Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Signor Pi Greco

Prima Edizione Concorso Letterario Pi Greco Sign

Post raccomandati

Il premio nazionale PI GRECO SIGN nasce per iniziativa dell’Associazione Signor Pi Greco. Il proposito è quello di promuovere e valorizzare la letteratura nella forma creativa del romanzo o del racconto. Aperti incondizionatamente verso ogni genere narrativo, stile e contenuto, desideriamo rispondere all’appello dell’artista contemporaneo depotenziato dal radicamento dell’industria culturale. Auspichiamo l’affermazione del segno indipendente e creativo dei nostri tempi.


- L'Associazione culturale Signor Pi Greco bandisce la prima edizione del Premio Letterario Nazionale PI GRECO SIGN.
- Si concorre inviando un’opera inedita di narrativa in lingua italiana: romanzo o raccolta di racconti (minimo dieci).
- Gli elaborati devono essere scritti in lingua italiana.
- Gli elaborati non devono essere stati pubblicati, nella forma attuale o in forma simile, da un editore.
- Gli elaborati, corredati da sinossi dettagliata, devono essere spediti a “Segreteria del premio PI GRECO SIGN”, via Valle Vigna, 2, Fondi (Lt), 04022, entro e non oltre il 1 Aprile 2011 (fa fede la data del timbro postale) in plico raccomandato e in duplice copia cartacea dattiloscritta ben leggibile (corpo 12, stampato su una sola facciata).
- I partecipanti dovranno indicare sul frontespizio del testo il proprio nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, e-mail, data di nascita, e riportare la seguente autorizzazione firmata: “Autorizzo l’uso dei miei dati personali ai sensi della L. 196/03”.
- Per facilitare le operazioni di segreteria è necessario inviare le opere e i propri dati anche tramite e-mail, indicando per oggetto “Partecipazione al premio nazionale PI GRECO SIGN”, all’indirizzo: signorpigreco@gmail.com
- I manoscritti non verranno restituiti.
- Le opere ammesse al giudizio finale saranno selezionate dalla Giuria e dal Comitato di Lettura dell’Associazione Signor Pi Greco.
- L’esito del concorso sarà reso noto entro il mese di Luglio 2011 mediante un comunicato stampa.
- La cerimonia di premiazione avverrà nel mese di Agosto 2011 in data e luogo da definirsi.
- Previsto un premio in denaro di euro 300 per il primo classificato. Targhe celebrative per secondo e terzo classificato.
- Non si accettano deleghe per il ritiro dei premi.
- Il giudizio della Giuria è insindacabile e potrà escludere le opere non conformi al presente regolamento .
- La partecipazione al concorso è gratuita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vi comunico l'organico completo del concorso.

Presidente:

- CLAUDIA DURASTANTI (Un giorno verrò a lanciare sassi alla tua finestra, Marsilio Editore, 2010)

Giuria:

- DIEGO MORGERA (Curatore Webzine Delay)

- MATTIA BAGLIERI (Poesie da fermata d’autobus, Montag Editore, 2008)

- RICCARDO ANTONILLI (Caporedattore Tg7; Collaboratore del quotidiano “La provincia”)

- GIUSEPPE PESTILLO (Due vite per caso di A. Aronadio, Lucky Red Distribution, 2010)

- LUISA BARBATO (Storico)

- MARIACRISTINA D’ANGELIS (Curatore Webzine Delay)

- STEFANO PESTILLO (Durante la polvere, Giraldi Editore, 2007)

- DAVIDE ALTAMURA (Associazione culturale Chirone)

- ANGELO MURTAS (Curatore Webzine Delay)

Grazie,

Associazione Culturale Signor Pi Greco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mica pretendete (come cattivo costume di altri concorsi), la presenza obbligatoria per ricevere il premio?, Perché per un incidente di moto mi trovo la gamba ingessata e ne avrò per parecchio

questa cosa della presenza obbligatoria (in altri concorsi) è sempre fastidiosa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Noi non lo riteniamo cattivo costume, tutt'altro.

Non è un mero discorso di classifica e podio.

Dietro l'assegnazione di un premio c'è il lavoro appassionato di tante, tantissime persone.

Semmai è una forma di dubbia considerazione per il lavoro svolto. Magari il paragone non calza del tutto,

ma se domani la Mondadori le proponesse di firmare un contratto probabilmente andrebbe a Milano a piedi.

