Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Mauro Barbarito

Promozione gratuita

Post raccomandati

Thriller/spy story. E al momento, se controlli su amazon (basta ricercare il mio nome) è 11° nella classifica generale gratuiti e 2° nella classifica thriller gratuiti. Risultato che non avrei mai ottenuto altrimenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo nel tuo caso vadano fatte un po' di considerazioni:

 

  • Valutare l'ampiezza del mercato che può avere su amazon il thriller/spy story. In soldoni: quanta gente cerca di acquistare questo tipo di storie su internet? Non sono un esperto, ma azzarderei che si tratta di un genere che va probabilmente forte in edicola e assai meno in libreria, a parte i grandi nomi (e ancor meno su internet). Lieto naturalmente di sbagliarmi, ma sarebbe interessante fare un'indagine di mercato a riguardo.
  • Valutare il modo in cui hai gestito la tua campagna di adv su FB: 4 acquisti in 2 mesi mi sembrano oggettivamente un po' pochini se fai pubblicità (ma i tuoi amici che fine hanno fatto :D?). Lo spam sui gruppi molto spesso è più deleterio che altro...
  • Non ultima: la qualità "commerciale" del tuo libro. Non voglio certamente permettermi di valutarne la qualità oggettiva, ma si tratta di determinarne la vendibilità: a me quando piace un libro, capita di consigliarlo ai miei amici e spesso riesco a farglielo comprare, e ti parlo di autori che non conosco. Se il tuo testo non è riuscito a far scoccare nemmeno un po' di feedback o passaparola, fossi in te mi farei un paio di domande e probabilmente tornerei sul testo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Vincenzo Valenti I tuoi sono buoni propositi, e si percepisce una gran voglia di fare. Due cose che rispetto sempre. Però devi anche fare i conti con la realtà: o te lo compri più volte, o ti affidi ai gruppi che te lo comprano e commentano sotto pagamento, o hai gli agganci giusti e allora avrai da subito un'ottima pubblicità, oppure dovrai arrenderti alla realtà delle cose. All'inizio ci sono solo le briciole e solo con il duro lavoro e con diverse pubblicazioni al minimo, potrai cominciare a macinare lettori e qualche soldino.

 

C'ho messo 1 anno a piazzare una pre-order in top 1000 a pagamento, e tenercela per tutto il giorno di lancio. E probabilmente entro domani non ci sarà più, ma intanto ho fatto le mie buone vendite in 24 h dal lancio. Tra 1 anno, con nuovi volumi e nuovi lettori, farò anche meglio. Ma ci vuole tempo e calma.

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Mauro Barbarito ha detto:

Beh, agli amici l'ho regalato, non conterebbe per me guadagnare sulla loro pelle. Prendendo atto delle tue considerazioni, tu hai già pubblicato? Quanto hai venduto? Che genere?

Non ho ancora pubblicato niente, ma considera che il genere di cui mi occupo io (fantasy/fantastico) ha forse, e sottolineo forse perché non sono un esperto di vendite, più mercato del tuo, specie per quanto riguarda internet eccetera.

 

Secondo me hai fatto male a regalare il tuo libro agli amici. Solo chi ha speso dei soldi per te può darti un feedback davvero onesto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, Vincenzo Valenti ha detto:

Non ho ancora pubblicato niente, ma considera che il genere di cui mi occupo io (fantasy/fantastico) ha forse, e sottolineo forse perché non sono un esperto di vendite, più mercato del tuo, specie per quanto riguarda internet eccetera.

 

Secondo me hai fatto male a regalare il tuo libro agli amici. Solo chi ha speso dei soldi per te può darti un feedback davvero onesto.

