Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

theco

Premio Italo Calvino XXXII edizione [scad. 12/10/18]

Post raccomandati

E' in corso di validità il bando della XXXII edizione del premio Italo Calvino.

Si concorre inviando un’opera inedita di narrativa in lingua italiana: romanzo, racconto o raccolta di racconti, in ogni caso di lunghezza complessiva superiore alle sessantamila battute, spazi inclusi.

L’autore non deve aver pubblicato nessun’altra opera narrativa in forma di libro autonomo, sia cartaceo che e-book.

Per i sei mesi successivi alla premiazione, l’Associazione, in accordo con gli autori, gratuitamente e in esclusiva, potrà rappresentare presso le case editrici le opere finaliste.

La quota di iscrizione per testi con numero di battute inferiore o uguale a seicentomila, spazi inclusi, è di € 100. Per testi che superino le seicentomila battute, spazi inclusi, la quota di iscrizione è di € 120. Per testi che superino le novecentomila battute, spazi inclusi, la quota di iscrizione è di € 150. Per i concorrenti di età inferiore ai 26 anni sono previste riduzioni della quota.

La Giuria designerà l’opera vincitrice, al cui autore sarà attribuito un premio di € 1.500 e, in linea di massima, individuerà altri due testi per una menzione, a ciascuno dei quali sarà attribuito un premio di € 500.

 

Per il bando completo:

https://www.premiocalvino.it/bando-della-xxxii-edizione/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non saprei, sembra un concorso di alta qualità e ho un solo libro che potrei sentirmi di spedire... che peraltro ho già mandato di recente a qualche agenzia e CE O_O

Per di più non mi è chiaro che genere prediligono. "Narrativa"? Tutto qui?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, Francesca Moleskina ha detto:

Qualcuno di voi parteciperà? Io sono un po' in alto mare, ma ho messo la quinta per cercare di finire in tempo...

Io ho partecipato lo scorso anno con un lavoro che avevo terminato di scrivere 2-3 giorni prima la data di scadenza del bando. In pratica non ho fatto in tempo neanche a rileggere quello che avevo scritto. Ero perfettamente consapevole dei limiti che il lavoro presentava e che sono stati evidenziati nella scheda di lettura che poi mandano a tutti i partecipanti.

Nel frattempo ci ho lavorato molto sopra e penso di aver rimosso gran parte di quei limiti. Parteciperò anche a questa edizione e se non andrà bene di nuovo mi metterò l'anima in pace, limitandomi a proporre il romanzo a qualche CE.

Per rispondere a @Xal, non credo facciano una questione di genere, secondo me sono più influenzati dallo stile di scrittura. Sul fatto che tu abbia inviato il libro già a qualche agenzia o CE non mi farei problemi, lo facciamo tutti. Se poi, come ti auguro, qualcuno ti proponesse di pubblicarlo allora avresti solo da chiamare la segreteria per ritirare l'opera dal concorso (100 euro buttati ma sono sicuro che te ne importerebbe ben poco :D).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per la risposta, @Edgar75!

Mi hai tolto un bel dubbio!

 

Ora però me ne è venuto un altro: non leggo da nessuna parte nel regolamento del concorso informazioni sullo pseudonimo! Io sono terrorizzata all'idea che il mio vero nome possa comparire da qualche parte (abbiate pazienza, ognuno ha le sue! :()

Che tu sappia è possibile chiedere di mantenere l'anonimato o lo pseudonimo?

 

Per farti capire l'entità del mio problema: se Mondadori mi offrisse di pubblicare solo con il mio vero nome rifiuterei! :facepalm::facepalm: Siamo messi bene!

  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Xal

Hai ragione, ognuno ha le sue e io ho grandissimo rispetto delle fobie. Se apri il form di iscrizione al concorso vedrai che sotto nome e cognome c'è la possibilità di indicare uno pseudonimo. Tra parentesi hanno scritto "solo se strettamente necessario". Visto che per te è necessario indicalo senza farti troppi problemi.

Ciao

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti, pongo una domanda forse sciocca, ma ho davvero bisogno di consigli.