Ci teniamo a sottolineare che noi consideriamo un premio letterario come un evento da vivere. Per la serata si adopereranno attori professionisti, musicisti, scenografi, un efficiente ufficio stampa. Senza contare la presenza di Claudia Durastanti (scrittrice di grande livello in cui crediamo molto), giornalisti ed una cornice di pubblico sempre attenta e interessata qui a Fondi.

Questo è semplicemente il nostro pensiero, senza pretese. Lei ha il suo (legittimato anche dalle condizioni fisiche, per carità).

Stefano, Associazione Culturale Signor Pi Greco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma che è una ripicca? :-) (faccina)

che c'azzecca lo esemplo (incommensurabile) de lo contratto? i contratti si firmano anche a distanza sapete? (tanto ora non potrei andare nemmeno all'edicola sottocasa)

ma che cattivi loici che vi sono al mondo...

cioé: noi qualche soldo te lo diamo, ma devi spenderne altrettanto o di più per venire a prenderteli. (quasi una revanche psicologica). Interessante, senza contare che così gli impossibilitati fisici (quale sono io adesso) sono eclusi, e magari quelli sono i migliori...

Mi diceva tempo fa un professore costretto in carrozzina e solo, di aver vinto diversi concorsi con denari che gli avrebbero fatto comodo, ma di aver rinunciato:

- perché pretendevano la sua presenza per dargli il premio (come se non fosse l'opera ad essere premiata)

- perché (egli un tempo camminava), non voleva farsi vedere in carrozzina (e ne ha tutto il diritto)

continuiamo così...

P.S. Ci sono concorsi che lo inviano il premio (senza pensare che il non voler o poter partecipare sia uno spregio all'organizzazione)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il paragone calza poco, l'ho ben sottolineato. Sarà che ce la vedevo a farsela a piedi sotto la pioggia e non mi sono trattenuto. La logica poi non è il mio forte.

Comunque, sforzandomi:

il premio in denaro è scarso e lei è impossibilitato.

Non capisco il suo autolesionismo. Se fossi al suo posto parteciperei a ben altro concorso.

Stefano, Associazione Culturale Signor Pi Greco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho provato a cercare informazioni sulla vostra associazione ma non ho trovato altro che dei riferimenti su twitter, flickr, facebook e youtube. Esiste un sito completo dell'associazione (anche per scaricare il bando in un formato "comodo" oltre che avere una bacheca facilmente esplorabile per osservare gli eventuali aggiornamenti del concorso) o gli eventuali curiosi è meglio si diano ad opere di collage?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il paragone calza poco, l'ho ben sottolineato. Sarà che ce la vedevo a farsela a piedi sotto la pioggia e non mi sono trattenuto. La logica poi non è il mio forte.

Comunque, sforzandomi:

il premio in denaro è scarso e lei è impossibilitato.

Non capisco il suo autolesionismo. Se fossi al suo posto parteciperei a ben altro concorso.

Stefano, Associazione Culturale Signor Pi Greco.

Quanta professionalità. :facepalm:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il paragone calza poco, l'ho ben sottolineato. Sarà che ce la vedevo a farsela a piedi sotto la pioggia e non mi sono trattenuto. La logica poi non è il mio forte.

Comunque, sforzandomi:

il premio in denaro è scarso e lei è impossibilitato.

Non capisco il suo autolesionismo. Se fossi al suo posto parteciperei a ben altro concorso.

Stefano, Associazione Culturale Signor Pi Greco.

Quanta professionalità. :facepalm:

Continuo a non capire la necessità di inquinare un banalissimo post di comunicazione. Nessuno ha puntato la pistola. Spero abbia almeno la decenza di argomentare le sue illazioni.

Stefano, Associazione Culturale Signor Pi Greco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un certo Samuel Beckett non si presentò a ritirare un premio letterario chiamato Nobel... pare che glielo abbiano dato lo stesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lindon ritirò la pergamena, se non erro. E lei chi manderebbe? Il suo gommista?

Ribadisco per l'ennesima volta il concetto:

Il concorso ha delle regole. Per quanto possano sembrare limitanti, vanno rispettate.

La regola "Non si accettano deleghe per il ritiro dei premi" mi sembra fin troppo chiara.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A ritirare Il Vostro premio credo che il mio gommista si rifiuterebbe, anche perchè è abbastanza esoso... sappiamo bene che certi "premi" sono ad uso e consumo di chi li organizza, non certo di chi li "vince".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ad uso e consumo? Mi spieghi meglio la questione. Il concorso è del tutto gratuito, forse le è sfuggito questo particolare. Se c'è dell'altro che non colgo, me lo spieghi lei, grazie. Il suo "sappiamo bene" cosa significa? Si firmi col suo nome, per favore, se è convinto di quello che non ha le palle d'asserire.

