Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Muirne

Questione di titoli

Post raccomandati

Salve,

ho in mente un titolo per la mia storia. Sarebbe il titolo perfetto... se non fosse anche il titolo di una nota canzone dello scorso Sanremo.

Credete ci siano problemi di copyright?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono esperto in materia, ma temo proprio di sì.

Non si riesce a cambiare un articolo o una preposizione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Con la stima che da musicista nutro per Sanremo, ti consiglierei di cambiare il titolo in ogni caso.

 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In realtà sarebbe possibile, stando alla legge sul diritto d'autore: "si può riprodurre il titolo di un’opera sopra un’altra senza il consenso dell’avente diritto (l’autore o il cessionario dei diritti), qualora esse siano di specie o carattere così diverse da risultare esclusa ogni possibilità di confusione" art. 100 comma 3.

Quindi il titolo di una canzone può essere uguale a quello di un libro e viceversa.

Da una ricerca che ho fatto per curiosità su Internet, per esempio, ho trovato un blog che segnala diversi casi. :)

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dal punto di vista legale credo si possa, come dice ElleryQ, ma non saprei portarti le prove. Però c'è un problema di carattere pratico: se qualcuno facesse una ricerca su Google con il titolo del tuo libro, cosa troverebbe? Se la canzone di cui parli è tanto famosa, rischi che il tuo libro passi in secondo piano e la collisione ti danneggerebbe.
 

A essere onesti, esiste anche la scuola di pensiero contraria, cioè quella che afferma che la collisione di titoli possa portare visibilità collaterale (chi cerca la canzone troverebbe anche il tuo libro), ma sono convinto che sia più utile la visibilità consapevole, rispetto a quella accidentale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, Francesco Wil Grandis dice:

ma non saprei portarti le prove.

Posso fare qualche esempio preso dal blog di cui sopra. Pare che i Ricchi & Poveri vadano per la maggiore. :asd:

 

Sarà perché ti amo

Piccolo amore

Chi voglio sei tu

Maledetta primavera

 

Vi metto solo i titoli, gli scrittori no ma è facile trovarli. ;)

Nei primi due casi, immagino che i "responsabili" siano i traduttori o la stessa casa editrice (sono entrambi scrittori stranieri), che avrà sfruttato l'assonanza a livello commerciale. Nel secondo caso si tratta di autori italiani e penso che la scelta sia dovuta sempre a uno scopo commerciale. Le cose "già sentite" fanno sempre una certa presa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho il medesimo problema.

Il titolo che ho pensato per il mio libro, un nome che viene ripetuto continuamente all'interno del romanzo (è la parte centrale di esso), è lo stesso di un film-documentario tratto da un libro. Questa scoperta mi ha scioccato. Sono rimasto deluso, poiché pensavo che fosse un titolo azzeccatissimo per il mio scritto, e trovare un titolo differente mi rimane difficilissimo, perché è tutto basato sul nome originale su cui avevo optato. In poche parole, è nato prima il titolo del libro e poi la trama. Non so che fare. :nuo:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, ElleryQ dice:

@skullred Potresti aggiungerci un sottotitolo. Non tanto per il film-documentario, quanto per l'altro libro da cui è tratto.

 

Ha già un sottotitolo, ma la cosa continua a non mi convince. Il mio scritto si presenta con "Nome romanzo: Nome secondario" (un po' alla Harry Potter, il Signore degli Anelli, ecc).

