Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

MT

Pastrengo

Post raccomandati

13 ore fa, Claudio Piras Moreno ha detto:

Io credo che ormai, per editori e agenti, la biografia conti più del manoscritto stesso. O forse è sempre stato così, ma non bisogna dirlo. 

 

In realtà la mia curiosità veniva da un ragionamento diverso.

Volevo capire se all'interno della biografia l'interesse era orientato verso la scoperta dell'eventuale pubblicazione precedente oppure verso la cosiddetta visibilità dell'autore (capire se sei già famoso, oppure sei un "personaggio" che potrebbe diventarlo, oppure non sei famoso ma hai già un seguito abnorme su twitter)

Perché nel secondo caso non ho "mercato".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, e-allora-avanti ha detto:

 

In realtà la mia curiosità veniva da un ragionamento diverso.

Volevo capire se all'interno della biografia l'interesse era orientato verso la scoperta dell'eventuale pubblicazione precedente oppure verso la cosiddetta visibilità dell'autore (capire se sei già famoso, oppure sei un "personaggio" che potrebbe diventarlo, oppure non sei famoso ma hai già un seguito abnorme su twitter)

Perché nel secondo caso non ho "mercato".

Credo che la mia affermazione comprenda, anche se indirettamente, anche quegli aspetti. Anni fa firmai con un importante agente letterario per un romanzo che avevo appena finito di scrivere (nel novembre del 2011), il suo collaboratore più stretto lo definiva un capolavoro. Lo ha fatto anche qui nel WD. Ciò suscitò un certo interesse. All'epoca e negli anni seguenti io ricevetti almeno quattromila richieste di amicizia su Fb, e ogni volta che pubblicavo un post, con poesie, estratti dei miei libri o articoli, ricevevo centinaia di "mi piace", eppure quel mio libro non suscitò mai l'interesse di alcun grosso editore e dovette essere pubblicato dalla mia agente stessa con la sua piccola casa editrice a inizio 2014. Però nel 2015 uscì il libro di una presentatrice tv che aveva una trama quasi identica al mio, pure la struttura era la stessa. Il mio romanzo si presentava come una sorta di antologia di Spoon River romanzata in cui i racconti di alcuni "fantasmi" erano inseriti all'interno della trama principale. Anche l'altro libro era così e la trama principale era molto simile, di veramente diverso c'erano solo i racconti dei fantasmi, racconti che l'autrice pubblicava su facebook già dal 2013 (credo, almeno da quanto potei appurare dal suo profilo); allora sosteneva di volerli raccogliere in una raccolta, appunto di racconti. Poi però li ha inseriti in un romanzo. È stata pubblicata da un grosso editore. Ma lei era giornalista, e aveva firmato un contratto per fare una rubrica su Rai 1. Logico che attirasse di più gli editori. Eppure avevamo lo stesso agente letterario. Ma il problema è che io non ero davvero nessuno. Infatti anche quando iniziai a mandare il libro per conto mio nessuno volle pubblicarlo. Per la Pastrengo come per tutti gli editori, ciò che conta di più non è il romanzo, loro con tutti gli editor professionisti che hanno, possono aggiustare l'opera letteraria più, diciamo così, "immatura", ciò che conta di più (e ormai l'ho capito) è l'appartenenza sociale dell'autore.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, Claudio Piras Moreno ha detto:

ciò che conta di più (e ormai l'ho capito) è l'appartenenza sociale dell'autore.

Caro Claudio, conosco la tua storia, ne colgo l'amarezza e ne sono dispiaciuto. Quanto sostieni è interessante, ma in tutta sincerità mi lascia un po' perplesso. Conosco diversi autori che pubblicano e hanno pubblicato per le più grosse case editrici e in alcuni casi è vero che questi provengono da una cerchia sociale che conta, ma in altri casi no. Su questo stesso forum ci sono due autori che hanno pubblicato per Mondadori e in svariate occasioni ho parlato con loro; non credo -- ma potrei pure sbagliarmi, beninteso -- che siano stati pubblicati da Mondadori perché appartenenti a un gotha di qualsivoglia genere, ma al contrario -- di entrambi ho letto il romanzo --, perché sono autori molto bravi. Al di fuori del forum, ci sono miei due concittadini che hanno pubblicato per delle major, entrambi hanno vinto lo Strega, uno dei due anche il Campiello. Se vuoi i nomi te li faccio. Bene, visto che li conosco entrambi, ne conosco le famiglie, la storia ecc., posso dirti che in un caso è vero: uno dei due viene da una cerchia che conta, mentre l'altro, ti garantisco, no. Detto questo, per l'amore della chiarezza, non intendo certo mettere in dubbio quanto sostieni, eh, ci mancherebbe. Credo che quanto ti è accaduto sia orribile e che -- come è ovvio che sia -- ti abbia segnato molto. E in questo hai tutta la mia comprensione.