Stefano Pestillo, Associazione Signor Pi Greco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite queenseptienna

RAGAZZI, PRIMO AVVERTIMENTO. Moderiamo i toni, cortesemente.

Siete gentilmente invitati a non fare illazioni sul concorso, sulla sua giuria e sul modo di operare dell'associazione. Capisco che il ritiro obbligatorio senza deleghe possa essere condivisibile o meno, ma non per questo vi autorizza ad esprimervi dietro insulti più o meno velati.

RImaniamo in topic per favore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I racconti non devono avere un minimo di caratteri?

Nel senso che se mando dieci racconti da 2500 battute ( le prove per la Wmi sono infinite v.v) o meno va bene?

I racconti presumo che debbano essere tutti dello stesso genere o con un filo conduttore comune.

Inoltre se ho ben capito si può concorrere conqualsiasi tipo di genere, vero?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
I racconti non devono avere un minimo di caratteri?

Nel senso che se mando dieci racconti da 2500 battute ( le prove per la Wmi sono infinite v.v) o meno va bene?

I racconti presumo che debbano essere tutti dello stesso genere o con un filo conduttore comune.

Inoltre se ho ben capito si può concorrere conqualsiasi tipo di genere, vero?

Non ci sono limiti di lunghezza. I suoi dieci racconti da 2500 battute vanno senz'altro bene.

Riguardo al filo conduttore è una scelta esclusiva dell'autore. Fino ad ora ci sono arrivate raccolte più o meno a tema, ma anche semplici cernite di racconti.

Non abbiamo pregiudizi nei confronti di nessun genere letterario (le etichette ci interessano poco).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
RAGAZZI, PRIMO AVVERTIMENTO. Moderiamo i toni, cortesemente.

Siete gentilmente invitati a non fare illazioni sul concorso, sulla sua giuria e sul modo di operare dell'associazione. Capisco che il ritiro obbligatorio senza deleghe possa essere condivisibile o meno, ma non per questo vi autorizza ad esprimervi dietro insulti più o meno velati.

RImaniamo in topic per favore.

Mmm... concordo pienamente col fatto che non vanno fatte "illazioni" a meno che non siano supportate da prove (in tal caso sarebbero fatti e andrebbero a beneficio di tutti gli utenti); sono d'accordo anche con il Sig. Stefano Pestillo (che si è firmato anche col cognome solo quando ha invitato un altro utente a farlo, non significa nulla però è un fatto curioso) riguardo alla libertà di tutti di non iscriversi a questo concorso, vista la divergenza di opinioni.

Per restare in topic, cioè riferirci al concorso, voglio rendere partecipi gli altri utenti del forum della mia decisione di non partecipare mai a nulla che abbia a che fare con questa associazione. Ovviamente ora motiverò la mia scelta a beneficio della comunità.

Secondo me resta libera scelta di chi indice il concorso stabilirne le regole (se volesse accettare solo partecipati che portano una rana sulla testa presumo ne avrebbe facoltà), non mi è piaciuto però il tono assunto dal Sig. Stefano Pestillo (che qui sta rappresentando l'associazione di cui fa parte e non dovrebbe dimenticarlo) nel rispondere agli utenti che riportavano dubbi e opinioni in assoluta educazione, fatto salvo per le "illazioni" sul concorso per me giustificate dal fatto che il Pestillo ha volontariamente scaldato gli animi. Infatti, non è cortese rispondere come ha fatto, incitando una persona temporaneamente disabile a farsela a piedi fino alla Mondadori e sottolineando anche che l'immagine lo allettava, oppure rispondere che si è "costretti al collage" alla quale in tutta risposta un utente ha scritto "quanta professionalità". Eh sì, purtroppo nella mia definizione di professionalità il Sig. Stefano Pestillo non rientra, senza offesa ovviamente perché rientrerà nella sua e in quella di altri.

Ora il Pestillo (si è adorabile scriverlo così e assolutamente non offensivo visto che è ammesso nei verbali delle autorità di polizia e carabinieri) risponderà "chissene" o simili al fatto che io mi iscriva o meno al concorso, visto che sono un nessuno nel panorama letterario; ma allora se queste cose gliele dicesse uno Stephen King devo desumere che risponderebbe "grazie Signore!"? Un po' come il suo esempio del ragazzo temporaneamente sulla sedia a rotelle che deve recarsi a piedi a Milano per firmare un contratto...

