Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Writer's Dream Staff

Proposte & Idee (Varie)

Post raccomandati

@Lilithor @Alexmusic @sefora

Scusate se mi sono permesso di spostare i vostri messaggi, l'ho fatto solo perché nel Bollettino cerchiamo di mantenere gli avvisi "puliti" così che chi voglia possa aggiornarsi velocemente.

Ma lo scambio di opinioni è ben accetto, e vi rispondo qui.

Viste le proposte di alcuni utenti e dopo averne parlato in staff abbiamo deciso di cancellare solo i brani. Così, non c'è una sola parte che si lamenta (autore perché non è stato cancellato oppure commentatori che si sentono offesi e di aver perso tempo), ma si possono lamentare un po' tutti.  :asd: 
Torno serio.

 

@Alexmusic e @sefora
L'utilità dei commenti a me pare lampante; spesso i commentatori citano un periodo o una frase dove c'è un errore o per dare consigli sulla sintassi, sul contenuto, sulla scelta delle parole e via discorrendo. Anche se non si è letto il brano, chiunque può usufruire di quei commenti/consigli, che sono sì di carattere specifico ma applicabili, spesso, a molte situazioni differenti.

Non solo: spesso nel commento finale vi sono discussioni di più ampio respiro che vanno oltre il brano commentato e si estendono a consigli grammaticali, di contenuti, spunti su come rendere migliore una storia, eccetera.

Commenti come quelli di KMR, di Marcello, di Bango, wyjkz31, Nerio e tanti, tanti altri sono da annoverarsi in "utili" a prescindere (spesso e volentieri, ovviamente, non sto dicendo sempre e comunque).

Quindi, perché perdere anche le loro ore di impegno profuso nell'elargire consigli?

@Lilithor
No, che non si cancellino è fuori discussione. Un Autore può decidere di eliminare il suo racconto dal forum, ma adesso tutti i commenti rimarranno visibili. Se qualcuno vuole riutilizzare un suo racconto per qualsiasi altra cosa può cancellarlo da qui in modo che non si possa leggere più per intero. Anche questo è un diritto sacrosanto, no?

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Dopo aver ampiamente dibattuto con alcuni membri dello staff su questo problema “racconti e commenti”, secondo me, si giunge a una “non soluzione”. I racconti possono essere cancellati oppure no? Perché, giusto per fare un esempio, commenti come quello di @Claudio Di Trapani, offendono quanto qui viene discusso.

 

http://www.writersdream.org/forum/topic/27393-la-fermata/

 

Il commento è rivolto espressamente al testo di un autore ed è fatto per consigliare quest’ultimo, unica persona in grado di migliorarlo. Se qualcuno poi ha interessi diversi e vorrebbe farsi ricompensare, può sempre tentare la carriera di editor, piuttosto della vanagloria di un commento in bella mostra. Se, invece, lo scopo è discutere di un argomento più grande, esiste la sezione “questioni scrittevoli”, dove ognuno è sempre stato libero di dire la sua a prescindere dal testo in esame. È già capitato che alcune questioni siano state riassunte e prese in esame, senza coinvolgere i diretti interessati, proprio aprendo la discussione a tutta la comunità. Proprio qui @Alexmusic poneva attenzione su una questione generica che non coinvolge commentatore e autore ed è per questa aperta a tutti e non si perderebbe in un post chiuso:

 

http://www.writersdream.org/forum/topic/28441-i-due-punti-questi-sconosciuti/page-2#entry487923

 

Infine, inviterei tutti a una piccola riflessione, nel campo editoriale i nostri commentatori possono essere assimilabili a dei beta –reader e non ho mai visto uno di questi che pubblica i suoi appunti con le citazioni dei testi presi in esame. Giusto per indicare un concorso, “Io scrittore”, che si basa su un sistema in parte simile al forum, ebbene, in questo caso ai partecipanti è richiesto il massimo riserbo sui testi che visioneranno, voi capite perché non rendono pubblici i commenti? Neanche del miglior commentatore che viene premiato? Per me questa questione è molto più chiara.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Nuwanda

"Chi pubblica su Writer's Dream ne è consapevole e accetta la condizione di poter far cancellare esclusivamente i propri testi. La discussione con il titolo originale, tutti i commenti ricevuti (compresi eventuali frammenti citati) resteranno comunque visibili anche dopo la cancellazione."