Premessa: qualche anno fa ho scritto un romanzo che arrivò secondo al Premio Neri Pozza Under 35. Non vinsi la pubblicazione, e a giusta ragione, perché il testo era molto lacunoso. Dopo un paio d'anni di progettazione, l'ho riscritto da zero. Il prodotto finale lo trovo ulteriormente migliorabile ma, devo confessare, anche piuttosto soddisfacente. Ho chiesto il parere di un editor che non menziono per non andare OT e lui, nonostante abbia rilevato alcuni aspetti potenziabili del romanzo (sui quali concordo), mi ha anche suggerito di provare a mandarlo al Calvino perché secondo lui potrebbe essere d'interesse.

Ora, io sono divorata dai dubbi. Il Calvino sta per scadere ed è costoso: per il mio testo dovrei versare 150 euro, in più realizzare due copie cartacee e spedire il tutto, per un totale di spesa che supererebbe i 200 euro. Non lavorando, non sono pochi. Vorrei seguire il consiglio dell'editor, ma di contro sono consapevole che il testo sarebbe migliorabile, soprattutto per quanto riguarda l'arco di trasformazione del protagonista da tre quarti in poi.

Cosa mi consigliate di fare? Aspetto, ci lavoro e lo mando l'anno prossimo? Oppure mi butto? Non avendo mai seguito da vicino le varie edizioni, non vorrei cercassero testi già praticamente perfetti. A quel punto, preferirei, anche per rispetto della giuria e degli altri scrittori, lavorare sul mio e ritentare. O forse sarebbero poi loro a proporre un editing del testo, editing che comunque mi è stato prospettato come abbastanza leggero?

Scusatemi per i tanti dubbi, ma sono davvero confusa. Grazie in anticipo per le eventuali risposte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Alice, capisco i tuoi dubbi ma a mio parere se il tuo romanzo, pur imperfetto, è arrivato comunque a pochi passi dalla vittoria nel Neri Pozza, adesso che l'hai migliorato avrà sicuramente buone chances anche al Calvino. Vero che sono arrivati in finale o hanno vinto, a volte, romanzi di persone che avevano frequentato scuole di scrittura, ma il famoso quid che il Calvino cerca penso vada oltre le imperfezioni, naturali, di un esordiente. In ogni caso, qui sul WD è intervenuta Chiara Ippolito del Premio, puoi chiedere delucidazioni a lei (che se non sbaglio ha fatto un intervento poco fa). In bocca al lupo per la tua carriera letteraria, vedrai che prima o poi incontrerai la grande occasione!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille! Il fatto è anche che sono indecisa se partecipare anche perché, se lo faccio, non posso poi tentare la fortuna con un altro grosso concorso in scadenza a febbraio, che non so se posso menzionare qui. In verità mi piace parecchio il Calvino, e ho molti dubbi sull'altro, ma non so che fare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite clapetrux
22 minuti fa, Alice Bassi ha detto:

verità mi piace parecchio il Calvino

Alice, credo che il Calvino sia il più importante premio per esordienti in Italia e che qualsiasi testo sia perfettibile, come mi ha detto un amico tempo fa. Io investirei, credo ne valga la pena, specie con le premesse che hai fatto (si tratta evidentemente di un testo di valore).

 

Intanto, dopo aver lumato il Premio per tre anni, stamattina ho portato a termine l’iter di iscrizione consegnando i manoscritti. Partecipo con il primo romanzo scritto nella mia vita . Vediamo che succede :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Alice Bassi hai già raggiunto un buon risultato in un concorso di tutto rispetto, direi che dovresti investire quei 100 euro e partecipare al PIC. Il tuo testo è già buono e parti sicuramente avvantaggiata. Il PIC ti può portare a un ventaglio di scelta di case editrici come nessun altro. E te lo dico da finalista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Draka ha detto:

@Alice Bassi hai già raggiunto un buon risultato in un concorso di tutto rispetto, direi che dovresti investire quei 100 euro e partecipare al PIC. Il tuo testo è già buono e parti sicuramente avvantaggiata. Il PIC ti può portare a un ventaglio di scelta di case editrici come nessun altro. E te lo dico da finalista.

Wow, congratulazioni! E' un onore poter parlare con te, dico davvero.

Ragazzi, non so come ringraziare tutti quanti, comunque: seguirò il vostro consiglio, domattina invierò il materiale. Grazie!

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Alice Bassi,

La decisone è già presa e forse arrivo tardi.

