Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

RapunzelWriter

Letteratura alternativa edizioni

Post raccomandati

Nome: Letteratura Alternativa

Generi trattati: narrativa, poesia, underground, comedy, noir

Modalità di invio dei manoscritti: http://www.letteraturaalternativa.it/invio-bozza/

Distribuzione: in fondo alla pagina http://www.letteraturaalternativa.it/chi-siamo/

Sito: http://www.letteraturaalternativa.it/

Facebook: https://www.facebook.com/LetteraturaAlternativaEdizioni/

 

----------------------------------------------------------

Dal loro sito: Letteratura Alternativa, un’anima un po’ femmina e un po’ ribelle, nasce con un piccolo grande progetto di ricerca e valorizzazione di tutte quelle forme di cultura alternativa e non.

Tutti i libri di Letteratura Alternativa Edizioni, vengono progettati, editati e stampati, senza onere alcuno per gli autori e senza alcun finanziamento pubblico o privato.

 

Spero di aver fatto tutto in modo corretto. Qualcuno ha esperienze su questa casa editrice?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tutto corretto @CristinaWriter , ho solo editato un po' il post e inserito la tua richiesta di informazioni. Quanto prima provvederemo noi stessi a inviare alla CE un'intervista/questionario, per approfondire le loro politiche editoriali. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eccomi qui a riportarvi la mia esperienza:

A circa un mese dall'invio del mio manoscritto, ricevo da loro una mail dove dimostrano interesse (generico) per esso. Mi danno 48 ore di tempo per compilare un modulo coi miei dati personali e un questionario con domande sibilline.

Dicono di darmi 48 ore perché intenzionati a pubblicarmi per il periodo natalizio.

Ho mandato una mail dove spiegavo di essere alle prime armi e chiedevo una bozza del contratto.

Mi hanno risposto che non potevano inviarmela senza sapere i miei dati personali (?).

Ho chiesto loro di spiegarmi alcuni punti del questionario ed ho ricevuto una mail dove sono stata accusata di fare domande ovvie e di non dar loro la fiducia che meritano. E in generale sono stata aggredita, seppur in maniera velata, senza motivo. 

 

Mi fermo qui e non aggiungo altro perché credo possiate immaginare il mio stato d'animo.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
49 minuti fa, CristinaWriter ha detto:

???

:nono:

 

49 minuti fa, CristinaWriter ha detto:

Comunque ho inviato il mio manoscritto anche ad altre CE. :) 

 

Hai fatto benissimo @CristinaWriter , sii fiduciosa. @taxidriver ha ragione, per inviare una semplice bozza in visione non servono i dati dell'autore. Inoltre, con tutta la buona volontà nel comprendere che un rapporto professionale debba fondarsi sulla reciproca fiducia, rispondere con gentilezza a una richiesta di chiarimenti penso sia altrettanto professionale, da parte di un editore. Ciò che è ovvio per loro che hanno stilato il questionario, può non esserlo per chi lo legge.

Il primo postulato della comunicazione dice che se un messaggio giunge distorto o poco comprensibile al ricevente, la responsabilità è dell'emittente (quindi questi dovrebbe prodigarsi per renderlo più intellegibile). ;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, CristinaWriter ha detto:

Poi altre domande sulla mia fama sul web e domande commerciali a cui non avrei saputo rispondere.

 

Ho l'impressione che i micro-editori, se così vogliamo chiamarli, non abbiano ancora capito che gli youtuber con centinaia di migliaia di follower pubblicano con Mondadori, Rizzoli o Sperling & Kupfer, non con ...... (ognuno inserisca il sostantivo che preferisce: non voglio ricevere richiami dai moderatori) come loro. A che pro informarsi sulla "fama" sul web dell'autore? 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hanno risposto e riassumo:

 

Accettano esordienti, pubblicano di solito senza contributo ma può capitare che richiedano un editing a pagamento se il testo ha bisogno di interventi profondi.

Per i testi scelti per la pubblicazione Free offrono anche editing e correzione di bozze gratuiti.

Sono distribuiti online dai vari portali principali (Amazon, Ibs, Feltrinelli, Kobo, Unilibro ecc.) e da Libro Co.

Promuovono il libro con eventi e presentazioni, pubblicizzando l'opera con la pagina facebook (che conta quasi 14.000 mi piace), e sul loro sito editoriale. Credono comunque, e fortemente, che l'autore debba essere il primo promotore di se stesso. 
 

Sposto in Doppio binario :) 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ho ricevuto una proposta di pubblicazione ma con sistema crowfunding: 160 copie in 70 giorni.

qualcuno ha avuto esperienze simili?

