Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Aster

Abra Books Editrice

Post raccomandati

Nome: Abra Books Editrice

Generi trattati: Narrativa, poesia, teatro, scienza, saggistica, arte. fotografia, grafica. fumetto, storia, biografie, viaggi, natura, cucina, young 

Modalità di invio dei manoscritti: https://www.abrabooks.it/contatti/

Distribuzione: non specificato

Sito: https://www.abrabooks.it/

Facebook: https://www.facebook.com/Abra-Books-Editrice-877553798970340/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente non ho avuto contatti con questa casa editrice, mi ci sono imbattuta per caso.

L'impressione ricavata guardando il sito è che si tratti di un editore doppio binario, comunque.

Qualcuno li conosce?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci hanno risposto in maniera molto dettagliata e gentile, e riassumo:

 

Accettano esordienti, solo opere che giudicano adatte ad essere inserita in una delle loro Collane.

Vivono del ricavato del commercio dei libri, ma essendo i risultati delle vendite imprevedibili, nella fase iniziale di lancio chiedono agli autori, a fronte di tutte le azioni dettagliatamente descritte nella loro Proposta Editoriale, un contributo forfetario onnicomprensivo. Per tutte le prestazioni oggetto delle loro proposte, il contributo sarà richiesto solo una volta.

Nel ventaglio di servizi cui hanno accennato, tutte le voci relative ad editing, correzione di bozza, impaginazione eccetera sono incluse.

Ci tengono a sottolineare che l’editing è svolto con grande cura ed in modo personalizzato.

 

Distribuiscono con tre differenti canali: shop online, varie organizzazioni di vendita, singole librerie. Non sono vincolati ad un singolo distributore o grossista, ma lavorano con diversi di loro.

Oltre alle librerie che inviano ordini di loro iniziativa, operano anche con alcune che hanno selezionato in quanto, cito, "statisticamente esemplificative dell’universo librerie Italia". Il loro elenco è riservato (dicono perché "frutto del lavoro di vari anni").

 

Promuovono con alcuni "supporti" non meglio specificati compresi nelle Proposte di Edizione; altri, se richiesti, devono essere oggetto di accordo apposito e quindi, si suppone, a pagamento.

Esiste un quesito che ritengono di grande importanza e che non abbiamo posto noi del WD; sottolineano che con la loro casa Editrice l’autore rimane sempre l’unico titolare dei diritti della sua opera. Non ne chiedono mai la cessione o l’esclusiva, neppure per periodi limitati.

 

Sposto in A pagamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera a tutti, sono Lauretta Franchini, ho inviato ad Abrabooks editrice la mia raccolta di Poesie che è stata ritenuta idonea per entrare in una delle loro collane Speciali per Autori emergenti e sono in attesa di un loro contratto o proposta editoriale. Nella email è specificato che i diritti resteranno sempre miei. Ho letto nelle vostre risposte che viene chiesto un contributo all'autore comprensivo di tutte le spese in fase iniziale.

Qualcuno potrebbe dirmi di che tipo di contributo stiamo parlando? Quantificare più o meno? Tanto per capire! 

 

Grazie a tutti, buona serata!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera,

ho la stessa domanda di Armonia  che mi frulla in testa! quanto sarebbe il contributo di cui parlano?  Qualcuno conosce la casa editrice Abrabooks?  E' affidabile?

Grazie anticipatamente per la vostra risposta!

ciao a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @tatabibi , ci piacerebbe che i nuovi iscritti si presentassero in Ingresso (qui il link), prima di scrivere in altre sezioni. Ti attendiamo per conoscerti meglio e accoglierti. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno, personalmente mi sono fatta accalappiare proprio da loro per la pubblicazione del mio libro. Il contributo è generoso, ma non eccessivo, a me hanno fatto un ulteriore sconto perché avevo spiegato la mia situazione (non lavoro), ma posso dirvi che ritornando indietro non avrei mai fatto questa scelta. Avrei preferito non pubblicare, aspettare di aver i mezzi e le conoscenze per farlo tramite un Casa Editrice competente e soprattutto che si prenda cura dei suoi autori. Per farla breve: hanno lasciato un sacco di refusi, da me segnalati successivamente, mi hanno risposto in maniera scocciata più volte quando li ho contattati per dirgli che un rivenditore era interessato a vendere il mio libro. Il Direttore è scontroso e superbo. Sono desolata dal lasciar un commento del genere, ma vorrei evitare che altri si ritrovino nella mia stessa situazione. 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buonasera, anch'io ho pubblicato il mio primo (e al momento unico) racconto con questa casa editrice e non sono soddisfatto di come si sono comportati. Pertanto non la consiglio.

