Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Kikki

Scorpio Baby Rose - Sergio L. Duma [Comitato di Lettura]

Post raccomandati

cover_1875x2500.png

Titolo: Skorpio Baby Rose

Autore: Sergio L. Duma

Editore: Teomedia Edizioni

Pagine: 240

ISBN: 8899466213

Genere: Thriller

Formato: cartaceo, e book

Prezzo: €13,40

 

Trama

Lacrima, paese insignificante e sonnolento teatro delle perversioni e dei segreti di adolescenti e adulti. La storia ha inizio con il ritrovamento del cadavere di Manuela, una bellissima ragazza dalla reputazione ambigua. È stata stuprata, accoltellata e poi lasciata in un fosso; la polizia ha indagato poco e molto in fretta, quasi avesse premura di chiudere il caso prima che potesse venire alla luce qualcosa di troppo sordido. Il protagonista, e voce narrante della storia, è un compagno di scuola della vittima e decide di indagare sul delitto insieme a due amici. Qualche volta è meglio lasciare le cose come stanno, perché dalle ricerche dei tre ragazzi verranno fuori solo altra morte, perversioni di ogni tipo e un segreto sepolto nel passato che deciderà il destino di un'intera famiglia. Fa da colonna sonora al romanzo la cantante Scorpio Baby Rose, i testi delle sue canzoni introducono e, qualche volta riassumono, le vicende dei personaggi.

Contenuti

Si parla di adolescenza e delle pieghe oscure che può prendere. Si parla di sesso e di violenza, sia psicologica che fisica. Si parla di comunicazione e di incomunicabilità. Si parla di fissazioni, ossessioni, di desideri che fanno vergognare e di depravazione. Si parla di cecità e di omertà. Si parla di musica che, inizialmente, è uno spiraglio di speranza, ma che finisce per confondersi con l'oscurità che pervade ogni cosa.

Ambientazione e personaggi

Lacrima, il paese in cui si svolge tutta la vicenda, è rappresentata a grandi linee, serve solo a dare uno sfondo concreto ai fatti e ai turbamenti psicologici dei personaggi. Non esiste il buono della storia, l'elemento positivo; se ne intravede l'ombra all'inizio, ma è troppo debole e svanisce in fretta. Tutti i personaggi sono negativi, psicotici e malati; le morti sono tante e sottolineano una mancanza di attenzione da parte degli adulti della storia, che fa rabbrividire. 

Stile e forma

La storia è ben scritta, anche se la prima parte è più curata dal punto di vista stilistico e di refusi, che nella seconda parte sono non numerosi, ma presenti. Il linguaggio in certi punti è spinto e scurrile, ma senza esagerare. L'inglese compare nei titoli delle canzoni di Scorpio Baby Rose, ma sempre con termini alla portata di tutti. La narrazione è in prima persona e non avrebbe potuto essere altrimenti dato il coinvolgimento personale del protagonista in tutti i livelli della storia.

Giudizio finale

L'ossessione del protagonista per la cantante arriva a essere quasi eccessiva secondo me, però forse va bene così; non per niente si tratta di ossessione. Per il protagonista, lei è reale, tanto nella quotidianità, come nel mondo onirico, qualche volta è più reale della sua stessa vita e delle persone che gli sono vicine. A un certo punto si sospetta una svolta più sovrannaturale, che rimane però solo accennata e confonde un po'. Ritorna spesso, durante tutta la narrazione, una frase del protagonista che vuole essere un richiamo al lettore, come un gancio per tenerlo sulle spine ricordandogli che alla fine tutto verrà svelato e che deve solo avere pazienza. Nel complesso mi è piaciuto, il finale me lo aspettavo, ma era inevitabile quanto orribile e terribile.

Modificato da Kikki
Immagine modificata
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×