Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Jedi Katana

Loredana Rotundo

Post raccomandati

Descrizione: rappresenzanza autori, valutazione manoscritti (esterna), gestione editoriale, editing, traduzioni.

Costi: sì, ma non specificati; per la valutazione manoscritti inediti si rivolge all'agenzia Punto & Zeta.

Sito webhttp://www.lrliteraryagency.com/it/

Facebookhttps://www.facebook.com/LrLitAg/?fref=ts

 

Loredana Rotundo proviene da esperienze diverse caratterizzate dalla passione per la parola scritta. Ha sfidato il difficile mondo dell'editoria partendo dal nulla, creando contatti, navigando nei labirinti della rete per cercare nuove case editrici straniere da rappresentare, romanzi inediti, esordienti italiani. Nell'arco di poco tempo autori stranieri, affermati e sconosciuti, hanno visto le loro opere pubblicate in Italia ed esordienti italiani hanno trovato Case grandi e piccole per i loro romanzi. 
Nel 2006 Loredana Rotundo fonda l'Agenzia Letteraria ARR Snc, scioltasi nel giugno 2008. Da allora prosegue in modo indipendente l'attività di agente letterario.

Modificato da ElleryQ

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Non vorrei sbagliarmi ma tempo fa li avevo contatatti tramite mail per sapere se accettavano manoscritti e che tariffe facevano e non mi hanno neppure risposto ò.ò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Su questa agenzia letteraria posso esprimermi, in particolare su Loredana, una donna squisita e dannatamente tenace. Molto spesso è proprio lei a rispondere e smaltire gli arretrati della posta elettronica e i tempi, per quanto riguarda i primi consulti/chiarimenti, sono davvero brevi. Si tratta di una realtà seria e professionale, ma indiscutibilmente costosa. Per chi volesse tentare di farsi rappresentare, credo questa scelta sia una fra le migliori attualmente disponibili nel panorama italiano. Ribadisco però che i prezzi, come quelli di altre grandi agenzie letterarie, sono elevati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cavolo, Snow sai veramente TUTTO di TUTTI!!! (you rock!!! :metal:)

Purtroppo per come sono messo economicamente (leggasi: precariato) non posso permettermi un investimento su un agente che chiede soldi prima della pubblicazione, anche se mi piacerebbe....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti ringrazio Ben, ma in realtà no (lei è una dei pochi agenti letterari che conosco). Comunque posso aggiungere che il prezzo della valutazione varia in base ai caratteri totali dell'opera. Le tempistiche sono comunque contenute (rispetto ad altre realtà).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Woland

Loredana mi contattò ad inizio 2009, subito dopo avere letto un mio breve racconto su un quotidiano, in quanto interessata alla mia scrittura; si concluse con un nulla di fatto in quanto allora avevo a disposizione unicamente racconti brevi e lei mi disse che l'interesse verteva per lo più su romanzi.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che bello però... mi sa proprio dell'idea "romantica" che mi sono fatto dell'agente: spulcio tra i giornali, vedo qualcosa che mi piace e contatto l'autore. Fa molto scouting da film!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Su questa agenzia letteraria posso esprimermi, in particolare su Loredana, una donna squisita e dannatamente tenace. Molto spesso è proprio lei a rispondere e smaltire gli arretrati della posta elettronica e i tempi, per quanto riguarda i primi consulti/chiarimenti, sono davvero brevi. Si tratta di una realtà seria e professionale, ma indiscutibilmente costosa. Per chi volesse tentare di farsi rappresentare, credo questa scelta sia una fra le migliori attualmente disponibili nel panorama italiano. Ribadisco però che i prezzi, come quelli di altre grandi agenzie letterarie, sono elevati.

sapresti indicarmi... all'incirca... quanto elevate?

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho chiesto una valutazione ai fini dell'eventuale rappresentanza. Prevedeva una tassa di lettura (non ricordo la cifra, abbastanza consistente) e ho rinunciato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei raccontare la mia esperienza con questa agenzia letteraria.

A inizio luglio 2012 ho chiesto un preventivo per una valutazione di un mio manoscritto.

Avevo scelto questa agenzia perché mi sembrava che tra quelle di un certo "peso" avesse trattato anche il genere in cui mi ero cimentato io (satira politica).

Ho ricevuto il preventivo in una mail dove veniva precisato che "dato il periodo estivo, è probabile che il tempo richiesto per la valutazione sarà più lungo del previsto".

Ora, io sono un semplice scribacchino, ma quel "sarà" piantato in quella frase mi ha lasciato alquanto perplesso.

Ho versato la cifra richiesta e ho inviato mandato di lettura, copia del bonifico, sinossi, cenni biografici e manoscritto via mail.

Nella mail avevo chiesto cortesemente se poteva darmi conferma del ricevimento del materiale.

Ovviamente non ho ricevuto alcuna conferma, se non dopo avere sollecitato con un'altra mail.

Dopo una decina di giorni mi è arrivata un'altra mail, con la quale mi si avvisava che la scheda di valutazione sarebbe arrivata "verso fine settembre".

