Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

ijeecha

Creature Fantasy

Post raccomandati

Buongiorno a tutti.

 

Ho provato a dare un'occhiata, ma di discussioni simili non ne ho trovate... in caso, chiedo scusa.

 

Dunque, io sto tentando di scrivere un romanzo fantasy.

La mia idea iniziale era quella di "creare" ogni creatura ex novo, lavorando completamente di fantasia e inventando i nomi delle varie specie.

Mi sono però resa conto che è un lavoraccio (perdo delle ore soltanto a pensare ai nomi, e non so se è il caso...).

Ho deciso quindi di dedicarmi a quelle già esistenti, ma molto poco conosciute.

Probabilmente è una domanda sciocca, ma è bene mescolare creature provenienti da miti e leggende di Paesi differenti?

C'è qualche patito di fantasy che riesce a darmi delle dritte?

 

Grazie infinite a tutti,

buona giornata!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando si parla di fantasy l'errore più comune non è quello di sbattere nel romanzo conigli italiani con televisori al posto della faccia e due bottiglie di Coca-Cola  al posto delle orecchie (per le zampe e il resto lascio a voi...), ma quello di scrivere storie più illogiche e "ingenue" di una televendita di Mastrota, oppure, ancora peggio, prive di tensione emotiva e ambientazioni originali.

Fossi in te, non mi chiederei se è giusto mescolare creature, ma penserei a come mescolare creature in modo accattivante...a me non dispiacerebbe vedere un licantropo con la faccia di Harry Potter, che va in giro strafatto di erba pipa rubata a Gandalf.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando si parla di fantasy l'errore più comune non è quello di sbattere nel romanzo conigli italiani con televisori al posto della faccia e due bottiglie di Coca-Cola  al posto delle orecchie (per le zampe e il resto lascio a voi...), ma quello di scrivere storie più illogiche e "ingenue" di una televendita di Mastrota, oppure, ancora peggio, prive di tensione emotiva e ambientazioni originali.

Fossi in te, non mi chiederei se è giusto mescolare creature, ma penserei a come mescolare creature in modo accattivante...a me non dispiacerebbe vedere un licantropo con la faccia di Harry Potter, che va in giro strafatto di erba pipa rubata a Gandalf.

 

:super:  Direi che hai reso l'idea! Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel campo del fantasy creare nuove razze è estremamente difficile, rischioso.

Questo perché spesso ci rifacciamo o pensiamo a quelle già inventate e cambiamo qualcosa; così facendo cadiamo in pozzi di banalità profondi, o rischiamo di formare creature poco accattivanti.

Non sto dicendo che non si può, ma che è una sfida molto difficile da superare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo con Niko: per i miei primi romanzi ho provati a creare delle nuove creature, con esiti più che disastrosi... Le creature sembravano tutte brutte copie di quelle già esistenti oppure erano poco accattivanti. Le "vecchie" creature possono rischiare di mancare di originalità ma, se ben utilizzate, possono comunque piacere :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vi ringrazio, Niko e Miss B.

Sono pienamente d'accordo con voi.

Infatti ho lasciato perdere la creazione di nuove creature (a parte una che mi piace troppo per eliminarla) e ho deciso di dedicarmi a quelle della mitologia irlandese (amo l'Irlanda : Love 2 :). Tante non le ho mai nemmeno sentite nominare, ed è un peccato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel fantasy ci sono talmente tante creature, spesso prese dalle varie mitologie del mondo, che effettivamente è quasi impossibile crearne di nuove senza "plagiarne" di esistenti.

Credo che la tua scelta di usare quelle "reali" sia quella giusta. Tanto un vero appassionato di fantasy le riconoscerà comunque, specie se ha giocato a D&D ;):D .

Se può servire, e già non conosci: http://www.irlandando.it/cultura/cultura-e-tradizioni/mitologia-celtica/piccolo-popolo/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inoltre, spesso le creature differiscono molto da cultura a cultura, anche se mantengono lo stesso nome; ad esempio, gli elfi di Tolkien sono decisamente diversi da quelli irlandesi. O i trolls nordici da quelli di altre culture europee.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se sei alle prime armi con il fantasy avrai già diverse difficoltà d'affrontare, in primis quella di non cadere nella mediocrità della commercialità delle produzioni recenti (salvo qualche eccezione, vedasi Erikson e Sanderson, che sono tra gli autori recenti veramente fantasy, non come i vari Martin e Abercrombie), quindi non t'impelagare nel cercare di creare qualcosa di nuovo, hai già tanto materiale a disposizione.

