Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

JaV

Young Adult / New Adult e derivati

Post raccomandati

Di cosa parliamo oggi quando parliamo di YA, New Adult, Adult Contemporary, etc...?

Parliamo, innanzitutto, di un genere che sta incontrando (con il solito ritardo rispetto ai paesi anglosassoni) un successo importante; e soprattutto, interessa moltissimo alle case editrici in proiezione futura. 

Uno Ya si definisce tale non solo a causa dell'età dei protagonisti, anche se è un aspetto fondamentale, ma anche e soprattutto per il tipo di esperienze che stanno attraversando. Lo YA è il genere delle prime volte, delle esperienze fondanti; la prima volta ci si innamora, la prima volta che si fa sesso, la prima delusione d''amore, la prima volta che prende a cura qualcosa abbastanza da combattere i propri genitori o l'autorità per una causa. Quel tipo di cose che cambiano le persone, esperienze che determinano ciò che saremo un futuro. che di solito accadono quando si frequenta il liceo. Di solito. Negli YA si deve sentire ancora l'apprezza poetica dell'adolescenza. Non solo nella trama, ma anche nella voce narrante. Hanno bisogno di essere percepiti come storie di ragazzi scritte da ragazzi. In cui l' autore sta parlando con loro, non davanti a loro; non a loro, ma per loro. Sta raccontando una storia, non tenendo una lezione. Se la voce ci sembra nostalgica, allora probabilmente non è YA. I personaggi stanno imparando, non si stanno guardando indietro, non hanno ancora la maturità (e la disillusione, la nostalgia) dettate dall'esperienza. Quindi ciò che rende un libro YA un vero libro YA è la voce.

 

Nel New adult cresciamo un po' di età. Pensate al periodo universitario. Quindi forse è la seconda volta che ci si innamora, l'ennesima che ci si ubriaca o si combina qualche puttanata, oppure può confrontarsi con una nuova serie di prime volte; andare vivere da soli, affrontare il mondo del lavoro, il sesso fine a se stesso, il tradimento. New adult è un genere relativamente nuovo (il termine è nato nel 2009), ed è ancora fortemente collegato a un ambientazione contemporanea, realistica. Motivo per cui è definito spesso anche Adult Contemporary.  

La cosa importante è che la tua vita sta cambiando e tutto è in fase di transizione.

Le tematiche tendono a essere più adulte, realistiche, marcatamente meno teen, e i protagonisti si confrontano con problemi problemi reali, molte meno seghe mentali rispetto al tipico romanzo YA. Sesso, droga e rock&roll; un po' cliché, ma sempre calzante.  I protagonisti sono spesso un po' maledetti e hanno o hanno avuto problemi di droga; le eroine devono lasciarsi alle spalle storie passate di abuso. C'è molto più sesso in un libro New Adult, e non è lasciato all'immaginazione, come nello YA. Nulla di erotico (o stupido...) come nelle Cinquanta Sfumature, ma i personaggi tendono a parlare onestamente di sesso perché questi libri sono legati a un periodo dell'esistenza in cui le persone stanno sperimentando con la loro sessualità.

 

Quindi, se state cercando di decidere se il vostro romanzo è YA, NA o un banalissimo rosa, provare a domandarvi che tipo di persone sono i vostri protagonisti. Vanno ancora al liceo? Sono all'università college? Stanno vivendo la loro giovinezza o stanno solo lavorando per la loro futura carriera? Che tipo di problemi hanno, a cosa sono legati? Sono in fase di transizione, devono ancora sperimentare la vita? Oppure sono già abbastanza autoconsapevoli e hanno deciso che è solo il momento di cambiare?

 

Dove sono le Rainbow Rowell, le Non Pratt, i Jesse Andrews italiani?

Fatevi avanti...

