Vai al contenuto
  • Chi sta leggendo   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

giuf

Psocoidea

Post raccomandati

Il 27/5/2020 alle 16:21, Silverwillow ha scritto:

Mi hanno risposto quasi subito, scusandosi, perché a loro risultava una scheda fatta a novembre 2019, ma non mi era mai stata spedita.

Anche a me è successo. Dopo dieci/undici mesi senza risposta, li contatto e mi dicono che la scheda era pronta da tempo ma che non era stata inviata per non so quale motivo.

Ops, dimenticato :deserto:.

 

Il 27/5/2020 alle 16:21, Silverwillow ha scritto:

Per essere una valutazione gratuita è molto articolata

Molto molto articolata, paroloni complicati. Ho usato il traduttore di Google per capire :rotol:. Però analisi perfetta, la miglior scheda mai ricevuta! :)

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho fatto fare l'editing a loro. Sono bravi, gentili, e disponibili. Mi hanno costruito anche delle pagine tecniche su mia richiesta. Insomma il termine giusto è: competenti.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anni fa, addirittura nel 2017, inviai un mio romanzo per la valutazione, che arrivò in tempi accettabili e, sia pure moderatamente positiva, escluse la rappresentanza. Inviai poi un'altra opera di cui, per molti mesi, si persero le tracce. A pubblicazione già avvenuta, con una CE piccola e poi scoperta poco seria, arrivò la loro valutazione, con tante scuse perché datata mesi prima, ma andata temporaneamente smarrita: ampiamente positiva, complimenti, rappresentanza possibile, sia pure dopo qualche ritocco da loro indicato. Nel frattempo avevo ultimato il sequel dell'opera, che ho inviato, assieme all'ultima stesura del primo libro, che comunque avevo migliorato per conto mio prima di pubblicarlo. Passano altri mesi, non ricordo quanti, e mi arriva finalmente il responso su entrambi i testi: negativo su tutta la linea incluso il primo, che sicuramente non era peggiore di quando l'avevano giudicato rappresentabile, complimentandosi.

Detto questo, mi chiedo:

1) due approfondite valutazioni, anche se effettuate da soggetti diversi, ma appartenenti alla stessa agenzia, dovrebbero concordare sulla rappresentabilità o meno della stessa opera. O no?

2) esiste sul WD qualcuno che, tramite la loro rappresentanza, sia approdato alla pubblicazione con una CE non dico big, ma almeno di livello non infimo?

3) nel caso che, come penso, la risposta al punto precedente sia negativa, di che cavolo vivono, visto che non offrono neanche servizi a pagamento?

In verità, sono convinto che questa (pseudo) agenzia sia una specie di palestra, in cui si allenano soggetti che non hanno di meglio da fare per impiegare il tempo, oppure sia una specie di pista di lancio per editor che, in base alla validità delle valutazioni, vengano poi assunti da primarie case editrici.

Con gli aspiranti autori in fila per una ambita valutazione ed una sospirata rappresentanza che non arriverà mai.

Ovviamente, sono pronto a cambiare opinione in presenza di risposte positive al quesito n. 2)

  • Mi piace 6
  • Non mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un paio di anni fa da questa agenzia ho ricevuto una scheda parzialmente positiva, in cui mi invitavano a rivedere e/o tagliare alcuni capitoli che, a parer loro, potevano essere addirittura omessi poiché non avevano lo stesso ritmo e la stessa presa sul lettore rispetto al resto della narrazione. Alcuni mesi dopo ho presentato il romanzo, senza alcuna modifica, a un'altra agenzia, peraltro molto rinomata, la quale mi invitava ad approfondire e ampliare quei famigerati capitoli ritenuti inferiori da Psocoidea.:bash:

  • Divertente 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Porto la nostra esperienza di editori con questa agenzia.
A poche settimane dall'inizio della nostra attività fu la prima, anzi l'unica, a contattarci proponendoci un romanzo per la pubblicazione. Rifiutammo e volete sapere perché? Era troppo bello per noi, perlomeno in quella fase. Sì, proprio così: eravamo agli inizi e sapevamo che per un anno ancora non avremmo avuto una distribuzione e quel libro così rischiava di "bruciarsi". I primi autori che avevano firmato per noi erano stati messi al corrente della cosa ed erano perfettamente consapevoli che avrebbero dovuto avere pazienza; ma legare uno scrittore presentatoci da un'agenzia, senza potergli offrire da subito la giusta promozione, non ci pareva corretto.
Così telefonammo al direttore, gli spiegammo la situazione e lui rimase molto colpito dalla nostra lealtà e dalla nostra trasparenza. Rimanemmo d'accordo che ci saremmo sentiti non appena il volano della distribuzione si fosse messo in moto. 

