Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

afe

Pluriversum Edizioni

Post raccomandati

Nome: Pluriversum Edizioni

Generi trattati: narrativa (più o meno tutta), saggistica

Modalità di invio dei manoscritti: non specificato (pagina contatti:http://www.pluriversumedizioni.it/contacts/)

Distribuzione: non specificato

Sito: http://www.pluriversumedizioni.it/

Facebook: https://www.facebook.com/groups/www.pluralcosmos.it/ - https://www.facebook.com/groups/www.pluriversumedizioni.it/ - https://www.facebook.com/diadema.pluriversumedizioni/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi hanno contattato via messenger,  e volevano telefonarmi per "spiegarmi" il funzionamento della loro CE,  intanto sono andata a vedere e sul sito c'è scritto che l"editing è a pagamento; alla mia specifica domanda se sono una CE a pagamento o doppio binario mi hanno risposto di no. Io non ho acconsentito alla telefonata. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci hanno risposto in maniera molto accurata e riassumo (riportando qualche parte significativa del loro messaggio):

 

Accettano esordienti; ma attraverso i propri talent scout la casa editrice preferisce andare in cerca di autori piuttosto che attendere la manna dal cielo.

Non pubblicano a contributo.

Offrono gratuitamente i servizi editoriali funzionali alla pubblicazione (correzione di bozza, impaginazione, editing e copertina); ma se l'autore richiede una consulenza sull'editing o uno specifico servizio non strettamente necessario alla pubblicazione, come per esempio traduzioni e illustrazioni, si fanno pagare. Cito: "Invero, un conto è l'editing (che comunque avviene con la collaborazione dell'autore), ben altro è fornire indicazioni di natura didattica su come scrivere correttamente, sfruttando la fase di editing per fare "scuola". Sono tuttavia pochissimi gli autori che si avvalgono di questo servizio a pagamento che perciò riveste per la Pluriversum un carattere del tutto occasionale. Inoltre, tenuto conto che l'editing stesso, come detto, avviene con la collaborazione imprescindibile dell'autore, si finisce comunque per dare suggerimenti e quant'altro ai limiti della vera e propria consulenza."

Sono distribuiti da Euroservizi di Bologna, il quale opera su Emilia-Romagna, Toscana, Umbria e Marche. Attraverso il catalogo Arianna sono in grado di avvalersi della catena libraia della Feltrinelli e della Ubik a livello nazionale. Cito: "Qualche problema lo incontriamo con la Mondadori Store... tali librerie elaborano le anagrafiche solo se ci sono specifici ordini, mentre Feltrinelli e Ubik le hanno a prescindere (e abbiamo notato che non sempre gli addetti alle librerie fanno le anagrafiche). Con alcune piccole librerie abbiamo stipulato accordi specifici e diretti per cui i libri sono a scaffale. Chiediamo in particolare agli autori di fornirci il nome di delle librerie ove ritengano indispensabile la presenza del libro."

Seguono gli autori nella fase di post-produzione nei limiti delle loro possibilità, anzitutto formulando un calendario di eventi in base al Piano editoriale che fanno redigere all'autore in vista della pubblicazione; inoltre diramano comunicati stampa ad hoc, lavorano nel web con campagne promozionali nei social, hanno una cospicua rete di blog. Nel 2019 parteciperanno a qualche Fiera di settore, come quella della piccola e media editoria di Modena.

 

Sposto in Free, visto che a quanto si nota la richiesta di contributo è dettata da una richiesta di maggiori servizi da parte dell'autore.

Qualora qualcuno abbia avuto esperienze dirette per supportare o confutare questa tesi, lo prego di intervenire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Gonewithlove ha detto:

Ho dimenticato di aggiungere che avrei dovuto dare a loro il ricavato, anche se non avessi venduto tutte le copie. 

 

Perdona, ma non è chiaro questo passaggio: tu hai acquistato le copie preventivamente (pagandole quindi), per cui avresti potuto farne ciò che desideravi e cioè regalarle o venderle a terzi.

Avresti dovuto cedere loro anche il ricavato della tua vendita nonostante quelle copie tu le avessi già pagate, oppure avresti dovuto (come richiedono alcuni editori) "soltanto acquistare" le 30 copie e poi scegliere se venderle (tenendoti l'incasso e recuperando l'esborso) o regalarle?

In pratica, in questo caso avresti pagato le copie all'editore una sola volta e avresti potuto recuperare quei soldi rivendendole tutte, nel primo sarebbe stato come pagarle due volte.

Credo sia un dettaglio importante da comprendere.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
42 minuti fa, Gonewithlove ha detto:

Avrei dovuto pagarle, rivenderle e dare il ricavato all'editore. 

 

:aka:

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Gonewithlove ha detto:

Avrei dovuto pagarle, rivenderle e dare il ricavato all'editore. 

:aka:

Questa non l'avevo mai sentita!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Gonewithlove Grazie per la tua specifica.

