Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

Post raccomandati

La regola non è cambiata. Potrebbe essere  venuto meno, per via della crisi delle vocazioni, l'obbligo, rigido, di rimanere a vita nello stesso monastero. Da verificare.

Chiunque, battezzato,  può chiedere di entrare in un cenobio come postulante. Esaminato con esito positivo da un monaco anziano diviene novizio e dopo un anno può presentare la petitio per prendere i voti. Com'è noto un monaco non è sacerdote: per diventarlo seguirà l'iter previsto.

Wikipedia ha una voce abbastanza ben fatta. Leggila.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ho letto la pagina e mi sono ricordato di averlo già fatto.

Io intendevo: dopo il noviziato c'è un rito? mi pare di aver visto da qualche parte che il novizio, durante una cerimonia, di distendeva a faccia in giù davanti laltare con braccia e gambe aperte mentre il sacerdote di turno lo benediceva.

Intendevo una cosa del genere: è prevista? o dopo il noviziato si va dall'abate e si è monaci dopo una parlata?

Grazie ancora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un amico di mio marito è entrato nell'ordine già ultraquarantenne, ormai un paio di decenni fa. La cerimonia ci fu e, che io sappia,  è ancora prevista.

Si trova a Casamari, gli abbiamo fatto qualche visita; i monaci sono socievoli e disponibili con tutti (sono laicissima!). A Catania e Palermo ci sono abbazie: potresti metterti in contatto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

[...] durante una cerimonia, si distendeva a faccia in giù davanti l'altare con braccia e gambe aperte [...]

La cerimonia è questa, ma solo a braccia aperte a simboleggiare la croce.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Potresti informarti in dettaglio su vari siti dello stesso Ordine Benedettino, ma ti avverto che se vuoi fare un lavoro accurato dovrai leggere molto, in particolare può essere utile anche la Regola scritta da S.Benedetto da Norcia, facilmente reperibile in rete, come tutto e con dovizia di particolari e ricchi commenti.

http://it.cathopedia.org/wiki/Ordine_di_San_Benedetto

http://www.viabenedicti.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2425&Itemid=198

Questi sono solo due siti fra i tanti. La cerimonia che dici tu è l'ordinazione sacerdotale, comune ai sacerdoti e a taluni monaci che hanno compiuto gli appositi studi, perchè non tutti i monaci dei vari ordini sono necessariamente anche sacerdoti.

Su youtube vi sono filmati di diverse ordinazioni sacerdotali, con i religiosi prostrati a terra a braccia larghe e piedi uniti. Hai l'imbarazzo della scelta.

Per una descrizione accurata del tuo personaggio ti consiglio, come consiglio a tutti, un'accurata documentazione per immedesimarti meglio.

Molto utile anche il filmato sulla vita di Padre Pio da Pietralcina. Ora non ricordo in quale versione se con Amendola o Castellito come attori, ma c'è una scena bellissima dove lui, diciottenne se non erro, indossa l'abito da monaco sopra i suoi panni da contadino, professando il suo impegno. Non si tratta però ancora della professione sacerdotale, quella verrà dopo; Padre Pio era un monaco e un sacerdote.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, ma... Vero che ti interessa solo da un punto di vista letterario, Conte? Non è che stai pensando di prendere i voti?  :asd:

 

Cosa ci sarebbe di strano?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite Bradipi

Alberto! San Pio era un frate, un cappuccino per l'esattezza, non un monaco.

Prima vi erano i monasteri in luoghi isolati lontani dalle città e hanno preservato la cultura del passato che altrimenti si sarebbe persa.

Poi con la rinascita delle città, grossomodo anno 1000, San Francesco coglie la necessatà di spiritualità degli abitanti e fonda i conventi dentro le città.

I monasteri sono autosufficienti (hora et labora, anche nei campi) i conventi vivono di elemosina.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sì, ma... Vero che ti interessa solo da un punto di vista letterario, Conte? Non è che stai pensando di prendere i voti?  :asd:

La domanda era solo per questioni legate al romanzo, ma ci ho pensato anche per me ( e più di una volta) pur non essendo esattamente cristiano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alberto! San Pio era un frate, un cappuccino per l'esattezza, non un monaco.

Giusto Fabio, giustissmo.

 

 

 

Sì, ma... Vero che ti interessa solo da un punto di vista letterario, Conte? Non è che stai pensando di prendere i voti?  :asd:

La domanda era solo per questioni legate al romanzo, ma ci ho pensato anche per me ( e più di una volta) pur non essendo esattamente cristiano

 

Io è tutta la vita che ci penso. Per me non avere avuto il coraggio di entrare nella vigna del Signore ha significato condurre una vita infelice. Te lo assicuro.

E' un discorso lungo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un cappuccino? Con questo caldo? Magari dopo cena? Non siamo mica Olandesi o Tedeschi! 

Ops... Mi sa che sono finito fuori tema...  :asd:

Ah ma quelli sono protestanti, venditori di burro colorato chimicamente di giallo e formaggio fatto con latte in polvere, gente senza sesso e senza sentimenti... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

Ah ma quelli sono protestanti, venditori di burro colorato chimicamente di giallo e formaggio fatto con latte in polvere, gente senza sesso e senza sentimenti...  :D

Non dirlo a me, che ho lavorato per una vita, e ancora talvolta ci lavoro, in villaggi e campeggi, dove li vedevo sorbirsi cappuccini, latte macchiato e addirittura cioccolata, magari dopo una bella pizza ai frutti di mare! Risultato: anche se io avevo mangiato leggero, mi sentivo lo stomaco pesante solo a guardarli e sono quasi diventato alcolizzato a furia di bere amari e superalcolici per digerire "conto terzi"...

Riguardo invece alla "vigna del Signore" di cui parli tu, se decidessi un giorno di lavorarci, potrei forse farti compagnia... ma, a una sola condizione: tu ti occupi della vigna, io mi occupo della cantina!  :saltello:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ho avuto a che fare con questi  unni e dove mi sono scontrato è stato sempre sul mangiare e sul bere. E volevano pure avere ragione. A volte ho bleffato (ma non tanto) dicendo che noi italiani non prenderemo mai sul serio gente che razzola come loro e in maniera particolare  esseri umani che ignorano l'uso del bidè ... : Yahooo : : Yahooo :

Tornando alla vigna... io mi occupo veramente della vigna di famiglia, la lavoro e ci faccio anche il vino... veramente. Un'ottimo vino, un misto di cannonau, girò e parte di moscato.

:D

 

ps

Scusami Conte di Montecristo, l'argomento  iniziale è degenerato per colpa mia, da un argomento a volte si spazia su altro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Scusami Conte di Montecristo, l'argomento  iniziale è degenerato per colpa mia, da un argomento a volte si spazia su altro...

 

Ma dai, figurati Unius, è bello degenerare :asd:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pensavo che monasteri e conventi fossero sinonimi... e dire che non sono proprio digiuna di questi argomenti. Non si finisce mai di imparare :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il convento è posteriore di secoli, risale agli ordini mendicanti. Mutati i tempi,  non  più neccessaria la comunità chiusa, autosufficiente ecc. tipica del  monastero. I frati si muovono, partecipando in vari modi alla vita della comunità.

In rete ci sono molte voci e notizie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×