Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

DoubleD

Verderame, di Michele Mari

Post raccomandati

"Verderame", di Michele Mari (Einaudi ed.) è la storia della strana amicizia a tinte noir tra l'anziano contadino Felice ed il tredicenne Michelino, ambientata in una tenuta di campagna sulle rive del Lago Maggiore alla fine degli anni '60. 
Felice vede i suoi ricordi svanire giorno dopo giorno, in un rapido deterioramento delle funzioni intellettive che gli fa dimenticare i nomi degli oggetti e delle persone, financo il suo, costringendo Michelino ad inventarsi stratagemmi (che per certi versi rimandano a quelli messi in atto dai Buendía alle prese con la piaga della perdita della memoria nei Cent'anni di Solitudine di Gabriel Garcia Marquez), giochi di nomi basati sulle assonanze che finiscono con lo scoprire frammenti di verità sepolte letteralmente da anni, tessere di un mosaico a tratti macabro, che sembra quasi indicare la strada di congiunzione tra il mondo dei vivi e quello dei morti.
Il libro affascina grazie ad una storia originale, ma risulta inevitabilmente appesantito in alcuni passaggi, soprattutto nella parte iniziale, da un linguaggio a volte deliberatamente ricercato, con l'uso di termini desueti ed una scrittura che privilegia a volte in modo quasi ostentato modalità sintattiche poco lineari, e dall'impiego del dialetto varesotto, unica (o quasi) modalità di espressione di Felice il contadino.
Il finale "sospeso" lascia una sensazione di incompletezza, quasi di frettolosità nella chiusura.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io Michele Mari lo adoro, però è vero che nella prosa è meno incisivo che, ad esempio, con le poesie.

È originale, non solo nelle storie che racconta ma anche nello stile, e questo sì, a volte, sulla lunghezza risulta un po' pesante e poco chiaro. Rosso Floyd secondo me è un libro migliore e più gradevole rispetto a Verderame (che poi per carità è tutto meno che un brutto libro).

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×