Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

MiaNonnaFuma

Casa editrice chiusa che non ha pagato i diritti e che continua a vendere libri on line

Post raccomandati

Ciao a tutti,

Ho cercato tra le discussioni già aperte un problema simile al mio, ma credo di trovarmi in una situazione molto particolare che ha bisogno di una nuova discussione :(

L'anno scorso la casa editrice con cui ho pubblicato i miei primi due romanzi (Libro Aperto International Publishing) ha chiuso, e ho ricevuto dalla ex direttrice la liberatoria per ripubblicare i miei libri i cui contratti di edizione erano già scaduti.

Il problema è che l'ex direttrice che si chiama Antonella Senese, non ha mai pagato le royalties dell'ultimo biennio agli autori con cui sto in contatto (me compreso), non risponde da tempo alle email, ha cancellato tutti i suoi profili dai social network per poi riapparire con lo pseudonimo di "A. S. Kelly" con cui vende i suoi libri.

Ma il problema piu grosso è che molti di questi libri si possono ancora acquistare on line (per esempio i miei si trovano su IBS) e ho addirittura scoperto che sta vendendo le copie nuove che le erano rimaste su eBay (in questo caso non sono sicuro sia lei, ma non vedo molte altre alternative).

Qualcuno avrebbe qualche consiglio? Legalmente è praticamente impossibile attaccarla perchè sarebbe troppo caro e non varrebbe la pena (mi sono informato). Ormai non ho idea di cosa fare. Per lo meno vorrei parare la vendita dei miei libri on line :(

Grazie a tutti in anticipo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@MiaNonnaFuma Io direi che le cose da fare in questo caso sono due.

La prima è farle scrivere subito da un avvocato per richiedere il pagamento delle royalties agli autori: basta mettersi d'accordo tra autori e dividere la cifra (se in Italia si continua a lascair perdere e lasciar fare a questi criminali sostenendo che non ne vale la pena, questo paese resterà sempre in mano a gente senza scrupoli e spesso criminale. E' duro da dirsi, ma è così bisogna incominciare a farsi valere fino in fondo). La seconda, dato che questa casa editrice ha chiuso e quindi non possiede più partita iva, è denunciarla subito alla guardia di finanza. Se vende online libri dopo aver chiuso sta vendendo in nero e in Italia è reato.

 

Speriamo che tutto si risolvi e che questa signora abbia ciò che merita.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di solito il contratto di edizione prevede, tra le sue clausole standard:

 

Cita

Dopo la scadenza del contratto, e anche in caso di sua anticipata risoluzione, l’Editore avrà la facoltà di continuare a vendere l'opera per 12 mesi (corrispondendo all’Autore il compenso nella misura convenuta). Qualora il contratto dovesse risolversi anticipatamente per cause imputabili esclusivamente all'editore, l'editore perderà la facoltà di continuare a vendere l'opera a partire dalla data di risoluzione anticipata.

 

Se la CE ha risolto il contratto e voi siete tornati in possesso dei vostri diritti (e per quel che ho compreso è così), non può continuare a vendere l'opera, perché la risoluzione è imputabile alla CE (alla chiusura, nello specifico). Direi, quindi, che questo basterebbe. Ci sono tutti i presupposti per un'azione legale, oppure, se temi che i costi siano eccessivi, almeno inviarle una lettera di diffida tramite un avvocato di fiducia.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×