Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

18 ore fa, Edmalo ha detto:

Buongiorno, a inizio novembre ho pubblicato il mio primo libro con Youcanprint.

Devo dire che mi sono trovata bene e sono complessivamente soddisfatta.

Per quanto riguarda la pubblicazione per il cartaceo sono stati abbastanza rapidi, tempi un po’ più lunghi invece per l’ebook.

L’unica cosa negativa, ma non so se dipenda da loro, è che su Amazon il mio libro inizialmente risultava non disponibile e ora spedizione possibile tra 1-3 mesi. Li ho già contattati due volte, ma finora il problema non è ancora stato risolto. Peccato per questo inconveniente, perché per il resto assolutamente niente da dire.

Grazie del tuo intervento e il racconto della tua esperienza. Riguardo Amazon si dipende da Amazon in quanto per ogni opera pubblicata c'è un tempo variabile che dipende da loro dopo il quale sbloccano la disponibilità dell'opera. Sollecitiamo ancora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 26/11/2018 alle 07:01, Gruppo editoriale Borè ha detto:

Riguardo al fatto se non sia meglio pubblicare solo su Amazon la risposta è ovviamente no: il 70% delle vendite in Italia si fanno ancora in libreria e Amazon detiene circa il 60% del mercato digitale e probabilmente un 20% del cartaceo, quindi pubblicando solo su quel canale un numero enorme di lettori sarebbero esclusi dall'opera e di conseguenza anche il guadagno potenziale.

 

Questa informazione probabilmente è corretta (non ho verificato), ma non del tutto pertinente per gli autori che pubblicano con voi o servizi simili al vostro.

Se è vero che il 70% dei libri in Italia viene ancora venduto in libreria, speriamo a lungo, è altresì vero che questa cifra comprende tutti i titoli ad alta tiratura, cioè quei volumi di autori di successo che troviamo impilati a decine sugli espositori delle novità importanti quando entriamo in una libreria. Ad oggi, temo che nessun servizio di POD sia in grado di ottenere una simile collocazione. La disponibilità fisica dei libri è solo teorica (vale anche per i piccoli editori) e dipende dal lettore, che deve essere a conoscenza dell'esistenza del libro che va cercando ed è poi costretto a ordinarlo presso il punto vendita. Senza avere reali motivi per farlo, visto che può riceverlo comodamente a casa ordinandolo online.

Per i selfpublisher, è molto probabile che Amazon da sola rappresenti più o meno l'80% delle vendite complessive, come si evince da varie testimonianze.

La mia non vuole essere una critica alla vostra attività, ma una precisazione che ritengo utile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, L'antipatico ha detto:

 

Questa informazione probabilmente è corretta (non ho verificato), ma non del tutto pertinente per gli autori che pubblicano con voi o servizi simili al vostro.

Se è vero che il 70% dei libri in Italia viene ancora venduto in libreria, speriamo a lungo, è altresì vero che questa cifra comprende tutti i titoli ad alta tiratura, cioè quei volumi di autori di successo che troviamo impilati a decine sugli espositori delle novità importanti quando entriamo in una libreria. Ad oggi, temo che nessun servizio di POD sia in grado di ottenere una simile collocazione. La disponibilità fisica dei libri è solo teorica (vale anche per i piccoli editori) e dipende dal lettore, che deve essere a conoscenza dell'esistenza del libro che va cercando ed è poi costretto a ordinarlo presso il punto vendita. Senza avere reali motivi per farlo, visto che può riceverlo comodamente a casa ordinandolo online.

Per i selfpublisher, è molto probabile che Amazon da sola rappresenti più o meno l'80% delle vendite complessive, come si evince da varie testimonianze.

La mia non vuole essere una critica alla vostra attività, ma una precisazione che ritengo utile.

Apprezzo la sua precisazione ma non condivido le cifra. Anche se escludiamo le librerie (perchè escluderle dato che noi riusciamo a raggiungerle rispetto ad Amazon e rappresentano il 70% del mercato?) Amazon non controlla l'80% delle vendite. Con l'ebook arriva al 60-65%, per il cartaceo molto meno essendo ottime realtà come Ibs che fanno numeri enormi e in crescita. Il fatto che pubblicare solo su Amazon faccia guadagnare di più è un luogo comune duro a morire. Il dato concreto è che una fetta importante di lettori sono esclusi e non saranno mai a conoscenza dell'esistenza di un determinato testo, questo basta a giustificare sia dal punto di vista personale che economico di non dare ad amazon l'esclusiva. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunitày. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×