Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

JaV

Lorem Ipsum

Post raccomandati

5 minuti fa, Annalisa Castellaneta ha scritto:

Salve! Ho ricevuto anch'io un'email simile e mi sono incuriosita hahahaha 

Volevo un parere sul ruolo delle agenzie letterarie, non so se affidarmici:umh:

Ciao Annalisa! Per la domanda generica sulle agenzie, ti consiglio di guardare i topic di argomento generale tipo questo: 

Per il resto, l'agenzia Lorem Ipsum, come moltissime altre, credo quasi tutte, almeno in Italia, differenziano i servizi editoriali dalla rappresentanza. Puoi farti un'idea più precisa, leggendo le loro faq, qui: http://www.liae.it/faq

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una cosa non ho capito, ma l'agenzia farebbe tutto questo gratis? Non beccherebbe un centesimo fino alla eventuale firma del contratto con un editore? E se la percentuale spettante all'autore fosse già di per sé scarsa? E se l'autore vendesse poche copie? 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Isadora ha scritto:

Una cosa non ho capito, ma l'agenzia farebbe tutto questo gratis? Non beccherebbe un centesimo fino alla eventuale firma del contratto con un editore? E se la percentuale spettante all'autore fosse già di per sé scarsa? E se l'autore vendesse poche copie? 

Dipende cosa intendi con "tutto questo"! L'agenzia ha dei servizi editoriali a pagamento, scissi dalla rappresentanza. Ha poi alcune formule per la valutazione dei manoscritti, alcune meno onerose, alcune di più, in base alla tipologia di responso che si riceve e alla tempistica. Nel caso a un autore, superata la fase di valutazione, venga proposto un contratto di rappresentanza, l'agenzia fa sul testo gli interventi necessari - di concerto con lo scrittore e senza oneri a suo carico - e poi cerca un editore. Se lo trova, guadagna una percentuale del guadagno spettante all'autore: "Ma a chi è autore dell'agenzia non chiediamo nulla se non la nostra percentuale sugli eventuali contratti di edizione" (questa citazione è tratta dal loro sito).
Più o meno dovrebbe essere così!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi sono scordata mezza risposta! Purtroppo quello dell'agente è un mestiere pieno di insidie. È certo possibile che il libro venda poco, ma è interesse di tutti i coinvolti nella trattativa che non sia così; anche nella scelta degli editori a cui proporre il romanzo (se di romanzo si parla), l'agenzia porrà particolare attenzione, in modo da massimizzare le possibilità di un buon esito editoriale. 
Sarà sempre l'agente a contrattare con la CE per "spuntare" le condizioni migliori per ciò che riguarda eventuale anticipo e royalties. 

Questo è quello che so, in generale: spero di non aver detto inesattezze! 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il mese è passato ma non ho più ricevuto feedback... ma va bene così, viste le altre esperienze. Tra l'altro, il mio nuovo agente ha giudicato quel testo non commerciabile quindi, anche se valido, non avrebbe senso investirci per un editing.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎12‎/‎02‎/‎2020 alle 19:39, cheguevara ha scritto:

Per la cronaca, ho appena ricevuto una mail promozionale da parte della LI. Non so su quali basi, non avendo il mio indirizzo di posta elettronica nulla a che fare col mio nickname, né col mio nome anagrafico. Comunque, penso che un'agenzia così piena di lavoro non dovrebbe aver bisogno di intraprendere iniziative di questo tipo. Forse scarseggiano gli aspiranti scrittori che richiedono servizi a pagamento? Magari fosse, potrebbe segnare l'inizio di una provvida inversione di tendenza!

Scusa cheguevara, hai per caso partecipato a qualche concorso, tipo IoScrittore?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, muschietto ha scritto:

Scusa cheguevara, hai per caso partecipato a qualche concorso, tipo IoScrittore?

Soltanto uno, in tempi ormai remoti. Poi ho capito che i "diritti di segreteria" servono a portare soldi alla filiera sfrutta-scrittore, e ho smesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che un'agenzia si faccia pagare per il suo lavoro è più che giusto, ma se un autore, per ragioni familiari, in un determinato periodo non può permettersi di affrontare spese extra, mi chiedevo se l'agenzia si facesse pagare o meno. Era solo una curiosità. Leggendo sul loro sito sembrerebbe che abbiano un'opzione di valutazione manoscritti gratis, poi, se il testo risulta interessante inviano un contatto che prevede una percentuale una volta trovata la casa editrice interessata. E va bene. Ma il loro lavoro (editing, ricerca casa editrice ecc.) si paga durante o dopo la firma con la casa editrice? Questo non l'ho capito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, muschietto ha scritto:

Scusa cheguevara, hai per caso partecipato a qualche concorso, tipo IoScrittore?

