Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Bastet

Il Trampolino

Post raccomandati

Staremo a vedere, io ho ricevuto la scheda di valutazione e il contratto. La scheda è fatta molto bene parla della trama, dei punti di forza, dei personaggi. Poi vengono spiegate le debolezze e dove l'opera deve essere migliorata. Finora tre case editrici si sono dimostrate interessate ma l'unica ad inviarmi il contratto è proprio il trampolino. Il problema del contratto riguarda il compenso all'autore non capisco cosa significa "incassi della casa editrice ". 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

significa che le provvigioni ti vengono date in quanto incassa il tuo libro, non sul prezzo di copertina. Quindi se il libro costa 15 euro e loro decidono di vendertelo a 4 dopo due mesi, tu prendi le provvigioni su 4 e non puoi nemmeno rifiutare il cambiamento di prezzo, anzi, non sono tenuti manco ad avvertirti della cosa.

Oltretutto, sarebbe anche da capire cosa si intende per incassi della casa editrice, se al netto di spese che non dovrebbero essere dovute all'autore o meno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Sarinsaretta in che senso, scusa?

Intendi che dicono a tutti "va bene, ti pubblico?" Non è una semplice spesa di soldi per loro, visto che fanno editing, promozione e cartaceo?

 

Fammi sapere, ci tengo. Hai esperienza con la CE?

 

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 6/12/2017 at 23:46, Arkady ha detto:

Direi che le risposte ai tuoi dubbi siano già inserite nel tuo messaggio.

Un ristorante, un hotel, un negozio qualsiasi... fanno pubblicità per attirare clienti. Il cliente è sempre il destinatario del messaggio.

In teoria il cliente di un editore dovrebbe essere il lettore.

Ma se non trovi un catalogo e invece spuntano solo lucine stroboscopiche per gli autori, un motivo ci sarà, no?

Direi che non c'è bisogno di un'esperta per arrivarci. È non è una cosa strana. Dipende da chi considera cliente l'editore.

Dal colloquio telefonico avuto col direttore della CE mi è parso di capire che a gennaio usciranno col sito dedicato ai libri. La scelta dei due siti dedicati agli autori quindi non è causale.

Oramai manca poco, staremo a vedere.

Inoltre sempre il direttore mi informava che fin'ora hanno rifiutato almeno una trentina di manoscritti e ne hanno forse 90 (se ricordo bene, prendete col beneficio del dubbio) in pubblicazione/valutazione approfondita

Ripeto, oramai manca davvero poco al 2018,  vediamo quali saranno queste novità.

 

Sinceramente spero per tutti gli autori che hanno scritto fin'ora con Il Trampolino (e io non sono tra questi, il mio manoscritto è in valutazione) che ci sia un prosieguo del loro lavoro, in positivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, DanZac ha detto:

@Sarinsaretta in che senso, scusa?

 

Fammi sapere, ci tengo. Hai esperienza con la CE?

 

Grazie.

 

DanZac, se ti piace scrivere forse ti piace anche leggere...

E se "ci tieni tanto" allora puoi unire l'utile al dilettevole e leggerti tutte e 23 le pagine di questa discussioni.

 

Mal che vada, potrebbe essere la base per un vero best seller!

 

(da non sottoporre al Trampolino però..)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io vorrei proporre la mia brevissima esperienza con la Trampolino editore.

Dopo circa cinque giorni dalla presa visione del mio manoscritto, il direttore mi ha contattato telefonicamente.

Durante la telefonata ha descritto il mio romanzo come interessante, pieno di "carne al fuoco" e prova della mia forte vena creativa, in alcuni frangenti ne sembrava quasi entusiasta.

Il direttore mi ha poi chiesto se fosse la mia prima esperienza come scrittore e se avessi mandato il romanzo presso altre case editrici.

Le mie risposte, per completezza del racconto sono state:

Praticamente è il mio primo libro, ho scritto e iniziato molti romanzi prima di questo, ma non hanno mai superato la soglia del cassetto.

