Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Giuseppe Milisenda

Casa Editrice che non spedisce copie: rivolgersi a un legale?

Post raccomandati

Sintetizzo brevemente il mio calvario (eventualmente scenderàò nei dettagli), chiedendo a voi un cosiglio su come comportarmi con la casa editrice che ha pubblicato il mio libro:

- Nel dicembre del 2016 vinco all'unanimità un premio internazionale di letteratura

- Scrivo a svariate case editrici, alcune delle quali mi propongono contratti alcuni free altri a pagamento.

- Nel mezzo c'è la casa editice che ho poi scelto che mi chiede di comprare 250 copie a prezzo ridotto del mio libro da rivendere ad amici, parenti, che ha un'ottima rete di distribuzione;

- Da profano scelgo questa CE, tanto 250 copie so già che le rivendo e regalo facilmente (infatti poii così avviene);

- Mi mandano un contratto con un contenuto diverso dagli accordi pattuiti, chiedo delle rettifiche e dopo molta insistenza riesco ad apportare qualche correzione (non tutte);

- Provvedo all'editing e alla realizzazione della copertina con l'aiuto di persone a me vicine e gli dico che sono pronto per la stampa

- solo su mia insistenza riesco ad avere il codice ISBN

- Passano mesi e niente

- Insisto e loro riescono a trovare una tipografia;

- il libro finalmente esce

- il libro è in vendita on line un pò ovunque (IBS, Feltrinelli, Amazon, Unilibro, Mondadori, ....), e io penso che vada tutto bene;

- iniziano a pervenire le prime (poche) richieste on line e la mia CE mi chiede di inoltrare io al distributore le copie acquistate on line da privati. Seppur con disppunto lo faccio.

- il giorno della presentazione è un successo (UNICEF; WWF; LILT...) , e ne parlano persino sui media regionali

- arrivano altre richieste on line per l'acquisto del libro e la mia CE mi chiede nuovamente di mandare io al distributore le copie per  soddisfare l'esigenza. A quel punto io rispondo che non è mia intenzione farlo, ma che dovrebbe essere la CE a provvedervi.

- Una persona si lamenta con me del fatto che dopo aver acquistato il libro on line non l'ha mai ricevuto sebbene siano passate molte settimane;

- Riferisco alla mia CE e loro mi rispondono asserendo che la responsabilità del fatto che il cliente non è stato soddisfatto è mia perchè mi sono rifiutato di inoltrare copie del libro al distributore.

- In pratica il libro, sebbene acquistabile on line, di fatto non viene poi spedito agli acquirenti 

- Preciso che nel frattempo la mia CE non ha provveduto in alcun modo a pubblicizzare il mio libro, e ho provveduto esclusivamente a mie spese a ciò.

Ho bisogno di un vostro consiglio. Cosa devo fare? Mi devo rivolgere a un legale?

 

  

  • Mi piace 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Giuseppe Milisenda

Ho cambiato il titolo della discussione, perché il tuo era generico.

 

Ho letto la tua storia, e la CE non sembra delle più serie... anzi. Praticamente, da quel che ho capito, non ha fatto nulla: né editing, né promozione, né distribuzione. Niente. Tanto valeva andare in tipografia, spendevi meno sicuramente.

 

Prima di rivolgerti a un legale dovresti rileggerti il contratto che dovresti aver firmato all'epoca e capire cosa c'era scritto. Se erano assicurati dei servizi che non ti stanno dando, e se lo avevano fatto nero su bianco, chiedi un parere a un avvocato. In caso contrario, cerca solo di disdire il contratto e passa oltre.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Però per completezza di informazione mi domando se non sarebbe utile (e permesso dal forum) indicare il nome della CE? Se no sembrano quelle notizie in cui si afferma che in "una nota azienda casearia" è stato effettuato un ingente sequestro perché usavano latte andato a male e tutti ci chiediamo: di chi si tratta? sarà quello che mangio tutti i giorni?

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, Giuseppe Milisenda ha detto:

grazie per il consiglio.

Sono alla mia prima esperienza e non conosco ancora bene questo mondo.

