Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   1 utente

JaV

Lorem Ipsum

Post raccomandati

Il 18/12/2019 alle 21:52, theco ha scritto:

 

Con tutto il rispetto non credo che, dopo due anni e due inviti a pazientare per i tempi della lettura esterna, invierò una mail con oggetto 'Risposta non ricevuta'.

Dovrei concludere che ci sono continenti che si muovono più velocemente, preferisco pensare invece che una risposta l'ho già ricevuta.

Buon lavoro.

Anche perché se ti decidi a farlo, non ricevi risposte. Ho scritto due volte all'agenzia (a settembre nel 2018 e a dicembre 2019 dopo l'intervento di Jav, fidandomi delle sue parole) e non ho mai ricevuto una risposta. E' un vero peccato: fidarsi finalmente di qualcuno in questo mondo di editori e agenti frettolosi e superficiali e poi essere trattati in questo modo, senza rispetto... Nemmeno una frase veloce come "il tuo romanzo è interessante, ora è in lettura esterna" oppure "il tuo romanzo non ci convince, arrivederci". Niente di niente.

  • Mi piace 1
  • Triste 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Con appena 30 euretti in una settimana leggono l'incipit e, se lo trovano interessante, ti richiedono l'intero dattiloscritto - sempre con risposta motivata. Oppure, col soli 99 euri puoi inviare l'intero manoscritto e in un mese ti fanno sapere.

Se poi siete così tirchi da volere sempre tutto aggratis il servizio free prevede solo una risposta SI/NO ma i tempi, chiaramente, si dilatano: almeno 3-4 mesi.

Considerato che i competitor fino alle 200 cartelle ti scuciono almeno 250 euro, direi che "s'ha da fa".

Pagando con carta ho fatto tutto in un attimo... mo' vediamo.

  • Mi piace 2
  • Non mi piace 9

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

Il 3/1/2020 alle 18:55, Foolwriter ha scritto:

Se poi siete così tirchi da volere sempre tutto aggratis il servizio free prevede solo una risposta SI/NO

 

Sono tirchio, ho approfittato e ringrazio @JaV per il gentile e puntuale diniego. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Fraudolente ha scritto:

 

Sono tirchio, ho approfittato e ringrazio @JaV per il gentile e puntuale diniego. 

Eh, capita anche ai migliori.

Se ti può "consolare", io ho ricevuto 5 NO secchi di fila da un altro grande Agente...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Update: servizio valutazione incipit - nonostante abbiano messo in evidenza alcune criticità un editor mi ha risposto chiedendo di inviare il testo completo. Valutazione definitiva in un mese, senza ulteriori spese.

Comunque vada, direi che hanno un ottimo modo di lavorare: in sintesi, me la sono cavata con soli 30 euri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

avrei bisogno di un vostro parere. Quest'agenzia, dopo qualche giorno che mi aveva inviato l'email con la risposta che è arrivata alla maggior parte delle persone, mi ha riscritto dicendo che avevano provveduto a reinoltrarmi la loro risposta.

Io ci sono rimasta, perchè si vede che non è la solita risposta "meccanica", ma si capisce che qualcuno si è preso la briga per scrivermi la suddetta email. Io non capisco questa "cortesia" da parte loro (forse perchè è la prima volta che mi capita) visto che mi avevano già "liquidata" e volevo chiedere se anche ad altri è capitato questo fatto.

PS: come firma veniva riportato "La redazione"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, Lore ha scritto:

Ciao a tutti,

avrei bisogno di un vostro parere. Quest'agenzia, dopo qualche giorno che mi aveva inviato l'email con la risposta che è arrivata alla maggior parte delle persone, mi ha riscritto dicendo che avevano provveduto a reinoltrarmi la loro risposta.

Io ci sono rimasta, perchè si vede che non è la solita risposta "meccanica", ma si capisce che qualcuno si è preso la briga per scrivermi la suddetta email. Io non capisco questa "cortesia" da parte loro (forse perchè è la prima volta che mi capita) visto che mi avevano già "liquidata" e volevo chiedere se anche ad altri è capitato questo fatto.

PS: come firma veniva riportato "La redazione"

 

A me ha risposto uno dei loro editor, che aveva letto l'incipit. Forse perché avevo pagato il servizio, non se l'invio "free" venga liquidato con mail più generiche.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Foolwriter ha scritto:

A me ha risposto uno dei loro editor, che aveva letto l'incipit. Forse perché avevo pagato il servizio, non se l'invio "free" venga liquidato con mail più generiche.

