto riguarda il salvare il mondo, l'eliminazione degli allevamenti intensivi sarebbe già un enorme passo in avanti, sia per il rispetto della vita degli animali (se sei una persona sensibile ti auguro di non vederne mai uno) sia per la riduzione dell'inquinamento che proviene da tali allevamenti, e anche qui se ne vuoi sapere di più puoi documentarti facilmente in internet. Comunque, tutti coloro a cui dell'etica non gliene frega niente, potrebbero tranquillamente continuare a mangiare carne non proveniente da allevamenti intensivi, sarebbe già qualcosa.

Andando più nel dettaglio, pensa a quante persone sfama un ettaro di terra coltivato a vegetali rispetto a un ettaro di terra destinato al pascolo dei bovini.

Prendere la macchina è altrettanto essenziale, non tutti vanno a lavoro a 30m da casa e i mezzi pubblici ritardano e creano spesso disagi. Aggiungo anche che é bellissimo camminare, ma se devi farti 1km sotto la pioggia forse non é poi così un dramma prendere la macchina.

Scusami se mi permetto di usare un termine forte eh, ma questa mi pare proprio una fesseria. Non c'è niente di più superfluo dell'automobile, dire addirittura che è essenziale mi sembra assurdo.

Tutti quelli che ragionano come te sono quelli che poi tirano giù santi e madonne perché quando piove si trovano imbottigliati in ingorghi pazzeschi e per fare un chilometro ci mettono due ore, quando, se fossero andati a piedi, ci avrebbero messo venti minuti al massimo.

sinceramente non comprendo il bisogno di gettarsi agli estremi per "salvare il mondo" ci sono cose più immediate e molto più fattibili... ad esempio, io per primo, smettere di fumare, smettere di usare spray... son solo idee.

Nell'alimentazione basterebbe eliminare alimenti con conservanti.

Mi sa che tu confondi salvare te stesso e la tua salute con il salvare il mondo. Nell'alimentazione bisognerebbe eliminare il 90% delle cose che trovi al supermercato. I conservanti sono il male minore, credimi.

Non sono integralista e non dico che bisognerebbe tornare alle abitudini del medioevo, ma questo lassismo è deleterio per tutti. La diminuzione dei consumi è strettamente legata alla diminuzione dell'inquinamento, e per consumi non intendo solo quello alimentare. Noi probabilmente camperemo anche bene, ma i nostri nipoti, o i nipoti dei nostri nipoti mi sa di no, ma tanto chissenefrega, noi non ci saremo... secondo me è arrivato il momento di guardare le cose in un'ottica un pochettino più ampia rispetto al nostro solito orticello, tanto per restare in tema di vegetali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veramente mi pare che se una persona mi fa il discorso "dovremmo mangiare più frutta e verdura" direi che non é che vuole salvare il mondo. Parappappero, esistono le industrie e ci troviamo in una cultura consumista in cui mangiamo carne in scatola e ci laviamo la coscienza con il succo di ananas per farci di anti-ossidanti.

Detto ciò, andando per ordine con i tre punti che hai ripreso del mio post:

1. non so se ti fidi, ma conosco piuttosto bene la biochimica dell'alimentazione però per mandare avanti una società serve anche del buonsenso, il buonsenso ci insegna che noi esseri umani siamo gli unici esseri che hanno bisogno di alimentazione variegata, e grazie anche alle carni e derivati, riusciamo ad averla. Ok, non estremizziamo, tanto non c'é solo quello. Le proteine, il ferro e altri nutrienti per quanto sostituibili é utopico desiderare che il mondo diventi vegano.

Io mangio carne che compro dal macellaio, cerco di evitare provenienze "sconosciute" e non sono un amante dei surgelati e degli allevamenti di massa in cui magari ci scappano pure alimentazioni scorrette per gli animali.

Ripeto, è una questione di buon senso.

2. Dipende molto dallo stile di vita che fai, e da dove vivi.

Ti assicuro che se abiti, ad esempio, alla periferia di Roma e devi spostarti in una zona vicina ma mal collegata con i mezzi, allora la macchina ti serve per forza. Fosse per me andrei con la metro ovunque, ma ahimé non é così.