 

Cito la nuova frase del regolamento che a me sembra molto chiara.

Chi pubblica sul forum è consapevole di farlo ed è consapevole di essere protetto da:

 

"4. COPYRIGHT

4.1. Ogni testo e ogni materiale pubblicato in questo forum è protetto da Licenza Creative Commons by-nc-nd (Attribuzione – Non commerciale – No opere derivate) e appartiene ai rispettivi autori. È pertanto consentita la ridistribuzione senza scopo di lucro del materiale presente, citando chiaramente l’autore e la fonte.

4.1.1. Ogni violazione di suddetta licenza verrà punita con il ban e con querela presso la Polizia Postale."

 

Detto questo, si può essere d'accordo o meno, e se ne può discutere. Discutiamone.

Se qualcuno poi ha interessi diversi e vorrebbe farsi ricompensare, può sempre tentare la carriera di editor, piuttosto della vanagloria di un commento in bella mostra.

 

No, questa, perdonami, è secondo il mio parere una baggianata. Non si tratta di vanagloria; se io commentatore generico perdo una-due ore per cercare di aiutare un autore in modo schietto e sincero con critiche costruttive (che rientrino, beninteso, nell'educazione e nel rispetto dell'altro) e dopo due minuti il suddetto autore ne richiede la cancellazione perché offeso o chissà cos'altro, mi girano le palle. Non è vanagloria, non c'entra niente.

Giusto per indicare un concorso, “Io scrittore”, che si basa su un sistema in parte simile al forum, ebbene, in questo caso ai partecipanti è richiesto il massimo riserbo sui testi che visioneranno, voi capite perché non rendono pubblici i commenti? Neanche del miglior commentatore che viene premiato? Per me questa questione è molto più chiara.

 

E che cosa c'entrano i concorsi? Qui siamo in un forum, o mi sono perso qualcosa?

Cito, di nuovo "Chi pubblica su Writer's Dream ne è consapevole": non si pubblica qui sul forum per sfruttare le competenze di terzi, sistemare il proprio testo e poi sottoporlo a un concorso dopo averlo cancellato da questa piattaforma. Si pubblica per crescere insieme, per la voglia di far leggere agli altri i propri brani, di migliorare sé stessi e aiutare a migliorare gli altri.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si pubblica per crescere insieme, per la voglia di far leggere agli altri i propri brani, di migliorare sé stessi e aiutare a migliorare gli altri.


Non posso che sottoscrivere: WD è sempre stato questo ed è quello che lo rende apprezzato da chi si riconosce in questa filosofia.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo aver ampiamente dibattuto con alcuni membri dello staff su questo problema “racconti e commenti”, secondo me, si giunge a una “non soluzione”. I racconti possono essere cancellati oppure no? Perché, giusto per fare un esempio, commenti come quello di @Claudio Di Trapani, offendono quanto qui viene discusso.

 

http://www.writersdream.org/forum/topic/27393-la-fermata/

Scusa @Nuwanda, c'ho limiti (non scherzo e non voglio sminuire), ma non ho capito cosa trovi offensivo nel commento del sovracitato Claudio Di Trapani.

Il fatto che si parli di 'critici letterari' come persone prolisse? O il fatto che questo richiami indirettamente il comportamento di coloro che scrivono commenti lunghi, assumendo un presunto ruolo di 'critici'?

No, davvero, non capisco :perchè:

Comunque sia, credo che la non cancellabilità di un commento ha anche una valenza legale o quantomeno logica fondamentale: in passato ci sono stati casi (ahimè spiacevoli) in cui a causa di un commento di un autore, presumibilmente in cattiva fede, si è proceduto per via legali nei confronti della stessa amministratrice del forum (la nostra Linda!).

Onestamente, agendo da idiota buontempone ( :asd:), non ho nulla da temere dai miei stessi commenti. In fin dei conti basta rispettare le regole del forum e più generalmente le norme del rispetto e della comprensione umane.