Con questo chiudo il mio intervento e nel caso il Sig. Stefano Pestillo voglia conoscere il mio nome può contattarmi in privato (sarebbe off topic qui) e ci organizzeremo per vederci nella mia città dove gli offrirò da bere, visto che sono libero di non comunicare i miei dati personali in questo forum.

Grazie a chi ha voluto leggere questo mio lungo intervento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Devo quotare uhmol, penso che sia riuscito a spiegare molto bene anche le mie impressioni... questo lo dico senza intenzione di fagocitare gli animi...

Soltanto vorrei puntualizzare che il mio 'quanta professionalità' non si riferiva al fatto che 'bisognasse fare il collage', bensì era una risposta alle repliche a mio parere non molto professionali del Signor Pi Greco\Pestillo ad Armandillo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
RAGAZZI, PRIMO AVVERTIMENTO. Moderiamo i toni, cortesemente.

Siete gentilmente invitati a non fare illazioni sul concorso, sulla sua giuria e sul modo di operare dell'associazione. Capisco che il ritiro obbligatorio senza deleghe possa essere condivisibile o meno, ma non per questo vi autorizza ad esprimervi dietro insulti più o meno velati.

RImaniamo in topic per favore.

Mmm... concordo pienamente col fatto che non vanno fatte "illazioni" a meno che non siano supportate da prove (in tal caso sarebbero fatti e andrebbero a beneficio di tutti gli utenti); sono d'accordo anche con il Sig. Stefano Pestillo (che si è firmato anche col cognome solo quando ha invitato un altro utente a farlo, non significa nulla però è un fatto curioso) riguardo alla libertà di tutti di non iscriversi a questo concorso, vista la divergenza di opinioni.

Per restare in topic, cioè riferirci al concorso, voglio rendere partecipi gli altri utenti del forum della mia decisione di non partecipare mai a nulla che abbia a che fare con questa associazione. Ovviamente ora motiverò la mia scelta a beneficio della comunità.

Secondo me resta libera scelta di chi indice il concorso stabilirne le regole (se volesse accettare solo partecipati che portano una rana sulla testa presumo ne avrebbe facoltà), non mi è piaciuto però il tono assunto dal Sig. Stefano Pestillo (che qui sta rappresentando l'associazione di cui fa parte e non dovrebbe dimenticarlo) nel rispondere agli utenti che riportavano dubbi e opinioni in assoluta educazione, fatto salvo per le "illazioni" sul concorso per me giustificate dal fatto che il Pestillo ha volontariamente scaldato gli animi. Infatti, non è cortese rispondere come ha fatto, incitando una persona temporaneamente disabile a farsela a piedi fino alla Mondadori e sottolineando anche che l'immagine lo allettava, oppure rispondere che si è "costretti al collage" alla quale in tutta risposta un utente ha scritto "quanta professionalità". Eh sì, purtroppo nella mia definizione di professionalità il Sig. Stefano Pestillo non rientra, senza offesa ovviamente perché rientrerà nella sua e in quella di altri.

Ora il Pestillo (si è adorabile scriverlo così e assolutamente non offensivo visto che è ammesso nei verbali delle autorità di polizia e carabinieri) risponderà "chissene" o simili al fatto che io mi iscriva o meno al concorso, visto che sono un nessuno nel panorama letterario; ma allora se queste cose gliele dicesse uno Stephen King devo desumere che risponderebbe "grazie Signore!"? Un po' come il suo esempio del ragazzo temporaneamente sulla sedia a rotelle che deve recarsi a piedi a Milano per firmare un contratto...

Con questo chiudo il mio intervento e nel caso il Sig. Stefano Pestillo voglia conoscere il mio nome può contattarmi in privato (sarebbe off topic qui) e ci organizzeremo per vederci nella mia città dove gli offrirò da bere, visto che sono libero di non comunicare i miei dati personali in questo forum.

Grazie a chi ha voluto leggere questo mio lungo intervento.

Ciao, accetto pienamente la sua opinione e non le rispondo assolutamente chissene o simili, anzi. Nel caso del cognome omesso, è una mia svista. Avendo indicato la giuria, ed essendomi firmato come Stefano pensavo che di lì il passo a identificarmi fosse semplice. Errore mio.

