Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Ngannafoddi

Cosa vi irrita di più dei vostri "colleghi" aspiranti scrittori?

Post raccomandati

C'è qualcosa, qualche espressione, qualche comportamento degli aspiranti scrittori (o degli scrittori veri o di voi stessi) che vi dà così tanto fastidio che vorreste fare una strage? :omicida:

Per esempio, io odio:

 

1. Quelli che definiscono ogni copertina (sia quella del proprio libro che quelle degli altri) "davvero accattivante". Ma cavolo, non conoscono altri aggettivi?

2. Quelli che "la risposta che mi hanno dato (negativa) era personalizzata". E si vantano di essere stati trattati bene da una big. "Non era una risposta standard, no no". E si sentono meglio.

3. Quelli che "è inutile provarci con questa grande casa editrice, tanto non pubblicano nessuno". E poi inviano il loro manoscritto proprio a quella ce, sperando così di avere meno rivali.

 

P.S. più di tutti odio quelli il cui nickname è ngannafoddi :morte:

  • Mi piace 1
  • Divertente 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ngannafoddi ha detto:

C'è qualcosa, qualche espressione, qualche comportamento degli aspiranti scrittori

Solo quelli che mi mandano il link al loro libro, in particolar modo se è un e-book, dal momento che non posseggo alcun tipo di lettore (e mi tocca spiegarlo ogni volta. O ignorarli).

  • Divertente 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ngannafoddi ha detto:

C'è qualcosa, qualche espressione, qualche comportamento degli aspiranti scrittori (o degli scrittori veri o di voi stessi) che vi dà così tanto fastidio che vorreste fare una strage? 

Al primo posto in assoluto, gli "scrittori" che si definiscono così e poi non sanno nemmeno leggere con attenzione qualcosa, qualsiasi cosa, che sia il modo di inviare il manoscritto, il quando, un regolamento, altro (qui nel forum non si fa eccezione).

Al secondo quelli che dicono: "A me piace scrivere, ma non leggo perché mi annoio!" accampando le scuse più assurde. Sono i primi che non arriveranno mai da nessuna parte.

Al terzo e ultimo posto, quelli che pensano che l'arte di scrivere sia fatta solo di creatività, ispirazione, fuoco divino e robe del genere. Indubbiamente queste cose sono importanti, ma senza altri elementi sono inutili.

 

Ho enumerato solo il podio :asd: 

  • Mi piace 12
  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ngannafoddi ha detto:

C'è qualcosa, qualche espressione, qualche comportamento degli aspiranti scrittori (o degli scrittori veri o di voi stessi) che vi dà così tanto fastidio che vorreste fare una strage?

Quelli che si mettono in evidenza disprezzando, sminuendo o prendendo in giro i colleghi, con la presunzione di essere il top fra gli aspiranti scrittori.:D

  • Mi piace 9

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con tutto quanto detto nei commenti precedenti, e aggiungo: quelli che si atteggiano a King, Chandler o Carver della situazione e poi hanno pubblicato a pagamento (senza ammetterlo). E me ne sono capitati parecchi, purtroppo.

 

Ah, altra categoria insopportabile: gli scrittori poco radical e molto chic. Quelli che scrivono i pipponi da "una storia d‘amore in una stanza mentre fuori scoppia la rivoluzione" e poi non sanno chi sia Majakovskij, ma nonostante questo lo nominano a ogni piè sospinto.

 

E non fraintendetemi, io adoro Majakovskij.

  • Mi piace 1
  • Divertente 2
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il poco occhio critico verso sé stessi.

Ci sta che si può essere più o meno benevoli con sé stessi, ma abbiamo difetti, occorre accettarli partendo proprio dal fatto che possono esserci difetti in quanto scriviamo.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Mister Frank ha detto:

La falsità :gelato:

Quella non solo negli aspiranti scrittori...

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Beh, il pretendere di voler scrivere senza prima aver letto molto, e di tutto, credo sia da mettere senza dubbio al primo posto. E su questo mi par di capire che molti concordino.