Grazie per la risposta.

Più che altro non ne capisco il senso di riscrivermi ancora. Dalla loro prima risposta avevo già capito che era "no" quindi non ne vedevo la necessità di una seconda loro risposta dove mi avevano avvisato che, in precedenza, mi avevano reinoltrato il loro diniego 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 3/1/2020 alle 18:55, Foolwriter ha scritto:

Con appena 30 euretti in una settimana leggono l'incipit e, se lo trovano interessante, ti richiedono l'intero dattiloscritto - sempre con risposta motivata. Oppure, col soli 99 euri puoi inviare l'intero manoscritto e in un mese ti fanno sapere.

Se poi siete così tirchi da volere sempre tutto aggratis il servizio free prevede solo una risposta SI/NO ma i tempi, chiaramente, si dilatano: almeno 3-4 mesi.

Considerato che i competitor fino alle 200 cartelle ti scuciono almeno 250 euro, direi che "s'ha da fa".

Pagando con carta ho fatto tutto in un attimo... mo' vediamo.

Mi pare strano, però, che a questo servizio di trenta euro non seguano altri possibili costi. Se ti chiedono un editing, probabilmente vorranno farsi pagare di più. O anche per la rappresentanza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riepilogo la mia esperienza con loro: lettura a pagamento. Ricevuta nota di lettura che individuava chiaramente aspetti positivi e cose da modificare. Editing (a pagamento) per un anno. La editor era competente. Mi sono messa in discussione, ho  ristrutturato, tagliato, integrato e praticamente riscritto il romanzo. Infine la editor ha inviato il manoscritto editato all'agente con una breve relazione positiva. Dopo circa tre mesi l'agente mi ha scritto che avevamo fatto un gran lavoro e che ora il romanzo gli sembrava buono, per questo lo aveva proposto ai loro lettori esterni, che condividono con i maggiori editori milanesi, i quali hanno dato purtroppo  un riscontro negativo quanto alla possibilità di giungere a una pubblicazione "di peso" con un editore maggiore. Per questo motivo l'agenzia non mi ha messa sotto contratto, dato che non trattano i piccoli/medi editori. Alla mia richiesta di suggerirmi alcuni piccoli editori in grado di offrire maggiori opportunità, non hanno risposto. 

  • Mi piace 5
  • Triste 2
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Caty ha scritto:

Riepilogo la mia esperienza con loro: lettura a pagamento. Ricevuta nota di lettura che individuava chiaramente aspetti positivi e cose da modificare. Editing (a pagamento) per un anno. La editor era competente. Mi sono messa in discussione, ho  ristrutturato, tagliato, integrato e praticamente riscritto il romanzo. Infine la editor ha inviato il manoscritto editato all'agente con una breve relazione positiva. Dopo circa tre mesi l'agente mi ha scritto che avevamo fatto un gran lavoro e che ora il romanzo gli sembrava buono, per questo lo aveva proposto ai loro lettori esterni, che condividono con i maggiori editori milanesi, i quali hanno dato purtroppo  un riscontro negativo quanto alla possibilità di giungere a una pubblicazione "di peso" con un editore maggiore. Per questo motivo l'agenzia non mi ha messa sotto contratto, dato che non trattano i piccoli/medi editori. Alla mia richiesta di suggerirmi alcuni piccoli editori in grado di offrire maggiori opportunità, non hanno risposto. 

Quanto ti è accaduto mi conferma nella decisione di non sborsare mai un centesimo, non solo per pubblicare, ma anche per valutazioni ed editing vari. Se un editore, piccolo, medio o grande, decide di pubblicarmi, l'eventuale editing (ammesso che venga effettuato) e affar suo, e se sono coinvolto è soltanto per concordare eventuali modifiche al testo. Altrimenti, tempo e denaro risparmiati. Tanto, il risultato delle vendite non ne risentirà minimamente.