Noto una certa inesperienza nelle tue parole, sarò felice se i tuoi sforzi ti daranno immediatamente i risultati sperati. Una domanda: hai guardato i miei libri su amazon? Quelli a pagamento a che genere appartengono? ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
38 minuti fa, JPK Dike ha detto:

@Vincenzo Valenti I tuoi sono buoni propositi, e si percepisce una gran voglia di fare. Due cose che rispetto sempre. Però devi anche fare i conti con la realtà: o te lo compri più volte, o ti affidi ai gruppi che te lo comprano e commentano sotto pagamento, o hai gli agganci giusti e allora avrai da subito un'ottima pubblicità, oppure dovrai arrenderti alla realtà delle cose. All'inizio ci sono solo le briciole e solo con il duro lavoro e con diverse pubblicazioni al minimo, potrai cominciare a macinare lettori e qualche soldino.

 

C'ho messo 1 anno a piazzare una pre-order in top 1000 a pagamento, e tenercela per tutto il giorno di lancio. E probabilmente entro domani non ci sarà più, ma intanto ho fatto le mie buone vendite in 24 h dal lancio. Tra 1 anno, con nuovi volumi e nuovi lettori, farò anche meglio. Ma ci vuole tempo e calma.

 

 

Come ho già anticipato altrove, la mia intenzione è di raccogliere quanto più feedback possibile in italiano, sistemare il testo di conseguenza e farlo tradurre al più presto in inglese. Poi da lì si vedrà se avrò buttato i soldi dalla finestra oppure no. Sono cosciente che il mercato del self publishing italiano, seppur in crescita, sia ancora a un abisso di distanza da quello anglofono, e non posso permettermi di aspettare... calma non saprei, ma di volontà ne ho a sufficienza per quattro vite...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, Mauro Barbarito ha detto:

Noto una certa inesperienza nelle tue parole, sarò felice se i tuoi sforzi ti daranno immediatamente i risultati sperati. Una domanda: hai guardato i miei libri su amazon? Quelli a pagamento a che genere appartengono? ;)

Può anche darsi che io sia inesperto, ma credo che avere una strategia a breve/medio termine piuttosto chiara e definita sia fondamentale anche per chi si crede scafato. Ti auguro di riuscire a monetizzare i tuoi 300 download, in ogni caso.

 

Ora non dirmi che hai venduto anche dei tuoi fantasy 4 copie in due mesi, se no siamo nei guai...

Accetti una critica? Trovo che la copertina del tuo Protocollo Genesys sia tutto tranne che accattivante: in realtà ricorda quasi un manuale... Invece, le copertine dei fantasy sono molto meglio, avresti dovuto puntare su quello stile lì. Parere squisitamente personale, naturalmente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Vincenzo Valenti I fantasy sono stati curati da una casa editrice, le copertine fatte da  maestri. Li ho tradotti e sponsorizzati e 300 vendite non le ho viste manco col binocolo.
Protocollo Genesys è stato fatto interamente da me, pubblicato in self e tradotto e sta andando come sta andando. 

Ripeto, ti faccio i miei migliori auguri, ma stai parlando di cose con cui ancora non ti sei scontrato ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È possibile, è anche vero che alla fine, se il libro è una ciofeca, posso anche farlo tradurre in 30 lingue e vendere 10 copie lo stesso ;)... (esclusi i presenti, naturalmente)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piccolo aggiornamento, il giorno 18 Marzo la versione italiana è stata rimessa a pagamento (99 cent). Il risultato è stato un ovvio calo delle vendite, le quali, tuttavia, non si sono azzerate, ma sono state ben 7!

Questo vuol dire che, a valle della promo gratuita, in un solo giorno ho venduto quasi il doppio delle copie vendute in un mese e mezzo prima della promo. Se il trend rimanesse costante sarebbe già un buon risultato, ad ogni modo vi aggiornerò su questo mio "esperimento" ;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piccolo update (se vi può far piacere, altrimenti ditemelo pure e chiudo ;) ): dal 18 marzo ad oggi il trend si è assestato su 6/7 download della versione ENG e 6/7 della versione ITA al giorno. Se va avanti così a fine mese pizza e cinema xD 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Mauro Barbarito Continua, continua pure ad aggiornare. A me le tue informazioni interessano molto. ;)

 

Per esempio questa:

Alle 21/3/2018 at 08:11, Mauro Barbarito ha detto:

Questo vuol dire che, a valle della promo gratuita, in un solo giorno ho venduto quasi il doppio delle copie vendute in un mese e mezzo prima della promo

Sto seriamente considerando di seguire il tuo esempio. In generale, mettere l'ebook a disposizione gratuitamente non è mai stato nelle mie corde. Però, se i risultati sono questi, forse è una strada da tentare...

