Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Fronte%2050-.jpg

Titolo: Sibrium
Autore: Alessandro Cuccuru

Editore: Aporema Edizioni

ISBN 978-88-942182- 1-3

Prezzo € 15,90

Romanzo di ambientazione storica
Pagine 496

Link all'acquisto

Disponibile anche nella versione E-book, in formato Epub e in formato Kindle.

Siamo nell'ottobre del 476: Romolo Augusto, ultimo imperatore romano d'Occidente, è stato deposto dal generale barbaro Odoacre e Marco Terenzio Ambusto, ufficiale romano comandante della guarnigione di stanza nell'avamposto dell'odierna Castelseprio, è rimasto senza ordini. Sui suoi soldati e sugli abitanti del circondario incombono due angoscianti attese: l'arrivo dei guerrieri di Odoacre, guidati da Edecon, suo nipote, a reclamare un terzo delle terre coltivabili e la probabile calata dei Burgundi nella pianura padana.

Il romanzo si dipana attraverso le vicende e le avventure dei vari protagonisti, tra cui spiccano le figure di due donne: la coraggiosa Clelia, la vedova che da sola manda avanti la sua villa e gestisce i suoi abitanti, e Lavinia, la deliziosa giovanetta, figlia del fabbro Vulcano. E poi molti personaggi, romani e germanici: Unter, Panezio, Ariete, i gemelli Silvio e Claudio, il presbitero Marcello, il diacono Giovanni, il possidente Paolo Massenzio, Odric e Gudal, tutti rappresentati nella loro umanità, con i loro pregi e i loro difetti e per questo così vicini a noi, nonostante i secoli che ci separano.

In "Sibrium" c'è tutto: intrighi, spedizioni diplomatiche, strategie militari, combattimenti, amore, invidia ed odio. È scritto in modo scorrevole, con espressioni gergali decisamente "moderne" che possono suscitare perplessità, ma che l'autore ha deciso di utilizzare per avvicinare alla lettura anche i più giovani. Si legge con piacere ed è collocato in una realtà locale precisa dal punto di vista geografico, ma in un periodo per il quale mancano documenti e fonti univoche, rendendo così legittime licenze e libertà di narrazione.

Modificato da Marcello

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Rica

Complimenti per la tua pubblicazione @Alexmusic Una seconda edizione, wau ! :)

Modificato da Rica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, Rica ha detto:

Complimenti per la tua pubblicazione @Alexmusic Una seconda edizione, wau ! :)

Ti ringrazio per i complimenti, ma sono ampiamente immeritati, essendo il sottoscritto uno dei soci fondatori (trattasi di cooperativa) della casa editrice che ha appena pubblicato la seconda edizione: "ti piace vincere facile!", direbbe una nota pubblicità.
Fosse per me avrei aggiunto la nuova copertina in fondo alla vecchia discussione, aperta circa due anni fa e relativa appunto alla prima edizione; ma, dopo essermi consultato con lo staff, abbiamo deciso che era meglio aprirne una ex novo, essendo in pratica cambiati diversi parametri, oltre alla copertina e alla c.e., tipo il codice ISBN, il numero di pagine, il tipo di carta e così via.
La decisione di pubblicare in seconda edizione i libri di alcuni dei soci, tra i quali il mio, è stata presa collegialmente e all'unanimità, per diversi motivi. Il primo era quello che tutti noi avevamo ormai rescisso i contratti con i precedenti editori e c'era comunque l'esigenza di far sì che i nostri romanzi fossero ancora reperibili sul mercato, una volta esaurite le giacenze delle vecchie c.e. Il secondo era quello di "fare numero", anche  se detta così pare una cosa non troppo carina... In realtà il nostro catalogo è in fase di formazione e, con i lunghi tempi che dedichiamo all'editing, ci vorrà ancora molto prima di raggiungere un discreto numero di titoli: sarebbe stato un peccato non sfruttare dei testi che avevano bisogno solo di un'ulteriore revisione, per essere pubblicati. Un altro motivo era infine quello di offrire noi stessi come cavie, altra brutta espressione ma che rende l'idea, per testare qualità da stampa e altri problemi collaterali, per evitare brutte figure con i nostri autori e con i nostri lettori.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Rica
25 minuti fa, Alexmusic ha detto:

