Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

Nome: New Book Edizioni
Generi valutati: thriller, giallo, rosa, storico, per ragazzi.
Invio manoscritti: http://www.new-bookedizioni.it/contatti.php
Distribuzione: librerie fiduciarie, Amazon, IBS e altri store on-line
Sito: http://www.new-bookedizioni.it/

Facebook: https://www.facebook.com/New-Book-Edizioni-389523121122968/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono stati molto gentili e hanno risposto in maniera esaustiva. Riassumo.

 

La casa editrice New-Book Edizioni accetta manoscritti di autori esordienti e non. In ogni caso, la valutazione degli inediti, abbastanza severa, viene curata da due editor professionisti, con esperienza di oltre trent'anni. Cercano di pubblicare solo testi di indubbio valore.

Le spese di editing, impaginazione, stampa e promozione del libro sono unicamente a carico della casa editrice. Per mantenere questa linea editoriale chiedono l'acquisto di 90-100 copie dell'Opera, da parte dell'Autore.

L'editing dell'Opera è molto accurato. I loro editor non snaturano il testo, ma cercano di massimizzarne i pregi e di minimizzarne i difetti. Consigliano gli autori, avanzano proposte che, naturalmente, devono essere accettate dagli scrittori in una stretta collaborazione. Credono che l'Autore debba essere al centro di tutto il progetto editoriale. Cercano di offrire un editing il più possibile attento e professionale, in quanto secondo loro è ciò che distingue (o dovrebbe distinguere) ogni casa editrice, dall'auto-pubblicazione.

La new-book lavora con una fitta rete di librerie di fiducia, sparse un po' su tutto il territorio nazionale. Inoltre si stanno informando, proprio ora, della possibilità di firmare un contratto con un distributore.

I libri, oltre a queste librerie, sono acquistabili su Amazon, Ibs, Libreria Universitaria, sul sito web dell'editore e su tutti i suoi canali Social. Oltre a ciò viene realizzata la versione e-book, acquistabile direttamente dal Kindle Store. Ad ogni nuova pubblicazione omaggiano delle copie ad alcune testate giornalistiche e collaborano con DESTINAZIONE CINEMA, che offre la possibilità di creare il book-trailer delle loro opere.

Il loro punto di forza è il rapporto con l'autore, che continuano a seguire nel tempo, in un rapporto di amicizia. Lo aiutiano ad organizzare le presentazioni della sua Opera, in casi particolarmente meritevoli fanno partecipare i loro volumi a vari concorso letterari.
Credono che in un mercato difficile come questo sia importantissima una stretta collaborazione fra casa editrice e autore.

 

Sposto in a pagamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

*Editato dallo Staff* Dopo quattro mesi di attesa del risultato di un concorso letterario da loro indetto che doveva invece durare un mese, sono stato “premiato” con una “menzione speciale”, che mi dava diritto alla possibilità di pubblicare con loro A PAGAMENTO (acquisto 80 copie per 1280€), non diversamente da un qualunque privato che si fosse rivolto a loro direttamente, o in alternativa gratuitamente su e-book, senza però ricevere alcun editing.

Tutto questo per poi ricevere nelle primissime fase dell'editing a caparra pagata un recesso unilaterale, senza preavviso e senza possibilità di dialogo o mediazione.

 

Nella lettera ricevuta, il direttore ha tentato in tutti i modi di addossarmi la colpa del recesso per sopperire alla chiara inadeguatezza dell'editor *Editato dallo Staff*
È giusto spendere qualche parola in più sull'editor, che magari (mi permetterei anche un “forse”, visto ciò che ho vissuto) era competente nel mero ambito letterario, ma decisamente non in quello della tematica del racconto.

La sua opera di correzione infatti è stata assolutamente inadeguata, profondamente invasiva e senza margine di replica.

Nella prima fase della revisione, aveva riscritto di sana pianta quasi un 30% del racconto, intimandomi/imponendomi di eliminare qualunque parola in inglese o cinese (quali ad esempio parole comunissime come “meeting” e “sales manager”), rendendo assolutamente irrealistico e superficiale un racconto che era ambientato nientemeno che in un'azienda multinazionale che produceva in Cina.

Tutto questo in nome di una fruibilità finalizzata a vendere qualche copia in più a qualche lettore che non avrebbe avuto né le competenze né quasi sicuramente l'interesse di affrontare un racconto del genere, castrandone in questo modo il realismo ed il contenuto tecnico.

Nel fare questo, aveva inoltre inserito pesanti errori tecnici che avrebbero fatto saltare sulla sedia un lettore minimamente competente, come riscrivere un'intera frase definendo la ISO 9001 una certificazione di sicurezza (che invece riguarda i sistemi di controllo qualità).
Faccio presente che questo comportamento è avvenuto nonostante il fatto che la Casa Editrice aveva più volte ribadito in sede di firma del contratto che “mi garantivano la totale paternità del racconto e l'ultima parola su ciascuna modifica”, cosa che non pretendevo di avere, ma mi aspettavo quantomeno un minimo di apertura al confronto con persone più competenti di me in campo letterario.

 

Infine, ho trovato profondamente irrispettoso il fatto che l'editor mi ha inviato via mail il primo centinaio di pagine editate senza evidenziare in alcun modo le modifiche, liquidandomi testualmente con un “potrai rilevare le modifiche confrontandole con la tua stesura, metterle in rosso sarebbe stato piuttosto problematico”.

Ovviamente, rileggermi un terzo del libro su due schermi confrontando le versioni mi ha costretto a tre nottate di intenso e snervante lavoro, per poi venire subito ripagato con la recessione del contratto quando ho espresso, in maniera cordiale e più che legittima, la mia frustrazione.

 

Sottolineo che ho anche elementi esterni per sostenere la validità del racconto in quanto, oltre alla “menzione speciale” nel loro concorso, il libro aveva raccolto opinioni entusiaste di vari colleghi che avevano lavorato in Cina, anche non direttamente conoscenti, che l'hanno divorato in pochi giorni.

Inoltre, la tematica del racconto stesso mi ha dato possibilità di fare la conoscenza di un professore universitario di lingua cinese, che si è offerto gratuitamente di assistermi nell'editing perché credeva nell'opera.

In aggiunta, il libro poteva anche vantare la prefazione di un autore che aveva già pubblicato con una casa editrice italiana di primissimo piano, sempre conosciuto mentre pubblicizzavo il racconto.


Nel restituirmi la caparra di 450€ quasi un mese dopo il recesso, l'editore inoltre decide di soprassedere sul fatto che l'art. 1385 del codice civile imporrebbe chiaramente di rimborsarmi un importo doppio rispetto a quanto già versato. E dire che il loro editor aveva studiato legge...

 

Concludo dicendo che non auguro a nessuno un'esperienza come la mia, con un editore che vi fa sentire pesati non sulla base della validità del vostro lavoro, ma su quella del numero di follower che avete su Instagram e del mero numero di copie che sarete in grado di vendere.

 

Sperando di avervi evitato un inciampo, auguro buona fortuna a tutti gli scrittori

 

P.s.: Ovviamente ho elementi per supportare tutto ciò che ho affermato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×