 

6 ore fa, Mauro Barbarito ha detto:

dal 18 marzo ad oggi il trend si è assestato su 6/7 download della versione ENG e 6/7 della versione ITA al giorno

E comunque complimenti: queste non mi sembrano affatto cifre disprezzabili. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, L'antipatico ha detto:

@Mauro Barbarito Continua, continua pure ad aggiornare. A me le tue informazioni interessano molto. ;)

 

Per esempio questa:

Sto seriamente considerando di seguire il tuo esempio. In generale, mettere l'ebook a disposizione gratuitamente non è mai stato nelle mie corde. Però, se i risultati sono questi, forse è una strada da tentare...

 

E comunque complimenti: queste non mi sembrano affatto cifre disprezzabili. 

 

Segui questa strada se hai tempo e voglia di affrontare tutto da solo. Perché di questo si tratta: ti puoi far aiutare con le copertine, editing, bozze, ma quando non vendi, e fidati ci saranno mesi interi senza vendere, ti troverai ad affrontare la questione fallimento con nessuno a cui dare la colpa all'infuori di te stesso. E benché fortifichi, e ti spinga a fare sempre meglio, non è un bel posto dove trovarsi.

 

Però il rovescio della medaglia è che quando le cose vanno bene, la libertà data dal self, unita a soldini e chiacchiere con i lettori, ti dà una scarica elettrica di eccitazione non indifferente.

 

Cogitala bene.

 

Personalmente stavo pensando se fare a inizio aprile un 5 giorni di fila di promozione gratuita, unita ai nuovi pubblici delle ad che stanno funzionando benone. Oppure aspettare e continuare con il tutto a pago. Che bel dilemma :)

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perfetto, continuerò ad aggiornarvi allora! Nel frattempo la mia idea è quella di ultimare un'altro libro che è in lavorazione e renderlo disponibile gratuitamente il prima possibile, per verificare anche l'eventuale effetto positivo sugli altri titoli!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Mauro Barbarito in generale mi sembra una buona idea porsi come obiettivo quello di farsi leggere e apprezzare come scrittore. Immagino che dalla tua iniziativa (costellata da download, 400 mi sembra un ottimo risultato) siano scaturite anche delle recensioni che hanno pesato positivamente sulle vendite successive. 

Più nel dettaglio condivido in concetto espresso da @JPK Dike : la strategia del libro gratuito viene solitamente adottata da chi ha diversi libri in vendita (se non addirittura una saga) e serve per far avvicinare i lettori ad un autore. Il tasso di conversione da lettore gratuito a lettore a pagamento è basso ma da qualche parte bisogna pur cominciare. All'estero un caso che ha fatto scuola con questa strategia è Mark Dawson.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anch’io ho una buona esperienza con la pubblicazione gratuita. Un paio d’anni fa ho creato una guida turistica fotografica e l’ho messa online free. La prima settimana ho registrato circa 2500 download, e nel tempo è slittata nelle classifiche di alcuni paesi (come l’Africa ad esempio) facendo molto traffico, seppur gratuito. Il progetto è stato poi acquisito da uno scrittore italiano molto conosciuto che l’ha inserito in un progetto multimediale. Tutto questo non ha creato nessun beneficio ad altre pubblicazioni non correlate, in ogni caso.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Amy ha detto:

Tutto questo non ha creato nessun beneficio ad altre pubblicazioni non correlate, in ogni caso.