Ti ringrazio per i complimenti, ma sono ampiamente immeritati, essendo il sottoscritto uno dei soci fondatori (trattasi di cooperativa) della casa editrice che ha appena pubblicato la seconda edizione: "ti piace vincere facile!", direbbe una nota pubblicità.
Fosse per me avrei aggiunto la nuova copertina in fondo alla vecchia discussione, aperta circa due anni fa e relativa appunto alla prima edizione; ma, dopo essermi consultato con lo staff, abbiamo deciso che era meglio aprirne una ex novo, essendo in pratica cambiati diversi parametri, oltre alla copertina e alla c.e., tipo il codice ISBN, il numero di pagine, il tipo di carta e così via.
La decisione di pubblicare in seconda edizione i libri di alcuni dei soci, tra i quali il mio, è stata presa collegialmente e all'unanimità, per diversi motivi. Il primo era quello che tutti noi avevamo ormai rescisso i contratti con i precedenti editori e c'era comunque l'esigenza di far sì che i nostri romanzi fossero ancora reperibili sul mercato, una volta esaurite le giacenze delle vecchie c.e. Il secondo era quello di "fare numero", anche  se detta così pare una cosa non troppo carina... In realtà il nostro catalogo è in fase di formazione e, con i lunghi tempi che dedichiamo all'editing, ci vorrà ancora molto prima di raggiungere un discreto numero di titoli: sarebbe stato un peccato non sfruttare dei testi che avevano bisogno solo di un'ulteriore revisione, per essere pubblicati. Un altro motivo era infine quello di offrire noi stessi come cavie, altra brutta espressione ma che rende l'idea, per testare qualità da stampa e altri problemi collaterali, per evitare brutte figure con i nostri autori e con i nostri lettori.

Ringrazio te per la precisazione, dal post risultava una seconda edizione di un romanzo. Ero andata a vedere la discussione precedente, e mi ero convinta ancor di più che fosse una nuova pubblicazione a distanza di due anni.

In bocca al lupo per tutto. :) 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho pensato di riunire in un'unica nota, sulla pagina facebook della mia nuova casa editrice, tutte le recensioni ricevute nel corso della prima pubblicazione. 
Chi fosse interessato a leggerle, può trovarle qui;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo la pagina facebook, creata subito dopo la pubblicazione, finalmente mi sono deciso ad aprire anche un sito internet. E' ancora incompleto, ma con l'andar del tempo sono certo di poterlo migliorare, magari grazie anche ai suggerimenti che vorrete elargirmi. Allo scopo, vi invito a dare un'occhiata.
E' cambiato anche il link all'acquisto.
Per chi invece volesse saperne di più, riguardo alla vecchia edizione, il link è rimasto invariato.
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

29542809_10215872846794612_7877074986903

Ormai a oltre due anni dall'uscita del libro (nemo propheta in patria), ecco la mia prima presentazione nella mia città natale... e anche la mia prima, e spero ultima, presentazione su unop scomodissimo sgabello :S

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rispetto alla prima edizione, alcune cose sono state riviste e migliorate e per sapere quali vi rimandiamo a fondo pagina.  Non essendo tuttavia cambiata la sostanza, non ci pareva il caso di chiedere una nuova recensione al comitato di lettura. Ecco perché abbiamo deciso di riportare qui quella eseguita a suo da tempo da @FadingAway

Trama

 La trama si alterna vorticosamente fra le vicende di diversi gruppi di personaggi.

A Sibrium, avamposto dell’ormai decaduto Impero Romano d’Occidente, vediamo svolgersi le vicende di Marco Terenzio Ambusto, comandante locale della guarnigione. Insieme a lui faremo la conoscenza della sua colorita cerchia di sottoposti; ad esempio il fabbro Vulcano e sua figlia Lavinia, Padre Marcello, l’affezionato servo Livio e il fedelissimo Unter. Ognuno di questi personaggi ha una sua caratterizzazione e un passato a cui rendere conto, e non saranno mai soltanto degli ausili al personaggio principale. La situazione si complicherà quando si dovranno affidare un terzo delle terre coltivabili ai barbari di Odoacre, che presto arriveranno a reclamare ciò che è stato promesso loro dal re dei Germani.

