Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

scheggedivetro

Romanzo in rete

Post raccomandati

Ciao a tutti. Ad aprile 2016 ho pubblicato con la casa editrice AUGH! in formato cartaceo un romanzo thriller horror, per pubblicizzarlo un po' mi sono poi rivolta ad un agente letterario che lo ha rigirato ad alcuni blog per farmi avere delle recensioni. Ieri cercando in rete con il mio nome cognome e titolo del libro, ho scoperto che è scaricabile presso una piattaforma straniera a cui puoi accedere sottoscrivendo un abbonamento a pagamento. Qualcuno sa consigliarmi su cosa fare?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Direi che per prima cosa potresti chiedere all'agente letterario se ha idea di come il libro sia finito su una piattaforma a pagamento. 

Poi proverei chiedere a chi gestisce la piattaforma come ha avuto il libro (sempre che sia un sito legale)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche il mio romanzo, pubblicato solamente in cartaceo con una CE e mai affidato ad altri risulta teoricamente scaricabile su una piattaforma a cui ci si deve abbonare che risponde al nome di Bonymedia o Urbook a seconda della pagina che si apre. Non lo so, non credo si siano presi il fastidio di convertire il mio capolavoro in e-book, penso sia piuttosto un sito pirata come quelli dove scarichi la musica free. Io di certo non ho concesso loro alcuna autorizzazione. Sarebbe bello che qualcuno si loggasse e tentasse il download, mi chiedo se riuscirebbe a trovare la versione digitale del mio romanzo.._.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, scheggedivetro ha detto:

Ciao a tutti. Ad aprile 2016 ho pubblicato con la casa editrice AUGH! in formato cartaceo un romanzo thriller horror, per pubblicizzarlo un po' mi sono poi rivolta ad un agente letterario che lo ha rigirato ad alcuni blog per farmi avere delle recensioni. Ieri cercando in rete con il mio nome cognome e titolo del libro, ho scoperto che è scaricabile presso una piattaforma straniera a cui puoi accedere sottoscrivendo un abbonamento a pagamento. Qualcuno sa consigliarmi su cosa fare?

 

In genere sono siti che servono più a incastrare chi si iscrive più che a vendere il materiale che hanno o dicono di avere. Il problema è che non conviene iscriversi per controllare perché si butterebbero dei soldi e pare sia anche difficile revocare l'iscrizione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@scheggedivetro non credo che il romanzo sia realmente disponibile su quella piattaforma e tra le altre cose è prevista una procedura di iscrizione che uno sano di mente si guarderebbe bene dal fare. Inoltre non mi preoccuperei troppo di eventuali download illegali dal momento che per noi micro esordienti già piazzare qualche copia di e-book tramite i canali ufficiali è già una fatica immane, e se qualcuno che conosci si prende un tale sbattimento non penso sia un tuo grande sostenitore. Diciamo che potremmo perdere quei sei o sette euro di diritti...:asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

attenzione, anch'io ho trovato il mio giallo-rosa investigativo in una di quelle piattaforme, se non ricordo male il mio web-advisor mi dava presenza di virus: non è che scaricando, oltre a perdere i denari, ci si bricca il pc? Niente e-book, ma pc in assistenza per settimane:aka:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scrivete su google: vostro nome/vostro cognome/titolo vostro libro/scarica gratis (oppure gratis download)

 

Ho provato con il mio e con una decina di altri romanzi di altri autori di piccole case editrici. E ho trovato, per ognuno, uno o due siti "strani" nei quali c'è scritto che si può scaricare gratuitamente la versione digitale (qualsiasi formato). In qualche sito ci sono persino dei commenti di pseudo utenti (sembrano falsi commenti, visto che c'è scritto che sono stati postati 2019 anni fa O_o).

 

In alcuni, tipo Urbook ci si deve loggare (non fatelo!). In altri, non è richiesta la registrazione. E in entrambi ci sono i numeri di visualizzazioni e di ipotetici scaricamenti gratuiti.

A me sembrano siti che hanno l'unico scopo di infettare i PC.

 

Io mi sto informando per bene. Appena ne saprò di più, vi riferirò ciò che ho scoperto.

Nel frattempo, cercate i vostri romanzi e cercate anche voi una soluzione. :pirata:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Probabilmente non briccare, ma danneggiare il PC sì. O rubarti i dati della carta di credito e rivenderli ad altri...

 

Ho letto un articolo in passato su questo argomento. E' molto difficile fare qualcosa, perché il gestore del sito spesso è residente ucraino o russo, comunque difficilmente raggiungibile dalla nostra polizia, e i server spesso sono addirittura su qualche isola tropicale, quindi ancora peggio. Il mio consiglio è segnalare il sito alla polizia postale nella speranza che lo oscurino in Italia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'investigatore @Ngannafoddi ha scoperto che si tratta di pubblicità ingannevole. I suoi informatori gli hanno riferito che è qualcosa che avviene con tutti i libri. In realtà, non è possibile scaricare proprio nulla. Tutto falso! Falso allarme! :sherlock:

 

E io che mi sentivo uno scrittore super, visto che il mio libro risultava scaricato da 456 utenti... :libro::facepalm:

 

1 ora fa, Asopo ha detto:

Il mio consiglio è segnalare il sito alla polizia postale nella speranza che lo oscurino in Italia.

