Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Divergenze

Divergenze Edizioni

Post raccomandati

Leggo stamattina sul loro sito:

"Il catalogo di letteratura è completo sino a dicembre 2024, pertanto ringraziamo chiunque abbia pensato a noi per proporre un’opera di narrativa, ma oltre ad essere orgogliosamente slow book, non abbiamo la forza finanziaria di produrre più titoli di quelli già inseriti in calendario. Sarà invece possibile inviare testi di teatro o di saggistica varia. Ogni lavoro sarà letto e valutato con la massima cura da trentasei consulenti, i cui tempi di lettura variano da quattro a sei settimane."

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ciesse io sto attendendo un loro riscontro, sebbene abbia già ricevuto una buona proposta "free". Posso chiederti cos'è che non ti ha convinto/a a tal punto da declinare?

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anch io sono nella fase in cui il mio testo è in mano ai 36 lettori esperti. I termini scadono tra Natale e l'Epifania, ieri ho chiesto se ipotizzano uno slittamento per le feste e non ho ricevuto risposta, ma trattandosi di narrativa a questo punto è chiaro che è no. Nel senso che non mi impegnerei mai per uscire tra 5 anni se anche il mio romanzo superasse la selezione.

Mi chiedo come potrebbero trattenere un'eventuale autore che dovesse interessargli davvero molto, a queste condizioni. Forse la dicitura sul sito andava inserita al completamento del piano editoriale del 2020, così mi pare un'assurdità.

Ma ormai dell'editoria non mi stupisce più nulla.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Bambola comunque non credo proprio che ti farebbero firmare un contratto adesso, vincolandoti fino al 2024. A me, fin dall'inizio, hanno detto: "la firma sul contratto editoriale, con editori seri, avviene a un mese dalla pubblicazione". Io ho firmato da poco, in fase di editing avanzato, quando il testo aveva bisogno soltanto delle ultime rifiniture. E il mio libro, se tutto va bene, dovrebbe uscire a breve. È la prima cosa che pubblico e mi sento addosso ansia ed emozione. Speriamo bene☺️

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 12/12/2019 alle 19:38, Cielo ha scritto:

@ciesse io sto attendendo un loro riscontro, sebbene abbia già ricevuto una buona proposta "free". Posso chiederti cos'è che non ti ha convinto/a a tal punto da declinare?

 

In tutta onestà non ho avuto una buona impressione dal nostro ultimo scambio di mail.

Sono sicuramente una casa editrice seria, non voglio dire il contrario, ma non sono rimasta convinta, ecco.

Per agganciarmi anche a quanto detto sopra, sì, fanno firmare solo a ridosso della pubblicazione. Il che da un lato è lodevole, ma dall'altro mi pone davanti a una serie di dubbi (e se durante l'editing non ci troviamo bene, e se cambiano idea loro, e se cambio idea io? etc). Sarò diffidente io, per carità... ma proprio per una questione di trasparenza da ambo le parti rimanere vincolata sulla parola sino a metà 2022 non mi andava. Inoltre, ribadisco, ho chiesto come fosse strutturato questo contratto che si sarebbe firmato nel 2022 e le risposte sono state abbastanza stizzite, facendomi notare che l'interesse con il business non va di pari passo con l'amore per la cultura.

Detto ciò, ci tengo a precisare anche che dopo il primo scambio telefonico ero praticamente certa di dire loro di sì. Semplicemente credo non fossimo fatti l'uno per l'altra, tutto qui.

Buona fortuna per tutto!

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ciesse Grazie per la risposta. Io ho preferito accettare la proposta di un'altra CE free ritirando il mio manoscritto dalla loro valutazione: credo sia corretto nei confronti di un Editore avvisare che l'opera inoltrata sarà futuro oggetto di pubblicazione con un'altra realtà. Alcune CE lo richiedono e il motivo è comprensibile. Non ho voluto attendere il loro giudizio poiché ho avuto le tue stesse impressioni a proposito dell'atteggiamento e gli stessi dubbi inerenti alle modalità di pubblicazione. Anche se magari costituisce una normativa effettiva, non concordo con il fatto che il contratto non possa essere firmato prima. Come ci si può basare solo sulla parola? A mio umilissimo parere, ritengo che un contratto non debba essere concepito esclusivamente nella sua valenza formale, anzi, in questa bisogna carpire un'ulteriore forma di consolidamento dell'impegno reciproco fra Editore e Autore. Poi, se uno dei due non rispetta i termini, questo inevitabilmente si scioglie. Ricordiamoci inoltre che è l'Autore infine a dare l'autorizzazione alla stampa, se ha gradito l'editing. Anche io tendo ad una particolare premura, lo ammetto, ma in nome dell'amore che nutro verso il mio libro non mi affiderei mai alla sola "voce". Già l'Editoria è un gran punto interrogativo, aggiungerne altri non mi sembra il caso! Resto del parere che "verba volant, scripta manent" (nonostante oramai sembra non salvarsi più nulla). Ognuno è libero di muoversi secondo le proprie logiche, purché oneste. Da quello che ho potuto notare, anche io dico che questa CE non fa per me. Spero che il mio commento sia stato utile. Buona fortuna! 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quindi si lavora insieme "sulla parola/fiducia" fino quasi alla pubblicazione? :facepalm:

Ho pubblicato con editori serissimi e non credo proprio che sia una formula/segnale di serietà sottoscrivere il contratto a un mese dall'uscita.

E' serio indicare sul contratto i termini chiari (che spesso sono "entro un anno") della pubblicazione.

 

 

  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualcuno che ha inviato il testo la prima quindicina di novembre e avava ricevuto la mail dove si diceva che sarebbe stato letto dai 36 lettori ha ricevuto il responso?

Mi Avevano scritto 6/8 settimane il 12 novembre ma ancora nulla (ok, il Natale però).

Tra l'altro io avevo mandato il manoscritto prima che chiudessero alla narrativa, temo di essere rimasta incastrata in uno spazio temporale tipo Narnia.

 

  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, Bambola ha scritto:

Qualcuno che ha inviato il testo la prima quindicina di novembre e avava ricevuto la mail dove si diceva che sarebbe stato letto dai 36 lettori ha ricevuto il responso?

Mi Avevano scritto 6/8 settimane il 12 novembre ma ancora nulla (ok, il Natale però).

Tra l'altro io avevo mandato il manoscritto prima che chiudessero alla narrativa, temo di essere rimasta incastrata in uno spazio temporale tipo Narnia.

 

Nessuna risposta neanche io.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×