Per entrare un po' più nel dettaglio di quanto non ho "gradito":

- il direttore ha detto che TUTTE le case editrici per pubblicare qualcosa di qualcuno alle prime esperienze, fanno pagare la pubblicazione (mentre qui ho poi scoperto che non è vero)

- il "contributo" richiesto, dai conti che ho fatto in base a quello che mi han detto successivamente, s'è rivelato essere fondamentalmente l'intero ammontare delle spese di pubblicazione, mentre rimarrebbero a loro carico i costi di ristampa (che però farebbero solo su richiesta e quindi in presenza di vendita certa e quindi di recupero certo della spesa)

- ho pagato affinché illustrassero il mio racconto, ma in corso d'opera sono saltate fuori alcune cose poco gradevoli... la principale è che il disegnatore voleva interpretare le scene e i personaggi a modo suo. Nonostante avessi accettato la loro indicazione che tutto quanto non era chiaramente scritto o intuibile (es. carattere) poteva interpretarlo, alcune cose non li rispecchiavano, ma per farli modificare abbiamo dovuto discutere perché il direttore riteneva che la libertà artistica del disegnatore fosse prioritaria rispetto al fatto che io avessi pagato le illustrazioni per il mio racconto e che volessi quindi lo rispecchiassero

- mi sono affidato a loro sia nella revisione\correzione del testo, che nella creazione di quello che doveva essere un libro. La prima cosa è stata fatta superficialmente, non utilizzando fra l'altro l'ultima versione da me inviata (pur rispettando i tempi da loro stabiliti) ed evitando qualsiasi forma di confronto tutte le volte che chiedevo chiarimenti su certe loro scelte (mi liquidavano dicendo che se non volevo la loro versione rimettevano la mia, senza però spiegarmi perché avrebbero fatto diversamente...). La seconda è stata fatta anche peggio, infatti alla fine è venuto fuori un libricino di neanche 50 pagine, mentre sarebbe bastato utilizzare un carattere più grande, qualche illustrazione in più ed eventualmente chiedermi di scrivere un capitolo in più (o inserire degli approfondimenti sul racconto)  per raggiungere un numero di pagine sufficienti a dare lo spessore necessario per poterlo definire libro. In più, hanno pure imposto un prezzo improponibile per quello che era il risultato finale

- pur avendo chiarito da subito che il racconto era indirizzato prevalentemente ai bambini\ragazzi dalla 3a elementare alla 3a media e che quindi per quel target doveva essere fatto il prodotto, hanno usato un carattere di stampa "da adulti" e quindi meno proponibile per le scuole elementari dove solitamente il carattere è un po' più grande. Inoltre, il prezzo di copertina da loro stabilito era eccessivo per quella che è la spesa usuale per i libri di lettura che vengono consigliati\adottati nelle scuole. Così facendo, mi hanno di fatto messo fuori mercato e si sono assicurati che non verranno chieste ristampe

- avevano garantito la distribuzione del prodotto sia alle librerie (su richiesta) che tramite internet. Ero riuscito tramite la conoscenza di una libraia, ad accordarmi per fare la presentazione del mio libricino una volta pubblicato; purtroppo, nonostante fosse una libreria Giunti, tramite i suoi canali non ha potuto reperire la mia pubblicazione! Successivamente, tramite mia moglie mi sono informato anche presso un'altra libreria (Mondadori questa volta) e sebbene lì la libraia avrebbe potuto reperirlo, ha detto che contrariamente a quanto accadeva con la maggior parte degli editori da cui si rifornivano, il margine di guadagno praticamente si annullava a causa dei costi di spedizione elevati e quindi l'avrebbe ordinato solo se l'avesse chiesto un cliente abituale della libreria (sottinteso, come favore perché era un cliente abituale). Per quel che riguarda internet, Amazon l'ha messo disponibile dal 31/12/2019 nonostante sia stato pubblicato a inizi maggio di quest'anno... Nonostante l'editore lo sapesse, ha dichiarato che la cosa non dipendeva da lui e quindi non avrebbe fatto nulla. Anche su altri siti, nonostante l'avessi fatto presente all'editore, per un paio di mesi dalla pubblicazione non è stato disponibile

 

Insomma, tutta l'emozione e la contentezza di pubblicare qualcosa di mio, pur se a pagamento, s'è trasformata alla fine in rabbia e amarezza a causa del comportamento dell'editore... Sconsiglio di affidarsi a loro.

 

 

 

  • Mi piace 3
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Solo per curiosità, quanto vi hanno chiesto per la pubblicazione e quali servizi sono stati realmente inclusi? Grazie :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×