 

 

 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Claudio Piras Moreno @Ace , per favore, cercate di limitare i commenti a quanto strettamente attinente alla casa editrice. Gli esempi personali o generici, purtroppo, non sono attinenti e finiscono per portare la discussione OT, oltre ad allungare i post. Stiamo tentando di mantenere il più possibile le discussioni "pulite", con un lavoro di revisione su tutte le CE, riducendo all'essenziale le testimonianze per rendere ogni topic più facilmente consultabile, per cui aiutateci a mantenerli snelli, per cortesia. ;)

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, ElleryQ ha detto:

cercate di limitare i commenti a quanto strettamente attinente alla casa editrice

Hai perfettamente ragione; il tema era così appassionante che non mi sono reso conto di andare off topic.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno, @ebreovenutodallanebbia, grazie per l'interesse. Ci concentriamo soprattutto sui romanzi, ma non escludiamo a priori la possibilità di lavorare con delle raccolte di racconti. Un caro saluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 21/3/2019 alle 22:31, Claudio Piras Moreno ha detto:

Io credo che ormai, per editori e agenti, la biografia conti più del manoscritto stesso. O forse è sempre stato così, ma non bisogna dirlo. 

Io ho una biografia pressoché nulla ma Pastrengo ha chiesto comunque di leggere il romanzo completo, penso che la biografia sia un "in più", non l'interesse principale.

In ogni caso la mia esperienza è che in pochi giorni dopo l'invio della sinossi mi hanno chiesto di inviare il romanzo intero, quindi per ora lode per i tempi di risposta

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sul sito dell'agenzia non sono riuscita a trovare la lista degli autori da loro rappresentati. Qualcuno ha informazioni in merito?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Matitina ha detto:

Sul sito dell'agenzia non sono riuscita a trovare la lista degli autori da loro rappresentati. Qualcuno ha informazioni in merito?

Basta scorrere la home page, c'è scritto bello in grande "autori rappresentati" con riquadro colorato, nome e cognome e relativa pagina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, staipa ha detto:

Io ho una biografia pressoché nulla ma Pastrengo ha chiesto comunque di leggere il romanzo completo, penso che la biografia sia un "in più", non l'interesse principale.

In ogni caso la mia esperienza è che in pochi giorni dopo l'invio della sinossi mi hanno chiesto di inviare il romanzo intero, quindi per ora lode per i tempi di risposta

E' già una bella conquista. Sui racconti, silenzio assoluto :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, staipa ha detto:

Io ho una biografia pressoché nulla ma Pastrengo ha chiesto comunque di leggere il romanzo completo, penso che la biografia sia un "in più", non l'interesse principale.

In ogni caso la mia esperienza è che in pochi giorni dopo l'invio della sinossi mi hanno chiesto di inviare il romanzo intero, quindi per ora lode per i tempi di risposta

Intanto complimenti sinceri.

Potresti dirmi il giorno in cui hai inviato sinossi e bio? Te ne sarei super grata (per quello che vale la mia gratitudine) Grazie infinite.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@MT Buongiorno,

considerato che Staipa ha inviato il material il giorno 4 aprile e l'8 gli è stato chiesto il manoscritto, io che l'ho mandato il 28 marzo posso già considerarmi fuori dai giochi?

Vi ringrazio per la possibilità di avere risposte in questo spazio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
57 minuti fa, Bambola ha detto:

@MT Buongiorno,

considerato che Staipa ha inviato il material il giorno 4 aprile e l'8 gli è stato chiesto il manoscritto, io che l'ho mandato il 28 marzo posso già considerarmi fuori dai giochi?

