Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

qeimada

La mia esperienza con Amazon KDP

Post raccomandati

Il 17/10/2018 alle 17:17, YumaKuga79 ha detto:

Si potrebbero vendere in fiera?

 

Non mi sembra di aver letto che non si possano vendere. Se le acquisti, credo che tu possa farne quello che vuoi. Non ne ho ancora mai ordinate, ma credo che non ci siano delle scritte in copertina o da qualche parte che ne vietino la rivendita.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, anvalon ha detto:

ma credo che non ci siano delle scritte in copertina o da qualche parte che ne vietino la rivendita.

 

Infatti non ci sono. Del resto è ovvio che le copie autore siano previste per la rivendita, dato che se ne possono ordinare fino a 999 copie alla volta. Cosa se ne farebbe un autore di mille copie se non potesse rivenderle?

Diverso è il discorso per le bozze, che sono prive di codice ISBN e riportano la scritta «Rivendita non disponibile.»

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Il Figlio del Drago ha detto:

Inoltre i pagamenti di Ku e Koll ogni quanto vengono pagati?

Ogni due mesi, insieme alle royalties degli ebook o eventuali libri cartacei acquistati. Ti faccio un esempio: per le royalties maturate a settembre, riceverai un bonifico a novembre, e così via.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Fraudolente ha detto:

Domanda: pubblicando grazie ad Amazon, non escludi un certo "tipo" (gli antiquati...) di lettore?

 

Sono sicuro di sì, ma quelli in pratica vengono esclusi anche pubblicando con una piccola CE, per quanto seria possa essere, visto che ben di rado riuscirà ad arrivare in libreria. A meno di non "accalappiare" una big, per noi scribacchini cambia poco, secondo me.

  • Mi piace 2
  • Grazie 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il vantaggio è che, se scrivi solo per farti leggere e conoscere, puoi praticare prezzi stracciati. E i diritti rimangono i tuoi...

  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, Fraudolente ha detto:

Il vantaggio è che, se scrivi solo per farti leggere e conoscere, puoi praticare prezzi stracciati. E i diritti rimangono i tuoi...

 

Ma vedi, prezzi stracciati non vuol dire vendite, soprattutto se poi ti posizioni in un genere di nicchia. Ma proprio per nulla. Il lavoro di un indie per come la vivo io è un costante divenire. Scrivi, sbagli, impari, migliori...

 

Il nostro obiettivo non è fare soldi, né diventare famosi... ma deve essere unicamente imparare e migliorare. Punto. Non c'è altro.

 

Più migliori, più c'è possibilità di fare sempre meglio.

 

A me quel che sconcerta sono quegli indie, che magari in 5 anni hanno pubblicato 1 solo libro, o che dopo 10 pubblicazioni, scrivono tale e quale a quando hanno iniziato.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, JPK Dike ha detto:

A me quel che sconcerta sono quegli indie, che magari in 5 anni hanno pubblicato 1 solo libro, o che dopo 10 pubblicazioni, scrivono tale e quale a quando hanno iniziato.

 

Non saprei.

Se hai già un "pubblico" che ti apprezza per come scrivi, diventa difficile cambiare. Io ci sto provando, e vedremo come andrà a finire...

È la solita storia della via vecchia e di quella nuova!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, Fraudolente ha detto:

 

Non saprei.

Se hai già un "pubblico" che ti apprezza per come scrivi, diventa difficile cambiare. Io ci sto provando, e vedremo come andrà a finire...

È la solita storia della via vecchia e di quella nuova!

 

Magari cambiare no, però evolversi e provare cose nuove sì. 

 

Ne parlavo oggi con @Calvinator2

 

Provare cose nuove e vedere come i lettori reagiscono è un buono studio per prendere le misure. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, L'antipatico ha detto:

Sono sicuro di sì, ma quelli in pratica vengono esclusi anche pubblicando con una piccola CE, per quanto seria possa essere,

Sicuro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Il Figlio del Drago ha detto:

Migliorare sì, cambiare stile di scrittura no.

 

Ma tanto stile di scrittura non lo cambi nemmeno volendo. È intimamente legato alla modalità con cui processiamo ed esprimiamo le informazioni, quindi rischio non c'è. 

 

Però ti devi evolvere e provare cose sempre nuove. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×