Si, ho mandato il libro ad altre CE, attualmente siete i primi a contattarmi.

Dopo pochi minuti di conversazione mi ha comunicato che non lo avrebbero pubblicato, perché pieno di problemi strutturali e narrativi, mi disse che poco dopo avrei ricevuto tramite e-mail una scheda di valutazione. Sinceramente è stato un po' duro come colpo, lo ammetto senza vergogna. 

Il Dr. Murgia decise comunque, notata la mia impazienza di conoscere il contenuto della scheda di valutazione, di mandarmi il testo con un messaggio, dicendomi che poco dopo avrei comunque ricevuto la comunicazione ufficiale, dicendosi speranzoso di un mio parere sulla valutazione.

 

Ciò che ho letto nella valutazione sinceramente preferisco tenerlo per me, così come terrò per me ogni commento o pensiero.

Posso dire di essere stato uno dei 30 scartati. La comunicazione ufficiale non mi è mai arrivata, quindi non ho condiviso con lo staff del Trampolino il mio pensiero a riguardo.

 

PS. Poche settimane dopo mi sono arrivate tre proposte di pubblicazione, tutte con pareri totalmente opposti da quelli espressi dalla CE Il Trampolino, quindi pazienza. :D

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io temo di non aver capito.

1) Il Murgia riceve il manoscritto e ti chiama.

2) Il Murgia è entusiasta del tuo manoscritto.  (ovviamente lo è, perchè chiamarti altrimenti?)

3) Dopo pochi minuti, di punto in bianco, il Murgia non è più entusiasta del tuo manoscritto e decide di non pubblicarlo.

4) Il Murgia a questo punto è lui ad essere "speranzoso" di conoscere la TUA valutazione sulla valutazione che LUI ha fatto del tuo manoscritto.

5) Tu, sottoponendo il tuo primo manoscritto ad altre tre case editrici hai ottenuto tre proposte di pubblicazioni.

 

 

Ho capito bene, si?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, Sarinsaretta ha detto:

Io temo di non aver capito.

Mi dispiace

 

17 minuti fa, Sarinsaretta ha detto:

1) Il Murgia riceve il manoscritto e ti chiama.

2) Il Murgia è entusiasta del tuo manoscritto.  (ovviamente lo è, perchè chiamarti altrimenti?)

Non so, penso sia la prassi della CE, chiamare tutti in ogni fase.

 

17 minuti fa, Sarinsaretta ha detto:

3) Dopo pochi minuti, di punto in bianco, il Murgia non è più entusiasta del tuo manoscritto e decide di non pubblicarlo.

Penso la decisione fosse stata presa prima, ma io ho raccontato lo sviluppo della telefonata, esattamente come si è svolta

 

17 minuti fa, Sarinsaretta ha detto:

4) Il Murgia a questo punto è lui ad essere "speranzoso" di conoscere la TUA valutazione sulla valutazione che LUI ha fatto del tuo manoscritto.

Esattamente, solo che la valutazione era stata fatta da una sua collaboratrice.

 

17 minuti fa, Sarinsaretta ha detto:

5) Tu, sottoponendo il tuo primo manoscritto ad altre tre case editrici hai ottenuto tre proposte di pubblicazioni.

 

Avevo inviato a queste CE il romanzo prima di mandarlo a Trampolino, quest'ultimo è stato il più veloce di tutti a rispondere. Dopo qualche tempo ho ricevuto le proposte.

 

17 minuti fa, Sarinsaretta ha detto:

 

 

Ho capito bene, si?

Praticamente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, Albress ha detto:

Staremo a vedere, io ho ricevuto la scheda di valutazione e il contratto. La scheda è fatta molto bene parla della trama, dei punti di forza, dei personaggi. Poi vengono spiegate le debolezze e dove l'opera deve essere migliorata. Finora tre case editrici si sono dimostrate interessate ma l'unica ad inviarmi il contratto è proprio il trampolino. Il problema del contratto riguarda il compenso all'autore non capisco cosa significa "incassi della casa editrice ". 