Sul ragazzo temporaneamente sulla sedia a rotelle (Armandillo) c'è da rileggersi la sua prima risposta del tutto sarcastica alle mie motivazioni (per nulla discriminatorie), poi ognuno è libero di trarne giustamente le sue posizioni o meno, non mi ha mai cambiato la vita un dissenso. Il "grazie Signore" non è nelle mie corde, ma non ci conosciamo ed è comunque libero di pensarlo.

Se mi comunica i suoi dati in messaggio privato, sarà senz'altro invitato da me "personalmente" per le serate di premiazione e sono convinto che si ricrederà su un sacco di cose. Se poi così non fosse, pazienza, stretta di mano e mai la rivedrò. Lei se ne torna a casa con la sua definizione di professionalità di Stefano Pestillo, quantunque costui non sia nessuno, sia chiaro.

Devo però esprimere una mia riflessione: mi sto rendendo sempre più conto che gli sforzi di far prevalere il talento letterario di artisti (magari semisconosciuti) con un concorso letterario del tutto gratuito vadano a cozzare contro certe convinzioni "romantiche" degli stessi. Tutto è dovuto loro. Ebbene, la nostra associazione per il vincitore si prodiga per interviste su quotidiani, webzine ed emittenti locali. Gli viene peraltro data la possibilità di confrontarsi con Claudia Durastanti (persona che di talento ne ha da vendere) e altri esponenti della letteratura, della musica e del giornalismo presenti alla manifestazione. Se tutto questo è considerato una inutile perdita di tempo, allora temo di non aver capito assolutamente nulla delle dinamiche dello scrittore emergente. In questo caso presenziare ad una premiazione in qualità di vincitore è del tutto frustrante, concordo anche io. Si invia l'assegno a casa e buona fortuna. In futuro magari si lavorerà diversamente. Non ci si sbatte per le interviste e quant'altro, e si invia il semplice denaro a domicilio. Si sbatte di meno lo scrittore emergente e si sbatte di meno l'organizzazione.

In conclusione: non pensi che il suo intervento mi abbia dato fastidio. Magari la deluderò, ma mi ha fatto piacere. Ho sempre imparato quasi tutto dall'appunto. Stefano Pestillo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Devo quotare uhmol, penso che sia riuscito a spiegare molto bene anche le mie impressioni... questo lo dico senza intenzione di fagocitare gli animi...

Soltanto vorrei puntualizzare che il mio 'quanta professionalità' non si riferiva al fatto che 'bisognasse fare il collage', bensì era una risposta alle repliche a mio parere non molto professionali del Signor Pi Greco\Pestillo ad Armandillo.

L'ho invitata immediatamente ad argomentare la sua opinione, ma mi ha ignorato. Non voglio pensare assolutamente che si sia fatto vivo con lo squillo delle trombe degli altri utenti, e quindi le risponderò, come ho risposto a tutti.

Ritengo repliche come (cito Armandillo) "ma che è una ripicca? :-) (faccina) che c'azzecca lo esempio(incommensurabile) de lo contratto?" e subito dopo "ma che cattivi loici che vi sono al mondo..." chiaramente sarcastiche, se non altro per la scelta discutibile del lessico. Lei invece ritiene le mie non professionali. Pareri, non se ne esce, eh.

Stefano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Mi sono letto a lungo almeno tre volte tutta la discussione e in tutta onestà non capisco questo accanirsi nei confronti di un concorso free che tende a promozionare autori emergenti.

Non vi stanno bene le regole di questo concorso? Non partecipate.

Personalmente, se organizzassi un concorso (di pittura, di scrittura, di magliette bagnate o una gara di rutti) e ci investissi tempo, passione e denaro, il minimo che pretenderei è che il vincitore si venga a ritirare il suo premio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mi sono letto a lungo almeno tre volte tutta la discussione e in tutta onestà non capisco questo accanirsi nei confronti di un concorso free che tende a promozionare autori emergenti.

Non vi stanno bene le regole di questo concorso? Non partecipate.

Personalmente, se organizzassi un concorso (di pittura, di scrittura, di magliette bagnate o una gara di rutti) e ci investissi tempo, passione e denaro, il minimo che pretenderei è che il vincitore si venga a ritirare il suo premio.

Quoto Jack, specialmente nella parte sottolineata, e capisco perfettamente le reazioni di Stefano Pestillo. Leggendo certe risposte di alcuni utenti avrei reagito decisamente peggio.