In effetti, come suggeriscono i miei colleghi, una politica di questo tipo non l'abbiamo mai incontrata e spero tu sia sicuro di quello che hai detto.

Richiedere il pagamento delle copie è di per sé editoria a pagamento, ma richiederne anche i proventi senza lasciare nulla all'autore significherebbe aver letteralmente regalato denaro alla Casa Editrice: un paradosso.

Le tue parole vanno quindi in netto contrasto con quanto riferitoci dall'Editore stesso. Non volendo puntare il dito contro nessuno, né Editore né Autore (non è questo il nostro scopo) la discussione rimarrà per ora qui, nella sezione di passaggio e di test, fino a quando non avremo le idee più chiare.

Ci riserviamo la possibilità di ricontattare l'Editore e chiedere chiarimenti.

 

Buon proseguimento a tutti.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti. Io sono un nuovo iscritto e, per caso, mi sono imbattuta in questa conversazione. Anche io ho avuto a che fare con loro e quoto ogni parola di gonewithlove. A me hanno chiesto 250 euro di editing per un romanzo e pure io ho pagato. La delusione è stata enorme quando ho scoperto che i loro servizi editoriali sono sommari e l'editing presenta numerosi errori, sia grammaticali che di carattere storico-geografico. Anche a me hanno chiesto di acquistare le copie e per la somma di 350 euro. Neppure io ho pagato perché all'epoca, l'anno scorso, ero disoccupato e loro mi hano proposto di acquistare le copie e dare tutto il ricavato alla Pluriversum. Devo, però,specificare che loro hanno detto mi avrebbero inviato le copie anche se non avessi pagato immediatamente, ma avrei dovuto dare a loro l'intera somma guadagnata dalla vendita del libro. Secondo me, non è una prassi corretta. Ho anche svolto varie mansioni all'interno della CE, senza mai percepire un centesimo. Quando mi sono ribellata, chiedendo ciò che mi spettava, la loro risposta è stata che non potevo pretendere nulla in quando non avevo alcun contratto. Questa esperienza mi ha davvero fiaccato, tant'è che sto seriamente pensando di pubblicare solo in self da ora in poi.

  • Triste 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, Gonewithlove ha detto:

Ovviamente, ho le prove per confutare ciò che dico...

Forse vuoi dire "supportare". Confutare significa smentire. In ogni caso provvederemo a contattare la Casa Editrice.

 

@thetruthisoutthere Grazie anche a te per la testimonianza; tuttavia ci piacerebbe che i nuovi iscritti si presentassero in Ingresso, prima di partecipare alle discussioni del forum :) 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 30/11/2018 alle 16:22, Niko ha detto:

Forse vuoi dire "supportare". Confutare significa smentire. In ogni caso provvederemo a contattare la Casa Editrice.

 

@thetruthisoutthere Grazie anche a te per la testimonianza; tuttavia ci piacerebbe che i nuovi iscritti si presentassero in Ingresso, prima di partecipare alle discussioni del forum :) 

 

Si, mi sono confusa. Comunque, ho delle prove inconfutabili. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per questioni di natura legale abbiamo dovuto rimuovere le dichiarazioni di un utente su sua richiesta.

In relazione alla testimonianza raccolta e al riscontro dato anche da @thetruthisoutthere (a cui chiedo la cortesia di presentarsi in Ingresso), la CE resta comunque in "Da testare".

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ElleryQ scusa se non mi sono presentato tempestivamentre, ma ho rimediato adesso! Vorrei aggiungere che la Pluriversum, i cui direttori fanno un uso smodato della parola "pluralità", non conosce neppure lontanamente il significato di questo termine. In quella CE, non esiste democrazia, bensì dittatura. Non puoi esprimere critiche o altro nei loro confronti, altrimenti partono subito minacce di natura legale e,inoltre, non esitano  a denigrare pubblicamente il malcapitato/a che ha l'ardire di non sottostare ai loro voleri. Tutti coloro che hanno avuto la sventura di avere a che fare con questo carro armato, non potranno che confermare le  mie parole. Riempiono le lettere con parole come " lealta" e "amicizia" , tuttavia la realtà è ben diversa; già il fatto che si professino free e poi vi chiedano di pagare i servizi come editing e book trailer, fa ben capire con chi si ha a che fare. Sono peggio del Gruppo Albatros perché queli, almeno, lo dicono chiaro che per pubblicare bisogna pagare e ti procurano pure interviste televisive. Loro, invece, prima ti illudono e poi ti prendono a mazzate perché una CE che vorrebbe fare del free la sua bandiera, non chiede 250 euro di editing e pretende pure che acquisti un determinato tot di cope per la promozione. Addirittura, hanno i paccheti promozionali, che comprendono interviste a blogger ( io ne ho fatte almeno 50 quattro anni fa e tutte gratis), book trailer ( per questo ho sborsato solo venti euro) etc il cui prezzo varia da circa trecento euro in su. Alla faccia del bicarbonato di sodio, direbbe il grande Totò! E si permettono pure di criiticare chi decide di pubblicare in self! Ma cosa credono, che i soldi ci escono dalle mattonelle? Io, almeno, mi spacco il sedere lavorando, quindi, non ho alcuna intenzione di regalare altro denaro a editori che promettono, ma non mantengono e hanno pure l'ardire di minacciare a tuttoi spiano!