Vi ringrazio per la possibilità di avere risposte in questo spazio.

io l'ho inviato il 29 marzo. Siamo nella stessa barca :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a entrambi,

di solito ci prendiamo due settimane per valutare le sinossi. Può capitare di rispondere prima, quando ci imbattiamo in storie con elementi che ci incuriosiscono subito, ma di regola considerate i quindici giorni esplicitati sul sito.

Grazie mille per l'interesse, un saluto.

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@MT Grazie, allora ho ancora qualche possibilità (anche se la vedo dura). Gentilissimi e velocissimi, utilizzo a profusione i superlativi.

@Matitina Sì, lo so, ma l'esperienza di Staipa mi ha indotto a chiedere

@ebreovenutodallanebbia lascerò volentieri un segno del mio destino tra queste pagine, così saprai :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, MT ha detto:

Buongiorno a entrambi,

di solito ci prendiamo due settimane per valutare le sinossi. Può capitare di rispondere prima, quando ci imbattiamo in storie con elementi che ci incuriosiscono subito, ma di regola considerate i quindici giorni esplicitati sul sito.

Grazie mille per l'interesse, un saluto.

grazie della precisazione 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Trascorse le 2 settimane, direi che non è andata.

Ringrazio comunque e consiglio l'agenzia per la velocità nelle risposte e la possibilità, non da poco, di confrontarsi su WD.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche per me purtroppo non è andata, già da un po' sono passate due settimane e nulla. Comunque anche dall'impostazione del loro sito questi ragazzi sembrano molto in gamba. :)

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io tra l'altro sono stata pessima, perché sono riuscita a infilare tre refusi nella breve mail di presentazione, un biglietto da visita che non invogliava manco ad aprire l'allegato con la sinossi.

Non so se sia stato determinante, ma nelle esperienze scrittorie bisogna sempre imparare dai propri errori e guardare avanti, quindi seppur mortificata per l'accaduto, ho già nuovi progetti.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho avuto modo di scambiare qualche mail con questa agenzia e devo dire che mi sono sembrati corretti, professionali e gentilissimi. E in questo ambiente non è una cosa da poco, davvero. È proprio un piacere avere a che fare con persone così. Poi, purtroppo, non abbiamo avviato una collaborazione ma mi hanno lasciato con un'ottima impressione. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Confermo quanto detto da @Matitina. Ho inviato loro la sinossi del mio manoscritto e poi l'intero volume. Purtroppo la rappresentanza non si è concretizzata ma mi sono sembrati professionali e gentili, oltre che molto rapidi nella valutazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Lizina per caso ti hanno dato la risposta negativa?

Anche a me hanno richiesto il manoscritto completo ma sono passati due/tre mesi. Posso considerarlo un no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Xal Io ho inviato tre giorni fa, il giorno stesso mi hanno richiesto il manoscritto. Oggi mi hanno scritto per assicurarmi che rispondono in ogni caso (l'avevo chiesto io quando ho mandato il romanzo), e se per fine settembre non si sono ancora fatti sentire di contattarli senza problemi. Se fossi in te passati almeno tre mesi scriverei per chiedere.

Mi sono sembrati gentili, oltre che molto veloci, quindi finora la mia esperienza è stata più che positiva :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Xal ha scritto:

@Lizina per caso ti hanno dato la risposta negativa?

Anche a me hanno richiesto il manoscritto completo ma sono passati due/tre mesi. Posso considerarlo un no?

 

Purtroppo sì. Mi avevano detto che mi avrebbero fatto sapere qualcosa in un paio di mesi ma la risposta è arrivata dopo meno di un mese. Non so se sia stata solo efficienza da parte loro o se sia dipeso dal fatto che il mio romanzo non è troppo lungo e complesso o, ancora, se già dai primi capitoli hanno capito che non era un lavoro adatto a loro e quindi hanno abbandonato la lettura. Entro quanto avrebbero dovuto farti sapere? Perchè mi sono sembrati molto garbati e disponibili, quindi, se il limite temporale da loro indicato è già trascorso, potresti mandare una e-mail per chiedere spiegazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×