Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Aspirante Scrittore

Inviare contemporaneamente ad agenzie letterarie e alle CE?

Post raccomandati

Alla luce dei lunghissimi tempi di risposta (quelle poche volte che rispondono...!) pensate che possa avere senso inviare il proprio dattiloscritto contemporaneamente alle agenzie letterarie (ovviamente free) e alle CE? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh, io personalmente, ritengo che inviare la propria opera a più enti possibili renda più palpabile la possibilità di venire notati. La cosa fondamentale è, oltre al contenuto, scegliere proprio quelle che ritengano l'opera nel proprio target d'interesse. Più carte hai per le mani, più possibilità hai di pescare un asso. il due di picche rimane una probabilità, ma se hai 100 carte in un mazzo e nell'altro 20, le percentuali cambiano drasticamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il fatto è che non ho voglia di aspettare anni e anni facendo pochi invii alternati. E poi spero che un'agenzia non pensi che si sia inviato un dattiloscritto unicamemente alla sua attenzione.... come se esistesse solo lei! Idem per le CE. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se un autore inviasse a una CE o agenzia per volta, in attesa di risposta, forse riuscirebbe a pubblicare, a 90 anni suonati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io lo faccio perché qualche volta le agenzie accettano di proporre lavori che gli editori hanno rifiutato e viceversa. Il mondo è bello perchè è vario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho inviato dapprima, più o meno in contemporanea, ad alcune agenzie, con l'idea che se non avrò riscontro da quella parte, proverò poi con le CE.

Ho letto da più parti che per un'agenzia è un problema provare a piazzare a una CE un libro che quella ha già scartato in precedenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è da considerare però che la maggior parte delle CE impiega da 6 mesi a 1 anno, a volte anche 2 anni (Sellerio) a leggere (spesso distrattamente) i troppu manoscritti ricevuti. Per cui, nel puro intersse dell'autore, meglio percorre entrambe le strade, fermo restando che le agenzie mediamente hanno tempi di risposta più veloci rispetto ai più lenti editori. Perchè precludersi la possibilità che un libro respinto da una o più agenzie venga invece accolto da una CE? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Proprio perché le agenzie danno riscontro in tempi più brevi e certi (ho ricevuto rifiuti anche in brevissimo tempo, mentre le CE non rispondono per rifiutare, e i tempi di lettura sono aleatori e spesso lunghissimi), ho fatto una prima infornata a un tot di agenzie, e ho spiegato perché. Ora un'agenzia è interessata, sto lavorando sul testo seguendo le loro indicazioni. Non so se la cosa si concluderà con una rappresentanza, ma di certo non aver "bruciato" il libro mandandolo a pioggia in una versione ancora imperfetta ai loro potenziali clienti è un punto a favore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Franka: Condivido la parte finale del tuo ragionamento, infatti mi sono azzardato a inviarlo anche alle case editrici sono dopo aver fatto tante revisioni (più delle dita che ci sono in una mano), numerose letture da parte di esterni, un editing a pagamento e, infine, tre valutazioni da parte di professionisti del settore. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fermo restando che, se anche un eventuale editore lo trovasse interessante, seppur ancora "imperfetto" secondo il suo gusto personale, la cosa si risolverebbe molto semplicemente attraverso un editing mirato su consiglio dell'editore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, franka ha detto:

 di certo non aver "bruciato" il libro mandandolo a pioggia in una versione ancora imperfetta ai loro potenziali clienti è un punto a favore.

mi correggo: è un punto non-a-sfavore :D

detto ciò, non ci resta che incrociare le dita, Aspirante Scrittore!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×