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, thetruthisoutthere ha detto:

@ElleryQ scusa se non mi sono presentato tempestivamentre, ma ho rimediato adesso! Vorrei aggiungere che la Pluriversum, i cui direttori fanno un uso smodato della parola "pluralità", non conosce neppure lontanamente il significato di questo termine. In quella CE, non esiste democrazia, bensì dittatura. Non puoi esprimere critiche o altro nei loro confronti, altrimenti partono subito minacce di natura legale e,inoltre, non esitano  a denigrare pubblicamente il malcapitato/a che ha l'ardire di non sottostare ai loro voleri. Tutti coloro che hanno avuto la sventura di avere a che fare con questo carro armato, non potranno che confermare le  mie parole. Riempiono le lettere con parole come " lealta" e "amicizia" , tuttavia la realtà è ben diversa; già il fatto che si professino free e poi vi chiedano di pagare i servizi come editing e book trailer, fa ben capire con chi si ha a che fare. Sono peggio del Gruppo Albatros perché queli, almeno, lo dicono chiaro che per pubblicare bisogna pagare e ti procurano pure interviste televisive. Loro, invece, prima ti illudono e poi ti prendono a mazzate perché una CE che vorrebbe fare del free la sua bandiera, non chiede 250 euro di editing e pretende pure che acquisti un determinato tot di cope per la promozione. Addirittura, hanno i paccheti promozionali, che comprendono interviste a blogger ( io ne ho fatte almeno 50 quattro anni fa e tutte gratis), book trailer ( per questo ho sborsato solo venti euro) etc il cui prezzo varia da circa trecento euro in su. Alla faccia del bicarbonato di sodio, direbbe il grande Totò! E si permettono pure di criiticare chi decide di pubblicare in self! Ma cosa credono, che i soldi ci escono dalle mattonelle? Io, almeno, mi spacco il sedere lavorando, quindi, non ho alcuna intenzione di regalare altro denaro a editori che promettono, ma non mantengono e hanno pure l'ardire di minacciare a tuttoi spiano!

Anche io ho avuto la sfortuna di avere a che fare con loro e non posso che confermare le parole di @thetruthisoutthere . Maledico il giorno in cui ho firmato il contratto! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una utente ci segnala questa pagina nel sito della CE, dove pur inserendo "None" a tutte le voci presenti ne resta sempre una:

 

5. Pubblicazione entro

5 mesi 4 mesi 3 mesi 2 mesi 1 mese  

 

Anche inserendo la spunta al tempo massimo (5 mesi), compare un costo, che in tal caso è 50 euro; i prezzi lievitano aggiungendo ulteriori servizi (editing incluso).

In base a questa politica apertamente dichiarata, la CE viene spostata in EAP.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, ElleryQ ha detto:

Una utente ci segnala questa pagina nel sito della CE, dove pur inserendo "None" a tutte le voci presenti ne resta sempre una:

 

5. Pubblicazione entro

5 mesi 4 mesi 3 mesi 2 mesi 1 mese  

 

Anche inserendo la spunta al tempo massimo (5 mesi), compare un costo, che in tal caso è 50 euro; i prezzi lievitano aggiungendo ulteriori servizi (editing incluso).

In base a questa politica apertamente dichiarata, la CE viene spostata in EAP.

Beh, almeno ora dichiarano apertamente di essere una EAP. Inoltre, leggendo il contratto standard, si nota che le royalties per gli autori che vendono 100 copie ammontano ad un misero 2%. E anche se si dovessero superare le 750 copie, L'editore potrebbe decidere di versare il  corrispettivo in copie, piuttosto che in denaro. Questa prassi mi è nuova, a dirla tutta! 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 30/12/2018 alle 02:14, ElleryQ ha detto:

Una utente ci segnala questa pagina nel sito della CE, dove pur inserendo "None" a tutte le voci presenti ne resta sempre una:

 

5. Pubblicazione entro

5 mesi 4 mesi 3 mesi 2 mesi 1 mese  

 

Anche inserendo la spunta al tempo massimo (5 mesi), compare un costo, che in tal caso è 50 euro; i prezzi lievitano aggiungendo ulteriori servizi (editing incluso).

In base a questa politica apertamente dichiarata, la CE viene spostata in EAP.

Quei furbastri adesso non permettono più di visualizzare i pacchetti editoriali e il contratto standard; bisogna richiedere la password per accedere a tali sezioni. Chissà come mai..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×