Ti ringrazio di cuore

Andare per vie legali per chi non è Wilbur Smith o Fabio Volo è quasi sempre controproducente, ma qui insomma... siamo quasi a livello di truffa.  Non so cosa ci sia scritto nel contratto (e le parole di NIko sono sacrosante: rileggilo bene, anche se avresti dovuto farlo prima, perché un contratto è un contratto e non serve essere esperti per capire che ci stanno prendendo in giro), ma un editore che si mette a cercare una tipografia su insistenza del'autore – scusami – non si è mai sentita prima.  Non credo che questo comportamento rientri nella deontologia professionale anche della più sconclusionata casa editrice.  E come sarebbe che devi fornire tu le copie per le presentazioni, copie che se ho capito bene hai acquistato.  Una volta che compro una cosa è mia e gli altri non possono accampare diritti.

Insomma, rileggi bene il contratto (comprese le note a piè di pagina, quelle per cui serve la lente di ingrandimento) e poi se le cose stanno davvero così una capatina da un avvocato la farei...

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Queste storie testimoniano l'importanza di un forum come questo. Qui almeno se non si sa niente del mondo editoriale si possono ascoltare le storie degli altri, confrontarsi e chiedere consigli. Chi passa di qui poi difficilmente accetta di comprare copie perché capisce che lo fanno solo le case editrici a pagamento. Certo uno ci può pure arrivare da solo, ma dipende dal tipo di persona che è (se in genere si fida, se non ha tante pretese, se non ha mai avuto contatti con questo mondo, eccetera).

Detto questo, da quello che scrivi è davvero un peccato che tu abbia accettato una simile proposta perché se in molti poi si sono interessati al tuo libro magari con un'altra CE sarebbe andata diversamente anche a livello di vendite. Peccato. Comunque sia ora l'unica cosa che puoi fare è quello che ti hanno detto gli altri: rileggerti bene il contratto. E la prossima volta chiedi, senza imbarazzi, a chi ne sa più di te prima di firmare qualcosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ps: @Niko ho visto che la casa editrice del ragazzo in questione si definisce "Casa Editrice no-profit e non a pagamento" e in più specificano in ben 15 punti tutti i favolosi motivi per cui un esordiente dovrebbe pubblicare con loro (tra questi dicono che non obbligano all'acquisto di copie e che si impegnano a organizzare reading e a far conoscere l'autore nelle librerie). Mi chiedo se non sia il caso di aprire una discussione apposta su questa CE inserendola tra quelle a pagamento per avvertire altri potenziali malcapitati. 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Christopher mi ha segnalato la Casa Editrice cui fa riferimento @Giuseppe Milisenda , che il Writer's Dream conosce bene.

Ma a causa di controversie legali, non ne possiamo fare il nome né lo faremo mai più su questa piattaforma.

 

Ognuno si faccia la sua opinione al riguardo :) 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 10/6/2017 at 14:33, Giuseppe Milisenda ha detto:

- Mi mandano un contratto con un contenuto diverso dagli accordi pattuiti, chiedo delle rettifiche e dopo molta insistenza riesco ad apportare qualche correzione (non tutte);

 

In questa parte della tua testimonianza, @Giuseppe Milisenda , c'è concentrato il nocciolo della questione. La domanda, purtroppo, è ovvia (anche perché implica la tua accettazione): come mai hai firmato il contratto nonostante fosse diverso dalle aspettative e le modifiche pattuite siano state blande? Ha ragione @Niko a dire che è meglio rileggere bene le varie clausole (note incluse, come specificato da @Marcello ), prima di rivolgerti a un legale, a maggior ragione perché la tua firma ne testimonia l'accettazione in toto e si suppone che tu ne abbia preso visione in tutte le sue parti e le abbia ben valutate prima di apporla.

Se la CE è venuta meno a ciò che era tenuta a fare da contratto (cioè se editing, distribuzione, promozione erano tra i doveri contrattuali dell'editore), ti basta già chiedere la risoluzione per inadempimento, ne hai tutto il diritto. Se la CE si rifiuta di risolvere il contratto, puoi provvedere a un adempimento forzato o una risoluzione sollecitata tramite avvocato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chiedo scusa se rispondo solo ora, ma ho avuto problemi a collegarmi a internet.

Ringrazio tutti coloro che sono intervenuti.

Cercherò di chiarire un pò meglio l'accaduto e i motivi della mia scelta... per poi aggiornarvi sull'evoluzione del mio piccolo calvario

Non voglio citare il nome della CE perchè non sarebbe corretto, in quanto loro non avrebbero modo di intervenire nella discussione e quindi voi avreste modo di ascoltare solo la mia testimonianza.

