Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

https://www.writersdream.org/forum/forums/topic/40013-il-criminale-46/?do=findComment&comment=706037

 

Quinta parte (nota: questa - breve - parte costituisce uno spezzone unico con la precedente - tra le due c'è un discorso spezzato nel mezzo)

 

Link alla prima parte: https://www.writersdream.org/forum/forums/topic/40004-strawberry-point-17/

Link alla seconda parte: https://www.writersdream.org/forum/forums/topic/40014-strawberry-point-27/

Link alla terza parte: https://www.writersdream.org/forum/forums/topic/40026-strawberry-point-37/

Link alla quarta parte: https://www.writersdream.org/forum/forums/topic/40044-strawberry-point-47/

 

***

 

«Oddio!», urlo barcollando all'indietro. Lui stringe il mio computer, non capisco più niente: «Ridammi quell'affare, mostro maledetto!», urlo accecato dall'orrore, buttandomi addosso a Motta.

Ma lui è più veloce di me: con forza sovrumana mi dà una computerata in faccia e mi manda a gambe all'aria contro la mia serra, che crolla scoppiando in mille pezzettini.

Tento di rialzarmi ma lui mi schiaccia a terra con un piede.

«Maledetto!», sibilo, «prenditi tutto ma non Vita di Jimmy... Quella è l'unica copia, bastardo!»

«Mi spiace Tristano», dice lui grave. «Hai avuto la tua occasione per redimerti: incontrare Jimmy sarebbe potuto essere il punto di svolta della tua vita, e invece ti sei mostrato solo essere quel pazzo psicopatico torturatore che tutti sospettavamo tu fossi.»

«Torturatore un cazzo...», sibilo tra i denti. «Vita di Jimmy serve a mostrare quanto è corrotto il mondo... Quanto siamo cattivi... È arte, cretino, non tortura... Tsé, ma che vuoi capirne, tu?»

«Sì, sì, arte... Ti ho dato una possibilità, ma hai scelto di assumere il ruolo del cattivo, in questa storia: ora, la logica della narrazione non lascia spazio che per una sola cosa.»

Io tento di divincolarmi.

«La vendetta», dice lui grave, stringendo il pugno davanti ai miei occhi.

«In quanto a Vita di Jimmy,» aggiunge, facendo roteare il mio portatile sulle dita, come il più grande fidget spinner del mondo, «lo finisco io.»

Il sangue mi si gela nelle vene: «Non ti permettere, maledetto!», gli urlo, agitandomi disperato sotto alla sua scarpa. «Jimmy è mio, mio soltanto!», grido, battendomi una mano forte sul petto, «Ridammi quel computer, pezzo di merda!» Tento di liberarmi in tutti i modi ma lui mi preme a terra; raschio la gola e gli sputo, ma lui piega la gravità e il catarro mi si spiaccica in faccia.

«Questo è un incubo!», urlo disperato, gli occhi coperti di espettorato, «Un incubo! Un incubo! Un incubo! Vattene viiiia maledetto, vattene viiiiiiiia!»

«Addio Tristano», dice lui, alzando il piede e voltandosi.

Mi dà le spalle, è ora o mai più: afferro una roncola tra i detriti della serra e gli salto addosso.

Mi blocco a mezz'aria, casco a terra con le mani sull'ano: un bruciore infinito mi dilania lo sfintere.

«Aaaaahhhhh... Cosa mi hai fatto?», grido contorcendomi a terra come un verme in agonia.

«Emorroidi strozzate croniche», spiega lui, senza voltarsi, «Incurabili.»

«Abituati», aggiunge, poi sparisce in una nuvoletta di vapore azzurrognolo.

Solo nel giardino distrutto, rimango un attimo ad ansimare a denti stretti, cercando di imparare almeno un pochino a tollerare questo nuovo, straziante dolore. Poi mi trascino a quattro zampe sull'erba, raggiungo il garage.