  • Mi piace 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Caty Da questa vicenda tristissima, a mio avviso, sembrerebbe che editor e agente abbiano meno peso e competenze dei lettori. Il che sempre per me, è assurdo.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La cosa che davvero amareggia è che, dopo aver pagato la lettura, l'editing e quindi aver instaurato anche un rapporto di fiducia con l'agenzia, non abbiano ritenuto necessario ed educato rispondere alla tua ultima richiesta riguardo le piccole o medie case editrici da consigliarti...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa esperienza mi pare al limite del surreale. E mi scuso se posto due commenti che avrei potuto unire, ma ci sto ragionando su. Il fatto è che in un'ipotetica scala di valutarori di testi credo che il comitato di lettura sia il primo da interpellare, in molte CE avviene questo, poi se passa lo step si va avanti con l'editor, qui è avvenuto al contrario. Non ho idea di quanto abbia speso in tutto, ma quoto @cheguevara di soldi ne ho spesi anch'io e al di là della disponibilità economica di ogni singolo autore (è tremendamente triste se scrivere dovesse diventare un hobby per ricchi privi di talento che a furia di schede e compagnia bella arrivano dove chi va avanti da solo non arriverà mai) è proprio il sistema che ormai ha fallito. Quel filtro teorico tra autore e CE atto a scremare gli scrittori dotati  unicamente di ego che dovevano essere le agenzie si sta rivelando un buco nell'acqua. :facepalm:

  • Mi piace 8
  • Triste 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Bambola ha scritto:

Questa esperienza mi pare al limite del surreale. E mi scuso se posto due commenti che avrei potuto unire, ma ci sto ragionando su. Il fatto è che in un'ipotetica scala di valutarori di testi credo che il comitato di lettura sia il primo da interpellare, in molte CE avviene questo, poi se passa lo step si va avanti con l'editor, qui è avvenuto al contrario. Non ho idea di quanto abbia speso in tutto, ma quoto @cheguevara di soldi ne ho spesi anch'io e al di là della disponibilità economica di ogni singolo autore (è tremendamente triste se scrivere dovesse diventare un hobby per ricchi privi di talento che a furia di schede e compagnia bella arrivano dove chi va avanti da solo non arriverà mai) è proprio il sistema che ormai ha fallito. Quel filtro teorico tra autore e CE atto a scremare gli scrittori dotati  unicamente di ego che dovevano essere le agenzie si sta rivelando un buco nell'acqua. :facepalm:

Temo che tu abbia ragione 😢

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 11/1/2020 alle 18:43, Lucio Siciliano ha scritto:

Mi pare strano, però, che a questo servizio di trenta euro non seguano altri possibili costi. Se ti chiedono un editing, probabilmente vorranno farsi pagare di più. O anche per la rappresentanza.

 

Io ho parlato solo del servizio valutazione.

 

Il 12/1/2020 alle 11:26, Bambola ha scritto:

@Caty Da questa vicenda tristissima, a mio avviso, sembrerebbe che editor e agente abbiano meno peso e competenze dei lettori. Il che sempre per me, è assurdo.

 

Di solito non si tratta di "comuni" lettori bensì lettori professionisti esperti delle dinamiche di mercato.

 

Il 11/1/2020 alle 19:03, Caty ha scritto:

Alla mia richiesta di suggerirmi alcuni piccoli editori in grado di offrire maggiori opportunità, non hanno risposto

 

Se ti può far piacere, io ho avuto una bella esperienza con Bibliotheka Edizioni.

 

Il 11/1/2020 alle 20:49, cheguevara ha scritto:

Quanto ti è accaduto mi conferma nella decisione di non sborsare mai un centesimo, non solo per pubblicare, ma anche per valutazioni ed editing vari.

 

Sull'editing ti do pienamente atto: un business infame. Per quanto riguarda la valutazione, invece, temo sia l'unico modo per avere una possibilità concreta di raggiungere la grande editoria. Qui sta tutto sulla serietà dell'agenzia. 

  • Non mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, Bambola ha scritto:

@Foolwriter Lo so, ma trovo quantomeno curioso l'ordine degli addendi. E qui mi fermo.

 

In Italia funziona così... nel mondo anglosassone so che invece gli Agenti leggono tutto gratis - poi su 10 candidati magari ne selezionano mezzo, ma questa è un'altra storia :D 

  • Mi piace 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Foolwriter per favore, cerca di raggruppare risposte e interventi in un solo post. Ne hai scritti quattro di fila che potevano essere raccolti in uno. Così teniamo in ordine i topic.