E così accadde. Ci fu proposta una saga fantasy, della quale attualmente abbiamo già pubblicato i primi due volumi, che si stanno muovendo molto bene sul mercato. Poi fu la volta di un altro romanzo un po' particolare, a metà tra una parodia epica e un giallo sentimentale e tra poco uscirà anche un romanzo storico. 
La collaborazione poi ha cominciato a funzionare anche in senso inverso. Dopo aver constatato la professionalità e l'impegno che profondono nell'editare un testo, siamo a noi che a volte ci rivolgiamo a loro per una collaborazione: lo facciamo quando tutti i nostri editor sono impegnati, oppure quando un testo richiede una revisione molto incisiva e approfondita, che noi oggi purtroppo non possiamo più permetterci di eseguire, essendo stati costretti ad alzare di molto l'asticella di selezione in ingresso.
Altri editor, nel frattempo, si erano proposti come collaboratori esterni: abbiamo esaminato alcuni loro lavori e non ne siamo rimasti soddisfatti. Quindi ci teniamo stretto il team di Psocoidea, dove oltre a un elevato livello di professionalità e competenza, abbiamo avuto modo di verificare un altro grado di correttezza, di umanità e soprattutto di disponibilità: spesso capita di sentirci negli orari più improbabili, perfino durante i giorni festivi... Succede, quando ami il tuo lavoro e ci metti l'anima.

  • Mi piace 9

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Condivido totalmente quello che scrivono gli amici di @Aporema: io ho fatto con loro due editing, con un prezzo assolutamente etico, con ragazzi di grande competenza e soprattutto di rara umanità: si vede che amano la letteratura e che hanno un profondo rispetto per chi si rivolge a loro,  perché non lo vedono  come cliente ma come persona che condivide lo stesso amore per la scrittura. Mi hanno rappresentato e proposto diverse case editrici, ma poi per motivi personali ho preferito aspettare a pubblicare. Ho avuto rapporti con altre agenzie, famose e costose, ma non ho trovato da nessun altro la loro serietà e la loro umanità. Sono una perla rara in questo maremagnum, per questo ci si stupisce di fronte a professionisti come loro!

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, cheguevara ha scritto:

Ovviamente, sono pronto a cambiare opinione in presenza di risposte positive al quesito n. 2)

Non è con una freccia rossa che cambierò opinione. Attendo sempre comunicazioni da chi sia stato da loro rappresentato e, per loro mezzo, pubblicato da una CE di pregio.

  • Mi piace 7
  • Non mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, cheguevara ha scritto:

con una CE non dico big, ma almeno di livello non infimo?

 

3 ore fa, cheguevara ha scritto:

pubblicato da una CE di pregio

Ringraziamo di cuore per la grande considerazione nei nostri confronti, che emerge da entrambe le affermazioni.

  • Mi piace 4
  • Non mi piace 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Aporema Edizioni ha scritto:

 

Ringraziamo di cuore per la grande considerazione nei nostri confronti, che emerge da entrambe le affermazioni.

Siamo alle solite: a Roma si direbbe che pijate d'aceto con estrema facilità. Il primo post da te menzionato è antecedente alle tue lodi nei confronti dell'agenzia. Il secondo conferma la richiesta, finora inevasa, finalizzata ad accertare se, al di là della grande abilità valutativa ed alla professionalità nei servizi di editing e affini, Psocoidea abbia effettivamente rappresentato qualcuno, procurando la pubblicazione da parte di case editrici di un certo rilievo, perché per arrivare ad essere pubblicati da parte di un piccolo editore, anche se serio ed in crescita, non è affatto necessario dividere le magre royalties attese con un agente che ti rappresenti. Oltre tutto il tuo intervento, avente l'obiettivo evidente di esaltare l'operato dell'agenzia, presta il fianco ad una considerazione di segno opposto: se l'agenzia, agli inizi della vostra attività, (anno 2017, dal vostro sito) in cui eravate semisconosciuti e non disponevate ancora di un efficace canale distributivo, vi ha appoggiato un cliente (ma loro si sono registrati nel WD nel 2015), vuol dire che, serietà indiscussa a parte, non disponeva di contatti validi presso case editrici di rilievo.