Può sembrare assurdo che io abbia scelto la mia CE nonostante avessi avuto offerte anche da CE non a pagamento, però solo ora mi rendo conto del mio errore.

Quando ero alla ricerca di qualcuno che fosse interessato a pubblicare la mia opera ho consultato un altro sito, simile a questo, che recensiva le varie CE.  In quei giorni la CE che ho poi scelto, aveva delle ottime recensioni ed era censita tra quelle non a pagamento. Ora invece la recensione della CE nelle stesso sito è completamente diversa (ma ormai la frittata l'ho fatta). Ho consultato il sito della CE che ho poi scelto e l'ho trovato molto accattivante. Peraltro la CE in questione si vanta di aver un legame (peraltro documentato anche con video) con chi si occupa di tutelare le persone in Italia da truffe e raggiri. Ho pensato che fosse un ottimo biglietto da visita per chi, come me, era alla sua prima esperienza. Vivendo nel sociale, per ragioni di lavoro, conosco le difficoltà che affrontano i ragazzi che cercano di avviare un'attività e ho pensato che anticipare del denaro che avrei comunque recuperato per aiutare altri giovani per me non sarebbe stato un problema. Peraltro sembravano pieni di entusiasmo e ritenevo che avrebbero potuto gestire il mio primo impatto con il mondo della letteratura grazie alla loro voglia di emergere. Sono stato in dubbio sino all'ultimo tra 3/4 CE che si erano efferte di pubblicare il mio libro.... e poi ho fatto la scelta sbagliata.

Quando mi hanno inviato il contratto da firmare e ho visto che il contenuto era diverso da quanto avevamo pattuito ho consultato i miei cari che mi avevano consigliato di lasciare perdere. Abbiamo litigato tramite e-mail, ma poi ho avuto un contatto telefonico con il titolare, che mi ha prospettato i problemi di una piccola CE. Mi sono lasciato convincere a patto di aggiungere una variante sul contratto.

Non scendo nel dettaglio, ma ho dovuto superare altri problemi... sino a quando finalmente ho avuto tra le mani il mio libro, e la soddisfazione personale ha cancellato ogni contrattempo (immagino sappiate cosa si prova).

In tutta onesta devò però ammettere che, anche se solo in via teorica, il libro aveva un'ottima distribuzione (Feltrinelli, Mondadori, IBS, Amazon...) e devo dare merito alla CE che da questo punto di vista ero molto soddisfatto del loro lavoro.

Poi quando privati si sono lamentati con me che i libri comprati on line non venivano loro recapitati, ho dovuto togliere le fette di salame che mi ero messo da solo davanti agli occhi...

EVOLUZIONE: Dopo aver liotigato nuovamente con la CE mi hanno assicurato di aver spedito i libri. Attendo che chi l'ha comprato me ne dia conferma.

Al di la di tutto il mio problema è che mi trovo con un buon libro (o almeno così penso perchè in caso contrario non avrei vinto un premio letterario e non avrei avuto il sostegno di UNICEF ecc.), ma una CE che non mi sostiene, che non mi pubblicizza,  che non partecipa a nulla che potrebbe dare impulso alla diffusione dei miei pensieri, con una CE con cui ho ormai un pessimo rapporto nonostante io abbia sempre cercato di venire incontro alle loro esigenze. Non avendo poi esperienza nel settore non so come comportarmi, perchè sono mille i dubbi che ora mi affliggono: Se rescindo il contratto una nuova CE sarebbe ancora disposta a pubblicare la mia opera? Che devo fare con il codice ISBN che è stato dato al mio libro? Se nel frattempo qualcuno vuole acquistare le copie del mio libro come può fare?

Preciso che il contratto è scritto così male che non è un problema rescinderlo.    

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, Giuseppe Milisenda ha detto:

Preciso che il contratto è scritto così male che non è un problema rescinderlo.    

 

Innanzitutto è bene operare una distinzione tra Risoluzione e Rescissione del contratto, visto che quasi tutti i post che leggo in questa sezione parlano (impropriamente) di rescissione:

 

Cita

La rescissione del contratto può chiedersi per anomalie verificatesi al momento della conclusione:

a) perché concluso in stato di pericolo (in cui versava uno dei contraenti o altra persona al momento della stipula, o iniquità delle condizioni a cui il contraente ha dovuto soggiacere)

b) per lesione (forte sproporzione tra la prestazione di una parte e quella dell'altra, tale che il valore di una prestazione sia almeno la metà dell'altra, e approfittamento dello stato di bisogno in cui versava la parte danneggiata).

