Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Buongiorno a tutti, spero di aver centrato la sezione giusta, ho un mio incubo personale che nella scrittura mi ha sempre un pò perseguitato che è quello della Costanza nello scrivere, spesso lascio passare periodi di tempo senza scrivere nulla questo va dal diario al romanzo o alla semplice lettera di auguri, quando mi vengono in mente me le lascio sfuggire, avete consigli in merito? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Gabriele93 Penso sia un incubo comune. Comunque ti consiglierei di andare in giro con una penna e un pezzetto di carta sempre in tasca in modo da appuntarti le idee o anche le semplici frasi che ti vengono in mente. Io sono un po' all'antica e uso ancora carta e penna ma ci sono altri che si appuntano tutto sul cellulare (tipo fra le note o nei memo vocali). 

Per quanto riguarda i momenti di scrittura veri e propri, magari prova a fare come diceva Hemingway (mi pare fosse lui a dirlo ma non ne sono certo al 100%): quando scrivi, lascia la frase incompleta, a metà, così come capita. In questo modo quando andrai a riprendere il testo, saprai già cosa dovevi scrivere.

Non so se funzioni o meno, ma provarci non fa male. 

 

Ma soprattutto ricordati che scrivere (a meno che tu non lo faccia per mestiere) dovrebbe essere una qualcosa che ti viene spontaneo e che ti piace fare, quindi lascia che il tempo passi e quando ti riprenderà la voglia di scrivere, trova anche 5-10 minuti e dedicati solo a quello.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Lorenzo09 ha detto:

@Gabriele93 Penso sia un incubo comune. Comunque ti consiglierei di andare in giro con una penna e un pezzetto di carta sempre in tasca in modo da appuntarti le idee o anche le semplici frasi che ti vengono in mente. Io sono un po' all'antica e uso ancora carta e penna ma ci sono altri che si appuntano tutto sul cellulare (tipo fra le note o nei memo vocali). 

Per quanto riguarda i momenti di scrittura veri e propri, magari prova a fare come diceva Hemingway (mi pare fosse lui a dirlo ma non ne sono certo al 100%): quando scrivi, lascia la frase incompleta, a metà, così come capita. In questo modo quando andrai a riprendere il testo, saprai già cosa dovevi scrivere.

Non so se funzioni o meno, ma provarci non fa male. 

 

Ma soprattutto ricordati che scrivere (a meno che tu non lo faccia per mestiere) dovrebbe essere una qualcosa che ti viene spontaneo e che ti piace fare, quindi lascia che il tempo passi e quando ti riprenderà la voglia di scrivere, trova anche 5-10 minuti e dedicati solo a quello.  



Grazie mille, consigli molto utili!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il modo migliore per acquisire costanza nello scrivere, soprattutto se il tuo obiettivo è pubblicare, è quello di costringerti a farlo. Scrivi ogni giorno, va bene anche mezz'ora, ma fallo volente o nolente. Trasforma quest'attività in un'abitudine. Non aspettare l'ispirazione: scrivi tutto ciò che ti viene in mente, anche se sul momento ti sembra pessimo e vorresti buttare tutto. Magari cambierai idea. Se non lo farai, avrai comunque modo di rivedere e correggere quanto scritto.

Dopo un po' ti renderai conto di come questa costrizione non sia più tale, ma anzi passerai le giornate aspettando il momento di mettere mano alla penna (o alla tastiera). ;) 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' davvero così funzionale costringersi a scrivere ogni giorno?
 

Trovo invece utile l'idea di appuntarsi le cose... spesso quando sono in corriera, ecc, mi faccio certi film in testa che poi descrivo con frasi vere e proprie che poi dimentico... ma non ho mai pensato di appuntarmele. Ora che ho evernote sul cellulare potrei trovargli un valido uso, oltre agli appunti universitari, ecc. Anche se preferisco il cartaceo, ma non sempre ho dietro i miei quadernini per scrivere...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io personalmente ho un piccolo quaderno per gli appunti.
Ho difficoltà nel prendere appunti col cellulare, finisco sempre con lo scrivere di meno e frasi più corte, e onestamente un taccuino e una penna non prendono molto spazio.
Per il resto concordo che non deve essere obbligatorio scrivere ogni giorno, però, sempre per esperienza, a volte basta aprire il file di testo, rileggere qualche riga e magari cominciare a sforzarsi di scrivere e poi le parole arrivano. Una volta saranno 300, un'altra volta 3000, ma arrivano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Ylunio sì, dovrei riprendere a impegnarmi ad aprire ogni tanto il libro degli appunti o il file di testo e lasciarmi scivolare un po' di parole.

Sul fatto che è meglio scrivere su carta, concordo: solitamente anche a me aiuta a espandere di più ciò che ho in mente (e anche a superare qualche blocco) mentre tramite su un dispositivo elettronico scomodo come il cellulare mi è più utile appuntare qualche sporadica frase o idea.

Sul portarsi dietro sempre un piccolo libro per gli appunti e penna... è semplicemente una mia mancanza: mi scordo proprio ._.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×