@Amy posso ipotizzare che questa strategia ha un effetto positivo più nella narrativa (in cui ci si può appassionare a dei personaggi o allo stile dell'autore) che nella saggistica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Naturalmente sono contento per Mauro, ma ribadisco che secondo me, sul medio termine, mettere il proprio testo in promozione gratuita e` solo deleterio. Mi spiego meglio:

 

In un habitat in cui e` risaputo che, periodicamente, gli autori mettono il proprio libro in promo gratuita, da lettore, se comprendo che le cose stanno cosi`, tendo gradualmente a prediligere i libri in offerta. Questo e` a pagamento? Pazienza, aspettero` che esca in promo tra 1-2 mesi, e nel frattempo leggo quel che trovo gratis altrove.

 

La giusta tattica (sempre secondo me) invece dovrebbe essere: creare tanti contenuti gratuiti e interessanti INTORNO al proprio testo. Per esempio, ho scritto un thriller/spy story? Apro un blog sul tema, o un gruppo facebook, o un canale youtube, o scrivo un racconto e lo metto gratis su amazon, che prosegue poi nel libro (che invece rimane SEMPRE a pagamento...).

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Infatti è così. Le persone che puntano sul risparmio lo fanno anche con il cibo. A ruota prendono ciò che conviene, senza guardare l’etichetta. Creare contenuti gratuiti correlati al romanzo potrebbe essere un’idea. Purtroppo però temo che non sia sufficiente per accalappiare il lettore. Ci sono solo due motivi per cui si comprano i romanzi: il primo è che ti perseguitano, e mai da parte dell’autore. Manifesti che disturbano il panorama, commenti a tradimento nei quotidiani che ti fanno raffreddare il caffè, copie fisiche che cadono per terra in mezzo alle banane, la vicina di casco dal parrucchiere che te la mena per la terza volta, fascette che ti sogni di notte e via così. Il secondo motivo è che sei innamorato di una casa editrice e leggi i loro libri perché sei legato al brand. Per tutto il resto si parla di vendite inesistenti o piccolissime.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, Amy ha detto:

Il secondo motivo è che sei innamorato di una casa editrice e leggi i loro libri

Non sono assolutamente d'accordo. Se compro è perché mi interessa lo scrittore, non la CE. Per me il libro può essere anche edito da Pinco Pallino & Co., se l'autore mi piace va bene uguale.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Mauro Barbarito ha detto:

Non sono assolutamente d'accordo. Se compro è perché mi interessa lo scrittore, non la CE. Per me il libro può essere anche edito da Pinco Pallino & Co., se l'autore mi piace va bene uguale.

E come fai a conoscerne l’esistenza? È quello il punto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, Amy ha detto:

E come fai a conoscerne l’esistenza? È quello il punto.

 

Lo cerchi. Come si cercano film, telefilm, videogiochi e fumetti poco noti, di nicchia e indipendenti. Poi non lo fa quasi nessuno, e tutto ciò che conta in Italia è l'apparenza, e il consumatore aspetta di essere imboccato e convinto da pubblicità e marketing. Questo è risaputo: l'italiano è pigro e schivo. Però questo non vuol dire che sia sbagliato scrivere e pubblicare in self, o che le abitudini non stiano cambiando.

 

Poi io punto un mercato che conosco bene, quello dei colleghi nerd, quindi sono avvantaggiato. Però piano piano sono convinto che anche altre fette di pubblico prenderanno a cercare, spulciare e scovare.

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Amy ha detto:

E come fai a conoscerne l’esistenza? È quello il punto.

Scusa in libreria tu vai e chiedi la lista dei libri della CE o il titolo di un libro che ti interessa? Sinceramente non capisco...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La mia risposta non fa target. Intanto perché non posso entrare in una libreria fisica. Cerco libri che mi intrigano, argomenti specifici e ambientazioni particolari, ma acquisto solo se mi fido della casa editrice, o se ho sentito parlare molto di un autore. Ma ripeto, non faccio target.Anche perché ho la fortuna di poter leggere i manoscritti degli altri per lavoro, dunque ho il piacere di leggere sconosciuti ogni giorno.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×