Vorrei però aggiungere una mia esperienza personale in base a quanto riferisci:

 

11 ore fa, Alice Bassi ha detto:

sono consapevole che il testo sarebbe migliorabile, soprattutto per quanto riguarda l'arco di trasformazione del protagonista da tre quarti in poi.

 

Tu sai che il testo “non è pronto” e questo è già una grande consapevolezza, magari l’avessi avuta io questa certezza. Quando ignoravo i punti deboli del il mio romanzo (ed è successo anche a te per il Neri Pozza) mi sono trovata finalista per un altro concorso importante e anch’io non ho vinto. E lo sai perché? Non sapevo che il mio testo, analizzato da un occhio più esperto, che lo inquadrava in certi tecnicismi (come può essere “l’arco di trasformazione di un personaggio”) tipici poi anche di una certa giuria di qualità, non superava l’esame. Prima non lo sapevo, ora lo so. Sto lavorando per rendere il mio testo migliore e quando subentrerà solo una “questione di gusto”, allora, potrò considerarlo veramente pronto. Ti scrivo questo perché, se malauguratamente dovessero arrivare degli insuccessi, bisogna essere in grado di fronteggiare un esito negativo, senza rimpianti. Puoi scegliere di mettere da parte questa somma e reinvestirla l’anno prossimo. Naturalmente, se accetti di gareggiare, tutte queste insicurezze non le  devi considerare e vivere l’attesa con maggiore spensieratezza.

 Un caro augurio, qualsiasi sia la tua scelta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, Valentina Iusi ha detto:

Ciao @Alice Bassi,

La decisone è già presa e forse arrivo tardi.

Vorrei però aggiungere una mia esperienza personale in base a quanto riferisci:

 

 

Tu sai che il testo “non è pronto” e questo è già una grande consapevolezza, magari l’avessi avuta io questa certezza. Quando ignoravo i punti deboli del il mio romanzo (ed è successo anche a te per il Neri Pozza) mi sono trovata finalista per un altro concorso importante e anch’io non ho vinto. E lo sai perché? Non sapevo che il mio testo, analizzato da un occhio più esperto, che lo inquadrava in certi tecnicismi (come può essere “l’arco di trasformazione di un personaggio”) tipici poi anche di una certa giuria di qualità, non superava l’esame. Prima non lo sapevo, ora lo so. Sto lavorando per rendere il mio testo migliore e quando subentrerà solo una “questione di gusto”, allora, potrò considerarlo veramente pronto. Ti scrivo questo perché, se malauguratamente dovessero arrivare degli insuccessi, bisogna essere in grado di fronteggiare un esito negativo, senza rimpianti. Puoi scegliere di mettere da parte questa somma e reinvestirla l’anno prossimo. Naturalmente, se accetti di gareggiare, tutte queste insicurezze non le  devi considerare e vivere l’attesa con maggiore spensieratezza.

 Un caro augurio, qualsiasi sia la tua scelta.

Grazie di cuore per il tuo messaggio, l'ho apprezzato davvero tanto. In verità, proprio perché volevo presentare un arco di cambiamento del protagonista valido, ieri mi sono imbarcata in un'opera disperata: ho revisionato e riscritto diverse parti del romanzo, fino alle 5 di stamattina. Ora lo trovo soddisfacente e, anche se di sicuro sarebbe possibile sempre tagliare e migliorare qualsiasi cosa, sono contenta di ciò che ho fatto e, al momento, mi trovo in copisteria. Sono elettrizzata, perché probabilmente non arriverò mai tra i finalisti, ma (venendo anche da una brutta depressione) sono fiera di non aver mollato e di averci provato fino all'ultimo. Incrocio le dita... 😄

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Alice Bassi ha detto:

ho revisionato e riscritto diverse parti del romanzo, fino alle 5 di stamattina.