 

  • Mi piace 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse si e forse no, Mirtillasmile. Salve a tutti:ho trovato questa discussione provando a conoscere un pò meglio le potenzialità del WD. Confesso la mia ignoranza di fronte ai nomi lasciati in elenco da Jav:ho fatto una ricerca e tratto le (mie) conclusioni.I modelli proposti sono forse il romanzo di formazione 2.0 o addirittura 3.0:qualcosa di nuovo, diverso per certi versi dalla classica idea che abbiamo ereditato dai banchi di scuola. So che alcuni li osannano,altri li snobbano; l'autrice di un blog di lettura era eccitatissima all'arrivo in Italia dell'ultimo romanzo di Raibow Rowell (nomen omen?),eppure dalla sua scheda personale si deduce che non è proprio una sbarbatella. Forse,si tratta solo di evoluzione di tempi e gusti:in fondo,anche tanti mostri sacri della letteratura per ragazzi hanno incontrato qualche incomprensione iniziale. Nel frattempo,penso che approfondirò,magari comprando qualcosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Mirtillasmile

@Fides certo c'è qualcosa di nuovo ma sono sempre romanzi di formazione.

Norwegian Wood di Murakami rientra nel NA che all'epoca di chiamava romanzo di formazione.

Rossa come il sangue bianca come il latte di D'Avena è di YA ma che può anche essere chiamato romanzo di formazione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Mirtillasmile sì sì, infatti: parlano senz'altro di formazione, certo. Io potevo di più l'accento sul fatto che alcuni vedono questo genere come qualcosa di stucchevole, adatto per adolescenti che 'non sanno leggere' (giuro, ho sentito uno dire così in libreria). Sono indubbiamente diversi dai modelli di un tempo, però esprimono la realtà di oggi; ovviamente, quella anglofona di più, e forse questa è la ragione per cui qualcuno li critica. Per il resto, non avendo ancora letto qualcosa di quegli autori, mi fermo qua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@JaV A me questo New Adult sembra solo un nome esotico per i normalissimi romanzi da adulti :D Per quanto riguarda gli Young Adult, sono d'accordo: hanno un tono scanzonato, da giovani, ma senza cadere nel grottesco cercando di imitare il linguaggio sms ( :facepalm: ). Parlano di nuove esperienze, di dubbi che i giovani che si stanno affacciando nel mondo adulto hanno ogni giorno.
E  io a volte nel genere YA trovo anche dei piacevoli libri originali, che si discostano dai cliché, come appunto le piccole perle di Rainbow Rowell, che a me è piaciuta parecchio :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bellissima iniziativa. Ho comperato un libro di Non Pratt e uno di Jesse Andrews:farò presto i compiti. Nel frattempo volevo un parere di JaV su autori come Siobhan Down, Patrick Ness,Christophe Léon e l'autrice dell'albero delle bugie,mi sfugge il nome adesso...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Dolcenera

Leggo questo topic e scopro di aver scritto un New Adult. Buono a sapersi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stimolato da un'interessante discussione in chat con @Eudes e @mercy ho deciso di fare un po' di chiarezza su alcuni termini editoriali usati specialmente nel mondo anglosassone.

Mi riferisco in particolare ai termini:

  • MG - Middle Grade
  • YA - Young Adult
  • NA - New Adult

 

Come prima cosa è bene sgombrare il campo da un fraintendimento: questi termini non si riferiscono a generi letterari, ma a segmenti di mercato.

Non esiste un genere YA, anche se spesso viene associato erroneamente al Fantasy o al Distopico, ma questo accade perché sono i due generi con più titoli YA in questo periodo storico.

 

Middle Grade

 Middle Grade è la letteratura per bambini che ha come target la fascia di età fra gli 8 e i 12 anni (alcuni la situano fra i 7 e i 13) 

 

Young Adult

Young Adult è la fascia di età fra i 13 e i 18 anni. come si distinguono i due segmenti? In rete è facile trovare parecchi articoli che ne parlano, come questo, o questo

Un elenco di libri pubblicato dalla Biblioteca Nazionale della Nuova Zelanda può dare un'idea di come nel segmento YA possano rientrare titoli di qualsiasi genere.