Grazie.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente ripeto concetti espressi nelle discussioni, sia da me, che da altri: esiste una macchina costruita non al fine di ricercare nuovi talenti da portare al successo, ma avente lo scopo di incrementare un giro d'affari di un certo tipo. Il volano è la spremitura dell'aspirante scrittore, che deve pagare direttamente (schede di valutazione, editing, EAP) e/o indirettamente (rottura di gabbasisi ad amici e parenti per propiziare l'acquisto della propria opera) per vedersi pubblicato. Mi viene in mente che in altri ambiti a me noti, come ad esempio quello della mediazione creditizia da parte di professionisti iscritti all'Albo, è vietato incassare commissioni a prescindere dal risultato dell'azione svolta: cioè, incasserai soltanto se e quando la pratica di finanziamento da te istruita e propiziata sarà andata a buon fine. Trasportando il concetto nel nostro campo, agenti ed editor vari dovrebbero lavorare a percentuale sul venduto, e le case editrici dovrebbero guadagnare adoperandosi con ogni mezzo per commercializzare l'opera su cui hanno deciso di investire. Purtroppo non è così ma, se così invece fosse, l'interesse del sistema starebbe nello scarto feroce della robaccia (tanta) e nell'investire sulla roba buona (poca), e il mercato sarebbe pulito e veritiero. Allo stato attuale, parlarne è pura utopia.

  • Mi piace 9
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho provveduto a unire gli interventi di @Foolwriter , che esorto in seguito a postare accorpando, come già espresso da @Miss Ribston .

Inoltre invito tutti a tornare in argomento e parlare di esperienze dirette con LIAE.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Racconto brevemente la mia esperienza con Lorem Ipsum che posso definire sicuramente positiva. 

 

Ho scelto alcune settimane fa l'invio 3MIUM, ovvero sinossi e trentamila battute al costo di 30 euro. La risposta, arrivata puntualissima dopo pochi giorni secondo appuntamento che mi era stato fissato, ha evidenziato alcune criticità, per altro oggettivamente condivisibili, ma anche un interesse per l'idea del romanzo. Mi è stato chiesto quindi l'invio del testo completo senza ulteriori costi, con risposta nuovamente calendarizzata a gennaio. 

 

Un giorno prima dell'appuntamento per la risposta mi è arrivata un'email che avvertita di un leggerissimo ritardo - un giorno - rifissando appuntamento. La risposta definitiva, purtroppo negativa, è comunque arrivata anche in questo caso con estrema puntualità. Il commento, seppur breve, ha sottolineato come il romanzo rappresenti un'ottima base da cui partire ma che va raffinato in scrittura e narrazione, consigliandomi di avvalermi di un editor professionista. 

 

In definitiva per costi, puntualità nelle risposte e contenuti delle stesse - non potevo certo pretendere una scheda di valutazione dettagliata per 30 euro - non posso che ritenermi soddisfatto del servizio offerto da Lorem Ipsum. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho avuto un'esperienza simile a quella di @Caty e per questo sono rimasta profondamente delusa da questa agenzia. Trovo che il meccanismo tra agenti, editor e lettori esterni sia molto macchinoso e crei tanta confusione. Si aspettano mesi per non ottenere risposte concrete. L'agente JaV qui si è dimostrato disponibile a rispondere agli autori ma nella realtà dei fatti questo spesso non avviene. Personalmente Lorem Ipsum è un'agenzia che sconsiglio.

  • Mi piace 9
  • Grazie 1
  • Non mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Amanda ha scritto:

e per questo sono rimasta profondamente delusa da questa agenzia

Anche io. Più che altro mi sono resa conto che "leggono" solo i romanzi della gente che paga. Allora che senso ha mettere l'opzione di lettura gratis se poi quest'ultimi non vengono nemmeno considerati? Mi è venuto questo dubbio vedendo che chi ha spedito gratis ha ricevuto la medesima risposta di diniego e neppure una persona ha ricevuto una risposta positiva. Solo chi ha pagato non ha ricevuto una risposta già preimpostata.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, Lore ha scritto:

Più che altro mi sono resa conto che "leggono" solo i romanzi della gente che paga. Allora che senso ha mettere l'opzione di lettura gratis se poi quest'ultimi non vengono nemmeno considerati?