Un saluto idiota :oOo:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Nerio

In quel caso Nuwanda si riferiva all'intera citazione del frammento dell'autore, non al carattere offensivo del commento (suppongo).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Penso che si continui a sfuggire a una domanda: Perché non affrontare la questione nella sezione “Questioni scrittevoli” e tenere dei post “chiusi e mozzati”? Il problema è: non è giusto che il mio commento dopo due minuti venga cancellato dall’autore? Io commento il testo, se poi voglio trattare una questione che reputo utile per tutta la comunità, allora, apro un post dove tutti possono partecipare. Altro problema sollevato è : “non si pubblica qui sul forum per sfruttare le competenze di terzi”. Qui viene proprio meno lo scambio in buona fede delle competenze di tutti… Non era a conoscenza di questo “sfruttamento”… Chiedo scusa se prima qualcuno ha subito un simile trattamento, se con questa nuova soluzione si sente maggiormente appagato… Io come commentatore ho principi diversi... Grazie a tutti.

 

Leggo adesso che anche @Marcello riporta le stesse frasi di @Niko… Se per aiutare a migliorare gli altri, i propri racconti non devono essere cancellati… E va bene anche il commento prima riportato, che, di fatto, annulla anche l’eliminazione del testo…. La regola è nuova e si fa riferimento a vecchi principi del forum… Vuol dire che prima questi erano disattesi? Per me si cresceva tanto prima… Chiudo qui e grazie per la vostra attenzione.

 

C'è anche @Nerio! Ciao :-)

Scusami non mi piacciono gli "accerchiamenti"... il commento citato prima non va bene perchè riporta senza nessun motivo tutto il testo invalidando di fatto la possibilità dell'autore della cancellazione. E poi un testo è "cancellato" alla vista degli utenti ma sicuramente presente nei vostri archivi...

 

Grazie, detta la mia lascio ad altri il proseguo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Per me si cresceva tanto prima…

 

Scusami non mi piacciono gli "accerchiamenti"...

 

Punzecchiature inutili, @Nuwanda: se dobbiamo parlare, parliamo, ma facciamolo con una certa intelligenza e schiettezza, senza frecciatine fine a sé stesse che avrebbero senso solo alle scuole medie.

Ora non si cresce più? Argomenti?

Ascolto.

E se hai paura degli "accerchiamenti", puoi contattarmi in privato, eh.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è anche @Nerio! Ciao :-)

Scusami non mi piacciono gli "accerchiamenti"... il commento citato prima non va bene perchè riporta senza nessun motivo tutto il testo invalidando di fatto la possibilità dell'autore della cancellazione. E poi un testo è "cancellato" alla vista degli utenti ma sicuramente presente nei vostri archivi...

 

Grazie, detta la mia lascio ad altri il proseguo.

Ri-Ciao Nuwanda :asd:

aaaah! Ok, non ce la potevo fare ;)

Adesso ho capito quello che dici tu. Beh, in effetti in casi simili si può ragionare su una soluzione intermedia, ovvero: ha senso oscurare il testo citato anche dai commenti, ma nel caso in cui (appunto) riportato nella sua interezza. Capisco che in questo senso ogni commento è potenzialmente 'violatore', dal momento che anche nel commento possono esserci riferimenti (diretti e indiretti) al testo citato, ma il confine fra citazione/editing e testo contenuto alle volte è labile.

Permettimi che ti giri la domanda: in quali casi tu considereresti la modificabilità/cancellazione di un commento? Per tutti i casi indiscriminatamente? Oppure applicando una regola (come nell'esempio che ti ho proposto), in cui l'intero testo sia citato senza apparente ragione?

A disposizione.

Ps. ma che accerchiamento e accerchiamento?

Ti tengo nel mirino, bello mio. Non ho bisogno di accerchiarti per colpire

gwagwagwagwagwagwagwagwagwagwagwagwa :omicida:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

@Niko

Sì, può esserci un fraintendimento, chiedo venia, le ultime frasi sono state scritte abbastanza di corsa. Era mia volere riportare:

"La regola è nuova e si fa riferimento a vecchi principi del forum… Vuol dire che prima questi erano disattesi? Per me si cresceva tanto anche prima…".