Anche quanto scrive @Mister Frank non è male:

18 minuti fa, Mister Frank ha detto:

Aggiungo una frase che ho sentito spesso, e che trovo irritante: leggo e scrivo sin da quando ero bambino/a.

Il guaio è che molti la inseriscono pure nelle lettere di presentazione all'editore!
Poi ci metterei la convinzione che basti una buona idea e una discreta trama, per scrivere un buon romanzo, perché "tanto al resto ci pensano gli editor!".
L'arte, e la scrittura è da considerarsi tale, è al 10% ispirazione e al 90% traspirazione: senza sudore, fatica, impegno, studio, sacrificio non si va da nessuna parte. 
Infine, da ultimo ma non per ultimo, ci metterei la mancanza di autoironia: è l'unica cosa alla fine che ci rende la vita sopportabile.

  • Mi piace 9

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
53 minuti fa, Mister Frank ha detto:

Aggiungo una frase che ho sentito spesso, e che trovo irritante: leggo e scrivo sin da quando ero bambino/a.

 

Ah sì, quelli che la prima parola che hanno pronunciato è stata "Sinossi" :D

  • Divertente 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Alexmusic ha detto:

Poi ci metterei la convinzione che basti una buona idea e una discreta trama, per scrivere un buon romanzo, perché "tanto al resto ci pensano gli editor!".

 

Oh sì sì, questa mi fa proprio imbestialire!

"Mi hanno pubblicato/a senza nemmeno fare l'editing" - E chi l'ha proposto un manoscritto imperfetto? Don Nunzio? :no:

 

Alcuni nemmeno finiscono il lavoro che già lo spediscono a destra e a manca... :giù:

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, bwv582 ha detto:

Il poco occhio critico verso sé stessi.

Ci sta che si può essere più o meno benevoli con sé stessi, ma abbiamo difetti, occorre accettarli partendo proprio dal fatto che possono esserci difetti in quanto scriviamo.

 

Ti è mai capitato di ascoltare qualcuno che canta al karaoke convinto di essere Frank Sinatra e che, in realtà, stona come una campana? Proprio non se ne rende conto di stonare.

E lo stesso è per alcuni scrittori (aspiranti). Sono convinti, convintissimi, di essere i migliori, e non si accorgono dei propri errori e dei propri limiti.

 

1 ora fa, AndreaSilver ha detto:

Quelli che non sanno scrivere. 

 

Se dici loro che non sanno scrivere, non ti crederanno. Diranno che sei invidioso. 

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, Niko ha detto:

Al primo posto in assoluto, gli "scrittori" che si definiscono così e poi non sanno nemmeno leggere con attenzione qualcosa, qualsiasi cosa, che sia il modo di inviare il manoscritto, il quando, un regolamento, altro (qui nel forum non si fa eccezione).

 

Oh! Cazzo!

quando mi sono iscritto c'era da scegliere una categoria sotto la quale definirsi, siccome contavo di scrivere qualcosa qui, ho scelto "scrittore", anche perché lettore mi sembrava riduttivo e non volevo apparire subito come uno che si imbosca, legge a ufo e non scrive neppure una riga per sdebitarsi.

Giuro però che non mi sento per niente un Saramago  un Baricco o un Fabio Volo, sono invece conscio di essere quasi analfabeta, ignorante come una scarpa e soprattutto non capisco regolarmente un tubo di cosa c'è scritto nei regolamenti.

 

Come si fa per cambiare la scritta "scrittore" in qualcosa di meno impegnativo? Sono ancora in tempo?

  • Mi piace 1
  • Divertente 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quelli che pensano poco o niente a leggere/scrivere e tanto a informarsi sugli editori, maledire gli editori, fissare le vetrine delle librerie e rosicare pensando "il mio è meglio", anche se non hanno ancora scritto più di mezzo capitolo. Quelli che non leggono perché gli altri scrittori sono gli avversari.

Insomma, quelli che alla fine odiano leggere e scrivere perché è solo competizione: io contro tutti.