In bocca al lupo per il concorso icon_wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo, una volta che le condizioni sono chiare e trasparenti (e mi pare proprio che qui lo siano) stare lì a questionare è inutile.

domanda per il signor Pi Greco: ho cercato in internet un blog o un sito del concorso, ma non ho trovato niente. Mi fate sapere se esiste?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mica pretendete (come cattivo costume di altri concorsi), la presenza obbligatoria per ricevere il premio?, Perché per un incidente di moto mi trovo la gamba ingessata e ne avrò per parecchio

questa cosa della presenza obbligatoria (in altri concorsi) è sempre fastidiosa

Questa è stata la prima domanda di Armadillo, non mi sembra affatto maleducata anzi, alla quale lei ha risposto ironizzando sulla sua capacità o volontà di camminare, insinuando che il suo incidente fosse fasullo. Bastava un semplice e, mi ripeto, professionale "Siamo spiacenti per le sue condizioni ma abbiamo ritenuto più idoneo alla natura dell'associazione e del concorso la presenza dei vincitori alla premiazione. Spero possa comunque partecipare alle prossime edizioni.". Le garantisco che ne sarebbe uscito con stile ed avrebbe evitato di gran lunga tutta la sfilza di commenti che sono venuti poi giustificatamente sulla scorta del suo essere ironico e sprezzante, sempre per quello che è il mio personale giudizio e senza offenderla.

Riguardo al suo invito la ringrazio ma devo declinarlo poiché non sono interessato ed ho molti impegni attualmente che mi proibiscono certi diletti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Forse caro uhmol, lei non lo sa, ma l'utente Armandillo è stato bannato dal WD, quindi eviterei di prenderlo come esempio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Forse caro uhmol, lei non lo sa, ma l'utente Armandillo è stato bannato dal WD, quindi eviterei di prenderlo come esempio...

L'esempio invece è calzante, senza contare chi lo porta, proprio in merito alla risposta data dal Pestillo. Se poi l'utente è stato bannato sono affari suoi, ma dubito sia stato bannato per la domanda da me citata prima ed alla quale ha avuto una così sgarbata risposta.

Poi aggiungo che fin dal primo post ho sottolineato che le regole sono regole e non vanno giustificate, volevo solo mettere a parte la comunità delle mie opinioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Devo quotare uhmol, penso che sia riuscito a spiegare molto bene anche le mie impressioni... questo lo dico senza intenzione di fagocitare gli animi...

Soltanto vorrei puntualizzare che il mio 'quanta professionalità' non si riferiva al fatto che 'bisognasse fare il collage', bensì era una risposta alle repliche a mio parere non molto professionali del Signor Pi Greco\Pestillo ad Armandillo.

L'ho invitata immediatamente ad argomentare la sua opinione, ma mi ha ignorato. Non voglio pensare assolutamente che si sia fatto vivo con lo squillo delle trombe degli altri utenti, e quindi le risponderò, come ho risposto a tutti.

Ritengo repliche come (cito Armandillo) "ma che è una ripicca? :-) (faccina) che c'azzecca lo esempio(incommensurabile) de lo contratto?" e subito dopo "ma che cattivi loici che vi sono al mondo..." chiaramente sarcastiche, se non altro per la scelta discutibile del lessico. Lei invece ritiene le mie non professionali. Pareri, non se ne esce, eh.

Stefano.

Il punto è che lei nel pubblicizzare questo concorso rappresenta il tramite fra la sua associazione e questo forum e le sue repliche non mi sono sembrate adatte al ruolo che riveste.

E' chiaro che si tratta di un parere personale, ma anche ad essere obiettivi, non mi sembra che il suo comportamento sia stato impeccabile. Questo per argomentare, come mi ha chiesto di fare. Poi nessuno ha ragione in assoluto, ovvio, ma questa è stata la mia impressione. Tutto qui. Per il resto il concorso l'avete organizzato voi ed è giusto che decidiate voi le modalità di partecipazione, io su quelle non sto mettendo bocca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Concordo, una volta che le condizioni sono chiare e trasparenti (e mi pare proprio che qui lo siano) stare lì a questionare è inutile.

domanda per il signor Pi Greco: ho cercato in internet un blog o un sito del concorso, ma non ho trovato niente. Mi fate sapere se esiste?

Grazie

Al momento abbiamo alcuni intoppi con l'ultimazione della grafica del sito ufficiale dell'associazione. Troverà qualche notizia sommaria qui

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

×