Così elimino degli ingiusti parallelismi, sui quali sono stato spinto non volendo. Però, tendete sempre a deviare il discorso, la mia domanda è diretta: Perché non affrontare la questione nella sezione “Questioni scrittevoli” invece di tenere dei post “chiusi e mozzati”?

 

@Nerio

Mi fai sempre crepare dal ridere, grazie :)

Volevo solo farti notare che le mie frecciatine nulla possono contro i vostri fucili di precisione ;)

Alzo bandiera bianca e vediamo come sarà patteggiata questa resa. :flower:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusa Nuwanda, ma non riesco a capire. Tu dici:

 

Perché non affrontare la questione nella sezione “Questioni scrittevoli”

Quale questione?

 

Se ho compreso bene, stai proponendo un'alternativa. Però il tuo messaggio non mi è chiaro, qual è quest'alternativa?  :grat:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ciao @Black

Grazie per questa apetura che mi permette di argomentare meglio quanto già espresso.

Nel mio primo commento, ho riportato un esempio, con tanto di link a una discussione già aperta nella sezione "Questioni scrittevoli", di come un problema, ad esempio sull'uso dei punti, possa essere affrontato a beneficio di tutti e non in un post chiuso, riferito a un testo che non c'è più e che non può essere approfondito. Eliminano dalla questione gli autori e i commentatori aprendo la discussione a tutta la comunità. Se voi reputate la sezione sopra citata poco soddisfacente a questo scopo, si può trovare una soluzione per migliorarla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Profili scarni

 

Sono alle prese, quale giurata :umhh:, con  i racconti  di novembre. Molti degli autori sono nuovi e/o a me ignoti, per cui do un'occhiata ai profili, di solito dopo la lettura. La maggioranza ha lasciato in bianco tutte le voci, comprese l'età e il genere: lo trovo spiacevole.

Un minimo di bio dopotutto è prevista nella 4.a di copertina e mi sembra utile per meglio rapportarsi con il testo. Se, tanto per dire, è opera di un giovanissimo della tale regione, alcune ingenuità, solecismi ecc. andranno considerati con maggior indulgenza.

Sarebbe "sconveniente" prevedere che chi si iscrive per pubblicare fornisca almeno le indicazioni principali : Question :

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@sefora

ho l'impressione che per facilitare la valutazione di, quanti? 

due, tre, cinque racconti

scontenteremmo tutti gli iscritti che non desiderano inserire data di nascita e provenienza (io non l'ho fatto, ad esempio, e tu hai inserito solo giorno e mese ma non anno di nascita).

Tra l'altro l'obbligo di inserire la data di nascita potrebbe creare qualche problema con la legge sulla privacy perché si tratta di un dato personale (anche se non sensibile).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono d'accordo con Wy. Se un utente non vuole inserire la propria data di nascita o il proprio sesso secondo me non deve essere obbligato a farlo, visto che dopotutto neanche tutti gli utenti postano.

E poi un errore è un errore. Non c'è motivo di circondarlo di parole di incoraggiamento o non farlo notare, o farlo notare in maniera meno grave di quanto in realtà potrebbe essere, solo perchè l'autore è giovane.

Poi questo è il mio punto di vista, ci mancherebbe :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perplessità più che giuste, infatti ho posto la domanda in forma molto dubitativa.

Non ricordavo di aver omesso l'anno di nascita (lapsus : RedFace : rivelatore...Ormai ne sono trascorsi altri cinque dall'iscrizione, meglio lasciare com'è : MrViolet :!); molti utenti  dichiarano l'età . Comunque l'autore giovanissimo (non certo da sottolineare nel commento...) era un esempio  relativo all'utilità, per chi legge - ancor più se deve  valutare -  di sapere qualcosa  dell'autore, come avviene di solito con il libro. Età facoltativa, ok:  una mini scheda biografica (solo per chi pubblica), tutta da decidere, provo a proporla.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @Black

Grazie per questa apetura che mi permette di argomentare meglio quanto già espresso.