 

1 ora fa, cheguevara ha scritto:

Soltanto uno, in tempi ormai remoti. Poi ho capito che i "diritti di segreteria" servono a portare soldi alla filiera sfrutta-scrittore, e ho smesso.

Anch'io ho ricevuto la mail di L.I. E poco tempo dopo aver caricato l'incipit per IoScrittore. La mia ipotesi sarà fantasiosa, ma ho collegato le cose. Non pensando direttamente alla redazione, ma a qualcuno che lavora "sott'acqua". Va be', assai probabile che mi sbagli.

NB: sono d'accordo, anch'io non partecipo a concorsi "a pagamento".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ricevo le loro mail promozionali. Immagino che tutti quelli che hanno mandato testi in valutazione (a pagamento o meno) o semplicemente richieste di informazioni siano finiti nella loro mailing list.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
26 minuti fa, Isadora ha scritto:

Che un'agenzia si faccia pagare per il suo lavoro è più che giusto, ma se un autore, per ragioni familiari, in un determinato periodo non può permettersi di affrontare spese extra, mi chiedevo se l'agenzia si facesse pagare o meno. Era solo una curiosità. Leggendo sul loro sito sembrerebbe che abbiano un'opzione di valutazione manoscritti gratis, poi, se il testo risulta interessante inviano un contatto che prevede una percentuale una volta trovata la casa editrice interessata. E va bene. Ma il loro lavoro (editing, ricerca casa editrice ecc.) si paga durante o dopo la firma con la casa editrice? Questo non l'ho capito.

Dal mio punto di vista, un autore non dovrebbe affrontare spese per essere pubblicato, qualsiasi sia il motivo, ma soltanto essere in grado di scrivere un testo che meriti di essere pubblicato. L'eventuale lavoro dell'agenzia che decide di rappresentarti dovrebbe  essere ripagato da una percentuale sulle royalties, ma in Italia non accade praticamente mai: paghi prima, e la firma con una grande CE è un miraggio che ti viene messo davanti, uno specchietto per le allodole, un optional irrilevante.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, cheguevara ha scritto:

Dal mio punto di vista, un autore non dovrebbe affrontare spese per essere pubblicato, qualsiasi sia il motivo, ma soltanto essere in grado di scrivere un testo che meriti di essere pubblicato. L'eventuale lavoro dell'agenzia che decide di rappresentarti dovrebbe  essere ripagato da una percentuale sulle royalties, ma in Italia non accade praticamente mai: paghi prima, e la firma con una grande CE è un miraggio che ti viene messo davanti, uno specchietto per le allodole, un optional irrilevante.

Anch'io l'ho sempre pensata così e ho sempre diffidato dalle agenzie, ma a quanto pare a qualcuno è andata come dici. Sarà verò? Sara Ferguson? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Isadora ha scritto:

Anch'io l'ho sempre pensata così e ho sempre diffidato dalle agenzie, ma a quanto pare a qualcuno è andata come dici. Sarà verò? Sara Ferguson? 

Sarà vero. C'è anche chi - sempre restando nel campo degli esordienti - è stato pubblicato da una grande CE a seguito di invio spontaneo. Non siamo tutti uguali: c'è chi scrive bene e chi no, chi conosce le persone giuste e chi no, chi ha fortuna e chi no. L'importante è non cadere nella trappola "più spendi e più aumenti le probabilità di avere successo". E' una minchiata: la capacità di uno scrittore non sta nel portafogli.

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, cheguevara ha scritto:

 L'importante è non cadere nella trappola "più spendi e più aumenti le probabilità di avere successo". E' una minchiata: la capacità di uno scrittore non sta nel portafogli.

Infatti non voglio cacciare un euro. :tze:

  • Mi piace 1
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho provato ad inviare in manoscritto con procedura a pagamento (30 euro ci può stare), rispondono incuriositi chiedendomi l'intero manoscritto. Responso finale negativo. Pareri di rifiuto estremamente generici (dubito perfino che l'abbiano letto, non hanno menzionato una singola cosa del romanzo), usano tante belle parole per comunicarti nella fattispecie nulla di costruttivo, e le motivazioni sono altamente contrastanti rispetto a tanti altri pareri di altri agenti. Inoltre esondano le mail di spam (a questo punto, ne deduco, per ovvie ragioni). Diffidate altamente. Con 30 euro fatevi una pizza con amici, piuttosto...