Non sta a me, e non ne ho mai avuto intenzione, contestare la serietà di entrambe le realtà. Molto semplicemente, mi sono limitato a porre dei quesiti che, allo stato attuale, sono ancora senza risposta.

  • Mi piace 13
  • Non mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 4/7/2020 alle 21:49, cheguevara ha scritto:

Molto semplicemente, mi sono limitato a porre dei quesiti che, allo stato attuale, sono ancora senza risposta.

La freccia rossa non è una risposta. Tanto per precisare.

 

Il 5/7/2020 alle 11:11, cheguevara ha scritto:

La freccia rossa non è una risposta. Tanto per precisare.

Mamma mia, quante frecce rosse! Sarà che ho infilato il coltello dove fa male? E' più serio controbattere, a patto che si disponga di argomenti validi. Un sincero saluto.

 

Il 5/7/2020 alle 13:03, cheguevara ha scritto:

Mamma mia, quante frecce rosse! Sarà che ho infilato il coltello dove fa male? E' più serio controbattere, a patto che si disponga di argomenti validi. Un sincero saluto.

Beh, pare proprio che faccia male. Peccato! aspettavo risposte...

  • Mi piace 3
  • Non mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@cheguevara , per cortesia, non è utile postare a raffica. Unisco, ma la prossima volta replica in un post unico. Inoltre cerchiamo sempre di postare commenti utili alla discussione e l'uso delle freccette non lo è.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 4/7/2020 alle 16:57, Aporema Edizioni ha scritto:
Il 3/7/2020 alle 17:28, cheguevara ha scritto:

con una CE non dico big, ma almeno di livello non infimo?

 

CE di infimo livello? Pessima definizione. Infimo in che senso? Forse perché un piccolo editore di provincia non dispone dei capitali del più noto editore italiano? O infimo perché pubblica schifezze? O perché non ha una scuderia di purosangue come lo stallone Fabio Volo o come il presidente del circolo dei canottieri dall’ascella pelosa al vento, il celeberrimo Mauro Corona?

Ok, ma posso rimanere interdetto davanti a un @cheguevara che aspira e sogna le glorie del capitalismo, che punta alla quantità e non alla qualità? No, è impossibile! È sicuramente un equivoco…

 

Scusate se sono OT, ma questa discussione, invece di citare esperienze e spronare gli editori e (forse anche) gli agenti che cercano di emergere dal mare della mediocrità,  ha imboccato la china sterile della sgradevolezza.

La qualità di un editore,  di una agenzia letteraria, di uno scrittore, non dipendono forse da quella dei libri? O contano solo le vendite? Il libro migliore è quello più venduto? Importano solo i soliti dindini? Magari parliamone altrove.

I servizi "proposti" da Psocoidea come sono? 

 «Hasta la victoria siempre!».

Modificato da Fraudolente
  • Mi piace 2
  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Fraudolente ha scritto:

Scusate se sono OT, ma questa discussione, invece di citare esperienze e spronare gli editori (e forse anche) gli agenti che cercano di emergere dal mare della mediocrità,  ha imboccato la china sterile della sgradevolezza.

Non credo che siamo andati OT. I miei interventi erano finalizzati a stabilire se Psocoidea, oltre a fare meritorie valutazioni gratuite ed a proporsi con servizi il cui livello non è in discussione, si occupi effettivamente e con successo della rappresentanza degli autori, con case editrici che abbiano un peso sul mercato. Perché alle piccole CE (il livello "infimo" non va inteso in senso dispregiativo, ma è riferito alle dimensioni) un testo decente ci arriva da solo, senza bisogno di dividere le royalties con un intermediario. Le risposte mancano, ad eccezione di quella di un autore che, per motivi che non interessano, comunque non è stato rappresentato, e di quella di una casa editrice che, come tale, non fa testo. E' inutile chiedere all'oste se il suo vino è buono. 

 

6 ore fa, ElleryQ ha scritto:

@cheguevara , per cortesia, non è utile postare a raffica. Unisco, ma la prossima volta replica in un post unico. Inoltre cerchiamo sempre di postare commenti utili alla discussione e l'uso delle freccette non lo è.

Grazie e scusa. Le risposte a raffica sono state causate da freccette poste a rate, per quello che valgono.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, Fraudolente ha scritto:

I servizi "proposti" da Psocoidea come sono? 