Nel mio primo commento, ho riportato un esempio, con tanto di link a una discussione già aperta nella sezione "Questioni scrittevoli", di come un problema, ad esempio sull'uso dei punti, possa essere affrontato a beneficio di tutti e non in un post chiuso, riferito a un testo che non c'è più e che non può essere approfondito. Eliminano dalla questione gli autori e i commentatori aprendo la discussione a tutta la comunità. Se voi reputate la sezione sopra citata poco soddisfacente a questo scopo, si può trovare una soluzione per migliorarla.

Penso che nessuno abbia risposto perché non si vede, di primo acchito, il nesso tra commenti ai brani e sezione "questioni scrittevoli". Lì, come hai ben detto, si parla in modo più ampio su questioni più o meno specifiche. I commenti invece sono un'altra cosa e non vedo come quella sezione possa incorporare i commenti o portarci a una miglioria sul regolamento riguardo la cancellazione racconti.

Almeno, io non vedo il nesso e non trovo soluzioni alternative. Se hai proposte le prenderemo sicuramente in considerazione, beninteso.

 

@sefora l'idea non è male, ma siamo sempre vincolati dalla libertà di ognuno; quindi potremmo proporre agli utenti, nel profilo, una cosa del genere e poi starà a loro decidere se "riempirla" o meno. C'è qualcuno (non so se hai notato) che decide di usare come nick addirittura il suo nome reale e dare il link in profilo di facebook e compagnia bella, insieme a informazioni su data di nascita, interessi ecc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

C'è qualcuno (non so se hai notato) che decide di usare come nick addirittura il suo nome reale e dare il link in profilo di facebook e compagnia bella, insieme a informazioni su data di nascita, interessi ecc.

 

 

Here I am.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

C'è qualcuno (non so se hai notato) che decide di usare come nick addirittura il suo nome reale e dare il link in profilo di facebook e compagnia bella, insieme a informazioni su data di nascita, interessi ecc.

Sì certo, e/o indirizzano ai loro blog, pagine dei social, pubblicazioni ecc. Altri invece, pur  affrettandosi a postare i loro scritti,  rimanangono nell'ombra :alone: 

 

potremmo proporre agli utenti, nel profilo, una cosa del genere e poi starà a loro decidere se "riempirla" o meno

L'idea era appunto questa. Dovrebbe comunicare un messaggio del tipo "leggeremo volentieri i tuoi testi; dicci qualcosa di te, li capiremo meglio..."

Proviamoci e  vediamo come va.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ciao @Niko

in tutto questo discorso, siamo divisi da una visione differente delle cose, che poi dovrebbe essere solo una cornice sulla quale organizzare la “mission”, sia come forum sia come persone.

Permettimi un breve sunto per chiarire quali sono le posizioni assunte su quest’argomento.

Partiamo da una tua frase:

 

I commenti invece sono un'altra cosa

 

Allora, che cosa sono i commenti?

Qui ho potuto leggere la tua opinione:

 

L'utilità dei commenti a me pare lampante; spesso i commentatori citano un periodo o una frase dove c'è un errore o per dare consigli sulla sintassi, sul contenuto, sulla scelta delle parole e via discorrendo. Anche se non si è letto il brano, chiunque può usufruire di quei commenti/consigli, che sono sì di carattere specifico ma applicabili, spesso, a molte situazioni differenti.

Non solo: spesso nel commento finale vi sono discussioni di più ampio respiro che vanno oltre il brano commentato e si estendono a consigli grammaticali, di contenuti, spunti su come rendere migliore una storia, eccetera.

Commenti come quelli di KMR, di Marcello, di Bango, wyjkz31, Nerio e tanti, tanti altri sono da annoverarsi in "utili" a prescindere (spesso e volentieri, ovviamente, non sto dicendo sempre e comunque).

Quindi, perché perdere anche le loro ore di impegno profuso nell'elargire consigli?

 

Che cosa sono per me i commenti?