 

Anch'io consiglio di segnalare questi siti alla polizia postale :police: e poi ci penseranno loro :mazza:.

Peccato che io non sappia dove si trovi e come si contatti la polizia postale... :cop::grat:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io mi ero molto riscaldata al'epoca e anche ho richiesto una carta PP da bruciare solo per investigare e con soli €10 dentro.

Il mio libro era apparso sul sito di Playster il dodicesimo giorno dopo la pubblicazione. Premessa fatta però che è un libro KDPU e se non altro almeno la copertina la devono per forza prendere da Amazon.

Confesso che ho dei sospetti che l'amazon c'entra...

Passato del tempo però, ho rinunciato perchè mi sono resa conto che il mio rating non è mai sceso sotto 4,6(migliaia di downloads, chi sa se è vero) ma quello di Stephen King è 3,6 e 'sta cosa me gusta ragazzi, mi diverte in modo pazzesco.

Il che nemmeno è una cosa strana-- scrivo humor, ergo  so vedere le cose buffe ovunque:asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche il mio libro pubblicato in self su Amazon c'è in vari siti pirata, ma, come sottolineato sopra, non è che  scaricano gratuitamente i nostri scritti: è "solo" una maniera per fregare i dati delle carte altrui. Quindi dispiace per la truffa ma i nostri lavori non c'entrano. Non se li filano proprio:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 24/5/2017 at 01:14, naty ha detto:

 Quindi dispiace per la truffa ma i nostri lavori non c'entrano. Non se li filano proprio:)

Naty, se filarseli comporta la pirateria allora è davvero ma davvero meglio che non c'entrano. Qualcuno una volta ha scritto che se il furto è conseguenza dell'apprezzamento, anche Tizio che ruba l'auto nuova di Caio si può giustificare che l'ha rubata perchè l'apprezzava tanto. E Caio dovrebbe essere contento...

Considerazioni a parte, meglio tenersi McAfee webadvisor, una risorsa gratis che a dispetto dei falsi positivi fa un gran lavoro. Rileverebbe i siti di scaricamento e-book come sospetti (gratis o a pagamento che siano -il mio era su uno a pagamento che per di più stava scritto in inglese, sembrava di origine americana, almeno in apparenza-).  Meglio un falso positivo in più che un pc funzionante in meno.

On 23/5/2017 at 15:58, Ngannafoddi ha detto:

 

Anch'io consiglio di segnalare questi siti alla polizia postale :police: e poi ci penseranno loro :mazza:.

Peccato che io non sappia dove si trovi e come si contatti la polizia postale... :cop::grat:

 

Consigliatissimo e si trova qui: https://www.commissariatodips.it/

 

Peccato che io viva all'estero e se mi chiamassero a deporre in una sede fisica non credo mi paghino tutte le spese che comporterebbe lo spostarmi;(. Per non parlare del dover congelare la matricola universitaria (cosa che il coordinatore mi ha consigliato per un eventuale viaggio in Italia) con conseguente perdita di esami, semestri e soprattutto della qui preziosissima e di scarsissima reperibilità pratica scolastica;(. Ma qualcuno sa se segnalando quei siti dove abbiamo visto i nostri e-book (ed eventualmente altri portali dubbiosi in cui per caso ci potremmo imbattere) poi chiamano a deporre?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Pouzinha Ho provato per un pomeriggio intero a contattare la Polizia Postale... Mi sono registrato con l'email e poi ho effettuato l'accesso con facebook, ma è stato tutto inutile. Nessuno mi ha risposto. Nessuno mi ha considerato. Fortunatamente ho la certezza che quei siti sono falsi e che quindi nessuno ha scaricato i nostri ebook gratuitamente ;) .

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

infatti, secondo webadvisor chi scarica ottiene solo d'infettarsi il pc e doverlo mandare in assistenza... 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Pouzinha ha detto:

infatti, secondo webadvisor chi scarica ottiene solo d'infettarsi il pc e doverlo mandare in assistenza... 

 

Proprio così :) .

 

E poi se andate a controllare regolarmente quei siti, vedrete che il numero degli ebook scaricati non cambia mai e nemmeno quello delle visualizzazioni.

La schermata serve a trarre in inganno... e i virus sono pronti a balzarvi addosso! :fu:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sulla pubblicità gratuita comunque ci andrei piano: se ognuno, dico un per uno, ottenesse il nostro e-book gli uni perchè lo hanno piratato, gli altri perchè ottenuto dagli amici o dagli amici degli amici che hanno piratato, insomma, credo che pochi di noi amino lavorare unicamente per amor di popolo, specie coloro i quali per campare possono contare solo sulla scrittura. Per fortuna (paradossalmente per noi lo è) sono solo specchietti per le allodole. Niente affatto fortuna per chi avesse la infelice idea di scaricare. O peggio, comprare. Perchè sfortuna vuole che assieme alle nostre ci siano le opere dei soliti noti (almeno, nel sito dove ho appena intravisto il mio pareva esserci Dan Brown -o forse era Wilbur Smith-) e a causa loro qualche incauto potrebbe abboccare (speriamo di no, per il povero pc di turno)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×