Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Phabyosh

Arma Infero vol.2 - I Cieli di Muareb - di Fabio Carta

Post raccomandati

"Fabio Carta ci conduce di nuovo a Muareb con questo suo secondo capitolo di una saga fantascientifica decisamente degna di nota".

 

#ArmaInfero #romanzo #fantascienza #zodion #FabioCarta #libridifantascienza #fantasy #steampunk #recensione 

 

Life Factory Magazine - ARMA INFERO 2

 

copertinalibrirecefantasyinfero.jpg?w=76

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I CIELI DI MUAREB

 

A distanza di mesi dalla lettura del secondo capitolo di Arma Infero ed a pochissime pagine dalla conclusione del terzo (mille volte migliore), mi sono finalmente ritagliato uno spicchio di tempo per scrivere la recensione di “I Cieli di Muareb”. 

Lo definirei un libro di transizione (anche alla luce di quel che avviene nel “Risveglio del Pagan”), sia a livello di storia, di ambientazione, di personaggi (non a caso uno dei due protagonisti appare solo nel finale… più o meno… e non dico altro), insomma un libro il cui scopo è mettere tanta carne al fuoco per i successivi capitoli. 

A livello di trama l’ho trovato buono, ma un passo indietro rispetto al “Mastro di forgia”. 

La prima parte, ambientata a Gargan, mi è sembrava un po’ slegata da tutto il contesto, quasi un pretesto per approfondire la (secondo me) fin troppo stereotipata storia d’amore tra Karan e Luthien.

La parte centrale, la più corposa, con le vicende di Alesian, Azin, i dragoni ascaloniani, i catafratti, le pikadon e via dicendo, è tutto sommato abbastanza godibile, anche se la trama ristagna un po’. Proprio in tale frangente ho riscontrato una miglioria rispetto al primo tomo: ciò che non mi era piaciuto nel “Mastro di forgia” era l’eccessivo indugiare sui tecnicismi, benché sappia che molti appassionati di fantascienza (cosa che io non sono) tengono molto a certi dettagli. Qui tali descrizioni sono più stringate e più rare, concentrate principalmente nella descrizione degli ulani volanti, e come conseguenza la narrazione ne esce molto più fluida, pur senza abbandonare il consueto registro abbastanza forbito, quella mescolanza di stile vagamente arcaico con termini derivanti da un lessico fantascientifico, vero e proprio marchio di fabbrica dell’intera trama. Belle le descrizioni delle battaglie (anche se mi sarebbe piaciuto un maggiore approfondimento sulla Legione nera degli Anastatos). Ancora sullo sfondo, purtroppo, la città di Gordia, che tra i luoghi di Muareb è quello che mi intriga di più. 

La parte che ho preferito, quella che conferisce davvero slancio alla trama, è la terza ed ultima, quella ambientata nelle regioni polari oltre la Marca di Borea. Il finale a sorpresa, poi, è la degna preparazione al “Risveglio del Pagan”, che trovo di gran lunga migliore rispetto ai primi due tomi.

Per ultimo, la nota dolente. La cosa che meno mi convince, ovvero il legame tra Karan e Luthien. c’è qualcosa nel personaggio della dama di Gargan che proprio non mi convince, mi sembra che non abbia spessore, soprattutto non riesco ad inquadrarla nella stessa ottica dell’Autore. Ad esempio, quando l’Io narrante fa considerazioni su di lei, sul suo carattere, il comportamento e via dicendo, io mi guardo indietro e mi chiedo: «Ma anche io l’ho vista così? Anche a me è sembrata innamorata, o capricciosa, o coraggiosa, o emancipata, o.....?» La risposta è quasi sempre negativa. Ma credo che tale questione sia soggettiva, probabilmente perché ognuno di noi guarda e giudica certe cose a modo suo, in base a ciò che gli ha riservato la vita o alle persone che il destino (purtroppo) ha messo sul suo cammino.

Nel complesso , comunque, I Cieli di Muareb rimane un buon romanzo, anche se non al livello dei suoi “fratelli”.

Votazione: tre stelle su cinque.

 

LINK recensione Facebook

 

51GdZDNRLrL.jpg

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×