Sempre da scribacchino, io una frase così, in un rapporto contrattuale, non l'avrei scritta.

Passata la fine di settembre senza avere ricevuto alcunché, ho chiesto spiegazioni.

La risposta è stata: "verifichiamo immediatamente".

Altra perplessità...

Con un'altra mail nella stessa giornata mi è stato scritto che l'editor prevedeva la consegna entro la settimana.

Il 5 ottobre mi è arrivata la scheda di valutazione.

Io avevo richiesto il servizio per avere una valutazione professionale del mio manoscritto.

Sapevo che aveva dei punti deboli e volevo sapere se questo giudizio veniva confermato; ma sopratutto volevo sapere se e quali altri punti deboli vi erano.

Ho ricevuto una scheda di valutazione di otto pagine (sette e mezza, a dire la verità), abbastanza ben articolata e che mi è stata molto utile.

Quello che mi ha lasciato ulteriormente perplesso è che questa scheda di valutazione è firmata da una agente letteraria (abbastanza nota) che aveva a sua volta una propria agenzia. Nessuno mi aveva avvertito che si sarebbe trattato di una sorta di "subappalto"...

Se mi rivolgo a Tizio, perché Tizio dice di svolgere un determinato lavoro, è perché quel lavoro voglio che lo svolga lui.

Se poi Tizio il lavoro lo fa fare da Caio, allora da Caio c'andavo anche da solo, no?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Vorrei raccontare la mia esperienza con questa agenzia letteraria.

 

 

Trovo la tua esperienza molto utile. Certo, in generale, conviene evitare i periodi in cui il personale potrebbe essere in "ferie" oppure sono in corso particolari attività di richiamo, vedi "il salone del libro".

 

Ho ricevuto una scheda di valutazione di otto pagine (sette e mezza, a dire la verità)

 

 

Ho letto che quest'agenzia rilascia, a secondo delle richieste dell'autore, due tipi di scheda di valutazione: sintetica o analitica. Qual è il servizio che hai scelto?

In più, ho potuto notare, qualora siano interessati al testo, propongono una rappresentazione, in questo caso, sembra d'intuire che resta ferma la "tassa di lettura". Non ho letto da nessuna parte che preferiscono un determinato genere rispetto ad altri, se conosci i loro gusti potrebbe essere pratico per tutti.

 

Se mi rivolgo a Tizio, perché Tizio dice di svolgere un determinato lavoro, è perché quel lavoro voglio che lo svolga lui.

Se poi Tizio il lavoro lo fa fare da Caio, allora da Caio c'andavo anche da solo, no?

 

 

Qui penso, d'accordo con lo staff del forum, potresti aggiungere quali sono le persone a cui si appoggia quest'agenzia, magari qualcuno che offre servizi più economici o più cari.

Purtroppo non sappiamo chi possono essere tutti i suoi collaboratori e a volte può succedere, per diversi motivi, che il lavoro venga svolto da persone diverse. In alcuni casi è possibile non trovare nemmeno il nome della persona che ha operato sul teso, ma soltanto quello dell'agenzia, la quale resta sempre la principale responsabile.

Comunque se il testo viene valutato da 'X', invece che da Loredana, penso sia fuori dubbio che ne abbiano parlato per poi apporre la firma dell'agenzia.

Modificato da Nuwanda

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Permettetemi ma nel sito dell'Agenzia è scritto a chiare lettere (usa il termine "collaborazione") che il servizio di valutazione degli scritti è svolto da un'Agenzia terza: PuntoΖ editorial and script agency

 

 

p.s. Dopo un confronto incrociato con il sito di PuntoΖ, dubito che offrano prezzi differenti per il servizio di valutazione scritti in quanto anche qui il riferimento in materia con l'agenzia della Rotundo è esplicito e i testi vanno comunque inviati a quest'ultima agenzia.

Modificato da Tagliacarte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Permettetemi ma nel sito dell'Agenzia è scritto a chiare lettere (usa il termine "collaborazione") che il servizio di valutazione degli scritti è svolto da un'Agenzia terza: PuntoΖ editorial and script agency

 

 

p.s. Dopo un confronto incrociato con il sito di PuntoΖ, dubito che offrano prezzi differenti per il servizio di valutazione scritti in quanto anche qui il riferimento in materia con l'agenzia della Rotundo è esplicito.

 

Sì, però chiedevo se @mauropi avesse riscontrato qualcosa di diverso. Premetto che non ci vedo niente di male in delle collaborazioni, in quanto queste sono sempre pattuite con il titolare, il quale garantisce sull'attendibilità del lavoro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Permettetemi ma nel sito dell'Agenzia è scritto a chiare lettere (usa il termine "collaborazione") che il servizio di valutazione degli scritti è svolto da un'Agenzia terza: PuntoΖ editorial and script agency

 

 

p.s. Dopo un confronto incrociato con il sito di PuntoΖ, dubito che offrano prezzi differenti per il servizio di valutazione scritti in quanto anche qui il riferimento in materia con l'agenzia della Rotundo è esplicito.