«Angela...», chiamo a bassa voce, tendendo una mano tremante verso l'ingresso.

Davanti c'è la Volvo grigia del mio editor. Tendo le orecchie stringendo le natiche, ci sono voci dentro: «Oddio facciamo veloce però eh! Se l'idiota ci becca son cazzi amari, eh!...Sì sì, toglile via, toglile via veloce che ho voglia!», dice Angela ansimando forte - rumore inconfondibile di una donna che copula.

Allora mi accascio a terra e scoppio in un pianto disperato: che ne sarà di me?

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite AndC

@gmela

 

Continuo a seguirti e a seguire questa storia con piacere e passione.

 

 

Il 8/10/2018 alle 10:19, gmela ha detto:

che crolla scoppiando in mille pezzettini.

Lo scoppio rende bene l'idea, ma forse si ricollega troppo all'esplosione del finale precedente (quasi da risultare leggermente ripetitiva, intendo). Forse "frantumandosi" o simili.

 

Il 8/10/2018 alle 10:19, gmela ha detto:

raschio la gola e gli sputo, ma lui piega la gravità e il catarro mi si spiaccica in faccia.

xD. Ottima!

 

Il 8/10/2018 alle 10:19, gmela ha detto:

eh!...

Mica mi convince troppo così messa, la punteggiatura, mi verrebbe più corretto al contrario: prima i tre puntini e poi l'esclamativo. Cioè, per il senso che vuoi dargli (prima l'esclamazione, poi la pausa), è più giusto come hai scritto tu, eppure, grammaticalmente ho qualche dubbio (non meglio controllato).

 

Il 8/10/2018 alle 10:19, gmela ha detto:

dice Angela ansimando forte - rumore inconfondibile di una donna che copula.

Non so, la frase cancellata è proprio un po' da voce fuori campo "spiegozzativa"... io la eliminerei, a meno che non ti serva per un successivo riallaccio della trama metaletteraria.

 

Al prossimo capitolo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, AndC ha detto:

Lo scoppio rende bene l'idea, ma forse si ricollega troppo all'esplosione del finale precedente (quasi da risultare leggermente ripetitiva, intendo). Forse "frantumandosi" o simili.

@AndCHai ragione! Putroppo è un errore che faccio spesso, quello di ripetere due volte la stessa frase... Andrebbe evitato, ma spesso non me ne rendo proprio conto!

 

6 ore fa, AndC ha detto:
Il 8/10/2018 alle 10:19, gmela ha detto:

raschio la gola e gli sputo, ma lui piega la gravità e il catarro mi si spiaccica in faccia.

xD. Ottima!

Grazie, questa in effetti divertiva anche me ;)

 

6 ore fa, AndC ha detto:
Il 8/10/2018 alle 10:19, gmela ha detto:

eh!...

Mica mi convince troppo così messa, la punteggiatura, mi verrebbe più corretto al contrario: prima i tre puntini e poi l'esclamativo. Cioè, per il senso che vuoi dargli (prima l'esclamazione, poi la pausa), è più giusto come hai scritto tu, eppure, grammaticalmente ho qualche dubbio (non meglio controllato).

Errore di battitura, così non ha proprio senso, mi è scappato il dito, mi sa!

 

6 ore fa, AndC ha detto:
Il 8/10/2018 alle 10:19, gmela ha detto:

dice Angela ansimando forte - rumore inconfondibile di una donna che copula.

Non so, la frase cancellata è proprio un po' da voce fuori campo "spiegozzativa"... io la eliminerei, a meno che non ti serva per un successivo riallaccio della trama metaletteraria.

La frase non viene richiamata più vanati e effettivamente si potrebbe omettere. Per come la vedevo io si trattava di un pensiero di Tristano (che use come sempre parole e espressioni un po' strambe), quindi grazie del commento, è interessante che tu l'hai visto più come una voce fuori campo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×