L'opera deve essere migliorata, ma ti hanno già mandato il contratto.

Quindi, gli interventi per migliorarli verranno fatti dall'editore o da te? Per me è fondamentale, nel senso se affidano a te il compito e poi tu, siamo nel campo delle ipotesi, non dovessi riuscire a perfezionare il testo, loro comunque si sono vincolati a un contratto precedente.

Posso chiederti se sul contratto c'è scritto "Contratto di edizione" o come era stato nel mio caso, uno dei motivi per cui ho rifiutato "Scrittura privata"? Grazie infinite.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non posso citarli tutti perché ho buttato il contratto.

Che, va detto, poteva essere modificato dietro i miei suggerimenti, ma questo non l'ho trovato così positivo, mi pareva di essere in un souk a mercanteggiare.

Ne ricordo uno: per 5 anni dalla scadenza del contratto l'autore non avrebbe potuto pubblicare opere simili a quella edita dal Trampolino con altri editori.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
35 minuti fa, Bambola ha detto:

Non posso citarli tutti perché ho buttato il contratto.

Che, va detto, poteva essere modificato dietro i miei suggerimenti, ma questo non l'ho trovato così positivo, mi pareva di essere in un souk a mercanteggiare.

Ne ricordo uno: per 5 anni dalla scadenza del contratto l'autore non avrebbe potuto pubblicare opere simili a quella edita dal Trampolino con altri editori.

 

Il punto che ricordi si riferisce a testi scolastici e testi simili non alla narrativa. Ora non ho il contratto a portata di mano ma c'è scritto che l'editing verrà effettuato dalla casa editrice. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
56 minuti fa, Albress ha detto:

Il punto che ricordi si riferisce a testi scolastici e testi simili non alla narrativa. Ora non ho il contratto a portata di mano ma c'è scritto che l'editing verrà effettuato dalla casa editrice. 

Bene, questo adesso, quando fu sottoposto a me si riferiva a tutto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Bambola ha detto:

Bene, questo adesso, quando fu sottoposto a me si riferiva a tutto.

Io l'ho fatto togliere dopo aver chiesto al direttore delucidazioni. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A conti fatti è stressante la vita di questo editore. Telefona a ogni autore e, considerando il numero di opere arrivate a valanga, ormai me l'immagino ridotto a una sorta di  call center. E come se non bastasse ogni autore richiede variazioni sul proprio contratto e da lì parte il mercanteggiamento.

Ma solo a me sono capitate case editrici che avevano contratti precisi perché quella era la loro politica? Se metti una scadenza dei diritti, per dirne una, è perché dietro hai un ragionamento commerciale che hai fatto. Basta che l'autore voglia cambiarlo e tu lo fai? Tanto vale mettere spazi bianchi da compilare a piacimento dell'autore.

 

@DanZac: "Intendi che dicono a tutti va bene, ti pubblico?"

Il post è stato aperto da una loro autrice il 28 settembre, che prima esistesse Il Trampolino dubito lo sapesse qualcuno, affermando tu che hanno una novantina circa di romanzi in rampa di lancio su un totale di 120, direi che ti sei risposto da solo, a meno che questa casa editrice non abbia avuto la fortuna di pescare tutti Hemingway che non avevano scritto alle altre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Arkady comincio a capire.

Le pagine non le ho lette tutte ma la maggior parte sì.

In effetti anche le clausole citate da @Bambola sono alquanto "singolari".

5 anni di diniego di pubblicazione con altri editori dopo la cessazione del rapporto?

Scherziamo?

Sembra un contratto di franchising dove:

- ti insegno a lavorare

- se vuoi andare altrove non mi devi far concorrenza

 

Spero vivamente che la situazione oggi sia diversa.

 

In ogni caso dovessi avere aggiornamenti sul manoscritto inviato vi terrò aggiornati.

Grazie a tutti per le riflessioni.