 

La risoluzione del contratto si ha invece per motivi che sopravvengono alla conclusione del contratto:

 

a) risoluzione di diritto nei casi cioè previsti dalla legge;

b) risoluzione per inadempimento di una delle parti;

c) risoluzione per impossibilità sopravvenuta;

d) risoluzione per eccessiva onerosità.

 

La risoluzione di diritto si può richiedere nei casi in cui il contratto contenga una "clausola risolutiva espressa", cioè quando le parti sono concordi sul risolvere il contratto nel caso che un determinato obbligo (di una delle parti) non sia adempiuto, o se non lo sia secondo le modalità stabilite (art. 1456 c.c.).

Oppure può essere richiesta nel caso in cui sia previsto un termine per adempiere e questo scada senza che la prestazione sia stata adempiuta (art. 1457 c.c.).

Oppure ancora nel caso in cui la parte non inadempiente richieda l'adempimento mediante diffida ad adempiere (art. 1454 c.c.).

 

In pratica: si può rescindere il contratto quando una delle parti abbia approfittato di una condizione di difficoltà o di svantaggio dell'altra, sussistente all'atto della stipula, e non mi sembra il tuo caso, @Giuseppe Milisenda .

Diversamente si può parlare di risoluzione. Tu puoi quindi risolvere il contratto se la CE è venuta meno ai suoi obblighi contrattuali. Quasi tutti i contratti di edizione prevedono la clausola risolutiva espressa, ma è bene verificare.

 

13 ore fa, Giuseppe Milisenda ha detto:

Se rescindo il contratto una nuova CE sarebbe ancora disposta a pubblicare la mia opera?

 

Se risolvi il contratto, una nuova CE può procedere alla ripubblicazione (se interessata, ovviamente).

 

13 ore fa, Giuseppe Milisenda ha detto:

Che devo fare con il codice ISBN che è stato dato al mio libro?

 

In genere, alla risoluzione del Contratto l’editore è tenuto a rimuovere l'opera dal proprio catalogo e/o sito, nonché dai canali distributivi, per cui quel codice ISBN (acquistato dall'editore) non sarà più valido. Ovviamente ciò richiede dei tempi tecnici, entro i quali l'editore può ancora vendere il libro sino a esaurimento delle scorte avanzategli. In tal caso è tenuto a corrispondere all'autore le sue regolari royalties.

 

13 ore fa, Giuseppe Milisenda ha detto:

Se nel frattempo qualcuno vuole acquistare le copie del mio libro come può fare?

 

Com'è scritto sopra: può acquistarle dall'editore fino a esaurimento scorte di magazzino (o mediante canali distributivi, fino a ritiro avvenuto) ed egli dovrà versarti regolari royalties.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

... e alla fine l'ho fatto. Ieri ho contattato un legale e nei prossimi giorni discuterò con lui su quale strada intraprendere.

E' triste pensare che il primo romanzo finisca così. Onestamente sono un pò demoralizzato.

 

Ormai però non c'era altro da fare.

Per spiegarvi il motivo che mi ha spinto a comporre il numero di telefono del legale devo fare un passo indietro.

Tra le varie vicissitudini che ho dovuto affrontare durante il rapporto con la CE vi è un episodio che avevo omesso (ve ne sono tanti in realtà).

A maggio avevo avuto modo di accordarmi con la libreria Giunti di Maida/Lamezia Terme (che è la più grande della zona e trovandosi all'interno del più importante Centro commerciale della Provincia assorbe gran parte degli appassionati di letteratura) per organizzare un evento una Domenica da loro. Il responsabile nell'occasione mi spiegò che, facendo loro parte di una catena commerciale, non potevo io fornire loro le copie necessarie, ma avrebbero dovuto provvedere direttamente loro all'acquisizione dal distributore. Dopo vari tentativi il responsabile mi riferì che non riuscivano a rifornirsi perchè la disponibilità del mio libro era pari a zero. Informai l'editore che mi rispose che per loro non era conveniente inoltrare le copie necessarie a consentirmi l'organizzazione dell'evento. Con mio dispiacere dovetti rinunciarci.

