Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Alan.76

Un giorno in redazione.

Post raccomandati

Buongiorno a tutti.

 

Nella storia che ho in mente, e che sto iniziando a scrivere, alcuni personaggi, di cui almeno due abbastanza in primo piano nella narrazione, svolgono il lavoro di giornalista.

 

A grandi linee mi interesserebbe sapere come si svolge la giornata all'interno della redazione di un giornale, se ci sono impegni ad orari fissi e di quanta libertà possono godere nel proprio lavoro i vari giornalisti. E principalmente come sono suddivisi i ruoli.

 

Preciso che dovrebbe trattarsi della redazione di un quotidiano locale medo-piccolo.

 

Grazie dell'aiuto.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perché non chiedi direttamente ad un giornalista? Vedrai che ne troverai a bizzeffe pronti a parlare di loro. Io per un breve periodo ho lavorato come cameraman in una minuscola redazione di un tg locale, posso dirti per certo che ci sono articoli che si scrivono da sé perché sono la cronaca annunciata di quanto è in programma: c'è il consiglio comunale o regionale, ci sono le riunioni tecniche, ci sono i dibattimenti in aula, gli eventi artistici e sportivi, tutte cose calendarizzate per le quali poi un minimo ci si va a specializzare. Per quanto piccola sia la redazione, ci sarà sicuramente chi segue solo lo sport, chi la cronaca, chi la politica eccetera eccetera. Poi ci sono gli "informatori", e per questo non intendo quelle figure ambigue da film poliziesco, ma semplici testimoni di fatti che ritengono giusto che vengano a conoscenza di un giornalista, il più delle volte per amicizia. In ambito locale tutto fa notizia: io stesso ho segnalato ad un mio conoscente, giornalista per l'appunto, incidenti, atti vandalici, iniziative meritevoli di attenzione, cose del genere. Che poi si sono quasi sempre trasformate in un articolo. I giornalisti vivono anche grazie alla loro rete di contatti, che deve essere estremamente ampia.

In casi estremi, quando non c'è veramente niente da scrivere, ci sono anche gli anniversari di nascita e morte di personaggi più o meno famosi, gli approfondimenti (magari preparati in precedenza e pronti per essere pubblicati quando le notizie urgenti scarseggiano), e alle brutte il giornalista può anche incollarsi al telefono e chiamare polizia, vigili del fuoco, ospedali, per sapere se è successo qualcosa di interessante. Non posso metterci la mano sul fuoco, ma mi pare di ricordare proprio una scena simile in redazione. 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×