Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Equus

Sostituto di Word?

Post raccomandati

No problem:).Può essere che il tuo sistema operativo (quale hai sopra?) non supporta più di un programma multifunzione in stile office/openoffice/libreoffice, etc. E se ne hai uno (non è che hai una versione in prova di Office attiva?) non ti fa aprire l'altro. Oppure durante una disinstallazione da pannello di controllo ti è rimasta qualche traccia del programma disinstallato sul registro e allora quest'ultima va eliminata. Cosa che però non ti consiglio di fare, dato che mi dici non aver capito: va fatto quindi "in officina" perchè se si cacciano le mani sul registro e si cancella la voce sbagliata, il rischio è dover poi rottamare il pc ;(.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per molto tempo ho usato Abiword come word processor, trovandomi davvero bene. È leggero e offre praticamente tutte le funzionalità che servono a uno scrittore. Purtroppo non viene più supportato per Windows, ma solo per Linux.

 

Avevo letto bene di una suite simile a Office che si chiama WPS che contiene un potente word processor, ma non l'ho mai provato. Al momento utilizzo Word che, nonostante l'interfaccia ormai un po' arcaica, rimane lo standard per chi voglia scrivere in modo davvero professionale. Inoltre ha un potente set di grammar checker, sinonimi e contrari (per me fondamentale), vocabolario di italiano (introvabile altrove, purtroppo) e un fantastico tool di lettura ad alta voce che trovo utilissimo in corso di revisione del testo.

Al momento sto provando due altri software: uno è Scrivener, l'altro Writemonkey.  Onestamente nessuno dei due riesce a convincermi ad abbandonare Word...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La versione free contiene pubblicità, ma è totalmente gratuita. Esiste una versione spagnola (non italiana purtroppo) ma non avendolo mai usato non saprei dirti se il grammar checker corregge anche lo spagnolo, anche se essendo una lingua diffusissima immagino di si`.

 

La trovi qui:

 

https://www.wps.com/office-free

 

Facci sapere come ti trovi ;)

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho visto ora questa discussione e mi intrometto.:lol:

 

A lavoro ho Word 2013 mentre qui ho Libre Office Writer 5.4.

Per un uso personale non c'è nessun problema, in entrambi i casi mi trovo molto bene. Ho solo notato che i file .docx creati con word 2013 e allineamento giustificato in libre office li vedo con allineamento a sinistra. Non so se è un bug o altro, ma salvo sempre in .doc che non trovo nessun problema.

 

Se devo individuare dei pregi in Libre Office Writer (5.4) rispetto a Word 2013...

- È più leggero a parità di PC.

- È gratuito... e non è poco!

- Il correttore automatico è meno aggressivo: corregge solo le maiuscole dopo i punti e non cambia automaticamente le parole (forse è disattivata qualche opzione).

- Fa il suo dovere per quello che mi serve (non è un pregio, lo so, ma per me va bene così lo lascio qui!).

- Il word 2013 ogni tanto (raro, ma mi è successo!) "smette di funzionare"!

 

Se devo individuare dei difetti di Libre Office Writer (5.4) rispetto a Word 2013...

- Ha molte meno "piccole funzioncine" come la personalizzazione efficace dei numeri di pagina, la selezione di una riga intera con il mouse (metti il mouse fuori e vedi la freccina inclinata), la visualizzazione della struttura (non so come si chiama, so che su Word 2007 è la "mappa documento").

- Altre piccole funzioncine le ha più efficaci il word. Esempio stupido, se devo mettere una parola sottolineata e premo il sottolineato per poi fare un doppio clic sulla parola, in Word vedrò parola mentre di là vedrò parola  .

- Ormai non mi serve più per sopraggiunta ignoranza, ma non capisco come si inseriscono le formule matematiche in libre office writer. In Word (dal 2007) facevo ALT + SHIFT + = e compariva l'editor.

- L'indice è "interattivo", se esporti il file in .pdf poi puoi cliccare sulla voce di indice che in automatico ti porti al punto del testo desiderato.

- Il Libre Office quando fa l'autosalvataggio blocca il programma, il word no.