  • Mi piace 5
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 15/2/2020 alle 22:29, Foolwriter ha scritto:

Il mese è passato ma non ho più ricevuto feedback... ma va bene così, viste le altre esperienze. Tra l'altro, il mio nuovo agente ha giudicato quel testo non commerciabile quindi, anche se valido, non avrebbe senso investirci per un editing.

 

@Foolwriter io come scritto in un post precedente dopo la valutazione del testo completo mi sono detto interessato ai loro servizi di editing. Ho mandato una email a fine gennaio e un'altra circa dieci giorni fa. Ad oggi ancora non ho ricevuto risposta. Sinceramente non so se telefonare per capire se hanno ricevuto/letto le email o meno. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, Boba Fett ha scritto:

Sinceramente non so se telefonare per capire se hanno ricevuto/letto le email o meno. 

Abbi fede: se hai scritto di essere disposto a pagare per un editing, ti contatteranno di sicuro. E' solo questione di tempo.

  • Mi piace 3
  • Divertente 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho richiesto la loro valutazione “3M” e non ho catturato il loro favore, sebbene abbiano voluto leggere per intero l’opera prima di dichiararsi. Tuttavia l’agenzia mi sembra una delle migliori in circolazione, viva, fresca, social e rapida... sopratutto! 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riporto la mia esperienza.

Hanno risposto nei tempi indicati con un'email di rifiuto automatica.

Quindi è un parere positivo perchè sono stati precisi nella consegna della risposta.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esattemente nel giorno previsto, cioè oggi, sono entrato anche io nella magica schiera degli autori di cui sono stati editato dallo staff

Modificato da Anglares
cita una stralcio di corrispondenza privata
  • Divertente 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Alessandro Furlano , puoi sempre ripubblicare la sintesi della mail. L'importante, come diceva @Anglares , è non riportare testi interi o stralci di email di terze parti (anche se trattasi di mail standard inviate a molti).

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, ElleryQ ha scritto:

@Alessandro Furlano , puoi sempre ripubblicare la sintesi della mail. L'importante, come diceva @Anglares , è non riportare testi interi o stralci di email di terze parti (anche se trattasi di mail standard inviate a molti).

 

Grazie, come dicevo in modo discorsivo già prima, è arrivata la mail standard in cui dicono cose riguardo al fatto che apprezzano il lavoro ma non se la sentono di rappresentare, ma ti invitano a non demordere eccetera eccetera.

ciao

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ElleryQ ha scritto:

dopo ben 11 anni di attesa (quasi quattro dei quali con LIAE) e traversie varie.

Il romanzo uscirà tra circa un ann

Allora, vista l'età, meno male che me mi ha scaricata, pur complimentandosi per il lavoro fatto, subito dopo l'editing. Comunque confermo che la editor era brava. Anch'io avrei avuto necessità di sapere quali lettori esterni delle CE maggiori mi avevano scartata, per non isistere con le stesse persone e gli stessi editori. Purtroppo non sono riuscita a meritare una risposta. 😢

  • Triste 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ElleryQgrazie per aver condiviso nel dettaglio la tua esperienza! Di tutta questa storia snervante, deprimente, innervosente, e tanti altri -ente, la cosa positiva credo sia stata l'editing. Sono contento, e anche un po' invidioso, che il tutto abbia avuto un risvolto positivo, ma solo per merito tuo. Un'altra cosa positiva è che hai stipulato un contratto ora, in pieno coronavirus, quando credevo fosse tutto congelato a livello editoriale: le valutazioni e i nuovi contratti stipulati con gli autori intendo. O forse hai firmato prima? Grazie ancora.

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Sjø ha scritto:

O forse hai firmato prima?

 

Grazie @Sjø , ho firmato proprio in questi giorni. :)

 

3 minuti fa, Sjø ha scritto:

credevo fosse tutto congelato a livello editoriale: le valutazioni e i nuovi contratti stipulati con gli autori intendo.

 

Credo che le valutazioni continuino, anche se immagino che alcune uscite abbiano slittato/slitteranno di qualche mese. E poi le librerie sono proprio tra le attività commerciali che hanno appena riaperto. Certo, le presentazioni, ora come ora, sono soprattutto virtuali, ma la promozione continua ancora. In questa clausura, credo che uno dei pochi "generi di conforto" non alimentari sia proprio il libro. :)

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×