In un post precedente Vampiro ha citato D&D: se tu riuscissi a recuperare un qualche Manuale dei Mostri (difficile trovarli adesso, ma quelli della seconda edizione, l'AD&D, erano ben fatti) avrai una grosse fonte d'ispirazione.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

p.s. off topic

 

... salvo qualche eccezione, vedasi Erikson e Sanderson, che sono tra gli autori recenti veramente fantasy, non come i vari Martin e Abercrombie...

 

Ch'io sia l'unico a non ritenere Martin propriamente fantasy, con Il Trono di Spade?

(oltre ad essere uno che ci "marcia sopra" non poco, allungando il brodo consapevolmente... :P )

Eppure ormai, in libreria, non c'è un libro fantasy che non venga paragonato a lui... :(

 

p.s.2: ma non c'è un modo per modificare e/o correggere i propri messaggi? O sono io che non lo trovo? :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Vampiro: Martin, come Abercrombie, usa pochi elementi fantasy, per lo più sono intrighi politici, tradimenti e complotti, oltre a mostrare quanto è pieno di bassezze l'essere umano. Ma visto che ci sono i draghi, allora viene catalogato nella categoria fantasy. Specie in Italia si segue la moda: prima c'era Eragorn con i draghi e il boom dei baby scrittori, poi c'è stato Harry Potter, poi i vampiri, ora c'è Martin. Tutto deve andare solo in questa direzione, ma il fantasy è altro e non è solo roba da ragazzini, come i più pensano. Autori come Kay, Sanderson, Erikson hanno dimostrato che si può realizzare fantasy maturo, ricco dei suoi elementi caratteristici.

 

Per quanto riguarda la modifica dei messaggi, penso che lo possa fare solo chi è sostenitore o admin, se non mi sbaglio.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
@Vampiro: Giustissimo. Ho iniziato da poco a documentarmi, ma c'è da diventar matti. Ce ne sono veramente tanti tipi, e ho notato anche le varie differenze tra culture. Grazie per la risposta e per gli utilissimi link.

 

@M.T.: Grazie anche a te. Concordo, già è difficile tutto il resto. Creare una storia non banale, soprattutto. Ogni tanto mi scoraggio, mi sembra impossibile riuscire a proporre qualcosa di nuovo, di non visto, con un finale non scontato. Sono alle primissime armi, ho iniziato a scrivere da poco (finora solo qualche racconto). Però guarda, ho letto svariati romanzi orrendi, proprio scritti male. Sono convinta di poter fare di meglio, ed è per questo che non mollo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Parti dal creare una storia con una trama solida e coerente, con personaggi ben caratterizzati e credibili, non preoccuparti di creare qualcosa di nuovo e originale (non ascoltare chi dice che occorre ricercare proprio questo): è quasi impossibile, con tutto quello che è stato scritto. Cerca di dare vita invece a una buona storia. Per farlo leggi molto, non solo fantasy, ma anche altri generi, perché tutti possono insegnare qualcosa e da tutti c'è da prendere qualcosa. Questi sono i pochi consigli che mi viene da dare (mi viene scontato che occorre conoscere la grammatica; lo stile si affinerà con l'allenamento e l'esperienza).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Parti dal creare una storia con una trama solida e coerente, con personaggi ben caratterizzati e credibili, non preoccuparti di creare qualcosa di nuovo e originale (non ascoltare chi dice che occorre ricercare proprio questo): è quasi impossibile, con tutto quello che è stato scritto. Cerca di dare vita invece a una buona storia. Per farlo leggi molto, non solo fantasy, ma anche altri generi, perché tutti possono insegnare qualcosa e da tutti c'è da prendere qualcosa. Questi sono i pochi consigli che mi viene da dare (mi viene scontato che occorre conoscere la grammatica; lo stile si affinerà con l'allenamento e l'esperienza).

 

Ti ringrazio moltissimo per i consigli.

Per la lettura nessun problema: sono una divoratrice di libri, di qualsiasi genere. 

Grazie infinite, per tutto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×