Una settimana fa mi sono recato presso la Giunti di Montepaone/Soverato (località turistiche della zona) e la responsabile mi proponeva una serie di incontri di lettura con i ragazzi da tenersi in autunno. Inutile dirvi che ne ero entusiasta. La responsabile della libreria ha quindi inoltrato una richiesta di approvvigionamento di copie alla mia CE. Apprendevo direttamente dalla CE che  non è loro intenzione rifornire la libreria perchè ha chiesto al momento poche copie.

Sono stato addirittura richiamato dalla CE che non dove contattare le librerie.

Una casa editrice che si occupa della redazione di testi scolastici stava prendendo in considerazione l'ipotesi di inserire parte del mio romanzo nei loro libri didattici, ma dubito che la mia CE glielo consentirà se non dietro un compenso.

Ormai so che ogni tentativo di diffondere il libro con questa CE sarà vano. Nonostante il mio entusiasmo ogni possibilità mi viene preclusa.

La mia CE continua a chiedermi di acquistare io altre copie, ma pur avendone necessità ho deciso di non farlo.

Mi sono fatto un giro su internet e ho letto che probabilmente nessuna CE prenderà in considerazione la possibilità di pubblicare un libro che è già uscito con un'altra CE.

Credo che il mio romanzo, nonostante gli apprezzamenti ricevuti, non avrà un lieto fine. Incarterò i gadgets e li lascerò in un angolo del ripostiglio.

Volevo ringraziarvi per il sostegno e la comprensione che mi avete offerto in questi giorni.

Vi terrò aggiornati.

Ciao da Giuseppe

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Direi che ci sono tutti gli estremi per ottenere la risoluzione del contratto! Dita incrociate per te e tienici informati! Circa la ripubblicazione, al tuo posto, visti i riscontri positivi, prenderei in considerazione l'ipotesi del self. 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Giuseppe Milisenda ha detto:

Ormai so che ogni tentativo di diffondere il libro con questa CE sarà vano. Nonostante il mio entusiasmo ogni possibilità mi viene preclusa.

Ti avevo già detto in altra sezione che purtroppo era ciò che appariva chiaramente dalle sue politiche editoriali e dall'atteggiamento tenuto nei tuoi confronti.  

 

2 ore fa, Giuseppe Milisenda ha detto:

Mi sono fatto un giro su internet e ho letto che probabilmente nessuna CE prenderà in considerazione la possibilità di pubblicare un libro che è già uscito con un'altra CE

Non è detto, ma certo la disavventura complica non poco le cose.  I riscontri positivi potrebbero spingere un altro editore a investire su di te.  Se hai già un'altra opera pronta che ritieni valida, la strada maestra potrebbe essere quella di cercare un nuovo editore – free, questa volta – che ti pubblichi la seconda. Una volta che si sia creato un reciproco rapporto di fiducia il nuovo editore potrebbe, e dovrebbe, essere disposto a investire anche sulla prima opera.  

Certo che in ogni caso si perderà quell'abbrivio felice che il libro stava prendendo, a quanto ci hai raccontato.  Quello purtroppo non ti verrà restituito e se deciderai di adire le vie legali potresti richiedere i danni (ipotizzo, da completo ignorante in materia di diritto.  Ma mi informerei dal legale se è una strada percorribile).

Oppure – ed è la prima volta che lo dico, perché non non lo amo – potresti rivolgerti al self publishing, una volta risolto il contratto (nella speranza che ciò avvenga in tempo breve).  

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa sera sono riuscito finalmente a incontrarmi con il mio legale... sono moooolto fiducioso che le cose si risolvano nel migliore dei modi. D'altronde il mio legale è il top :).

Perderò probabimente l'estate. Mi tocca stare in panciolle. Avevo preventivato le cose diversamente. E' andata così, ma almeno avrò modo di ripartire... e stavolta seguirò i consigli. Grazie a tutti per il supporto.

     

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

in attesa che la situazione si risolva...

Ho assolutamente bisogno di quella botta di fortuna che capita poche volte nella vita...

sono assolutamente consapevole che è solo un'illusione, una vana speranza, che non succederà mai, che figurati se può mai capitare che gli piace il mio libro...

ma questa mattina il vice presidente italiano di una delle più importanti società cinematografiche mondiali (e ripeto a me stesso "mondiali") è sotto l'ombrellone a leggere il mio libro.

Già il solo fatto di averlo visto sfogliare con curiosità le pagine che ho scritto mi basterebbe, però...

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×