Considera anche che ci sono autostrade impraticabili a piedi e per raggiungere la parte opposta della città, io oltre a una macchina e al gran raccordo anulare, non ho tante alternative.

PS: vado all'università con la macchina perché sono pigro e fa un freddo atroce la mattina, il tratto é breve ma essendo io piuttosto cagionevole e cerotto preferisco cautelarmi, mondo perdonami.

3. Tu hai perfettamente ragione, ma dobbiamo essere molto realisti e poco utopici.

La gente non ha tempo (e sbaglia.) per curarsi dell'alimentazione, ci si affida a pasti veloci e si prendono cose a casaccio.

Guarda, ti dico solo che già togliendo gli insaccati si farebbero passi in avanti.

Togliendo anche gran parte dei cibi confezionati superflui che potresti trovare anche freschi, idem.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eliminare completamente i prodotti di origine animale non è affatto un buon modo per "salvare il mondo", anzi, rischia di essere un modo per "pulirsi la coscenza" (ovviamente non sto accusando nessuno, la mia è solo una constatazione) e poi non è affatto più salutare, qualunque nutrizionista dirà che le carni vanno mangiate, con moderazione ma vanno mangiate. Omettendo completamente animali&derivati non si è affatto in salute, anzi, si va contro milioni di anni di evoluzione che ci vogliono onnivori. Semmai, si dovrebbero rivedere le proporzioni fra vegetali e animali nella nostra alimentazione.

Inoltre, l'impatto ambientale dell'agricoltura in alcuni casi è superiore a quello di un allevamento intensivo (basti pensare alle grandi piantagioni in cui si coltiva una sola specie).

In queste cose la disinformazione è spesso tale da non permettere di capire a pieno la reale situazione, ma in linea di principio è giusto pensare che si debba rinunciare a qualcosa. Purtroppo, non si può aver tutto.

Spero che questo messaggio non scateni un vespaio come l'altra volta! icon_cheesygrin.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dando per assodato che le abitudini di qualche miliardo di persone siano sbagliate, è giustificato uniformarsi a loro? Se esistono le industrie e ci troviamo in una cultura consumista che si lava la coscienza con il succo d'ananas la colpa di chi è? Del resto del mondo, o forse anche nostra?

Dire che la responsabilità è di tutti, e che bisogna partire dalle piccole cose per ottenere grandi cambiamenti, non è solo retorica.

Vivo a Roma, periferia sud, lavoro tutti i giorni e per andare a lavoro la macchina non la prendo mai. In cinque anni sono entrata in ritardo solo due volte, eppure non sono wonder woman, basta organizzarsi. Se piove e sai che le strade sono intasate, basta uscire un po' prima la mattina. Anch'io ero un cerotto, mi prendevo la febbre almeno tre volte ogni inverno, da quando sono uscita dalla campana di vetro non mi ammalo più.

Hai detto che prendi la macchina perché sei pigro, non c'è niente di male in questo, il male lo vedo quando dici che non sono queste le cose che salveranno il mondo, perché è solo una giustificazione che ti dai, come fanno tanti. Non si tratta di essere realisti, si tratta di vedere le cose in prospettiva e non nell'immediato. Sarà pure una goccia nell'oceano, la mia, ma sono dell'idea che è meglio che ce la metta, sta goccia, se voglio che qualcosa cambi.

Comunque, la disinformazione c'è in una direzione e nell'altra. Se sei una persona sana, senza patologie e senza particolari problemi di salute, un nutrizionista potrà anche dirti che devi mangiare carne con moderazione, ma se ti dicesse che non mangiandola ti ammalerai, o se ti dicesse che non è sostituibile con prodotti di origine vegetale, non sarebbe né professionale né serio. Esistono diete perfettamente bilanciate senza l'apporto della carne e del pesce. E questo senza andare a scomodare teorie sull'evoluzione (che anche lì ce ne sarebbe da discutere a pacchi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
se ti dicesse che non è sostituibile con prodotti di origine vegetale, non sarebbe né professionale né serio. Esistono diete perfettamente bilanciate senza l'apporto della carne e del pesce
le proteine non sono solo proteine: le sequenze di amminoacidi che formano le proteine delle carni e quelle che trovi nei semi delle fabaceae sono completamente diverse. Se sono differenti vuol dire che non sono intercambiabili.