A questo serve il forum, x confrontarci.(y)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mia esperienza:

1. l'editore non mi ha mai contattato personalmente (né telefono, né e-mail) 

2. la scheda di valutazione era molto sintetica ma ben argomentata (inoltre si parlava di una eventuale traduzione)

3. ho ricevuto il contratto di pubblicazione tramite e-mail

4. non ho risposto e non sono stato contattato da nessuno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle ‎31‎/‎12‎/‎2017 at 00:03, Mister Frank ha detto:

2. la scheda di valutazione era molto sintetica ma ben argomentata (inoltre si parlava di una eventuale traduzione)

 

@Mister Frank  ne hai dedotto che il tuo libro fosse stato effettivamente letto o sembrava una mail standard?

 

Alle ‎29‎/‎12‎/‎2017 at 20:09, DanZac ha detto:

Dal colloquio telefonico avuto col direttore della CE mi è parso di capire che a gennaio usciranno col sito dedicato ai libri. La scelta dei due siti dedicati agli autori quindi non è causale.

 

@DanZac  sai se il sito dedicato ai libri porterà comunque il nome de @Il Trampolino o avrà un altro nome?

 

Alle ‎29‎/‎12‎/‎2017 at 20:09, DanZac ha detto:

Il direttore mi informava che fin'ora hanno rifiutato almeno una trentina di manoscritti e ne hanno forse 90 (se ricordo bene, prendete col beneficio del dubbio) in pubblicazione/valutazione approfondita

 

@DanZac le CE di solito pubblicano il 5% dei libri ricevuti. Qui le percentuali son quasi opposte, a me sembra abbastanza peculiare come linea editoriale. Non credo di dire nulla di nuovo. Son tutti dubbi già ampiamente esposti e purtroppo lasciati non risposti.

 

Alle ‎29‎/‎12‎/‎2017 at 20:09, DanZac ha detto:

...fin'ora...

 Nell'suo corrente si scrive tutto attaccato: finora. In ogni caso si tratta di un troncamento quindi anche nella forma staccata, corretta ma ormai desueta, l'apostrofo non si deve usare (y)

Finora vs Fin ora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intervento Staff

 

@Sarinsaretta continui ad usare toni oltremodo sarcastici.

Non mi ripeterò rispetto ai messaggi moderazione precedenti in cui ho sottolineato più volte che non sarebbero stati accettati questi o altri toni sopra le righe.

Il richiamo ti costa la sospensione mensile (30 giorni a partire da oggi).

Al tuo ritorno sarai di nuovo la benvenuta; che questo tempo ti serva per riflettere sul modo di partecipare a questa discussione. In caso tu non voglia più tornare qui, ti auguriamo buona fortuna al di fuori del forum.

 

Scusate l'interruzione e buon proseguimento a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Il Conte : allora, iscrivendomi al "facebook nel facebook" scopro il nome del sito dedicato ai libri:

https://iskoob.com/ (che è poi il contrario di books I)

 

In questo sito c'è un'innovazione di non poco conto:

- ci sono solo gli emergenti (chiaramente quelli de Il Trampolino, per ovvi motivi)

- c'è una sezione intitolata "Parla con i personaggi". Se non ho capito male i lettori interagiscono non con l'autore, ma col "personaggio che risponde a loro". In alcune situazioni la cosa diventa anche a pagamento e l'autore guadagna nell'interazione.

 

Credo che sia un modo nuovo di fare libri, sicuramente innovativo. Può piacere o non piacere, ma è sicuramente originale.

 

Se a tutto questo affianchiamo la presenza dei libri nei Mondadori Store, sinceramente credo sia alquanto interessante.

 

Di sicuro la CE è "anche CE", non solo. Come da post del dott. Murgia l'aspirazione è quella di diventare una holding per tutto quel che riguarda l'arte (musica, cinema, teatro, libri). Per questo chi riceverà un contratto credo che dovrà capire bene a cosa sta aderendo, con quale ruolo e quali vantaggi, presenti e futuri.