Ora non me ne vengono altre, ma la prima e l'ultima sono cose che mi rattristano molto.;(

 

Però, essendo gratuito, fa comunque un ottimo lavoro, niente da dire!:D

 

Per quanto riguarda il WPS office - ex Kingsoft Office - posso dire che avevo la versione per android sul telefonino e mi sembrava davvero intuitiva ed eccellente sotto ogni punto di vista. Però parlo al passato perché non ce l'ho da inizio 2017. Poi hanno richiesto ottomila autorizzazioni e l'ho disinstallata...

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 14/2/2018 at 14:39, Vincenzo Valenti ha detto:

 Esiste una versione spagnola (non italiana purtroppo) ma non avendolo mai usato non saprei dirti se il grammar checker corregge anche lo spagnolo, anche se essendo una lingua diffusissima immagino di si`.

 

La trovi qui:

 

https://www.wps.com/office-free

 

Facci sapere come ti trovi ;)

 

 

Ok, l'importante è che la versione spagnola esiste. Grazie per il link e le info(y). Sono appena rientrata in questo sito perchè purtroppo gli impegni me ne tengono lontana. Sto scaricando adesso WPS office. Scusate il ritardo, ma tra poco avrò la più massiccia pratica scolastica  della mia carriera universitaria, il cui punto dolente non è la scuola in sè e per sè, che di fatto amo tantissimo, ma la burocrazia asfissiante che c'è dietro. E senza desconsiderare i miei alunni personali e le altre materie che non devono andare a detrimento. Per ora c'è il contratto di adesione che dice di non usarlo a scopo commerciale, ma dunque se ci vado a elaborare il mio terzo e-book? Che sto scrivendo in spagnolo (appunto per questo il grammar checker spagnolo mi tornerebbe utile:libri:). L' e-book, se non dovesse essere pubblicato postumo causa impegni prioritari, andrà ovviamente in commercio. Ci saranno problemi poi? Ovviamente dovrò ritrasferirlo su openoffice, perchè i servizi di pubblicazione come quello finora usato viaggiano benone su odt e pdf...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Leggo solo adesso questa discussione, essendomi iscritto a WD da pochi giorni. I programmi  citati sono i comuni programmi di scrittura, che mi paiono sostanzialmente sovrapponibili e intercambiabili. Premettendo di non avere alcuna simpatia per Word, concordo rispetto a quanto detto nel forum sui formati di salvataggio dei documenti scritti, peraltro già  delineati con competenza da altri. 

Per quanto mi riguarda uso QuarkXpress, programma editoriale di scrittura e impaginazione che consente (come il concorrente In-Picture) di "fare" qualunque cosa. Purtroppo costa un sacco di soldi per cui, se vi aggrada, fareste meglio a cercarlo nei PC dei vostri amici e conoscenti (non avete un amico tipografo?), oppure a... Detto questo è fantastico e, tra l'altro, il solo fatto di leggere o rileggere il vostro lavoro esattamente come se fosse stampato sulle due pagine è di grande aiuto. Da questo, come dall'altro software che ho citato, il lavoro può essere esportato in PDF da stampa o in formato HTLM5, a seconda dell'uso, oltre che nel formato di servizio. Unico problema: tutti continueranno a chiederci formati .doc, magari digitati in Times New Roman, a stampare in Baskerville o altri font simili e dannatamente vecchi, a litigare su come sistemare le virgolette e così via. Intendo dire che nemmeno con questi super-programmi editoriali riuscirete mai entrare nella imperscrutabile "zucca" dei vostri referenti. Purtroppo.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Alle 14/2/2018 at 21:52, bwv582 ha detto:

Ho visto ora questa discussione e mi intrometto.:lol:

 

A lavoro ho Word 2013 mentre qui ho Libre Office Writer 5.4.

Per un uso personale non c'è nessun problema, in entrambi i casi mi trovo molto bene. Ho solo notato che i file .docx creati con word 2013 e allineamento giustificato in libre office li vedo con allineamento a sinistra. Non so se è un bug o altro, ma salvo sempre in .doc che non trovo nessun problema.

 

Se devo individuare dei pregi in Libre Office Writer (5.4) rispetto a Word 2013...

- È più leggero a parità di PC.

- È gratuito... e non è poco!

- Il correttore automatico è meno aggressivo: corregge solo le maiuscole dopo i punti e non cambia automaticamente le parole (forse è disattivata qualche opzione).

- Fa il suo dovere per quello che mi serve (non è un pregio, lo so, ma per me va bene così lo lascio qui!).

- Il word 2013 ogni tanto (raro, ma mi è successo!) "smette di funzionare"!