  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, nella mail c’è scritto che ho sette giorni di tempo. Non so se chiedere informazioni o lasciar perdere, comunque quando ho inviato il testo non c’era scritto nulla del crowdfunding, altrimenti credo che non avrei inviato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 15/11/2017 at 13:02, RapunzelWriter ha detto:

Eccomi qui a riportarvi la mia esperienza:

A circa un mese dall'invio del mio manoscritto, ricevo da loro una mail dove dimostrano interesse (generico) per esso. Mi danno 48 ore di tempo per compilare un modulo coi miei dati personali e un questionario con domande sibilline.

Dicono di darmi 48 ore perché intenzionati a pubblicarmi per il periodo natalizio.

Ho mandato una mail dove spiegavo di essere alle prime armi e chiedevo una bozza del contratto.

Mi hanno risposto che non potevano inviarmela senza sapere i miei dati personali (?).

Ho chiesto loro di spiegarmi alcuni punti del questionario ed ho ricevuto una mail dove sono stata accusata di fare domande ovvie e di non dar loro la fiducia che meritano. E in generale sono stata aggredita, seppur in maniera velata, senza motivo. 

 

Mi fermo qui e non aggiungo altro perché credo possiate immaginare il mio stato d'animo.

 

Occhio a certe Case Editrici...perdonatemi ma non è un criticare, mi sono stancato di leggere di case editrici che fanno tutto free senza fregatura poi per l'autore...ma i soldi per gli ISBN dove li prendono? fatevi molte domande, noi li paghiamo gli ISBN, e il lavoro dell'editore, ma vi fate la domanda su come sarà poi l'editing ? Non penso che operino tutti per la gloria e l'onor di causa se non hanno sovvenzioni! Lavorano loro per pagare le spese che ha la casa editrice? Le tasse? Se non hanno altre entrate??? In Italia che sappia io (e ne sono sicuro) paghi anche l'aria che respiri ancora prima di nascere. Aprire gli occhi!!!

E ora se volete Bannatemi pure per aver parlato male...ma ho solo fatto una seria constatazione che un autore deve farsi prima accettare dire solo case editrici free.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Wolf Graham , non ti banneremo certo per le tue opinioni, solo ricorda che hai la libertà di esprimerle nella sezione apposita, che è "Varie ed eventuali", mentre nelle liste delle CE vanno riportate le esperienze dirette con quelle specifiche CE, oppure rivolte domande in merito, affinché gli editori possano rispondere.

Ti ricordo, inoltre, di attenerti al Regolamento, che non consente l'eccesso di punti esclamativi e interrogativi, uno è più che sufficiente per la grammatica italiana e questo è un sito di scrittura; si presuppone che gli editori offrano per primi il buon esempio. ;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, ElleryQ ha detto:

@Wolf Graham , non ti banneremo certo per le tue opinioni, solo ricorda che hai la libertà di esprimerle nella sezione apposita, che è "Varie ed eventuali", mentre nelle liste delle CE vanno riportate le esperienze dirette con quelle specifiche CE, oppure rivolte domande in merito, affinché gli editori possano rispondere.

Ti ricordo, inoltre, di attenerti al Regolamento, che non consente l'eccesso di punti esclamativi e interrogativi, uno è più che sufficiente per la grammatica italiana e questo è un sito di scrittura; si presuppone che gli editori offrano per primi il buon esempio. ;)


Hihihihi Ok capo così sia :D

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, ElleryQ ha detto:

@Wolf Graham , non ti banneremo certo per le tue opinioni, solo ricorda che hai la libertà di esprimerle nella sezione apposita, che è "Varie ed eventuali", mentre nelle liste delle CE vanno riportate le esperienze dirette con quelle specifiche CE, oppure rivolte domande in merito, affinché gli editori possano rispondere.

Ti ricordo, inoltre, di attenerti al Regolamento, che non consente l'eccesso di punti esclamativi e interrogativi, uno è più che sufficiente per la grammatica italiana e questo è un sito di scrittura; si presuppone che gli editori offrano per primi il buon esempio. ;)

 

Mi sorge solo una domanda... è possibile in "Varie ed eventuali", riportare la citazione per il motivo che viene scritta una determinata risposta o meglio, per esprimere una verità più che una propria opinione?
Sai quanto me che in Italia non puoi fare nulla senza dover pagare tasse, a meno che non si è una casa editrice ombra di altri grossi marchi, allora è un'irregolarità fiscale perchè (visto che sono laureato in diritto penale e civile in Italia) deve essere dichiarato.
Non vado oltre... Se no apro un putiferio tra i colleghi... Hihihi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Certo, si può riportare senza alcun problema. Se l'argomento di cui vuoi discutere è di natura fiscale, però, la sezione più adatta è "Questioni legali". :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, ElleryQ ha detto:

Certo, si può riportare senza alcun problema. Se l'argomento di cui vuoi discutere è di natura fiscale, però, la sezione più adatta è "Questioni legali". :)


Ti ringrazio appena ho tempo lo faccio :D buon pranzo e buona domenica a tutti.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×