Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Sora_1992

Nomi di persone reali nei libri

Post raccomandati

Da tempo mi sorge una domanda:ammettiamo che un anonimo decida di scrivere un libro e voglia chiamare il suo protagonista con un nome e un cognome presi a caso (esempio comunissimo: Carlo Rossi o Richard Smith,tanto per citare due cognomi famosi) e che scelga questi nomi a caso (Carlo e Richard sono due nomi comuni e ammettiamo che Rossi o Smith siano stati presi da dei comuni siti che raccolgono cognomi) e ammettiamo che il libro con pratagonista tale Carlo Rossi o Richard Smith venga pubblicato. Adesso,se non esistesse un libro con un protagonista con uno di quei nomi ma nella vita reale esistesse davvero una persona chiamata Carlo Rossi (o Richard Smith),quest'ultima potrebbe denunciare l'autore o comunque sia creargli problemi? Nel mondo potrebbero esistere centinaia di persone con dei nomi uguali,dunque tutte potrebbero causare problemi all'autore? Ringrazio anticipatamente per la risposta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bè non credo, all'inizio di ogni libro c'è scritto chiaramente che il racconto che si va a leggere è un'opera di fantasia e che fatti, personaggi, e avvenimenti che vengono proposti all'interno della storia sono del tutto casuali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando
Perchè? Non sindaco la sua risposta,vorrei solo conoscerne il motivo specifico,è una cosa che mi sono sempre chiesto.

Mi stai dando del lei? surprice.gif Comunque oltre al fatto che, a meno che tu non stia scrivendo un saggio o un libro inchiesta all'inizio del libro c'è sempre il disclaimer sul fatto che l'opera è frutto di invenzione, usare un nome comune ti mette al sicuro da qualsiasi azione legale proprio perché è un nome comune, tu potresti riferirti a chiunque o a nessuno. A meno che non ci siano fatti chiari e famosi, come il coinvolgimento in scandali o altro, non c'è alcuna possibilità di farti causa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

Se il nome non è conosciuto e non è collegabile alla vicenda di cui tratti nel tuo libro non c'è alcuna possibilità.

Per esempio, se tu chiami il tuo protagonista Andrea Antoniolli e questo tizio è uno spacciatore, se c'è qualcuno che si chiama Andrea Antoniolli non può farti causa. Non stai parlando di lui. In ogni caso, ti ripeto, il disclaimer mette al sicuro chiunque.

Ti basti pensare che anche sulle fiction in TV, quelle che parlano di storie vere, lo inseriscono proprio per evitare rogne. E le evitano :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Linda Rando

Sì, a meno che non sia un saggio o un libro inchiesta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate se disturbo ancora ma mi è sorto un altro dubbio: mettiamo il caso che il nome e il cognome del protagonista siano conosciuti (ovviamente mi riferisco ad una conoscenza totalmente estranea a quella letteraria:se per esempio si chiamasse Brad Pitt o George Clooney,tanto per citare i primi due nomi famosi che mi sono venuti in mente) ma comunque il protagonista non avesse nulla a che fare con i suoi omonimi più famosi,in tal caso ci sarebbe qualche problema? O se per esempio il nome e il cognome del protagonista coincidessero - sempre facendo esempi - con quelli di qualche ufficiale dell'esercito o comunque sia con quelli di un titolare di un'azienda,dunque nomi conosciuti...in tal caso ci sarebbero problemi? Grazie in anticipo e scusate per il disturbo,tuttavia prima di scrivere qualcosa vorrei andare sul sicuro XD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ci sarebbe nessun problema, i casi di omonimia esistono sia nel mondo reale che in quello cartaceo, ma perchè poi chiamarli Bradd Pitt o George Clooney? che poi sono sì nomi comuni ma un pò ricercati mi pare...

Chiamali Jhonny Smith o Mario Rossi semmai, sono talmente tanti che dubito ti arrivi una querela, che comunque mai ti arriverebbe icon_wink.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Sisi,era per fare un esempio XD Quindi in teoria anche con Brad Pitt o Geroge Clooney non avrei problemi?

Una voce fuori dal coro...

Dipende in effetti.

Se metti un nome di un personaggio pubblico famoso, e poi lo metti in situazioni ambigue o imbarazzanti, allora potresti avere qualche problemino.

(per es. se scrivi un romanzo che narra le vicende morbose di un gigolò omosessuale islamico e lo chiami Joseph Ratzinger)

Però è un problema puramente teorico e mai realizzabile nella realtà, perché qualunque editor ti obbligherebbe a cambiare il nome in fase di editing cop.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sisi,era per fare un esempio XD Quindi in teoria anche con Brad Pitt o Geroge Clooney non avrei problemi?

Una voce fuori dal coro...

Dipende in effetti.

Se metti un nome di un personaggio pubblico famoso, e poi lo metti in situazioni ambigue o imbarazzanti, allora potresti avere qualche problemino.

(per es. se scrivi un romanzo che narra le vicende morbose di un gigolò omosessuale islamico e lo chiami Joseph Ratzinger)

Però è un problema puramente teorico e mai realizzabile nella realtà, perché qualunque editor ti obbligherebbe a cambiare il nome in fase di editing cop.gif

In realtà l'esempio che volevo porre era un po' diverso...

Sarò più specifico.

Mettiamo il caso che voglia dare al mio personaggio un nome inglese (prendiamo Richard,un nome inglese molto diffuso) e volessi dargli un cognome uguale a quello di una contea inglese (in perfetto stile anglosassone,in questo caso useremo Bedfordshire,il nome di una contea inglese).

Richard Bedfordshire,un nome che richiama palesemente l'Inghilterra,ma comunque comune.

Ora,mettiamo che il libro venga pubblicato(il libro è di genere fantasy) e che il protagonista sia un ladro inglese.

Se nel mondo esistesse un Richard Bedfordshire e fosse,che ne so,un agente di polizia (giusto per creare un antitesi con il personaggio letterario) e venisse a sapere di questa cosa,potrebbe querelarmi o comunque sia causarmi qualche problema?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×