  • Mi piace 8
  • Divertente 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una volta, e non molto tempo fa, il dattiloscritto si batteva a macchina. Mi riferisco a quell'aggeggio meccanico, buffo e obsoleto, che non ti permetteva di sbagliare. La giusta definizione di coloro che scrivevano era scrittore o autore. Oggi con il correttore automatico, e la possibilità di modificare ogni qual volta il testo senza troppi intoppi, il sistema ha creato una marea sconsiderata di "affaccendati": io per primo.

                                                                                                     "Questa  facilitazione regala ego".

Chi è intelligente, e si ricorda della macchina da scrivere, tiene i piedi ben saldi a terra rimanendo umile, chi invece non l'ha mai toccata dovrebbe prima battere qualche pagina, e poi identificarsi.

Detto in parole povere: chi è precipitoso si crede scrittore. Chi usa il cervello, pensa a come diventarlo malgrado abbia già pubblicato.

                                                    Spero di non aver offeso nessuno, cosciente del fatto che pronunciarsi con il proprio pensiero può scatenare ira.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, delon ha detto:

Una volta, e non molto tempo fa, il dattiloscritto si batteva a macchina

E ancora prima, si scolpiva sulla pietra.

Dio non avrebbe mai scritto i dieci comandamenti con un tablet:D

  • Mi piace 3
  • Divertente 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@camparino Beh il mio "una volta" si riferisce a 25 anni fa, e considerando che non ho mai amato scolpire su pietra, proprio per la difficoltà e la polvere, ancor di più ho stima di questo "affaccendato", ma non era Mosè lo scrittore? 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi irritano quei personaggi che si dichiarano entusiasti di ricevere un tuo parere e se questo è negativo si indignano. Mi irritano quei personaggi che non si sostentano con la scrittura, non hanno mai pubblicato un romanzo, non li conosce nemmeno l'edicolante sotto casa e si definiscono "scrittori". E' come se dopo avere imparato a fare 2+2 io mi definissi uno scienziato matematico. Mi irritano quelli permalosi, saccenti, privi di humor e di quella leggerezza che favorisce gli scambi di opinione e la crescita personale.

  • Mi piace 5
  • Grazie 2
  • Non mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, heightbox ha detto:

 Mi irritano quei personaggi che non si sostentano con la scrittura, non hanno mai pubblicato un romanzo, non li conosce nemmeno l'edicolante sotto casa e si definiscono "scrittori".

 

auj4y7imbh-dimml-che-lavoro-fai-la-scrit

 

:asd:

  • Mi piace 1
  • Divertente 18

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, Nightafter ha detto:

Come si fa per cambiare la scritta "scrittore" in qualcosa di meno impegnativo? Sono ancora in tempo?

Penso di sì, occorre sentire da @Niko.

Contro quella qualifica, che ognuno si può appiccicare addosso entrando nel forum, mi batto da un pezzo.  Avevo richiesto anche una severa prova d'esame per poterne usufruire, ma niente: la proprietà è convinta che solleticare l'ego dei nuovi arrivati sia un fatto positivo.  Poi leggi uno "scrittore" che si presenta in ingresso sbagliando un paio di congiuntivi e mortificando la sintassi e ti chiedi se sia davvero una buona pubblicità per il forum :(.  Ma tant'è...

E ovviamente ho solo preso spunto dal tuo messaggio per la mia lamentela quotidiana, ma non mi riferivo a te, @Nightafter , beninteso. :)

  • Mi piace 3
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Marcello ha detto:

 Avevo richiesto anche una severa prova d'esame per poterne usufruire,

:o Gli esami non finiscono mai?:s  

Però sarebbe una bella sfida!:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, heightbox ha detto:

Ah, detesto anche quegli scrittori che mettono le freccette rosse a...gratis!

Forse si sentono presi in causa! Chissà! Dai, una freccetta rossa prima o poi ce la becchiamo tutti.:D

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, Marcello ha detto:

E ovviamente ho solo preso spunto dal tuo messaggio per la mia lamentela quotidiana, ma non mi riferivo a te, @Nightafter , beninteso. :)

 

Ecco@Marcello

 

questo è davvero umiliante per la mia autostima. Nessuno mi prende sul serio.

  • Divertente 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×