 

Se devo individuare dei difetti di Libre Office Writer (5.4) rispetto a Word 2013...

- Ha molte meno "piccole funzioncine" come la personalizzazione efficace dei numeri di pagina, la selezione di una riga intera con il mouse (metti il mouse fuori e vedi la freccina inclinata), la visualizzazione della struttura (non so come si chiama, so che su Word 2007 è la "mappa documento").

- Altre piccole funzioncine le ha più efficaci il word. Esempio stupido, se devo mettere una parola sottolineata e premo il sottolineato per poi fare un doppio clic sulla parola, in Word vedrò parola mentre di là vedrò parola  .

- Ormai non mi serve più per sopraggiunta ignoranza, ma non capisco come si inseriscono le formule matematiche in libre office writer. In Word (dal 2007) facevo ALT + SHIFT + = e compariva l'editor.

- L'indice è "interattivo", se esporti il file in .pdf poi puoi cliccare sulla voce di indice che in automatico ti porti al punto del testo desiderato.

- Il Libre Office quando fa l'autosalvataggio blocca il programma, il word no.

Ora non me ne vengono altre, ma la prima e l'ultima sono cose che mi rattristano molto.;(

 

Però, essendo gratuito, fa comunque un ottimo lavoro, niente da dire!:D

 

Per quanto riguarda il WPS office - ex Kingsoft Office - posso dire che avevo la versione per android sul telefonino e mi sembrava davvero intuitiva ed eccellente sotto ogni punto di vista. Però parlo al passato perché non ce l'ho da inizio 2017. Poi hanno richiesto ottomila autorizzazioni e l'ho disinstallata...

 

Chissà come, a suo tempo purtroppo mi era sfuggito questo post. Spero che lo vedrai. Prova ad aggiornare libreoffice, con gli aggiornamenti potrebbero venirsene nuove funzioni. La mia nuova di openoffice fa scegliere come impostare i numeri di pagina. Per contro non so se ora si possa fare l'indice interattivo (non si poteva) perchè fare gli indici è la cosa che mi dà più filo da torcere. Spero non mi chiedano l'indice interattivo per la tesi di laurea...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, Pouzinha ha detto:

Prova ad aggiornare libreoffice, con gli aggiornamenti potrebbero venirsene nuove funzioni.

Ho visto che di recente c'è la "fresh" di Libre Office 6.0.

Quando diventerà "still" lo aggiornerò senz'altro!

Per il resto ancora non si può fare l'indice interattivo (sto alla 5.4).

:ciaociao:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Meno male, ho pubblicato nella speranza che vedessi, dato che online qualche mese corrisponde a un'era geologica:gokulol:, ma purtroppo ho pochissimo tempo da dedicare al forum, con mio dispiacere. Per l'indice interattivo temo si debba aspettare qualche aggiornamento particolarmente "futuristico".

I blocchi: anche openoffice quando fa il salvataggio si blocca il programma, però non è una cosa grave, in meno di un minuto torna funzionante. Di davvero grave c'era la versione precedente  diventata inviabile perchè crashava ogni due per tre e il mese scorso mi aveva distrutto un'ora di lavoro (di relazione pratica scolastica, vale a dire da consegnare a tempi indicati pena la perdita della correzione per alzare il voto la prima volta e dell'intero semestre:aka: se la seconda senza la prima) all'atto del salvataggio. L'aggiornamento alla versione successiva ha però ovviato al problema e ora ho un writer che è quasi word. Sto provando anche wps, il cui link mi era stato fornito gentilmente dall'utente Vincenzo Valenti e al momento mi è molto utile ad aprire documenti in word dove poi posso studiarmi il tipo di formattazione che in Brasile è richiesta per tesi di laurea e relazioni. Ancora non sono in grado di scriverci perchè sto finendo di studiarmi la formattazione in openoffice, dunque al momento lo uso per leggere. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Provai con ywriter, per la questione dei livelli e per avere un programma che ritenevo più specifico, ma alla fine ho ripiegato su openoffice. L'importante è che salvi, mi ricodi quando metto i doppi spazi per sbaglio e che esporti in pfd. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si, l'esportazione in pdf è assicurata. Openoffice l'ho usato sia per i miei e-book che per le 3 relazioni di pratica scolastica semestrali. Nonostante il pacchetto standard menzionato dall'università è sempre è solo office (tanto mica ce lo pagano loro:angry:), openoffice è andato alla grande, anche se c'è da dire che preparare il sommario di ogni lavoro è un'infinito martirio (e credimi che in Brasile se sbagli un sommario o non hai seguito la formattazione tecnica a cui le attività universitarie e di ricerca si devono attenere rischi di mandare in fumo un intero semestre di studio:aka:) e richiede un lavoro parecchio certosino. Comunque come programma gratuito alternativo a office è molto valido. Ora proverò anche libreoffice, che è molto più decantato e forse è anche più facile da usare, dato che ho già iniziato a montare la tesi di laurea. Ne parlano molto bene:wow:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Pouzinha ha detto:

mica ce lo pagano loro:angry:

Concordo! :asd:

Comunque, scherzi a parte, quando facevo l'università io c'era un'offerta della MS di office (2010 se non ricordo male) home & student a 35 euro per gli studenti universitari che, però, dovevano inviare via fax una fotocopia del libretto e dovevano fare l'acquisto in digitale scaricandolo dal sito della MS e pagandolo con una carta di credito o postepay. Me lo ricordo bene perché avevo telefonato al numero di assistenza della MS! :D

10 ore fa, Pouzinha ha detto:

dato che ho già iniziato a montare la tesi di laurea

Uso il libreoffice da quando non è più supportato office 2007 (l'anno scorso) e per l'uso che ne faccio io non ho problemi.

Per la tesi non so che dirti perché io nel lontano 2012 l'ho scritta in word 2007 e, conoscendo ormai il libreoffice, credo che non riuscirei a fare altrettanto. Parlo comunque di matematica e anche il word dopo duecento pagine di formule andava in tilt e cambiava formattazioni e layout da solo (:aka:) quindi... perché no?

Il brutto del word è che ha quelle "piccole" funzionalità - di cui parlavo nel post precedente - che in lavori massicci come una tesi aiutano. Però costa troppo! :P._.

 

In bocca al lupo con la tesi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dovrei  comunque ottenere word perchè qui lo starebbero offrendo gratis agli studenti che dimostrano di avere la mail istituzionale. Ci ho impiegato un mese a farmela emettere, ma almeno sortirà l'effetto, dato che sono venuta a sapere che l'università vuole la tesi in formato word, a dispetto del fatto che la modalità è articolo scientifico (dunque non potrà avere più di una ventina di pagine). 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una vecchia macchina da scrivere Olivetti non sarebbe un ottimo sostituto di word?

Ne ho trovata una a venti euro in un mercatino dell'usato.

 

Non capisco a cosa servono tante funzionalità particolari quando si vuole soltanto scrivere... :umh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Ngannafoddi ha detto:

Una vecchia macchina da scrivere Olivetti non sarebbe un ottimo sostituto di word?

Ne ho trovata una a venti euro in un mercatino dell'usato.

 

Non capisco a cosa servono tante funzionalità particolari quando si vuole soltanto scrivere... :umh:

 

Raccontalo alla dirigenza della mia istituzione universitaria, che la Olivetti è un ottimo sostituto di word:gokulol:, poi mi dirai cosa ti hanno risposto (diglielo in portoghese, mi raccomando, se no scordati di essere capito:gokulol:), spiegando anche come noi studenti potremmo inviare in formato elettronico la tesi di laurea nell'ambiente webaula in un formato file compatibile :gokulol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il mio messaggio non era riferito a te, @Pouzinha. Mi riferivo in generale, visto che tutti cercano correttori automatici e altre diavolerie...

Io sono dell'idea che per evitare gli errori e le ripetizioni bastino due sole attente riletture. Ma si sa che la gente è pigra e usa sempre la solita scusa: gli occhi leggono ciò che sei convinto di aver scritto... 

 

P.S. comunque io il portoghese lo parlo e tu lo sai benissimo xD.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ngannafoddi ha detto:

P.S. comunque io il portoghese lo parlo e tu lo sai benissimo xD.