Ad appassionarci saranno anche le vicende di Odoacre e di suo nipote Edecon, Erulo cresciuto come ostaggio a Costantinopoli. Compito del giovane sarà risalire da Ravenna fino a Mediolanum, per poi dirigersi a Sibrium. Il loro viaggio sarà ricco di pericoli e interessanti incontri, che favoriranno la sua crescita personale e quella di chi l’accompagna.

A complicare ulteriormente la situazione sarà l’incombente arrivo dei Burgundi, popolo barbaro che spinto dalla fame e dalle carestie deciderà di valicare le Alpi.

Contenuti

L’umanità è la vera protagonista del romanzo; un’umanità variegata, ricca di tradimenti, opportunismo e intrighi, ma anche colma di amore, di generosità e di tanta ironia.

Il finale, seppur lirico ed emozionante, lascia a mio avviso molti punti in sospeso. Quando leggiamo un libro, o guardiamo un film, ci piace sapere cosa accadrà a tutti i personaggi a cui ci siamo affezionati. Qui invece, molti punti sono taciuti.

Ambientazione e personaggi

L’ambientazione è tracciata con precisione certosina. Non solo gli ambienti di Sibrium, il castrum attorno a cui ruotano le vicende principali, ma anche le altre località e le strade fra di esse sono vivide e reali nella mente del lettore.

I personaggi principali sono ben caratterizzati, hanno una propria psicologia e un passato da scoprire. In alcuni di essi si nota il perenne divenire della propria personalità, temperata e maturata attraverso la sequela di eventi.

Possiamo dividere i personaggi in due macro categorie: barbari e romani, popoli diversi per culture, tradizioni e storia. E su questo binomio si basa il punto di forza del romanzo; troppo facile, troppo banale, sarebbe stato attribuire tratti negativi al primo gruppo e positivi all’altro. Invece avremo barbari leali, coraggiosi e determinati, e romani invece opportunisti, indolenti, o attaccati a scranni che non contano più nulla. Ogni personaggio dipende dalla propria storia e dal proprio passato, non certamente dall’etichetta che la Storia gli ha affibbiato.

Fin dalle prime pagine emerge bene la vasta documentazione che l’autore ha affrontato prima di cominciare a scrivere. Il mondo vivido che si verrà a creare sarà apprezzabile non soltanto da chi ha studiato il periodo storico e ne potrà scorgere gli elementi in chiave narrativa, ma anche dai “non addetti ai lavori” che saranno accompagnati alle porte del medioevo passo dopo passo.

Stile e forma

I refusi sono pochi e non inficiano la piacevolezza della lettura.

Il registro in alcuni punti tocca vette auliche, ma per quasi tutta la narrazione lo stile è semplice e diretto, a seconda della situazione o del personaggio che sta parlando, ma sempre rispettando la relazione fra modo di parlare e cultura del personaggio.

Ho apprezzato la relativa brevità dei capitoli, con una costante alternanza dei punti di vista che mantiene sempre vigile l’attenzione del lettore.

 Sull’edizione cartacea

L’edizione cartacea è ben curata; la copertina è lucida e resistente, la carta del giusto peso.

I segni di usura a lettura ultimata si limitano alle classiche pieghe sulla costa, nonostante il volume sia stato oggetto di logorio quasi feroce da parte mia. L’impaginazione è buona, piacevole e non stancante per la vista, ma il font utilizzato mi pare troppo grande.

Il rapporto qualità-prezzo è equilibrato, contando che si tratta di un libro di oltre seicento pagine.

Non mi è piaciuta molto la seconda carta presente all’inizio del libro (quella prima dell’introduzione in latino). Nonostante sia estremamente funzionale, si nota che è stata fatta a mano e poi scannerizzata prima dell’inserimento nel romanzo. Avrei preferito qualcosa di un po’ più curato, al pari della prima carta.