Infatti, noi siamo intervenuti per portare la nostra esperienza di editori, positiva sotto i punti di vista.  Ci sono autori che la pensano allo stesso modo ed altri invece che hanno stigmatizzato certi comportamenti di questa agenzia. Poi abbiamo letto alcune espressioni poco felici e, sia che fossero rivolte a noi direttamente, sia che fossero indirizzate a tutte le infime CE di questo mondo, le abbiamo trovate, e tuttora le troviamo, molto offensive. Ci è parso giusto sottolinearlo, ma per noi la questione è chiusa.
Forse qualcuno, conoscendo la nostra fama di avvocati delle cause perse, si attendeva ulteriori interventi da parte nostra in difesa di Psocoidea, i cui responsabili invece preferiscono, a ragione, tacere. Dico "a ragione", perché c'è chi come noi è così fesso da farsi trascinare in ogni polemica, rispondendo colpo su colpo a tutte le... inesattezze (non voglio usare il termine "falsità") che si scrivono sul suo conto; c'è chi invece, con molta saggezza, preferisce girare al largo e continuare a fare bene il proprio lavoro.
Ringraziamo @ElleryQ per il suo intervento, ma forse non era il caso di unire in un unico post la raffica d'interventi, che doveva essere lasciata così com'era, a testimonianza di un certo tipo di atteggiamento.

  • Mi piace 2
  • Confuso 4
  • Non mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, Aporema Edizioni ha scritto:

Ringraziamo @ElleryQ per il suo intervento, ma forse non era il caso di unire in un unico post la raffica d'interventi, che doveva essere lasciata così com'era, a testimonianza di un certo tipo di atteggiamento.

Ma di quale atteggiamento andate discettando? Non ho posto in discussione la qualità di Psocoidea come erogatore di servizi, gratuiti o a pagamento che siano. Mancandone ogni notizia, ho chiesto se qualcuno potesse testimoniare di essere stato rappresentato presso CE di livello "non infimo". Forse l'aggettivo non è stato felice, perché si presta ad essere frainteso, ma riguardava non la qualità, ma le dimensioni delle ipotetiche CE. Soltanto dopo siete intervenuti, ritenendo non si sa a che titolo di essere chiamati in causa, voi, che non siete un autore, ma una casa editrice, a rappresentare un sodalizio tra due aziende di qualità eccelsa unita a grande passione: non era la risposta al mio quesito, ma l'ennesima autocelebrazione che, per quanto mi riguarda, lascia il tempo che trova, oltre a comprovare che, almeno fino a tre anni fa, Psocoidea non disponesse di contatti con case editrici di pregio. Che poi siate cresciuti, probabilmente insieme, mi fa piacere per voi, ma lascia la mia domanda senza risposta. E, se posso permettermi un consiglio, cercate di essere meno suscettibili e di evitare di reagire a critiche che nemmeno vi sono state rivolte.

 

  • Mi piace 9

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Aporema Edizioni ha scritto:

ma forse non era il caso di unire in un unico post la raffica d'interventi, che doveva essere lasciata così com'era, a testimonianza di un certo tipo di atteggiamento.

 

Lo era e lo è nell'ottica di economia degli "spazi", propria di questo forum. Lo abbiamo sempre detto in qualsiasi topic e lo ripetiamo ancora, perché probabilmente non tutti leggono gli altri topic e sezioni: un solo post per volta, con citazione multipla di coloro ai quali si vuole rispondere. In questo modo evitiamo di allungare eccessivamente la discussione e ne ottimizziamo la consultazione per chi ci legge.

Grazie a tutti per la collaborazione.

  • Mi piace 3
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per ritornare in topic, io li ho contattati per chiedere informazioni sul materiale da inviare. Mi hanno risposto dopo qualche ora in modo cortese e chiaro, cosa che purtroppo non posso dire di altre agenzie. Ho già inviato il manoscritto, vi farò sapere come prosegue.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il ‎07‎/‎07‎/‎2020 alle 15:49, Alewoolf ha scritto:

Per ritornare in topic, io li ho contattati per chiedere informazioni sul materiale da inviare. Mi hanno risposto dopo qualche ora in modo cortese e chiaro, cosa che purtroppo non posso dire di altre agenzie. Ho già inviato il manoscritto, vi farò sapere come prosegue.

Puoi informarci sugli eventuali sviluppi? Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo non ho ancora novità da parte loro. Al momento della ricezione mi scrissero che mi avrebbero ricontattato facendomi sapere il loro giudizio, penso sia ancora presto considerando che in mezzo ci sono state le vacanze estive... 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente per inserire un commento.

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×