Il commento l’ho sempre visto come un “atto di amore”, dove avviene un confronto, nessuno si pone su un gradino più alto e si materializza un dialogo a due, dove ognuno inizia a donare qualcosa di se stesso crescendo insieme. Perché è impensabile che in una classe imparino solo gli alunni e un docente invece non possa arricchirsi con nuove esperienze.

Chiarita questa mia posizione, possiamo proseguire su un altro punto.

Perché l’autore non può chiedere la cancellazione di tutto il post che riguarda il proprio racconto?

 

se io commentatore generico perdo una-due ore per cercare di aiutare un autore in modo schietto e sincero con critiche costruttive (che rientrino, beninteso, nell'educazione e nel rispetto dell'altro) e dopo due minuti il suddetto autore ne richiede la cancellazione perché offeso o chissà cos'altro, mi girano le palle.

non si pubblica qui sul forum per sfruttare le competenze di terzi, sistemare il proprio testo e poi sottoporlo a un concorso dopo averlo cancellato da questa piattaforma.

 

La tua risposta dimostra quanto siamo distanti, perché una volta che qualcuno si è donato, “sfruttato” non lo posso più commentare, con i commenti si possono costruire anche aereoplanini di carta e farli volare dalla finestra, magari scoprendo che quelli più “utili” arrivano più lontano degli altri e gioendo si penserà che tutti possono avere delle qualità nascoste, magari bisognose solo di essere stimolate. Se poi, grazie all’aiuto fornito, un autore vince un concorso (vale anche quello degli aeroplanini), riesce nella pubblicazione di un libro (magari utilizzando la spedizione aerea), ecco che la “mission” è stata realizzata. Perché il fine è portare gli autori a realizzare un sogno e non rinchiuderceli dentro, quindi massima libertà, dove l’unica moneta ammessa è il baratto, racconto = commento. Anche il povero, sia dentro sia fuori, può e deve arricchirsi.

Se il commento “personale” si apre a una platea più vasta, allora, va trattato in un’altra sede. Non potrò più sussurralo a un orecchio, ma avrò bisogno di un microfono, un leggio, un pubblico. Ecco che il problema del singolo, ad esempio sul mancato uso dei due punti, può essere affrontato da tutti, perché tutti si sentono coinvolti. Scompaiono i due protagonisti, autore e commentatore, il problema diventa comune, tutti si sentono liberi di dire la propria senza “offendersi o chissà altro”.

Questa è la mia posizione e spero che anche voi un giorno la farete vostra. Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti,

 

avrei una proposta da sottoporre al vostro giudizio, ovvero :

 

realizzare una sezione dedicata agli "Articoli di giornale", con relative sotto sezioni, quali : Artistico Letterario; Socio Politico; Socio Economico; Scientifico.

 

Come sviluppo si potrebbe dare una tematica per ogni sottosezione, con le limitazioni richieste dall'editoria ( numero massimo di caratteri, tempistica di inserzione, ecc ).

 

A mio parere potrebbe essere utile, sia a chi scrive libri e/o poesie, ma anche per chi ricerca in rete documentazioni per studio.

 

Cosa ne pensate?

 

Saluti a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiornamento delle proposte alla data odierna completato. Ecco le proposte accolte dall'apertura del Laboratorio creativo a oggi!


Grazie a tutti per l'apporto prezioso che state dando al forum.


 


PROPOSTE ACCOLTE


  1. Dare maggiore visibilità ai vincitori dei contest (create le Targhette).

  2. Contest con tempi più lunghi del MI (indetto il Contest Natale).

  3. Sezione specifica dedicata ai contest (Creata la sezione "Contest aperti").

  4. Podcast del WD (approvata, in lavorazione).

  5. Dare più visibilità ai racconti migliori della sezione (Aggiornamento della sezione "I migliori racconti del WD" completata, con nuovo regolamento e sistema di scelte).

  6. Concedere più tempo alle discussioni nella sezione Narrativa over 18 prima di chiuderli, vista la poca affluenza (le discussioni in VM 18 saranno riaperte saltuariamente dagli staffer).

  7. Inserire, ai racconti a capitoli, i link a inizio e fine brano per legarli alle parti precedenti e successive.

  8. Allungare il limite della mezzora per il commento (Portato a un'ora).

  9. Dare la possibilità di riaprire un racconto/frammento/poesia chiuso per inattività, commentando un testo come da regolamento.