Giudizio finale

Sibrium è una lettura piacevole non soltanto per chi è abituato a masticare romanzi storici, ma anche per i neofiti che per la prima volta si affacciano a questo genere. Vi troveranno personaggi umani che condividono le loro paure e le loro incertezze in cui potersi identificare.

 

Principali modifiche alla nuova edizione.
Oltre alla correzione dei refusi e altri interventi di poco conto, tra i quali la sostituzione di una delle due cartine geografiche, è stato rimpicciolito il font e di conseguenza il numero di pagine è sceso a 496. Diminuito anche il prezzo, ora fissato a € 15,90, cambiata la copertina, aumentata la grammatura della carta e il tipo (da bianca ad avoriata).

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per chi volesse farsi un'idea dell'ambientazione del romanzo, ecco quanto rimane oggi del ponte d'ingresso al Castrum:
08h.jpg

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il romanzo (che ho “spazzolato” in pochi giorni) mi ha fatto venir voglia di visitare quei luoghi. Sibrium resta nel cuore. Ci sarà un sequel?

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Luoghi molto suggestivi, che meritano senza dubbio una visita. Il seguito è in fase di elaborazione e sarà ambientato tre secoli dopo le vicende del primo Sibrium (476 d.C.), alla fine dell' epoca longobarda.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo è un bellissimo plastico di Castelseprio (Sibrium). Così doveva apparire il castrum prima della sua distruzione nel 1287 a opera di Ottone Visconti. Il plastico è visitabile, insieme ad altri interessantissimi reperti, nell'Antiquarium, all'interno del Parco Archeologico.

sala1plastico-castrum.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Diversi lettori, alcuni dei quali utenti del Writer's Dream, ci hanno segnalato che, nell'ordinare il romanzo on line, si son visti recapitare, qualche volta anche in pessime condizioni, la prima edizione. Nel vostro interesse, anche economico, vi consigliamo di chiedere in modo specifico che vi venga spedita la versione edita dalla nostra CE

Modificato da Aporema Edizioni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fine anno col botto:
primo in una classifica, e quinto in altre due!
Quasi mi vergogno... :rosa:
E comunque, grazie a tutti e Buon 2019!

Questo il video su facebook

 

 

Modificato da Alexmusic

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 13/1/2019 alle 20:01, AndreaLuna ha detto:

complimenti:)

Ringrazio di cuore... Incrociando la dita, devo dire che la "magia" continua:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Padroneggio i mezzi informatici meglio di tanti altri che hanno parecchi anni in meno di me. Eppure ho sempre nutrito una certa diffidenza nei confronti degli ebook, e non ne ho mai fatto mistero anche in altre discussioni qui nel forum. Alla fine però il mio amico e socio editoriale @Alorigo, spalleggiato anche da altri colleghi all'interno della nostra CE, mi ha convinto a convertirmi. 

E oggi sono qui a cospargermi il capo di ceneri, perché è proprio grazie a questa "conversione", che Sibrium, a quasi quattro anni di distanza dalla prima pubblicazione e a due dalla seconda, mi ha regalato delle soddisfazioni che non mi sarei mai aspettato, rimanendo per diversi mesi nelle primissime posizioni delle classifiche "Ebook fantasy storico", "Fantascienza su storia alternativa" e "Fantasy storico" di Amazon. Ora, a essere sinceri, non pensavo di aver scritto un "fantasy storico", e non so neanche dirvi come il mio romanzo sia stato inserito in quelle strane classifiche, ma alla fine poco importa. Ciò che conta è che le vendite siano andate davvero bene, soprattutto tenendo conto che l'ebook è quasi sempre stato venduto a prezzo pieno (€ 4,99) o con il 30% di sconto; solo nel mese di maggio è stato messo in promozione a € 2,99. 

Sempre grazie al formato elettronico ho ricevuto diverse recensioni con "acquisto verificato", la maggior parte molto positive: diciamo che non sono mai sceso sotto le tre stelle, su un totale di cinque; di quelle più critiche farò tesoro nell'ultimare, e poi correggere, il mio nuovo romanzo, ambientato negli stessi luoghi, ma trecento anni dopo.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×