 

Se ci sarà spazio per la promozione classica e il supporto dello staff de Il Trampolino, con questi nuovi strumenti di interazione, credo che sia possibile anche aumentare la presenza del proprio libro e la "longevità" dello stesso.

 

Chi vivrà vedrà.

 

P.S.: Word del pacchetto office non mi dà fin'ora come errore, per questo non ho mai fatto caso al refuso, grazie.xD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, DanZac ha detto:

c'è una sezione intitolata "Parla con i personaggi". Se non ho capito male i lettori interagiscono non con l'autore, ma col "personaggio che risponde a loro". In alcune situazioni la cosa diventa anche a pagamento e l'autore guadagna nell'interazione.

 

L'idea è sicuramente carina, definirla un'innovazione mi sembra eccessivo però: se vai a Disneyland puoi fare le foto con Topolino e parlare con Paperino: Mia figlia ancora desso crede di aver incontrato cenerentola! Ci sono fior di autori e CE che organizzano sessioni di "parla con il personaggi", che siano interattive o meno. Una CE di Torino ha invitato alla presentazione del libro di @LuckyLuccs attori di teatro in costume rappresentanti i protagonisti del suo libro. Sono solo esempi, tutti diversi tra loro, più o meno interattivi, più o meno virtuali. Hanno tutti un aspetto in comune: far incontrare i lettori con i personaggi.

L'idea è interessante e divertente, ragion per cui è in voga da decenni. Non è una critica, lungi da me, ma ancora non vedo nulla di innovativo per l'esperienza del lettore.

 

Certo è che invece uno strumento come questo messo in mano ad uno scrittore esordiente è un ricco spunto per creare nuove trame, storie, spin-off ecc. Quindi ben venga, soprattutto perché credo che siano poco le CE che mettono queste informazioni non solo al servizio della promozione ma anche dell'autore e della sua vena creativa. Conosco però un certo numero di autori che sfruttando i social network hanno instaurato sistemi simili a costo zero sia per loro che per il lettore.

Ecco, trovo inoltre abbastanza brutta l'idea di far pagare il lettore per accedere a questo strumento. Intendo brutta commercialmente, non moralmente. Non pagherei per parlare con Ken Follet o la Rowling, men che meno con un esordiente. Queste però sono considerazioni personali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 3/1/2018 at 12:36, Il Conte ha detto:

 

L'idea è sicuramente carina, definirla un'innovazione mi sembra eccessivo però: se vai a Disneyland puoi fare le foto con Topolino e parlare con Paperino: Mia figlia ancora desso crede di aver incontrato cenerentola! Ci sono fior di autori e CE che organizzano sessioni di "parla con il personaggi", che siano interattive o meno. Una CE di Torino ha invitato alla presentazione del libro di @LuckyLuccs attori di teatro in costume rappresentanti i protagonisti del suo libro. Sono solo esempi, tutti diversi tra loro, più o meno interattivi, più o meno virtuali. Hanno tutti un aspetto in comune: far incontrare i lettori con i personaggi.

L'idea è interessante e divertente, ragion per cui è in voga da decenni. Non è una critica, lungi da me, ma ancora non vedo nulla di innovativo per l'esperienza del lettore.

 

Certo è che invece uno strumento come questo messo in mano ad uno scrittore esordiente è un ricco spunto per creare nuove trame, storie, spin-off ecc. Quindi ben venga, soprattutto perché credo che siano poco le CE che mettono queste informazioni non solo al servizio della promozione ma anche dell'autore e della sua vena creativa. Conosco però un certo numero di autori che sfruttando i social network hanno instaurato sistemi simili a costo zero sia per loro che per il lettore.

Ecco, trovo inoltre abbastanza brutta l'idea di far pagare il lettore per accedere a questo strumento. Intendo brutta commercialmente, non moralmente. Non pagherei per parlare con Ken Follet o la Rowling, men che meno con un esordiente. Queste però sono considerazioni personali.

 

A onor del vero, gli attori sono quelli della mia compagnia teatrale.