Vorrei farne una saga e questa uguaglianza di titoli è un dramma. Se qualcuno cercasse solo il titolo senza inserire il nome secondario, troverebbe il documentario e il libro da cui è tratto. Inoltre, esiste anche un dominio internet con quel nome... c'è poco da fare, o trovo una soluzione alternativa oppure devo cambiare titolo. Sfortunatamente, al giorno d'oggi è sempre più difficile essere originali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per il dominio internet non è importante, la cosa che potrebbe darti effettivamente dei problemi è il precedente libro con lo stesso nome. A meno che non sia di argomento così diverso da rendere inequivocabile che si tratta di tutt'altro. Per esempio, se un libro di saggistica e uno di narrativa hanno lo stesso titolo, o un titolo assonante, non dovresti incorrere in noie legali. Anche libri di narrativa e fumetti talvolta hanno lo stesso titolo senza alcun problema e vi sono anche casi piuttosto noti.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 8/12/2016 at 18:49, Francesco Wil Grandis dice:

Dal punto di vista legale credo si possa, come dice ElleryQ, ma non saprei portarti le prove. Però c'è un problema di carattere pratico: se qualcuno facesse una ricerca su Google con il titolo del tuo libro, cosa troverebbe? Se la canzone di cui parli è tanto famosa, rischi che il tuo libro passi in secondo piano e la collisione ti danneggerebbe.
 

A essere onesti, esiste anche la scuola di pensiero contraria, cioè quella che afferma che la collisione di titoli possa portare visibilità collaterale (chi cerca la canzone troverebbe anche il tuo libro), ma sono convinto che sia più utile la visibilità consapevole, rispetto a quella accidentale.

Per le ricerche google spesso e ben volentieri è lo stesso motore di ricerca che aggiunge per conto proprio "musica" o "libro" e allora è sufficiente continuare cliccando su di uno. C'è poi un punto che credo non possa essere sottovalutato: al giorno d'oggi, in cui la produzione artistica si sta motiplicando alla velocità del suono, si diventa sempre più a corto di titoli, ma non solo: per avventura si può anche rischiare di pubblicare con un titolo di un'opera già in circolazione in maniera assolutamente involontaria. Date le montagne di e-book, film e canzoni che ogni santo giorno vengono pubblicati e messi in circolazione, da nessuno si può pretendere che sia a conoscenza di ogni nuova uscita. Come si fa a conoscere le milionate di titoli in circolazione? Nessuno di noi è di certo in grado.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I casi di sovrapposizione sono molteplici. Tra libro e canzone, libro e film, libro e libro, perfino. Può essere poi una scelta commerciale dell'editore, quella di diversificare, ma dal punto di vista legale non ci sono problemi

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 15/12/2016 at 08:16, JaV dice:

I casi di sovrapposizione sono molteplici. Tra libro e canzone, libro e film, libro e libro, perfino. Può essere poi una scelta commerciale dell'editore, quella di diversificare, ma dal punto di vista legale non ci sono problemi

Io in due occasioni avevo scelto un titolo per un mio romanzo, per poi scoprire che che era stato usato anche se in contesti diversi. In tutti e due i casi mi è stato utile un ripensamento e un cambio di rotta per titoli che mi sono piaciuti molto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve!

Sto per pubblicare un romanzo che ho intitolato come una canzone, ho trovato altri romanzi con titoli di canzoni, è lecito o viola diritto d'autore?

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A meno che tu già non abbia spalle forti in molti sensi, perché infilarsi in un ginepraio dal principio? Piuttosto che chiedersi se sia possibile o meno da un punto di vista legale, io mi chiederei se davvero ne valga la pena. Anche perché, ad eccezione del self publishing per il quale ognuno fa le proprie scelte, sarebbe davvero difficile pensare che una CE decida di pescare il testo (cosa anche questa abbastanza complicata) per poi mantenerne un titolo problematico. Lo cambierebbe, azzerando di conseguenza quella relativa notorietà che avresti raggiunto con grandi sforzi. Meglio trovarne subito un altro e non pensarci più.

Per esperienza poi dico che il grande svantaggio nel cambio del titolo è l'eventuale perdita di visibilità dovuta all'altra opera. La lingua italiana è talmente ricca ed espressiva che l'essere convinti che l'unico titolo possibile al nostro lavoro sia qualcosa di già esistente secondo me è un'autosuggestione penalizzante.

Comunque, al netto di tutto ciò, sulla questione la legge sul diritto d'autore è alquanto chiara (art. 100 comma 3): l'importante è non trarre in confusione il lettore, cioè non approfittare di equivoci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×