Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

angela1982

Ceccacci literary agency

Post raccomandati

Li ho contatti per il servizio di valutazione a pagamento, per cui fanno un preventivo ad hoc, inviando l'opera completa. I tempi di attesa, in questo caso, si riducono ad un mese.

Ne ho approfittato per chiedere a che punto fosse il mio romanzo nella lista dei libri da valutare senza servizio a pagamento. Mi hanno detto che stanno ancora valutando le opere che sono state loro inviate a Febbraio ..... io ho inviato a Giugno ...... Nel frattempo un'altra agenzia, meno famosa, ha accettato di rappresentarmi (La Paradigmi), anche se chiedono una certa somma per l'editing (250euro), poi la rappresentanza sarà gratuita.

 

Sto valutando la proposta della Paradigmi, non posso aspettare ancora un anno per la risposta della Ceccacci, e il loro servizio di valutazione a pagamento/editing non dà comunque alcun tipo di garanzia sulla rappresentanza (come è giusto che sia)...  quindi forse meglio optare per un'agenzia meno oberata dal lavoro e più propensa alla valutazione degli esordienti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Denise Miceli Occhio, alla Paradigmi.

Da quel che ho sentito dire in giro, propongono le opere anche a editori a pagamento, quindi alla fine non ha senso venir rappresentati, ma non so se la loro politica sia ancora questa. Di certo, ho letto di esperienze poco lusinghiere, sul loro conto. Credo ci sia anche un topic aperto sulla Paradigmi, proprio qui sul WD, magari cercalo e dagli un'occhiata.

Per quel che mi riguarda, anch'io mi ero rivolto a loro, come a molti altri, ed ero stato reindirizzato verso Bozze Rapide; da qui, un preventivo di 1500 euro per un editing che mi garantiva il 90% di possibilità di pubblicazione tramite rappresentanza (credo da parte di Paradigmi) senza garanzia.

Ovviamente ho rifiutato, tenendo conto che avevo già un preventivo per un editing da parte di un noto professionista, e il suo era di molto più inferiore.

Forse alla fine è meglio aspettare un po' di più e sperare di finire in buone mani, piuttosto che cadere nella prima rete di furbi che stanno là ad aspettare solo noi. 

Io, perlomeno, ho preferito fare così. ;)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Alessandro Furlano
38 minuti fa, Denise Miceli dice:

Ne ho approfittato per chiedere a che punto fosse il mio romanzo nella lista dei libri da valutare senza servizio a pagamento. Mi hanno detto che stanno ancora valutando le opere che sono state loro inviate a Febbraio ..... io ho inviato a Giugno ......

 

Ecco, io ho inviato a febbraio, il 6 per la precisione.

Spero che mi diano un riscontro in ogni caso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Viste queste tempistiche continuo a sostenere i metodi Thesis e Meucci. Comunque mi piacerebbe conoscere le tariffe per il servizio a pagamento.@Denise Miceli facci sapere se puoi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate qualcuno ha mai avuto risposta positiva da quest' agenzia? Io ho spedito un paio di settimane fa, mi hanno risposto il giorno dopo dicendomi che avrebbero letto con piacere, ma che dovevo avere pazienza. Anche a voi hanno risposto più o meno subito, e poi il vuoto?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo: di sicuro non la tempistica. Il massimo per le altre agenzie è di sei mesi. Io per esempio ho finito un romanzo in questi giorni e sto valutando a chi spedire, ma questa volta credo che scarterò la Ceccacci per questioni di tempo. Un anno è troppo e mi servono riscontri prima.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un buongiorno a tutti, ho inviato sinossi e prime trenta pagine il 2 Febbraio e non ho ancora ricevuto notizie. (onestamente mi ero perfino dimenticato di essere in attesa di una risposta!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come ho già scritto un po' di post fa, io li ho ricontattati in luglio, dopo un silenzio di cinque mesi. Mi risposero che erano indietro con la valutazione dei manoscritti e mi permisero di inviare loro il nuovo file del romanzo, che nel frattempo avevo riveduto e corretto.

