Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

KawaiiCleffa

L'amore

Post raccomandati

L'amore

 

La cenere che scartavi

dal tuo respiro

era il calore delle nostre mani

era l'abbraccio contato,

i ticchetii del nostro amore

che scandivi con i tiri

e saliva accumulandosi

sulla carne nuda

che faceva capo a te.

 

Nota: è una piccola poesia nata più per esercizio poetico, fatemi sapere la vostra opinione :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cara, l'incipit mi piace molto : la cenere che scartavi dal tuo respiro. Poi mi perdo. Non riesco a capire, mi fa pensare a un amore finito, un amore a singhiozzo, comunque dosato. Non travolgente. 'Accumulandosi ' e 'faceva capo' non mi piacciono molto, invece. Li sento corposi e macchinosi, laddove invece l'inizio è così arioso e lieve (per quanto abbia un sapore di cenere, di fine).

Mi dispiace però non aver afferrato il senso...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Mathiel ha detto:

Cara, l'incipit mi piace molto : la cenere che scartavi dal tuo respiro. Poi mi perdo. Non riesco a capire, mi fa pensare a un amore finito, un amore a singhiozzo, comunque dosato. Non travolgente. 'Accumulandosi ' e 'faceva capo' non mi piacciono molto, invece. Li sento corposi e macchinosi, laddove invece l'inizio è così arioso e lieve (per quanto abbia un sapore di cenere, di fine).

Mi dispiace però non aver afferrato il senso...

grazie per la tua opinione, era proprio quello che mi serviva!

Nella poesia volevo creare l'immagine di un amore che si consuma alla velocità di una sigaretta ( i tiri, la cenere che si accumula), di cui una volta consumato non rimane appunto che cenere. il verso finale lo trovo anche io sinceramente debole, e avere anche un'ulteriore conferma mi da la giusta ragione per lavorarci meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×