Io non ho pagato a LIAE proprio niente eppure sono uno degli autori che l'agenzia rappresenta ed esordirò quest'anno. Ho già riportato la mia esperienza qui e altrove quindi non mi dilungherò. Com'è stato detto più volte, questa discussione è molto lunga.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Letti i commenti, sento la necessità di precisare che non considero la mia un'esperienza negativa. Si sa fin dall'inizio, come con ogni agenzia, che l'editing non garantisce la rappresentanza. Loro sono competenti, i prezzi sono onesti rispetto ad altre agenzie veramente esose, che non garantiscono in ogni caso la pubblicazione. Il problema è che hanno difficoltà a piazzare bei libri di un certo tipo e di non sicura e facile commerciabilita'.  I manoscritti direttamente inviati dagli autori alle CE arrivano comunque agli stessi lettori esterni, che valutano in base alle richieste di mercato. Gente spesso sottopagata, autori in coda per pubblicazioni con CE di peso, che non arrivano quasi mai e quando arrivano servono a poco se la grande CE non punta su di te. Eccezioni confermano la regola in un sistema malato. Quindi non ho critiche per questa agenzia: il loro lavoro lo hanno fatto e mettermi sotto contratto senza probabilità di piazzarmi da qualche parte mi avrebbe solo fatto perdere del tempo.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, Caty ha scritto:

Eccezioni confermano la regola in un sistema malato

Purtroppo è vero. Possiamo discutere fino a sfinirci, ma non c'è modo di venirne fuori. Del resto, non è solo il sistema editoriale ad essere malato: basta guardarsi intorno. Stando le cose come stanno, cercare di essere ottimisti è veramente dura.

  • Mi piace 1
  • Triste 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, Caty ha scritto:

Si sa fin dall'inizio, come con ogni agenzia, che l'editing non garantisce la rappresentanza.

 

Ciao @Caty, quanto citato mi era già chiaro, c'è da chiedersi, invece, se convenga fare un editing per un libro poi non pubblicabile? Naturalmente, non lo so qual è il reale motivo che ha spinto più editori a rifiutare il tuo testo, soprattutto dopo un editing professionale le ragioni vanno cercate altrove, forse, dalla sinossi si poteva già valutare un'eventuale rappresentanza?

In definitiva, bisogna fare un editing per accorgersi poi che un romanzo non sia pubblicabile o è possibile comprenderlo prima? Tu che risposte ti sei data? Grazie.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, TuSìCheVale ha scritto:

, bisogna fare un editing per accorgersi poi che un romanzo non sia pubblicabile o è possibile comprenderlo prima? Tu che risposte ti sei data? Grazie.

 

Purtroppo penso di sì, che bisogna fare l'editing per far emergere le cose buone ed eliminare errori, ingenuità, inceppi inutili nella narrazione. Come fai a sapere prima se ce la farai?  Nel mio romanzo c'erano aspetti inusuali e affascinanti, altri inquietanti, e un messaggio, non è solo una storia. Consapevole del valore e della complessità (non sono una stupida e scrivo da quarant'anni), del fatto che la mia è una scrittura fitta e maniacalmente attenta alle atmosfere, alle sfumature e quindi a ogni singola, dannata parola, ho voluto fare un tentativo, con l'aiuto di professionisti, di rendere più accattivante e semplice l'opera, senza snaturarla,  per andare incontro a un ipotetico lettore. Il romanzo è stato fin dall'inizio giudicato  più adatto a un piccolo editore di qualità. Avendo già pubblicato parecchio con piccoli editori,  volevo di più, altrimenti avrei fatto da sola. Ci siamo impegnati, abbiamo provato, ma non ce l'abbiamo fatta.

Perché riutata dai lettori esterni? Molte le variabili in gioco, soprattutto in un sistema che ho definito malato. La risposta più che benevola che mi sono data è: 1) che i lettori esterni cercavano in questo momento qualcosa di molto diverso; 2) il mio lavoro è capitato nelle mani sbagliate, di gente che non conta un c.zzo e non ha vero potere decisionale in merito agli investimenti della casa editrice,  ma soprattutto non è stata ingaggiata per cercare opere originali di letteratura. 3) Il libro è sproporzionato per i tempi (questa  mi rifiuto di spiegarla).

Comunque sono loro che hanno sbagliato. Per quanto severo possa essere un giudizio tecnico sulla mia scrittura, non sarà mai severo come il mio su quello che scrivo.

  • Mi piace 4
  • Divertente 2
  • Non mi piace 8

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×