Mi sembrarono gentili e disponibili ma adesso penso alla faccia che avranno fatto quando ho chiesto se ero int tempo a inviare il file corretto; avranno pensato "Certo che sei in tempo, manda pure, tanto finisce nel cestino accanto a quell'altro!". :diavolo2:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mah, diciamo che non punto esclusivamente sulla Ceccacci, quindi preferisco aspettare piuttosto che spendere. Anche perché immagino perfettamente il giudizio della valutazione a pagamento, tipo "Bello ma non ci interessa".

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bè, io ormai aspetto solo per curiosità di un eventuale, improbabile, articolato giudizio. Pochi giorni fa ho avuto una proposta con la spin off dell'agenzia Thesis, la casa editrice digitale Goware. Si sono dimostrati precisi e competenti, quindi pubblico con loro e tento l''avventura digitale, peraltro prevista la possibilità di richiedere il cartaceo e anche l'audiolibro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Alessandro Furlano
6 minuti fa, SilviaC dice:

@Veronica 76 Se hai inviato poche settimane fa, dovrai pazientare a lungo. Io ho spedito il 4 aprile! :)

Eh dilettante , io a inizio Febbraio . . . 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, Pennywise dice:

Eh dilettante , io a inizio Febbraio . . . 

Caspita, Pennywise, pensavo che a quelli di febbraio, almeno, avesse risposto. Quindi, con il mio 7 marzo...

Ripeto, ormai il mio romanzo un editore '0ha trovato. è giusto per sentire, dopo tanti mesi, cosa mai dirà nella lettera di rifiuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho l'impressione che anche questa diventerà agenzia con sola lettura a pagamento. Questioni di mesi magari, purtroppo per noi poveri spiantati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Draka dice:

Ho l'impressione che anche questa diventerà agenzia con sola lettura a pagamento. Questioni di mesi magari, purtroppo per noi poveri spiantati.

Tu però farai i soldi come mago!

Mi è appena arrivata una mail da Ceccacci nella quale si dice che i servizi di lettura non saranno più gratuiti ma integrati in un sistema a pagamento!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Alessandro Furlano

@grafo965 mi hai bruciato di un secondo . È appena arrivata anche a me la mail . 

Mi sono illuso per un microsecondo che finalmente mi dessero un riscontro sul mio romanzo , poi ho letto . . . :S

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Però avete visto? Il metodo Meucci funziona: la Ceccacci lo ha portato all'estremo riducendo i nuovi invii a tre. Altro che Guardiola :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non penso che il nuovo provvedimento abbia efficacia retroattiva. Comunque mi piacerebbe sapere cosa succede ora alla mezzanotte del nuovo mese. Tutti davanti al pc a scegliere: Ceccacci o Meucci?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Trovo penoso questo atteggiamento da parte di "agenti" che in generale anziché spendersi per trovare un prodotto valido da commercializzare si limitano a sfruttare la loro esperienza e i contatti veri o presunti all'interno delle case editrici per richiedere somme importanti (si parla oramai di 500 euro in media) solo per esprimere un giudizio. Leggere e rifiutare sei libri di poveretti illusi per tremila euro al mese non mi pare una grande fatica. Ritengo giusto pagare a seguito di una mediazione, di un'eventuale assistenza, dopo avere ottenuto tutela nella stipula di contratti ma solamente per leggere un manoscritto e dire "non è nelle mie corde" mi sembra eccessivo. Agenti che se va bene rappresentano una ventina di autori, che in gran parte sono stati arruolati già navigati e conosciuti. Quante pagine costoro devono leggere per giudicare le potenzialità di un autore o di un'idea? Se si incappa in un agente che ama le scritture ermetiche o creative, i romanzi introspettivi, oppure ad esempio le testimonianze di vita vissuta come si può pretendere che giudichi in modo sereno e obbiettivo un prodotto completamente diverso? Siamo certi che questi santoni dell'editoria rispecchino i gusti del lettore medio? E poi permettetemi un'ultima osservazione: l'autore legge e rilegge, l'editor (costosissimo) corregge, l'editore legge e giudica, un mare di occhi divorano avidi le pagine del romanzo prima della stampa e infine... leggo romanzi zeppi di errori, refusi e sbagli grossolani! Credo che tutti questi esperti del settore cerchino solo personaggi spendibili, appartenenti al loro circolo esclusivo con possibilmente un vasto, vastissimo seguito sui vari social. E noi?  A mezzanotte a mandare sinossi via mail, ridicolo.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×