 

New Adult

New Adult è un segmento abbastanza nuovo, nato nel 2009, ma che ha iniziato ad avere un certo numero di titoli attorno al 2011. Anche in questo caso gli articoli di analisi abbondano.

 

Quali sono le differenze? Sostanzialmente si tratta di come le cose vengono affrontate. Nei MG non 'è sesso, ma può esserci qualche primo turbamento amoroso, la complessità sia della narrazione che del linguaggio non può essere eccessiva. Negli YA comincia a esserci il sesso, la complessità aumenta, possono esserci più sottotrame, personaggi più complessi con problematiche diverse da quelle dei MG. Il segmento NA permette sessualità esplicita (non necessariamente, ma spesso c'è), problematiche ancora diverse, problemi di lavoro, problemi di coppia e simili, la complessità è ancora maggiore, i protagonisti possono aver subito traumi profondi in età giovanile con cui devono confrontarsi.  

 

Queste divisioni sono sempre esistite? Prima non c'era letteratura per ragazzi? Come si faceva prima di avere queste suddivisioni?

L'elenco già citato sopra riporta fra i libri YA  titoli di autori quali Mark Twain, Dickens ecc. in un altro articolo in lingua inglese venivano citati anche Salgari e Stevenson. Quindi sì, la letteratura per ragazzi è sempre esistita.

Perché allora suddividere ulteriormente in varie fasce? Si chiama segmentazione del mercato ed è una strategia di marketing ben nota e consolidata che serve a targettizzare meglio i propri prodotti all'ovvio scopo di vendere di più.

L'esempio lampante è proprio quello dei NA, una nuova categoria che è emersa quando di ci si è resi conto che un buon numero di adulti leggeva i romanzi YA, ma avrebbero gradito qualcosa di più vicino alla loro esperienza, mantenendo però molti degli aspetti presenti nei YA.

 

Se un giorno qualcuno si accorgerà che i taxisti bassi, con i baffi, fra i 30 e i 40 anni passano un po' del loro tempo fra una chiamata e l'alta a leggere libri state tranquilli che vedremo apparire la categoria MASTwM Middle Age Short Taxists with Moustache.

 

  • Mi piace 10
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, libero_s ha detto:

Se un giorno qualcuno si accorgerà che i taxisti bassi, con i baffi, fra i 30 e i 40 anni passano un po' del loro tempo fra una chiamata e l'alta a leggere libri state tranquilli che vedremo apparire la categoria MASTwM Middle Age Short Taxists with Moustache.

 

 

Libero, sto ancora ridendo.

E voglio un genere tutto per me.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, mercy ha detto:

E voglio un genere tutto per me.

Se comperi abbastanza libri da diventare un segmento interessante per gli editori stai tranquilla che ci sarà anche quello :D

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pensavo avessi pubblicato un racconto! Il titolo mi incuriosiva molto.

Sbagliai xD

 

2 ore fa, libero_s ha detto:

Si chiama segmentazione del mercato

 Ossia come il menagment comprende il mercato dopo analisi delle variabili?

 

Adattare l'offerta ai diversi segmenti facilita le prospettive di vendita, no?

Gruppi interi fanno parte dei segmenti, con estreme differenze gli uni dagli altri. Paradossalmente è una forma di "differenziazione" molto omologante.

Comunque: 

2 ore fa, libero_s ha detto:

Se un giorno qualcuno si accorgerà che i taxisti bassi, con i baffi, fra i 30 e i 40 anni passano un po' del loro tempo fra una chiamata e l'alta a leggere libri state tranquilli che vedremo apparire la categoria MASTwM Middle Age Short Taxists with Moustache.

 

Muoio.

 

Io:

Donna medio alta,  tra i 30 e i 70, sempre scalza quando non calza i burka, porta a spasso il cane, mentre lo fa legge libri.

@libero_s Voglio che mi traduci in inglese il segmento di appartenenza. xD

 

:flower:

  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Black ha detto:

Esisteva già una discussione relativa ai segmenti YA/NA. Ho unito i due topic

ottimo lavoro, grazie (y)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×