 

Ecco, questo è davvero lo spirito giusto in cui mi ritrovo tanto anch'io <3

Allora, se si è dato il massimo, qualcuno dovrà pur tenerlo in considerazione :mazza:

Non si dicono, ma ho anche io i miei riti scaramantici. La fortuna conta fino a un certo punto, non incrociare le dita che poi è difficile scrivere nuove storie :D

Io farò il tifo per te, aggiornaci poi sui risultati ;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Valentina Iusi ha detto:

 

Ecco, questo è davvero lo spirito giusto in cui mi ritrovo tanto anch'io <3

Allora, se si è dato il massimo, qualcuno dovrà pur tenerlo in considerazione :mazza:

Non si dicono, ma ho anche io i miei riti scaramantici. La fortuna conta fino a un certo punto, non incrociare le dita che poi è difficile scrivere nuove storie :D

Io farò il tifo per te, aggiornaci poi sui risultati ;)

Grazie di cuore Valentina, davvero! Allora tengo le dita ben libere, anche perché ho appena terminato anche la procedura per l'invio del form online. Ora sono ufficialmente iscritta al Calvino... è stata davvero una faticaccia, ma sono felice! Speriamo in buone nuove. Auguro anche a te ogni bene possibile. Ti abbraccio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti. 

Ho compilato anch'io il form online e mi è comparsa la dicitura "procedura completata con successo". Però non ho ricevuto ancora la mail di conferma. Devo preoccuparmi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite clapetrux
56 minuti fa, Matitina ha detto:

non ho ricevuto ancora la mail di conferma

Hai controllato nella cartella di spam?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come non detto. Ho scritto alla segreteria e ho scoperto di aver sbagliato a scrivere il mio indirizzo email :facepalm: Cominciamo bene...

La segretaria, gentilissima, mi ha inoltrato la conferma di iscrizione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, anche io ho partecipato con un romanzo molto corto e pseudo adolescenziale, avevo mandato l'opera anche a qualche CE e solo pochi gg fa una di queste mi ha scritto dicendo che era interessata alla pubblicazione. Ho voluto chiedere cosa avessero apprezzato perchè di fatto non avevano scritto altro se non che da parte mia si aspettavano massimo impegno nella promozione dell'opera anche coinvolgendo io in prima persona librerie e spazi simili per promuovere il mio testo (?), e che avevo trovato io stessa punti fragili nel libro, loro hanno risposto glaciali che non esiste libro perfetto, ma tutto sommato scorreva piacevolmente. Allora per onestà ho accennato al concorso letterario  - senza dire quale fosse - e se fosse stato possibile aspettare un pochino prima di pubblicarlo perchè ero  (e sono) convinta che non mi piazzerò al Calvino, ma non voglio ritirare l'opera senza nemmeno tentare (e perdendo 100 euro). A quel punto la CE si è irrigidita. Mi ha risposto secca che potevo fare quel che volevo ma certo non mi avrebbero aspettato e dunque mi auguravano buona fortuna.

Mi è dispiaciuto perchè mi hanno dimostrato che non erano poi così interessati al mio lavoro. A questo punto sono curiosissima di leggere la scheda di valutazione del Calvino.

Buona fortuna a tutti.

  • Triste 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho partecipato con una raccolta di racconti brevi che ho scritto per un blog. Non vedo l'ora di leggere la scheda di valutazione, quella che avevo ricevuto anni fa era oggettiva e soddisfacente (e non certo perché piena di lodi, anzi...) So che i racconti brevi difficilmente vincono o arrivano tra le menzioni, ma tentar non nuoce!

A tutti quelli che hanno partecipato, in bocca al lupo e dita incrociate! 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/10/2018 alle 16:14, @NN@1979 ha detto:

Ciao a tutti, anche io ho partecipato con un romanzo molto corto e pseudo adolescenziale, avevo mandato l'opera anche a qualche CE e solo pochi gg fa una di queste mi ha scritto dicendo che era interessata alla pubblicazione. Ho voluto chiedere cosa avessero apprezzato perchè di fatto non avevano scritto altro se non che da parte mia si aspettavano massimo impegno nella promozione dell'opera anche coinvolgendo io in prima persona librerie e spazi simili per promuovere il mio testo (?), e che avevo trovato io stessa punti fragili nel libro, loro hanno risposto glaciali che non esiste libro perfetto, ma tutto sommato scorreva piacevolmente. Allora per onestà ho accennato al concorso letterario  - senza dire quale fosse - e se fosse stato possibile aspettare un pochino prima di pubblicarlo perchè ero  (e sono) convinta che non mi piazzerò al Calvino, ma non voglio ritirare l'opera senza nemmeno tentare (e perdendo 100 euro). A quel punto la CE si è irrigidita. Mi ha risposto secca che potevo fare quel che volevo ma certo non mi avrebbero aspettato e dunque mi auguravano buona fortuna.