Riguardo l'evoluzione poi, il nostro cammino evolutivo (che non è lineare) è andato verso un maggior sviluppo del cervello proprio perchè gli afarensis iniziarono a magiare carni. Possiamo vedere un esempio di ciò che affermo molto più vicino a noi: Pan troglodytes (meglio noto come scimpanzè), esso è la specie più simile alla nostra e, guarda caso, è l'unico ominide (gli altri sono rappresentati dai generi Homo, Pongo e Gorilla) a integrare la sua dieta con carni (è poco noto, ma lo fanno); questo vorrà pur dire qualcosa no?

Con questo non voglio dire che dovremmo fare tutti i carnivori, solo che la scienza ritiena completamente errata l'eliminazione totale dei derivati animali dalla dieta.

Il guaio è, che siamo entrambi così convinti di aver ragione che rischiamo di non riuscire a chiarirci mai. icon_smile.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Shelil Vesal ha più o meno detto tutto quello che c'era da dire :P

Eliminare completamente i prodotti di origine animale non è affatto un buon modo per "salvare il mondo", anzi, rischia di essere un modo per "pulirsi la coscenza" (ovviamente non sto accusando nessuno, la mia è solo una constatazione) e poi non è affatto più salutare, qualunque nutrizionista dirà che le carni vanno mangiate, con moderazione ma vanno mangiate.

Questo non è vero. Tralasciando il fatto che al mondo ci sono milioni di vegetariani in perfetta salute, non sono pochi i nutrizionisti che indicano il vegetarianesimo come scelta di lunga vita (tra cui Veronesi, che è anche oncologo).

Che la carne faccia bene o no, quella che si vende nei supermercati è un prodotto malato. Lo è perché viene da animali malati, cresciuti e macellati in condizioni disumane (c'è disinformazione, credimi); è malata perché è piena di medicine, antibiotici, ormoni (alle neonate svezzate con la carne cresce un seno più dell'altro; in America, dove sono consumatori estremi di carne, dilaga la ginecomastia - la crescita delle tette negli uomini - a causa degli estrogeni in eccesso).

L'industria zootecnica inquina più dell'intera industria dei trasporti. E' un dato statistico.

Pensa a quante risorse servono per crescere una mucca... Se tutta quell'acqua e tutti quei cereali fossero usati per nutrire gli umani? Pensa anche che quei cereali spesso e volentieri vengono coltivati nel terzo mondo, dove i campi vengono invasi e la gente sfruttata per nutrire i nostri animali (e sfamare una sola famiglia, magari).

Lo stesso vale per il pesce; i sistemi di pesca moderni provocano una devastazione ambientale che distrugge interi ecosistemi.

Con questo non voglio evangelizzare nessuno, si tratta di scelte che riguardano la coscienza e l'etica personale innanzitutto.

Però attenzione a riportare informazioni fuorvianti... Su quello che c'è dietro il consumo di carne si sa ben poco, perché le informazioni sono attentamente censurate da un'industria miliardaria che non ha certo a cuore la sopravvivenza del pianeta... E poi lo sosteneva anche il buon Einstein, che era vegetariano convinto! icon_wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E poi lo sosteneva anche il buon Einstein, che era vegetariano convinto!
lo era anche Leonardo da Vinci se è per questo, ma non vuol dire necessariamente che avessero ragione! E' anche un fatto che la nostra sia una specie predatrice (o super predatore, per usare la giusta terminologia.)

Che l'attuale industria zootecnica consumi troppo è vero, com'è vero che in molte carni ci sono un bel po' di "schifezze". Però, personalmente, non ritengo che l'elimianzione totale delle carni sia consigliabile. Un suo moderato consumo non può che fare bene, posso però convenire sul fatto che la gran parte della nostra alimentazione dovrebbe essere di origine vegetale.

Probabilmente, per dipanare la matassa servirebbero anni di studi scientifici specifici, allora si potrebbe affermare senza ombra di dubbio se la nostra sia o no una specie onnivora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×