Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Niko

Delos Digital

Post raccomandati

7 ore fa, Arkady ha scritto:

Davvero?

Ma pensa... :D

E io che credevo che visto che hanno la stessa sede legale, vendono libri attraverso lo stesso portale (che guarda casa si chiama Delos), hanno gli stessi soci fondatori e che c'è scritto che Delos Digital srl è una società partecipata dall'Associazione Delos Books, fossero tutti indizi evidenti.

Quindi, a parte gli scherzi (visto che è gente che conosco), ripeto: come può la stessa casa editrice essere nelle aree "free" e "doppio binario" contemporaneamente?

Possiamo girarla come vogliamo ma sempre due realtà diverse sono (che possono benissimo adottare due politiche diverse).

Legalmente e formalmente, hanno due diverse partite IVA quindi sono due società diverse, una è società di capital (nata nel 2013)i, l'altra è un'associazione culturale (nata nel 2003)

in nessun multiverso saranno mai la stessa CE :D

Anche due fratelli possono avere stessa residenza, stessi genitori, stesso cognome ma comportamenti diversi.

Il tuo dubbio potrebbe essere legittimo se avessi esperienze dirette e sicure che anche Delos Books è free. In tal caso, chiedersi perché DB sia in "doppio binario" avrebbe senso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, ok, è come dici tu.

Ripeto, visto che la politica è la stessa, che nessuno paga e che la gente che gestisce è la stessa con la medesima filosofia, perché la stessa casa editrice (a parte le quisquilie fiscali che piacciono tanto) è in due settori diversi.

E tempo fa l'ho scritto anche di là, perché cosa palesemente assurda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Arkady ha scritto:

Sì, ok, è come dici tu.

Ripeto, visto che la politica è la stessa, che nessuno paga e che la gente che gestisce è la stessa con la medesima filosofia, perché la stessa casa editrice (a parte le quisquilie fiscali che piacciono tanto) è in due settori diversi.

E tempo fa l'ho scritto anche di là, perché cosa palesemente assurda.

 

Credo perché Delos books pubblica anche opere vincitrici di concorsi da essa indetti e pagamento. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Veramente ti obbligano a sottoscrivere l'abbonamento per la rivista relativa al premio (Robot, fantasy, ecc...) dato che i concorsi sono riservati agli abbonati alle varie riviste.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Arkady ha scritto:
4 ore fa, Arkady ha scritto:

No, nessuno pubblica a pagamento e si partecipa al loro premio con tassa d'iscrizione, come un altro milione di premi.

 

È quello che intendevo. Non ho deciso io che questo fosse il criterio per inserirli nel doppio binario. Ho solo spiegato perché si trovano lì.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, FranCorvo ha scritto:

Veramente ti obbligano a sottoscrivere l'abbonamento per la rivista relativa al premio (Robot, fantasy, ecc...) dato che i concorsi sono riservati agli abbonati alle varie riviste.

E quindi?

Per finire nel doppio binario: "Case Editrici che possono, in varie forme ma non sempre, chiedere un contributo", a me non sembra la stessa cosa di riservare la partecipazione a un premio legato a una rivista, a chi sia abbonato a quella rivista (e direi che il motivo è semplice da comprendere). Per esempio sono stato obbligato a iscrivermi a un sito per leggere i commenti nel forum, il "principio" mi sembra lo stesso e ne comprendo la logica, come non comprendo la logica che sta dietro il solito costume italiano di partecipare a iniziative senza conoscere il destinatario ma tanto per approfittarne. Un po' come quando le case editrici chiedono di aver letto i libri che pubblicano prima di mandare proposte a casaccio. Le collane Mondadori Urania, Segretissimo, Gialli... prevedono che per partecipare ai loro premi sia necessario allegare il tagliando di acquisto di una copia dei libri delle relative collane, tuttavia non mi sembra di trovare la Mondadori nel doppio binario.

Poi, per il premio non legato a racconti per riviste specifiche ma a romanzi, l'Odissea, il bando recita: "La partecipazione al Premio Odissea è aperta a tutti."

Poi se vogliamo continuare ad arrampicarci sugli specchi, buon proseguimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, Mattia Van ha scritto:

Sapete dirmi se Delos manda l'avviso di avvenuta ricezione? 

Di solito lo fanno. Mesi fa, comunque, avevo inviato loro un mio testo e c'è stato un lungo periodo di silenzio. Settimane fa, però, mi hanno inviato un'e-mail, comunicandomi di aver ricevuto il testo e che avrebbero iniziato a valutarlo. Si sono scusati per il ritardo perché a causa dell'emergenza del Covis molto lavoro si era accumulato. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 29/6/2020 alle 17:40, Arkady ha scritto:

No, nessuno pubblica a pagamento e si partecipa al loro premio con tassa d'iscrizione, come un altro milione di premi.

 

Delos Digital pubblica senza contributi, ma senza editing (a parte la solita cosa di farti cambiare i caporali con il trattino lungo per i dialoghi).

Se vuoi l'editing lo devi pagare a parte, tra latro questo è uno spartiacque tra l'avere poi una promozione importante e non averla per niente.