 

Già, me l'ero tolto di mente:gokulol:, ma vedi, purtroppo sono di corsa contro il tempo e non riesco a mantenere la memoria fresca in ogni aspetto, ora la tesi di laurea da fare in un tempo molto ristretto (3 mesi a occhio e croce) e assolutamente non a detrimento delle altre materie, nè posso smettere di lavorare nè di correre dietro ai continui doveri da iscritta AIRE. Di per sè la durata del mio tipo di laurea è 4/5 anni, ma la mia facoltà al momento dell'iscrizione aveva deciso di farla in 3 (il che ha l'indiscutibile vantaggio di farmi sbrigare, ma lo svantaggio di farmi fare le ore piccole:fiuu:, anche se per me è preferibile).  Ma più che correttori automatici, ora come ora i tool di scrittura elettronici sono imprescindibili perchè qualsiasi azienda per la quale si lavori è capace di licenziarti se hai la sventura di non saperli usare (o meglio, non considererebbe mai il tuo curriculum per assumerti e sfortuna vuole che tutti gli uffici siano standardizzati a pacchetto Office). Per tutti gli universitari poi la musica non cambia. Era il lontano 2000 quando già si dovevano scrivere le tesi di laurea in word. E i nostri colleghi che stanno scrivendo su questo topic sono o impiegati in qualche azienda o universitari come me. E al di là di loro, coloro che possibilmente usassero Office e compagnia per mera pigrizia in realtà avrebbero vita tutt'altro che facile e di certo preferiranno di gran lunga la Olivetti a quanto segue. Perchè ora che i tool di scrittura si sono affermati sul mercato in pianta stabile, lo scrivere e l'editare sono passati in secondo piano e costituiscono, se va bene, appena il 20% del lavoro. C'è la formattazione, che se si sgarra sono dolori di pancia da agonizzare (non soltanto in Brasile, anche se per la verità qui sono molto più severi in termini di standard). Quest'ultima si prende come minimo il 60% della fatica. Il sommario poi, quale che sia il tool, è un vero martirio e gli stessi professori di informatica lo ammettono. Il 10% minimo, qualora indispensabili, se lo prendono illustrazioni, foto e tabelle. Anche il 20%. Ecco che della scrittura resta solo un 20%:testamuro2:. Ma senza i tool elettronici avremmo una grana ancora più grossa: l'impossibilità di bypassare le case editrici tradizionali:grat:.

Bene o male di quando in quando vendo ancora qualche copia dei miei e-book a dispetto di vivere oltreoceano, fosse stato 20/30 anni fa stavo fresca:rotol:

  • Confuso 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎09‎/‎07‎/‎2018 alle 04:10, Pouzinha ha detto:

a dispetto del fatto che la modalità è articolo scientifico

Mi aspettavo anche il LaTeX per la scrittura della tesi. Dove ho studiato io matematica pressavano molto sul LaTeX e sono stato uno dei pochi a scrivere la tesi della magistrale in word (2007).

 

12 ore fa, Ngannafoddi ha detto:

Mi riferivo in generale, visto che tutti cercano correttori automatici e altre diavolerie...

Ti offro una terza via tra la olivetti e office. :)

Fondamentalmente uso il pc per scrivere semplicemente per il poter aggiungere o togliere parole/frasi/paragrafi ed è l'unico motivo per cui non uso una tastiera o carta e penna. Racconti e romanzi, infatti, li scrivo sempre con il blocco note proprio perché non voglio che "diavolerie" come i correttori automatici (più odiosi che utili) e le formattazioni possano distrarmi da quello che voglio fare. :)

Ovvio che in seguito li porto su un programma di scrittura visto che è un mondo dove si va avanti a .doc e .pdf... :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io uso Texstudio+Latex per un romanzo e la tesi di laurea. O meglio Lualatex, con cui uso il Simoncini Garamond.
Ci vuole tanto per imparare a usarlo, ma c'è una comunità molto attiva in Italia (Guit) e ottime guide. Dopo di che non ve ne separerete mai.
Qualità compositiva che non ha pari e comodità nello gestire roba complessa (bibliografie, etc...) inimmaginabile.

Gratis e aperto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uppo questa discussione perché, sebbene per chi voglia un'alternativa gratuita a word per PC abbia in Libreoffice o Openoffice una risposta, per cellulare/tablet non so cosa pensare.

 

Parlo della mia esperienza.

Il Word per cellulare esiste e sembra essere gratuito nelle funzioni essenziali. Però richiede un account Microsoft per registrarlo e poter salvare in locale e la connessione internet sempre presente con sincronizzazione OneDrive. Inoltre non è proprio leggero nelle performance. (La mia esperienza risale al 2017, non so ora, sarei felice di ricevere smentite).