  10. Modificare il Contest "Commentatore del Mese" (Aggiunte le targhette, premio qualità e quantità, adesso Contest sospeso per aggiornamento regolamento).

  11. Ripristinare la possibilità di cambiare colore alla skin del forum.

  12. Aggiungere la possibilità di taggare gli utenti nelle discussioni.

  13. Messaggio automatico di benvenuto per i nuovi utenti.

  14. Aprire una sezione Marketing in cui parlare di come pubblicizzarsi (Aperta la sezione apposita).

  15. Spostare questo topic nella sezione Ingresso e metterlo in evidenza (Fatto).

  16. Mettere in evidenza gli interventi di moderazione.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti,

 

altra proposta da sottoporre allo STAFF.

 

Ho notato che nella sezione "Penna e Spada" c'è la possibilità di sfidare uno o più utenti, secondo il mio parere è un ottimo sistema per accrescere la propria conoscenza e verificarla, però non c'è possibilità di "lanciare la sfida" in modalità generica.

 

A fronte di quanto esposto, chiedo allo staff se è pensabile, possibile e realizzabile, la sfida aperta?

Mi spiego meglio

L'utente che lo ritiene, lancia una sfida su un tema, nella sezione dedicata, dove il post potrà essere visibile solo dopo l'approvazione del giudice.

Un giudice si fa carico di arbitrare tale sfida.

Inserisce gli eventuali punti obbligati e apre il post.

Se il guanto di sfida non verrà raccolto dopo alcuni giorni ( 15 o 30 ), il post viene eliminato per mancata accettazione.

L'utente che accetta la sfida deciderà l'argomento e sarà il primo a inserire l'incipt.

L'utente sfidante di rimando inserirà il proprio incipt.

Il giudice a suo insindacabile giudizio emetterà il verdetto di vincita.

 

Ringrazio in anticipo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Raccolgo una proposta aperta da @skorpio in questo topic

 

Relativamente alla modalità di votazione del MI:

 

  • Esprimere i voti (tipo da 1 a 10) a tutti e non solo indicare i primi 3.
  • Le motivazioni dovrebbero essere obbligatorie.
  • I voti dovrebbero essere anonimi fino al termine delle votazioni.

 

A disposizione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve.

Vorrei chiedere se è possibile nascondere la barra della Home: quando scorro le discussioni rimane fissa ed è fastidiosa perché copre in parte i messaggi.

Scusate il disturbo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e il tastino per taggare? È possibile ripristinarlo? La tendina è odiosa, per me.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È tornato!

Non so se la mia richiesta abbia contribuito, non ha importanza. Ma grazie!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 16/2/2016 at 17:11, Nerio dice:

Raccolgo una proposta aperta da @skorpio in questo topic

 

Relativamente alla modalità di votazione del MI:

 

  • Esprimere i voti (tipo da 1 a 10) a tutti e non solo indicare i primi 3.
  • Le motivazioni dovrebbero essere obbligatorie.
  • I voti dovrebbero essere anonimi fino al termine delle votazioni.

 

A disposizione.

Quoto motivazioni e anonimato dei voti.

Un paio d'anni fa, o forse più, aprii una discussione sul tema, che finì in nulla. Proponevo piuttosto ingenuamente l'anonimato anche dei racconti, opzione che in effetti non eliminerebbe i giudizi "amicali", vuoi per la riconoscibilà di molti autori che per i prevedibil contatti personali.

Quanto ai voti, la graduatoria mi sembra inutile (e magari scoraggiante). Proporrei invece (mantenendo le x scelte) una valutazione "scolastica", che consente la ripetizione e fornisce all'autore un parametro netto. Collocare Pinco prima di Pallo non significa granché ed è relativo al singolo contest; assegnare un voto ha un senso più chiaro.

Commenti di solito ce ne sono abbastanza, non occorre l'obbligatorietà; si potrebbe introdurla qualora scarseggino.

 

 

Modificato da sefora
  • Mi piace 2
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×