Molte CE sono state messe in doppio binario per questo, Delos no. Quindi la mia domanda non è perché Delos Books non sia in Free con Delos Digital, ma il contrario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Pennywise ha scritto:

Se vuoi l'editing lo devi pagare a parte 

 

Nel senso che offrono loro un servizio non obbligatorio ma a pagamento, o ti devi, se vuoi, arrangiare per i fatti tuoi ed esternamente? 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Horselover Fat ha scritto:

 

Nel senso che offrono loro un servizio non obbligatorio ma a pagamento, o ti devi, se vuoi, arrangiare per i fatti tuoi ed esternamente? 

 

 

La prima che hai detto. Ed è di eccellente qualità tra l'altro, nulla da dire (conosco chi ha accettato, frequenta pure il WD e ne è rimasto soddisfatto, ma ha pagato una bella botta).

Tutto ciò quattro anni fa, magari è cambiato tutto, ma di scrittori ne conosco tanti che hanno avuto questa esperienza, mentrre nessuno ancora mi ha detto che non è più così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
56 minuti fa, Pennywise ha scritto:

Tutto ciò quattro anni fa, magari è cambiato tutto, ma di scrittori ne conosco tanti che hanno avuto questa esperienza, mentrre nessuno ancora mi ha detto che non è più così.

 

Ed è a questo che ti riferivi parlando di spartiacque nella promozione? Accetti di pagare l'editing e godi di una promozione più accurata? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, Horselover Fat ha scritto:

 

Ed è a questo che ti riferivi parlando di spartiacque nella promozione? Accetti di pagare l'editing e godi di una promozione più accurata? 

 

Sì, almeno allora era così per la collana che aveva pubblicato me, che però era la principale, curata dal titolare in persona: Odissea Digital.

 

17 ore fa, simone volponi ha scritto:

Io ho appena ricevuto un blando editing per un racconto senza pagare... giusto una passata, eh.

 

Esatto, a seconda della collana e della filosofia del suo direttore, l'editing può andare da zero a molto light. Quello approfondito si paga.

 

Mesi dopo la pubblicazione, data l'assenza di promozione (a fronte di una promozione molto spinta per chi aveva pagato il servizio) avevo prima chiesto se potessero farmeno un po' ("ci spiace, ma non possiamo dedicare troppo tempo a tutti i libri che pubblichiamo" fu la risposta), chiesi la rescissione consensuale e il ritiro del romanzo. Furono molto gentili in quel caso e me lo accordarono, pagando le royalties fino lì maturate. Dopodiché ho cambiato copertina e titolo e l'ho ripubblicato in self. Ho venduto in un anno il triplo di quanto fatto nel primo anno con loro.

 

Eh niente, esperienza personale riportata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Lizina ha scritto:

Qualcuno ha inviato nelle scorse settimane una proposta e ha avuto la mail di avvenuta ricezione da parte della CE?

Io ho inviato circa ai primi di novembre e la conferma è arrivata doppia, prima una automatica e poi dalla curatrice di collana, indicando come tempo probabile di risposta il periodo natalizio. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho inviato loro due manoscritti. La prima volta ho ricevuto la conferma di ricezione a distanza di una decina di giorni circa, con la promessa che avrei avuto notizie sull'esito, di cui, di fatto, non ho mai saputo nulla.

La seconda volta mi sono beccato direttamente il rifiuto, senza aver mai ricevuto notifica di avvenuta ricezione. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
41 minuti fa, Lizina ha scritto:

Magari dipende dalla collana e dalla tipologia di materiale inviato. Può essere?

 

Se stai rispondendo al mio post, non so che dirti. Entrambe le volte ho ricevuto mail dalla stessa collana (bus stop), sebbene si trattasse una volta di fantascienza e l'altra di horror e nonostante la lunghezza dei due manoscritti, da quanto ho capito, non fosse adatta a quel tipo di uscite: credo che col marchio "bus stop" pubblichino storie relativamente brevi, da leggere appunto "mentre aspetti l'autobus", almeno così l'ho intesa. 

Io non avevo indicato alcuna collana in particolare, solo i generi di appartenenza, allegando le rispettive sinossi. Hanno deciso non so bene come di affidarle a quel particolare curatore. 

La mail di rifiuto è identica ad alcune ricevute da altri utenti WD nel corso degli anni, solo in apparenza personalizzata. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Era riferito un po' a tutti. In qualche post si diceva che, per esempio, i tempi di risposta per i racconti sono più rapidi dei tempi di risposta per i romanzi. Ho ipotizzato che il modus operandi (mail di avvenuta ricezione, mail di accettazione/rifiuto) e i tempi di risposta cambiassero a seconda della tipologia di materiale inviato e della collana. Io, per esempio, ho inviato alla mail generica per i racconti non riuscendo a capire esattamente in qualche collana potesse essere inserito il mio racconto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Lizina credo che funzioni così come immagini tu: ci sono senz'altro collane che hanno bisogno di essere rimpolpate, permettendo una velocizzazione delle valutazioni, e altre che magari si ritrovano col piano editoriale saturo. Senza contare che Delos ha i suoi autori "ricorrenti", che pubblicano spesso saghe (a qualsiasi genere esse appartengano) suddivise in numerosi capitoli, e credo che molta della precedenza, nel piano editoriale, venga data a loro.

Se consulti con attenzione il loro (vasto) catalogo ti fai un'idea abbastanza chiara al riguardo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×