Abbiamo già avuto collaborazioni con diversi editori e autori per l'acting di scene del loro libro durante una presentazione.

Abbiamo visto che funziona molto meglio della classica lettura!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 3/1/2018 at 12:20, DanZac ha detto:

@Il Conte

 

Se a tutto questo affianchiamo la presenza dei libri nei Mondadori Store, sinceramente credo sia alquanto interessante.

 

Qua bisogna essere chiari: o hai verificato, e allora lo specifichi, oppure la smettiamo di scrivere questa bufala.

Io ho verificato in tre Mondadori Book Store fisici, e neanche sanno cosa sia il Trampolino.

Quindi ho verificato nel Mondadori Book Store online, cioè il sito di vendita, e ti sfido a far comparire un loro titolo e autore.

E ancora continua a girare questa storia che sono presenti nelle librerie Mondadori. Ma almeno davanti all'evidenza arrendetevi!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Arkady ha detto:

Qua bisogna essere chiari: o hai verificato, e allora lo specifichi, oppure la smettiamo di scrivere questa bufala.

Io ho verificato in tre Mondadori Book Store fisici, e neanche sanno cosa sia il Trampolino.

Quindi ho verificato nel Mondadori Book Store online, cioè il sito di vendita, e ti sfido a far comparire un loro titolo e autore.

E ancora continua a girare questa storia che sono presenti nelle librerie Mondadori. Ma almeno davanti all'evidenza arrendetevi!

 

Chiedo scusa...

... bufala? Arrendetevi?

 

@Arkady Io credo che non ti siano chiare un paio di cose:

1- si parla della CE e io sono libero di fare le mie riflessioni personali su un forum nato per questo, dove si condividono le esperienze e le idee

2- hai sbagliato indirizzo, io sono un autore in cerca di CE, non il contrario. Tu?

 

Caro Arkady, anch'io non trovo riferimenti su Mondadori, non è che siamo tutti con gli occhi foderati di prosciutto.

 

Quello che invece è palese e evidente a tutti, non a pochi eletti, è la voglia di screditare per forza qualcuno. Anche chi fa delle semplici riflessioni asettiche e non accompagnate da immotivato rancore.

Io ho un manoscritto da proporre, seguo il forum e la sezione CE Free, mi documento, leggo con piacere le vostre riflessioni, comprese le tue (che fin'ora reputavo tra le migliori).

Non avere lo stesso pensiero non significa avere per forza la verità in tasca e che gli altri sbaglino.

 

Io interpreto questo non esserci ora della CE esclusivamente momentaneo. Anche il libro della Minetti dichiarano sarà fruibile a marzo (vado a braccio), ma ora è fruibile sul loro sito, come gli altri.

 

Credo che siano ancora in fase di "assestamento", magari con le mani già avanti. Forse questo è l'errore.

E' chiaro che se mi dici che ti trovo su Mondadori e poi così non si verifica, ho i miei dubbi.

 

Fin'ora però su questa discussione sono successe solo due cose:

1a: screditare a tavolino sia la CE, sia chi si fa la propria esperienza con la stessa e abbia la "sfortuna" di reputarla positiva ( @frantoio su tutti. Anche se diceva buongiorno riceveva decine di valutazioni negative)

2a: nessuno ha potuto esprimere liberamente il proprio pensiero poiché, come anche al sottoscritto, ci si rivolge come dinanzi a un nemico

 

Scherziamo?

Dov'è finito lo spirito del forum che mi ha accolto fino a pochi giorni fa?

 

Spero veramente di non leggere mai più da nessuno che io scriva bufale, o che abbia intenzioni "particolari o di parte".

 

Ripeto:

- ho inviato il manoscritto e attendo valutazione. Non vuol dire che sarò pubblicato e che il mio giudizio sarà positivo.

 

Oggi ho un parere positivo, nonostante gli attacchi spesso immotivati e il processo alle intenzioni, non ancora dimostrate.