 

Sì, però chiedevo se @mauropi avesse riscontrato qualcosa di diverso. Premetto che non ci vedo niente di male in delle collaborazioni, in quanto queste sono sempre pattuite con il titolare, il quale garantisce sull'attendibilità del lavoro.

 

Si, certo. La precisazione era soprattutto diretta alle parole di partenza Mauropi quando affermava che nessuno lo aveva avvertito che si sarebbe stato un "subappalto".

Su questo punto l'Agenzia mi pare molto corretta nel segnalarlo direttamente nel proprio sito. La collaborazione con PuntoΖ, poi, appare molto stretta visto che quest'ultima non è disponibile ad accettare alcun testo che non transiti prima per la Rotundo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le notizie alle quali fate riferimento voi sono quelle di oggi, ma io il servizio l'ho chiesto nell'estate 2012.

A quel tempo da nessuna parte era scritto che l'agenzia avrebbe fatto svolgere il lavoro da altri.

Se il servizio l'avessi chiesto direttamente ad "altri" (cosa che al tempo era possibile, come ho scoperto dopo), avrei speso la metà e avrei avuto la stessa identica cosa.

All'epoca il servizio di valutazione era unico, non c'era possibilità di scelta.

Il giudizio è firmato dall'agente letteraria che l'ha steso, non c'è alcun riferimento all'agenzia della signora Rotundo, che non l'ha - passatemi il termine - "controfirmato".

Avevo scelto questa agenzia perché, dalle informazioni in rete, mi era sembrata molto valida e aveva appena curato la pubblicazione di "Se Steve Jobs fosse nato a Napoli". Il mio testo era di genere simile.

Ribadisco comunque che la scheda di analisi del romanzo mi ha soddisfatto, anche se non completamente, nel senso che a mio parere non ha preso in considerazione alcuni elementi del testo che io ritenevo "critici". La cosa che mi ha lasciato un po' disarmato è stata che con metà euro avrei avuto lo stesso risultato (allora, oggi ho visto anch'io che non è più possibile).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti. Ho inviato il mio lavoro all'agenzia di Loredana Rotundo il 22 luglio. I primi giorni di ottobre mi è arrivata la scheda di valutazione redatta da P.C. dell'agenzia cui la titolare si appoggia per la lettura dei manoscritti. Avevo scelto la scheda valutativa breve: 300 euro.

La scheda conteneva alcuni giudizi positivi ma anche commenti che lasciavano intendere che chi l'ha compilata non conosce il mio romanzo, e quando dico non lo conosce non intendo dettagli, ma elementi portanti del plot:

 

- per chi ha compilato la scheda, la presenza di "agenti del Sisde" nella trama, in quel frangente, è inverosimile. Le rispondo che è spiegato a chiare lettere che non si tratta del Sisde ma di un paio di individui fuoriusciti dal medesimo una decina di anni prima: il Sisde è un organismo statale, alcuni ex agenti che agiscono per conto proprio è tutto un altro paio di maniche. Quando faccio presente questa prima perplessità, la signora P.C. mi risponde che fa lo stesso, che non è quello il punto. 

 

- mi dice poi che un evento della trama che avviene a metà romanzo è inaccettabile. Ma quell'evento accade a un quarto dalla fine.

 

Faccio presente la mia scontentezza alla signora Rotundo, con cui ho comunicato sempre via mail e che è stata molto gentile e disponibile. 

La signora Rotundo gira la mia mail alla signora P.C. che mi risponde dicendomi che, anche se non ne avevo il diritto (la scheda valutativa breve non consente scambi telefonici tra l'autore e chi ha letto il manoscritto), era disposta a un chiarimento a voce. Mi è dispiaciuta intanto la premessa, va questo è mal di poco. 

Le dico che preferirei che mi scrivesse le sue ragioni ma la signora insiste per parlarmi al telefono. La chiamo. Ci confrontiamo brevemente su quanto dettoci via mail. Poi mi chiede di leggerle dei passi del romanzo in cui, a suo avviso, mancano informazioni fondamentali. Per due volte trovo i punti richiesti e li leggo alla signora P.C. che svia il discorso senza commentare e continua a insistere sulla non rappresentabilità del mio lavoro, per dirmi, poco dopo: "Ma sa che adesso mi fa venire il dubbio?". Poi però i toni della signora si scaldano, non mi lascia parlare, anch'io mi scaldo, la signora mi dice che il mio atteggiamento è arrogante e che non le era mai capitato prima un cliente come me. Ne nasce uno scambio di mail in cui le sue ragioni per cui il mio romanzo non è rappresentabile continuano a variare di mail in mail. 

Ora, i due punti che ho riportato sopra sono per me di capitale importanza. NON sono dettagli. Il mio lavoro non è stato letto con la dovuta attenzione, di questo sono certo, ma quello che mi ha infastidito di più è stato l'atteggiamento della signora P.C. nei confronti del mio (credo) comprensibile scontento. Sono pronto a inviare in privato il mio scambio di mail con la signora allo staff di Writer's dream.

 

Saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il link non è più attivo e non vi sono altri siti o pagine in cui il sito sia migrato. Archivio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×