Esiste il WPS office, suite office completa che permette di creare-modificare documenti di vari formati di testo (e non solo, anche fogli di calcolo e presentazioni essendo una suite). Molto intuitiva da utilizzare anche se però ho avuto molti problemi con la compatibilità con il Word e il Libreoffice su PC. Mi ritrovavo spesso righe mancanti o duplicate. :( (La mia esperienza va dal 2014 a inizio 2017, anche qui, sarei felice di ricevere smentite).

Esiste il Textmaker Mobile che è un programma gratuito di sola videoscrittura. Leggerissimo, legge tutti i formati di word e sembra che non abbia problemi di compatibilità, inoltre non ha annunci pubblicitari invasivi o nascosti. Di contro, di default ha il dizionario inglese (e non me ne sono accorto facendo una figuraccia qui con la terza tappa del FdI ritrovandomi con parole cambiate e altre robe indecenti...) Alcune opzioni, inoltre, sono difficili da trovare come impostare il dizionario italiano.

 

Perciò... dalla vostra che ne pensate? Con cosa affidate i vostri pensieri a un dispositivo portatile? ;)

Modificato da bwv582
Ho tolto un gerundio fuori posto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo sono 3 mesi che non entro e riesco a rispondere solo adesso (il punto è che studio e telelavoro vengono per forza di cose per primi:bandiera:). Da parte mia posso rispondere che gli unici scritti che i miei dispositivi portatili vedono sono le note che mi servono per non dimenticare scadenze, visite mediche ed esami clinici, quando sono sovraccarica di incombenze al punto da rischiare di scordarmene qualcuna:lol:. Trovo schermo e tastiera dei dispositivi diversi dai pc troppo infimi (senza offesa, mi riferisco all'estrema piccolezza) per riuscire a  lavorarci a dovere. Scrivere con quelle tastiere per me significa impiegare il triplo o il quadruplo di tempo rispetto a un pc. Usa il tool automatico, quello che indovina le parole, mi si potrebbe rispondere, al che, però, vedendo i bei fiori ortografici dei messaggi dei miei colleghi che lo usano (tranquilli, non sono scrittori:lol:), mi sono resa conto che il tool indovina quel che più garba a lui:lol: e poi loro poveretti fanno il doppio della fatica per scrivere di nuovo quello che in realtà volevano dire:testamuro2:. A quanto detto , aggiungo che nascono poi altre 2 paturnie:

1) la possibile o probabile incompatibilità multidispositivo, perchè una volta passato lo scritto a pc, bisogna vedere se e come quest'ultimo riesce a leggere un lavoro svolto su di un programma di scrittura dedicato ad androis/ios (se il dispositivo fosse marchiato windows non dovrebbero esserci problemi...tranne che per i linuxiani)

2) nel mio caso, scrivo plurilingue, quindi mi servono ora una ora l'altra e l'uso del tool velocizzante si trasformerebbe in pandemonio:yupphi:

Se poi ci metto che per gli scritti per la mia università è imperioso l'uso di windows, anche se per i lavori diversi dalla tesi di laurea possono soprassedere sull'uso di word, la frittata allora è fatta:yupphi:.

Per chiunque voglia usare il cellulare per scrivere, non so in realtà se e quanto lo consiglierei. Specie se si tratta di scrittura professionale, dato che il rischio di perdita dati è ben più alto di quello su pc. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vedo che la discussione è vecchia, però vi do qualche consiglio in base alla mia esperienza.

Premetto che sono un schiappa in videoscrittura, quindi ecco la fonte da cui arriva il consiglio.

Word va bene, è intuitivo.

Per chi lo vuole gratis eccolo: https://office.live.com/start/Word.aspx

Io mi trovo molto meglio con pages.

Anche qui si può avere gratis: https://www.icloud.com/#pages

In questo caso però se non avete un prodotto apple parlate con qualche amico che vi presti il suo account, oppure apra un account icloud con la vostra email.

Poi potete lavorare anche da https://www.box.com/it-it/home

Non faccio lo scrittore, ma per lavoro mi sono organizzato in cloud e mi piace semplificarmi la vita.

Io mi ci trovo benissimo con questa soluzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @orologiaio , ho visto che hai già pubblicato sul forum cinque post, tuttavia senza esserti mai presentato in Ingresso, come suggerito dal nostro Regolamento (che ti esorto a leggere con attenzione qui). Ti attendiamo per conoscerti meglio, grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×