 

E concludo, @Arkady, dicendoti questo:

solo un soggetto ci rimetterà se non dimostrerà concretamente quanto asserito. E tutto questo avverrà da quest'anno.

 

Il resto continuano a essere chiacchiere sterili.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intervento Staff

 

50 minuti fa, Arkady ha detto:

oppure la smettiamo di scrivere questa bufala.

 

30 minuti fa, DanZac ha detto:

Quello che invece è palese e evidente a tutti, non a pochi eletti, è la voglia di screditare per forza qualcuno.

 

30 minuti fa, DanZac ha detto:

Fin'ora però su questa discussione sono successe solo due cose:

1a: screditare a tavolino sia la CE, sia chi si fa la propria esperienza con la stessa e abbia la "sfortuna" di reputarla positiva ( @frantoio su tutti. Anche se diceva buongiorno riceveva decine di valutazioni negative)

2a: nessuno ha potuto esprimere liberamente il proprio pensiero poiché, come anche al sottoscritto, ci si rivolge come dinanzi a un nemico

 

Parlo italiano o uso un'altra lingua?

Avevo detto:

Alle 2/1/2018 at 22:57, Niko ha detto:

Non mi ripeterò rispetto ai messaggi moderazione precedenti in cui ho sottolineato più volte che non sarebbero stati accettati questi o altri toni sopra le righe.

Quante volte l'ho ripetuto in 24 pagine di discussione? Ne ho perso il conto.

@Arkady, a te un richiamo di un punto per aver usato toni sopra le righe.

@DanZac, a te un richiamo da due punti per aver usato frasi offensive nei confronti del forum e dello Staff.

  1. Se è stato screditato qualcuno è solo per le parole usate da questo stesso qualcuno (scritte nero su bianco in questa discussione), e non dal forum o dallo Staff del Writer's Dream, che non prende alcuna parte.
  2. Tutti, e sottolineo tutti, hanno potuto esprimere liberamente il loro pensiero senza censure (come stai facendo anche tu!). Sia da una parte che dall'altra, come testimoniano le pagine di questa discussione e i continui interventi dello Staff a "sedare" sia la Casa Editrice che vari utenti coinvolti sia pro che contro questa realtà.
L'unico nemico di questa discussione è stata ed è la mancanza di buonsenso e di maturità, che è stata evidente da ambo le parti (Casa Editrice, persone a supporto della stessa Casa e persone contro la stessa) fin dall'inizio.
Questa discussione viene chiusa fino a data da destinarsi. Se mai sarà riaperta, lo sarà a completa discrezione dello Staff.
 
Questa decisione non è presa per un capriccio. In data 18 dicembre avevo scritto:
Alle 18/12/2017 at 14:25, Niko ha detto:

continuando così, non ho problemi a chiudere la discussione e non riaprirla più.

 
Buon proseguimento all'interno del forum.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A quasi tre mesi dalla chiusura della discussione, lo Staff ha deciso di riaprire i battenti.

Chiedo per favore di leggere attentamente queste parole prima di intervenire in questa discussione: siamo sì tutti curiosi di sapere com'è andata a finire per chi ha pubblicato o sta pubblicando con loro, la nuova app annunciata dalla Casa Editrice e tutte le attività collaterali, ma è invitato a scrivere solo chi ha avuto effettivamente esperienza diretta con il Trampolino ultimamente, in questi ultimi tre mesi, e può aggiornare la discussione con l'apporto della sua esperienza, ripeto ancora una volta, diretta. 

Evitiamo di ricadere nel baratro del dibattito e del battibecco o dei messaggi di commenti inutili e fini a sé stessi, mantenendoci sulle esperienze oggettive. In caso contrario sarò costretto a richiudere la discussione. Mi appello quindi al buonsenso di ognuno.

 

Buon proseguimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Oggi ho visto su un gruppo Facebook dedicato all'editoria il commento di una persona che dice di aver ricevuto, da parte de Il Trampolino, un contratto di pubblicazione con obbligo di acquisto di 100 copie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

×