Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Victoria_88

Situazione Usa

Post raccomandati

Apro questo topic perchè sono sconcertata (ma non più di tanto, sapendo com'è fatto quel paese) dagli avvenimenti accaduti negli Usa (massacri, sparatorie contro i neri ecc.) 

 

 Quello che sta succedendo  è indescrivibile, un orrore per cui non ci sono parole. Parlano tanto di libertà, ma a me sembra che ci sia solamente paura. La gente negli Usa è terrorizzata, il loro primo pensiero è continuamente quello di proteggersi. E quando c'è così tanta paura, nascono queste cose folli, massacri, psicopatici che hanno accesso alle armi, una mal educazione generale, che porta a un sistema militare e giudiziario corrotto. Se c'è paura, non può esserci libertà.

Trovo assurdo, assurdo ,che proprio negli Usa, dove persone afro-americane vivono da più di duecento anni non ci sia ancora integrazione, e vi siano queste distinzioni di massa, quando qui in Italia siamo appena alla seconda generazione e c'è già un'integrazione migliore e ovviamente naturale (come altro deve sentirsi un bambino di colore nato e cresciuto in Italia se non italiano?)

 

Ma secondo me tutto questo avviene perchè purtroppo gli Usa sono dominati da due grandissime multinazionali che sono l'industria farmaceutica e l'industria delle armi (guardatevi Thank you for smoking). Hanno un potere economico incalcolabile, che è quasi impossibile da contrastare.

 Un'altro grande problema è il modo in cui viene affrontata la salute psicologica di una persona (Mental health) e il fatto per cui vengano prescritte pillole e antidepressivi anzichè capire la radice del problema. Ovviamente conviene che le persone prendano più antidepressivi possibili, in modo da alimentare gli introiti dell'industria farmaceutica. Poi queste persone stressate e piene d'ansia si comprono armi, per "difendersi" , in un circolo vizioso , e insomma l'economia americana è contenta. Investire nell'educazione, nelle scuole, nell'informazione, nella salute, questo risolverebbe il problema. Sono le stesse parole che ha detto Malala al Presidente Obama riguardo agli attacchi in Pakistan. Non combatti il terrorismo mandando missili ad ammazzare la gente. Perchè poi uccidi gente innocente. Uccidi padri, figli e fratelli. E poi i figli, i padri e i fratelli di questi diventeranno terroristi a loro volta per paura, per vendetta, per disperazione e per dolore, perchè nessuno gli ha insegnato che ci potesse essere un'altra soluzione. Bisogna andare alle fondamenta, chiedersi, perchè quel bambino è cresciuto e divenuto un terrorista? Che cosa l'ha reso tale?

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hai fatto un bel miscuglio di temi :umh:

 

Non so quanta paura abbia la gente comune, ma i massacri perpetrati da psicopatici non credo siano imputabili alla paura. E' però un fatto che la facilità di accesso alle armi da parte di chiunque favorisce l'uso della violenza da parte dei comuni cittadini e da parte degli psicopatici.

C'è da dire che in alcuni stati il diritto alla difesa personale ritiene lecito l'uso della forza anche solo se ci si sente minacciati...

Credo insomma si tratti anche di una questione culturale oltre che dell'eventuale pressione delle lobby di imprese produttrici d'armi. Tra l'altro non ho dati dell'incidenza delle vendite di armi a privati negli USA rispetto al fatturato complessivo.

 

Anche sull'abuso di antidepressivi non ho dati, ma di nuovo il problema più grosso è la facilità di accesso alle armi. Che i produttori di armi e l'industria farmaceutica siano contenti, invece, non stento a crederlo. 

 

L'aggancio fra un generico malessere della popolazione americana e il terrorismo mi sembra pretestuoso. Cattive condizioni di vita e mancato soddisfacimento dei bisogni primari fomentano la violenza, ma gli USA non hanno più responsabilità di altri paesi industrializzati rispetto a questo fatto. 

 

On 9/7/2016 at 19:31, Victoria_88 dice:

Non combatti il terrorismo mandando missili ad ammazzare la gente.

Ecco, qui, più che nella vendita di armi ai privati, ci vedrei lo zampino dell'industria bellica statunitense. 

 

Cita

Perchè poi uccidi gente innocente. Uccidi padri, figli e fratelli. E poi i figli, i padri e i fratelli di questi diventeranno terroristi a loro volta per paura, per vendetta, per disperazione e per dolore, perchè nessuno gli ha insegnato che ci potesse essere un'altra soluzione. Bisogna andare alle fondamenta, chiedersi, perchè quel bambino è cresciuto e divenuto un terrorista? Che cosa l'ha reso tale

Non avallo l'omicidio di persone innocenti e ritengo giusto chiedersi perché quel bambino è diventato un terrorista e cosa lo ha reso tale ma, nel frattempo, preferirei che al bimbo diventato adulto venisse impedito di nuocere alla collettività.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×