Mi è dispiaciuto perchè mi hanno dimostrato che non erano poi così interessati al mio lavoro. A questo punto sono curiosissima di leggere la scheda di valutazione del Calvino.

Buona fortuna a tutti.

 

Avrei fatto la stessa cosa, da quanto hai scritto non mi sembra un atteggiamento serio quello della CE. Sarei curioso di sapere di quale CE si tratti, ma se non lo hai scritto forse non lo vuoi dire e quindi neanche te lo chiedo.

In bocca a lupo x il Calvino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite clapetrux

Ho visto qualche giorno fa sulla pagina Facebook del Pic un conteggio provvisorio di 500 e passa opere presentate.

Qualcuno ricorda i numeri degli scorsi anni?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, clapetrux ha detto:

Ho visto qualche giorno fa sulla pagina Facebook del Pic un conteggio provvisorio di 500 e passa opere presentate.

Qualcuno ricorda i numeri degli scorsi anni?

 

Quasi sempre oltre le 700 ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite clapetrux
14 minuti fa, Draka ha detto:

 

Quasi sempre oltre le 700 ;)

Grazie!

Secondo me quest'anno potrebbero oltrepassare le 800. Vedremo se mi sbaglio :)

Dalla foto postata dalla redazione, poi, ho visto volumi altissimi: tremo io per i membri del Comitato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dalla pagina Facebook del premio:

 

I testi in concorso nella XXXII edizione del Premio Calvino sono 724. Tra questi, il Comitato di Lettura sceglierà i finalisti da sottoporre alla Giuria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'anno scorso erano 721.

Considerato che in finale ci si va in nove, stiamo parlando di un 1,243% di probabilità di arrivare in finale, decisamente più alte di quelle che avevo quando ho partecipato ai due concorsi pubblici che poi ho vinto e chi mi hanno consentito di campare finora. In un simile contesto come potrei non essere ottimista? Certo se penso che l'anno scorso le probabilità erano dell'1,248% e con il mio elaborato sono stati realizzati splendidi origami qualche tentennamento lo accuso, ma sono passeggeri momenti di debolezza.

Yes, I can.

  • Mi piace 1
  • Divertente 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 26/9/2018 alle 13:56, theco ha detto:

E' in corso di validità il bando della XXXII edizione del premio Italo Calvino.

Si concorre inviando un’opera inedita di narrativa in lingua italiana: romanzo, racconto o raccolta di racconti, in ogni caso di lunghezza complessiva superiore alle sessantamila battute, spazi inclusi.

L’autore non deve aver pubblicato nessun’altra opera narrativa in forma di libro autonomo, sia cartaceo che e-book.

Per i sei mesi successivi alla premiazione, l’Associazione, in accordo con gli autori, gratuitamente e in esclusiva, potrà rappresentare presso le case editrici le opere finaliste.

La quota di iscrizione per testi con numero di battute inferiore o uguale a seicentomila, spazi inclusi, è di € 100. Per testi che superino le seicentomila battute, spazi inclusi, la quota di iscrizione è di € 120. Per testi che superino le novecentomila battute, spazi inclusi, la quota di iscrizione è di € 150. Per i concorrenti di età inferiore ai 26 anni sono previste riduzioni della quota.

La Giuria designerà l’opera vincitrice, al cui autore sarà attribuito un premio di € 1.500 e, in linea di massima, individuerà altri due testi per una menzione, a ciascuno dei quali sarà attribuito un premio di € 500.

 

Per il bando completo:

https://www.premiocalvino.it/bando-della-xxxii-edizione/

Io ho partecipato per l'edizione 2017/2018. Mi interessava soprattutto la scheda critica, avevo bisogno di far leggere il testo a qualcuno che non fosse un'amica. Per questo, è stato utilissimo, hanno individuato le lacune che già conoscevo, ma, soprattutto, mi hanno scritto quali erano i punti forti. Mi ha aiutata parecchio e ne è valsa la pena. Ho letto sui vari forum che le schede critiche sono corte, scontate, ecc. ecc. La mia era esauriente, una paginetta e mezzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

×